Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation since 11/02/2021 in all areas

  1. #5 Sembra pensare "che bella casa mia".... Poca neve per inizio novembre, ma che colori i larici! 6/11/2021 - D5 su 500/5.6PF 1/500 f5.6 ISO 100
    19 points
  2. #1 Ciao, dato che non ho potuto partecipare al precedente, inauguro quello di questa settimana. Cala Lunga- Isola di Sant'Antioco (foto del 20.11.2021) Nikon z6- Nikon z 14-24 - treppiede- tre scatti.
    18 points
  3. 14 Cinciallegra nell'oro, 10.11.2021 Nikon D5 Nikkor 5.6/500 PF ED F. 5,6 1/200 sec. ISO 320, mano libera
    18 points
  4. #4 Eccola, fresca fresca di questo pomeriggio. Isola di Sant'Antioco, Arco dei baci. Nikon z6. Nikon z 14-24 2.8, treppiede.
    15 points
  5. #2 Buongiorno invio la mia prima foto, z7ii con 50 1,2 rigorosamente ad 1,2 studio flash profoto iso 64 grazie per l esistenza di questa enclave Nikon
    14 points
  6. #2 Scatto di questa mattina, 20 Novembre, nelle colline di casa. San Lorenzo in Collina Nikon D850 + 200-500 f.5,6
    14 points
  7. #18 Val d'Orcia, 11/11/2021 Nikon Z6 con Nikkor Z 24-200 a 120mm, f/11 1/160'', ISO 100
    13 points
  8. #1 Fuffy all'imbrunire Nikon Z con Nikkor Z 105/2.8 @2.8, 1/1000'', ISO 3600, profilo standard, NEF aperto con ACR 14, parametri della fotocamera riconoscimento automatico dell'occhio, raffica H, otturatore elettronico Foto del 6/11 alle ore 16:11
    13 points
  9. #8 La neve è un evento raro da queste parti, soprattutto nel mese di novembre e soprattutto a bassa quota Uno scorcio di Badde Salighes, giusto questa mattina Nikon D7100, Sigma 10-20 a 10 mm - 1/200 f.13 Iso 200 compensazione -0.3
    12 points
  10. Un altro di quei discorsi "leggeri" che uso per dar respiro e nello stesso tempo far divertire un po' i miei studenti. Lo tiro fuori quando parlo dell'evoluzione dell'uomo. Nelle varie civiltà passate ed attuali abbiamo diversi tipi di legami sentimental-matrimoniali: la monogamia, una coppia, un solo partner. La poligamia , sotto due forme: poliginia (un uomo sposa più donne e si fa un harem): Ma, sebbene molto più rara, esiste anche la versione opposta, la poliandria, dove una donna sposa più uomini: Il più famoso episodio di Poliandria è quello di Draupadi, di cui si racconta nel Mahabharata - epico quanto monumentale testo Indù, da cui lo splendido film di Peter Brook-, che sposò i cinque fratelli Pandava. In genere nella poliandria i mariti sono fratelli fra loro e la faccenda è legata all'eredità delle terre o qualcosa del genere. Come dico agli studenti, anche negli animali si ritrovano tutte queste forme di rapporti fra i sessi -più altre alquanto bizzarre, ad esempio ci sono pesci che molto democraticamente cambiano sesso, alternando i ruoli di maschio e femmina all'interno della coppia; oppure cambiano sesso per pareggiare le differenze di numero tra maschi e femmine in caso di squilibrio di numerosità fra i due sessi, cose che ai mammiferi non sono consentite- allora, se per gioco spogliassimo la specie umana da tutti gli strati psico/social/cultural/storico/religiosi, guardando (ipoteticamente) dal solo punto di vista puramente strutturale-zoologico, è possibile fare ipotesi su quale potrebbe essere il tipo di rapporto maschio-femmina diciamo così, primordiale? Guardando gli animali più vicini a noi, cioè i Mammiferi, la chiave interpretativa si chiama dimorfismo sessuale, differenza fra i sessi, quanto più maschio e femmina sono diversi tanto più e probabile la poligamia (non vale per gli Uccelli). La differenza può essere di dimensioni, se il maschio è sensibilmente più grande della femmina, di solito ha un harem di più femmine che controlla e difende dai rivali , molto più raramente, ma accade, il sesso dominante è quello femminile , ad esempio nelle Iene. Uno dei casi più estremi è l'elefante marino, dove il maschio pesa come molte femmine ed infatti ha un grosso harem e passa la sua vita a scacciare i rivali. Più vicino a noi, anche il maschio di Gorilla è ben più grosso della femmina, e infatti ogni maschio ha un harem e non tollera altri maschi. Anche la presenza di caratteri sessuali secondari (diversi dai genitali) di solito nei mammiferi indica che un sesso ha più partner, ad esempio il leone maschio, oltre ad essere più grosso della femmina, ha una vistosa criniera. Gli Scimpanzè con cui condividiamo oltre il 90% del DNA come fanno? Qui le cose si complicano perchè di scimpanzè ci sono almeno due specie, lo Scimpanzè impropriamente detto di foresta e lo Scimpanzè pigmeo o Bonobo, Il primo mostra un discreto dimorfismo sessuale e anche se vive in tribù, ogni maschio della tribù ha un piccolo harem e tutti cercano di rubarsi le femmine a vicenda. Hanno un carattere molto collerico, sono animali veramente pericolosi. I Bonobo non hanno praticamente dimorfismo sessuale e non hanno harem , ma è anche una società senza legami fissi, il cui il sesso è libero, omo-bi sex onanistico compreso e ampiamente usato a scopo rilassante. Una comune hippy spinta all'estremo! Hanno un carattere pacifico e sono quelli che vediamo al circo ed al cinema (come la Cita del Tarzan cinematografico di buona memoria). Scimpanzé Pigmeo a sinistra, Scimpanzé "delle foreste" a destra. Andiamo ai nostri antenati, quelli appena prima del genere Homo, gli Australopiteci: Visto che la differenza fra maschio e femmina è maggiore che nello Scimpanzé di foresta, è probabile che gli Australopiteci maschi avessero degli harem. Il Genere Homo, che comprende la nostra specie inverte la tendenza e con Homo sapiens cioè noi, e pure il Neandertal si diventa un po' strani: abbiamo una minima differenza di dimensioni (i maschi sono in media un 15% più grandi delle femmine, ma la variabilità è grande). E abbiamo un piccolo carattere sessuale secondario: Quindi? Nella storia del genere Homo si vede una tendenza dalla poligamia alla monogamia, ma magari non pienamente raggiunta (come anatomia, intendiamoci). E' probabile che a contribuire all'inversione di tendenza ci sia il fatto che le femmine di Homo sapiens e degli altri Homo passati, a differenza di tutte le altre scimmie (e presumibilmente degli Australopiteci), partoriscano/partorivano neonati inermi, precoci, totalmente dipendenti dalla madre, praticamente ancora degli embrioni (unico modo per far crescere il cervello anche dopo il parto), questo può aver giocato un ruolo, richiedendo la collaborazione di un partner affidabile e costante, spingendo verso rapporti più stretti. Non l'unico fattore, ma importante. In molte specie di Uccelli si fa coppia fissa, alcuni per tutta la vita, perchè la cova e la cura dei pulli richiede grande collaborazione fra i partner. Da tenere presente un paio di cose: Le femmine degli animali, anche nel caso di harem, non sono propriamente soggetti succubi, il loro scopo (inconsapevole, "istintivo") è avere una prole sana e forte che possa perpetuare il loro DNA, quindi il maschio che vince l'altro e lo sostituisce, molto spesso va bene comunque, perchè vuol dire che ha una fitness maggiore. Non fate le corna a vostra moglie giustificandovi col fatto che abbiamo un leggero dimorfismo sessuale e quindi è una cosa naturale. Sopra alla zoologia ci stanno millenni di evoluzione culturale e psichica che supera lo stato di natura. Perchè in natura succede anche (fra i leoni, i gatti, molte specie di scimmie ecc.) che i maschi che scacciano il rivale/i rivali da una tribù, uccidano tutti i suoi/loro figli e "stuprino" le femmine per rimetterle incinte e propagare il loro DNA. Il che magari non rientra esattamente nell'etica moderna. La natura non è "buona" come intendiamo noi. Foto di libero uso prese da Internet
    12 points
  11. #7 Cascata della Bandita Sant'Annapelago (MO) Sigma SD1 + 18-35 f.1,8
    12 points
  12. #13 Stormy weather trough olive trees Oggi, Nikon Z50 con 16-50 @ 16mm f/16 t/200 iso100 + colpo di flash.
    12 points
  13. #11 "Settsass dal Passo Giau" 31/10/2021 Sigma SD1 Merrill + 50-100 f.1,8
    12 points
  14. Mercoledì 10 novembre Nikon ha pubblicato una serie di aggiornamenti firmware, alcuni dei quali sorprendenti, perchè diretti a fotocamere Z ormai "discontinued", non più in produzione, come le Z6 e 7 e la Z50 che se non è ancora discontinued, certo non è una fotocamera di punta, come anche per la Z5 la quale è certamente la più trascurata, forse la meno riuscita commercialmente, delle mirrorless FX di Nikon Z. Ciò è chiaramente indice del desiderio Nikon di restare al fianco degli acquirenti di questi suoi prodotti, continuandone lo sviluppo. Insieme a questi fw per le fotocamere anche quello per l'eccelso zoom Z 70-200/2.8S per adeguarlo alle opportunità della imminente Z9, che tutti aspettiamo con impazienza. Della Nikon Z abbiamo scritto fin dalla prima ora dell'agosto 2018: oggi arriva il fw 3.40 che è in ordine cronologico il quindicesimo aggiornamento in questi tre anni. In buona sostanza, chi abbia comprato una Nikon Z7 in quell'agosto, oggi si trova in pugno una fotocamera nettamente evoluta rispetto ai soldi spesi nel 2018: un cambio di mentalità rivoluzionario in un mercato che preferisce presentare un nuovo modello piuttosto che un aggiornamento del precedente ed una dimostrazione di quanto si possa ottenere a distanza con pit-stop tecnici dalla durata in fondo breve. Ma una conferma della tradizione Nikon, di attaccamento orgoglioso a quanto prodotto nei suoi stabilimenti: per quanto sia davvero innovativo anche per lei... Quante volte con le reflex Nikon abbiamo chiesto inutilmente degli aggiornamenti su aspetti collaterali, probabilmente gestibili... Se il motto originario del catalogo Nikon Z è stato quello di "mirrorless reinvented", però adesso comprendiamo in che senso. Ecco qui sopra il contenuto di questo ultimo aggiornamento fw per la Z7: come si vede, oltre al supporto per i nuovi prodotti, l'attenzione si concentra sulle migliorie dell' AF nelle regolazioni dell' EyeAF, in termini di maggiorazione della frequenza di aggiornamento del punto AF, del rilevamento del volto/occhio in Area AutoAF, sia in Area AF ampia. Beh, la Z7 non nasce certamente come fotocamera dedicata allo sport ed all'azione, ma data la concomitanza qui a Mondello del tradizionale Triathlon di novembre, oggi l'ho messa alla prova insieme al Nikkor Z 70-200/2.8S, anch'esso aggiornato, ma per parametri inerenti alla futura connection con la Z9 Il banco di prova è severo, con riprese a grande distanza, prima, nella prova di nuoto nel golfo di Mondello, a media distanza, all'arrivo della prova di nuoto e nel punto di cambio tra bici e corsa e a brevissima distanza, durante il rifornimento d'acqua in quella di corsa. Ho operato esclusivamente in AF-C in modalità eyeAF sia Auto, sia Area Large, ovviamente in raffica veloce e ritagliando in DX quando occorreva a causa della distanza. I difetti in eyeAF della Nikon Z7 sono noti e derivano da una certa riottosità a grande distanza nell'attivare il sensore che riconosca il volto, prima ancora dell'occhio, di un soggetto che non si trovi a distanze operative da ritratto con mediotele. Qui siamo a settanta, cento metri di distanza dal punto di ripresa, avvantaggiati dalla meravigliosa giornata e dal mare piatto come un lago, che oltre a dare lo sprint ai concorrenti, non hanno creato impaccio ai sensori AF della fotocamera, confusa nel riconoscimento tra occhi, occhialini e gocce d'acqua. Chiaramente neppure adesso, a queste distanze, posso sperare di veder apparire il quadratino giallo di identificazione del volto, ma noto fin da subito una notevole reattività, rispetto al solito, nella ricerca dl riferimento utile, con l'accensione delle zone in rosso a quadrati che indicano dove l' AF sta indirizzando il fuoco: per agevolarlo verso i soggetti desiderati, inclino anche in diagonale per poi reinquadrare in piano, e questo mi pare aiuti ulterirmente l'identificazione dei soggetti. aspetto allora l'ultima boa, posta a cinquanta metri dal traguardo sulla sabbia, aspettando che gli atleti si avvicinino adeguatamente per cercare di testare anche l' eyeAF. Da questa distanza comincia ad accendersi il quadrato giallo del volto, oppure, in sostituzione, se il sistema non riesca a rintracciare il soggetto desiderato, il quadratone giallo da poter spostare la dove poi continuerà l'inseguimento... Da qua in poi si comincia a ballare, pur se con la semplice identificazione del volto, non ancora dell'occhio, svantaggiato il sistema, probabilmente, dalla presenza degli occhialini per poi passare a distanze finalmente utili all'attivazione del sensore dell'occhio e qui siamo a 135mm-eq talvolta smarrisce brevemente il contatto, ma è un fulmine a riprendere il soggetto, sicuramente molto più reattivo che in passato, prima di questo firmware contrasto e definizione eccezionali, nell'abbinata tra la Z7 a bassi ISO ed il miglior 70-200/2.8 mai visto sotto questo marchio Cambiamo contesto e mezzo, passiamo al ciclismo e mi reco al traguardo della prova di 38km tra salite e discese del borbonico parco della Favorita, adiacente, nel momento in cui gli atleti abbandonano la bici, levandosi le scarpette, per poi indossare quelle da corsa anche in questo caso mi sento di considerare una maggior reattività del sistema, benchè con qualche difficoltà più legata al rolling shutter che all'aggancio dell' AF sul soggetto (nonostante gli occhialoni) specie tentando del panning ma in considerazione del campo non certo di elezione di questo corpo macchina, direi che, in attesa della Z9 (che dovrebbe riempire tutte le esigenze di ripresa in unico corpo) anche in questa fase, l'aggiornamento fw, sembra aver sortito buon effetto. Passo alla terza prova con il contatto più prossimo agli atleti, quella di corsa, in un punto specifico del tracciato, quello dove possono idratarsi, acchiappando al volo un bicchiere pieno d'acqua (una prova nella prova) Qua chiaramente uso tempi molto veloci, anche per immobilizzare in aria le gocce d'acqua che invariabilmente si manifestano per la dinamica dell'azione come si può vedere l'eyeAF regge anche bene nonostante la brusche torsioni degli atleti, anche se sparisce il quadratino giallo, il soggetto resta a fuoco durante l'intera sequenza Qualche volta si impunta a mettere a fuoco in un punto di hunting del tutto erroneo, ma ciò avviene ormai in pochissime occasioni: imparagonabile rispetto a prima dell'aggiornamento. nonostante la rapida progressione degli atleti, gli occhi chiusi (nella foto qui sopra) e il diaframma aperto (sempre f/2,8) ... ineccepibile ! anche in controluce parziale o completamente in ombra (ho visto la bimba solo in fase di postproduzione...) quasi sempre privo di incertezze sebbene in qualche caso ancora lievemente impreciso, come in questa coppia di foto, lievemente morbide insomma... risolto il problema...in un sorso come da crop... Non ce lo aspettavamo che Nikon tenesse a presentare aggiornamenti per le mirrorless con ...meno fortuna del momento. Siamo a questo punto curiosi di cosa destinerà alle due mirrorless di classe superiore, le MK II. In ogni caso, siamo davvero felici... Max Aquila photo (C) per Nikonland 2021
    11 points
  15. #4 Biro Bic, Z6, MC50/2.8, file come uscito dalla fotocamera
    11 points
  16. #8 Prima del temporale, golfo di Porto Conte Nikon D500, Tamron 17-50 f. 2,8 (il Sigma è in assistenza)
    11 points
  17. #1 Sta arrivando il temporale Val d'Ambra (AR), 27/11/2021 Nikon Z6 con Nikkor Z 24-200 a 48mm, f/13 1/320'' -1/3 EV, ISO 100
    10 points
  18. 13 Luì piccolo, 23.11.2021 Nikon D5 Nikkor 5,6/500 PF ED F. 5,6, 1/2500sec., ISO 500, mano libera
    10 points
  19. #5 Garzetta, (21/11/21), Nikon D500, 200-500mm f5,6E @ 500mm, f5,6, 100iso, mano libera, AF-C, 3D tracking @ 10fps
    10 points
  20. #19 Cagliari 12 novembre 2021 Nikon Z6II, Nikkor Z14-30mm f4S a 25mm, 8sec f22
    10 points
  21. #15 Funghi Faggi Foschia....Z6+ AIs ? scusate ma non ricordo se 24 o 28. Mi ero dimenticato, foto del 09-11-2021
    10 points
  22. #9 Val Canali ( TN ) Domenica 7 Novembre 2021 D610 e 28-85 afd
    10 points
  23. Visto che al momento non ho voglia di fotografare mi sono messo a riordinare le foto nell'HD. Come vi sembrano?
    10 points
  24. 14 Ballerina gialla in controluce, 30.ottobre Nikon D5 Nikon 5.6/500 PF ED F.5,6 1/1600 sec. ISO 3200 + 1 stop , mano libera
    10 points
  25. #10 Ritratto di stambecco maschio, in questo periodo sono nel pieno della forma preparandosi all'arrivare della stagione invernale ma più che altro della stagione riproduttiva - foto del 02/11/2021 d850 + 180-400 @400 f4 1/1250 iso 400
    10 points
  26. # 8 Volotea Alghero-Roma delle 17,10. Ovviamente ha rullato col vento sul muso quindi lo vedevo di coda, peccato. Nikon D500, 200-500 alla massima estensione, poca luce
    10 points
  27. Avete ragione!! L'appiattimento delle diversità culturali, delle tradizioni (quali esse siano) per il timore di offendere "gli altri" porta ad una perdita di ricchezze incolmabile, lo vedo come un atto di stupidità assoluto. E ipocrita. Rifacendomi ad altro tuo post, non è dipingendo di nero le auto da corsa che si è antirazzisti. E sospetto che a fronte di certe prese di posizione politically correct sulla forma, arrivino fregature sulle cose di sostanza Il mio vedere è che la ricchezza umana sta nel riconoscimento e rispetto della reciproca diversità, non nell'annullamento. La sua negazione in ogni forma, da parte di chiunque, che sia violenta o no, è sempre una disgrazia per l'umanità.
    9 points
  28. I graffiti ad Atene sono antichi quanto la città stessa! Infatti, nell'antichità questo tipo di arte era scolpita negli edifici... Infatti la parola "graffiti" deriva dalla parola greca ‘’γραφή’’ cioe’ scrittura. I graffiti nel tempo servono a scopi diversi, ma in generale sono una forma di reazione e protesta attraverso l'arte contemporanea, a seconda del tempo e dei suoi avvenimenti. Per chi non lo sa Atene viene considerata la capitale dei graffiti. Imponenti murales attraggono l’ attenzione di quanti passano per le vie del centro, dipinti sui muri delle case semidistrutte, sui cassonetti, sulle serrande dei negozi, ma anche sui muri di interi condomini, il graffito ci regala colore tutti i giorni. Per molti, esprimersi attraverso i graffiti e’ un modo per dare voce alle persone che si sentono oppresse, che hanno qualcosa da dire ma non possono essere ascoltate. Per altri è un atto di protesta, mentre altri ancora considerano quest’ arte un passo verso la propria carriera artistica. Molti dei graffiti presenti nella capitale greca sono opere eccellenti e la passeggiata nel centro di Atene, alla ricerca di alcuni di essi, può diventare un'esperienza molto interessante e divertente specialmente per un fotografo. Mi capita spesso di scoprirne sempre nuovi. Non lo so perche’ ma mi piace fotografarli con la vecchia reflex, utilizzando la pellicola, alcune volte con il trepiede altre a mano libera. Qui di seguito 36 scatti, quanti contiene il vecchio rullino. Le foto fatte a pellicola sono state poi digitallizzate a casa con un Nikon coolscan 5000D. 1. Nikon F2A, Ais 35mm/1.4, 100 iso, Fujichrome Astia 100F. 2. Nikon F801s, Ais 50-135mm/3.5 @135mm, 200 iso, Kodak Professional Elite Color 200 UC 3. Nikon F3HP, 85mm/1,8 pre Ai, 100 iso, Kodak Ektar 100 4. Nikon F801s, Ais 50-135mm/3,5 @50mm, 200 iso, Kodak Elite Color 200 UC 5. Nikon F2A, Ais 50-135mm/3,5 @100mm, 100 iso, Fujichrome Astia 100F 6. Nikon F2A, 300mm/4.5 ED, 100 iso, Fujichrome Astia 100F 7. Nikon D700, Ais 35mm/1.4, 800 iso 8. Nikon D700, Ais 35mm/1.4, 800 iso 9. Nikon D2X, AFs DX 12-24mm/4G @ 24mm, 100 iso 10. Leica M6, Summicron 35mm/2, 100 iso, Kodak Ektar 100 11. Leica M6, Summicron 35mm/2, 100 iso, Kodak Ektar 100 12. Nikon F100, Ais 50-135mm/3,5 @135mm, 100 iso, Kodak Ektar 100 13. Nikon F100, Ais 50-135mm/3,5 @50mm, 100 iso, Kodak Ektar 100 14. Nikon F100, Ais 50-135mm/3,5 @105mm, 100 iso, Kodak Ektar 100 15. Nikon F100, Ais 50-135mm/3,5 @50mm, 100 iso, Kodak Ektar 100 16. Nikon F100, Ais 50-135mm/3,5 @50mm, 100 iso, Kodak Ektar 100 17. Nikon D300, AFs Dx 16-85/3,5-5,6G VR @16mm, 200 iso 18. Nikon D300, AFs Dx 16-85/3,5-5,6G VR @35mm, 200 iso 19. Nikon F3HP, 85mm/1,8 pre Ai, 100 iso, Kodak Ektar 100 20. Nikon F3HP, 85mm/1,8 pre Ai, 100 iso, Kodak Ektar 100 21. Nikon F3HP, 85mm/1,8 pre Ai, 100 iso, Kodak Ektar 100 22. Nikon Df, Nokton 58mm/1.4, 1600 iso 23. Nikon D700, 85mm/1,8 pre Ai, 800 iso 24. Nikon F100, Ais 50mm/1,4, 100 iso, Kodak Ektar 100 25. Nikon D700, 85mm/1,8 pre Ai, 1600 iso 26. Nikon F100, Ais 50mm/1,4, 100 iso, Kodak Ektar 100 27. Nikon D300, AFs Dx 16-85/3,5-5,6G VR @24mm, 200 iso Le mani in preghiera di Albrecht Dürer, pittore rinascimentale tedesco, è uno dei dipinti più famosi nel mondo dell'arte e dal 2011 se ne può vedere una versione street art in un grande edificio al centro della citta’ di Atene. Differenza significativa: le mani dipinte da Dürer pregano verso l'alto, mentre in questo murale pregano verso il basso. Cioè, come se un "potere superiore" pregasse per l'edificio, la città o l'uomo. Questo progetto è stato ideato dagli studenti della Scuola di Belle Arti in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente. 28. Nikon D700, Ais 50mm/1,2, 1600 iso 29. Nikon D700, Ais 50mm/1,2, 3200 iso 30. Nikon D700, Ais 50mm/1,2, 3200 iso 31. Nikon Df, Nokton 58mm/1,4, 2000 iso 32. Nikon D300, AFs Dx 16-85/3,5-5,6G VR @40mm, 200 iso 33. Nikon Df, Nokton 58mm/1,4, 720 iso 34. Nikon Df, Nokton 58mm/1,4, 1100 iso Un uomo cencioso giace per strada e dorme. Così l'artista Wild Drawing, noto come WD, descrive il problema dei senzatetto. Ha realizzato un enorme graffito su Benaki Street a Exarchia. Il dipinto occupa l'intera facciata dell'edificio abbandonato e raggiunge una lunghezza di circa 10 metri. A sinistra del disegno, WD dedica l'opera a tutti i poveri e ai senzatetto in Grecia e nel mondo. 35. Nikon Df, Nokton 58mm/1,4, 1600 iso 36. Nikon Df, Nokton 58mm/1,4, 6400 iso
    9 points
  29. #4 Passo delle Ganzole, Sasso Marconi - Pianoro. 28/11/2021 Sigma SD1 Merrill + 50/100 f.1,8
    9 points
  30. In questa mattinata uggiosa mi è venuta la strana idea di andare a fare un giro in via Pontano a Milano, decantata per la street art che avrebbe contribuito a riqualificarla risollevandola dal degrado. Almeno queste erano le intenzioni originarie. Come prima impressione mi è sembrato piuttosto di venire calato nella versione ventunesimo secolo dell' Orrore a Red Hook di Lovecraft, un racconto eco della sua disperazione all'arrivo a New York. Ma vi risparmio per adesso i particolari, riservandoli ad un altro blog, più strettamente ...street . Qui vi propongo invece un'idea che mi è venuta al momento: estrarre dei dettagli minuti da vari murales e farne una galleria astratta. I tratti isolati mi sembravano formare disegni viventi di vita propria, geometrica e surreale al tempo stesso. Non è certo un'idea nuova, personale è l'interpretazione e la scelta del luogo e dei particolari. Proprio la combinazione di geometria e irrealtà mi hanno ricordato un po' i disegni del nostro Adriano, per questo la dedica. I suoi disegni sono diversi per la maggiore profondità, complessità e valenza, e perchè li ha creati lui. Questo è solo un piccolo giocoso tentativo artistico. Spero che comunque il risultato sia gradevole per chi guarda. 1 2 3 4 5 6 6 7 8 9 9 10 Ho numerato le foto perchè vorrei sapere, da chi ne ha voglia, una preferenza. Grazie in anticipo a chi passerà di qui. Foto scattate con Nikon Z6 e 24-200mm Z.
    9 points
  31. 21 ottobre 2021 D850@24mm 1/40 f/4 ISO 250
    9 points
  32. Intervista con un manager Nikon del settore sviluppo, traduzione automatica Abbiamo sentito la Z 9 descritta dai rappresentanti Nikon come un "momento D3". Cosa intendi con questo? Ho [anche] sentito diversi fotografi professionisti che hanno usato la Z 9 descrivere la fotocamera come un "momento D3". Penso che sia sicuro affermare che l'affermazione si riferisce a come al momento del rilascio della D3, è stata ben accolta a causa della drastica evoluzione delle prestazioni di qualità dell'immagine ad alta sensibilità e come Nikon ha iniziato a riconquistare la propria quota di mercato. A causa del livello di innovazione e delle funzionalità avanzate che consentono ai professionisti dell'immagine di creare come mai prima d'ora, riteniamo che la Z 9 sarà ben accolta come il primo corpo macchina di punta mirrorless full frame di Nikon, che ha l'elevata qualità dell'immagine, la costruzione durevole e prestazioni ad alta velocità per soddisfare i professionisti. I fotografi professionisti sono più o meno importanti per Nikon ora rispetto al 2007, quando è stata rilasciata la D3? Il fotografo professionista è [sempre] la spina dorsale della storia di Nikon. I modelli di punta definiscono sempre chi siamo e come rispondiamo alle loro esigenze. I professionisti richiedono la tecnologia più recente per svolgere il proprio lavoro giorno dopo giorno e sono sempre alla ricerca di un vantaggio competitivo. Siamo così entusiasti di avere nelle loro mani la Z 9, la nostra nuova fotocamera mirrorless di punta e dimostrare la nostra ingegneria, che ha definito la nostra azienda per più di un secolo. Per i professionisti, non solo la velocità, ma anche il flusso di lavoro di processi come lo scatto, l'archiviazione, lo sviluppo dell'immagine e il trasferimento dei dati dal sito di ripresa alle testate giornalistiche, ecc. sono molto importanti. Forniamo anche soluzioni che soddisfano le esigenze dei professionisti. Con l'introduzione di NX Field, è diventato possibile scattare da nuove prospettive ed è stato ben accolto da molti utenti professionisti in luoghi come le Olimpiadi di Tokyo. Nikon supporta direttamente i fotografi. Affinché i fotografi non si perdano un momento decisivo sul posto, continueremo a fornire il massimo supporto, soprattutto per l'immediatezza delle informazioni (immagini), fornendo soluzioni come NX MobileAir e NX Tether. C'è la percezione tra i nostri lettori che Nikon sia rimasta indietro rispetto alla concorrenza nel mercato mirrorless. Come rispondi? A causa del [nostro] ingresso tardivo nel mercato delle mirrorless full frame, c'è stato un periodo in cui abbiamo dovuto "recuperare" in termini di linea di prodotti di obiettivi e corpi. Tuttavia, come puoi vedere dalla nuova roadmap degli obiettivi rilasciata, la gamma di super teleobiettivi e altri importanti obiettivi NIKKOR Z continua ad espandersi rapidamente a un ritmo senza precedenti. Abbiamo ascoltato attentamente i nostri clienti, in particolare ciò che desiderano e di cui hanno bisogno dal sistema di montaggio Z di Nikon. La Z 9 è la nostra risposta. Risponde alla lista dei desideri di molti clienti e siamo fiduciosi che riacquisteremo la nostra forza attraverso questo prodotto e ulteriori miglioramenti alla gamma di prodotti. Nikon è effettivamente uscita dal mercato ILC entry-level? No, Nikon non è uscita dal mercato ILC entry-level. Riteniamo che il mercato di ingresso sia importante per ampliare la base di utenti e abbiamo una forte offerta di prodotti per molti tipi di utenti. L'obiettivo in futuro è concentrarsi su modelli mirrorless full frame di fascia medio-alta, ma per ampliare la base di utenti riteniamo che sia importante anche il modello entry level DX. Crediamo nell'importanza di modelli che hanno funzioni video forti pur essendo più convenienti e stiamo anche considerando prodotti eleganti e orientati al design come lo Z fc che si adattano perfettamente allo stile di vita del cliente. Si prega di attendere con impazienza i nostri sforzi futuri in questo settore. Come puoi vedere dai numerosi obiettivi che abbiamo annunciato di recente, stiamo espandendo il numero di obiettivi compatti, leggeri, facili da usare e convenienti. Nikon ha il vantaggio che i nostri obiettivi full frame e APS-C sono intercambiabili, quindi questo include obiettivi in formato DX come il nuovo versatile DX 18-140 e persino i primi ultra-compatti come l'obiettivo da 40 mm annunciato all'inizio di quest'anno. Puoi vedere di più sulla tabella di marcia aggiornata. Le funzionalità video della Z9 sono destinate agli utenti di sport/fotogiornalisti esistenti o Nikon spera di catturare un pubblico aggiuntivo di registi? La Z 9 offre le funzioni video più avanzate nella storia di Nikon. Non ha rivali nella sua classe ed è perfetto per una vasta gamma di utenti. Con la sua velocità, i vari frame rate e risoluzioni e la struttura robusta, è un modello attraente non solo per i fotografi sportivi e giornalisti, ma anche per i registi, la videografia di eventi e le produzioni di qualsiasi scala. Le esigenze di video sono in aumento nel giornalismo e nello sport. Le specifiche video sono richieste anche nei settori della moda e della pubblicità e crediamo di poter raggiungere tali utenti attraverso la Z 9. È un modello che risponde fermamente alle esigenze video con specifiche varie e potenti, come la prima registrazione video 8K di Nikon; tempo di ripresa esteso fino a 125 minuti, full frame 4k 120p, oltre alla registrazione interna di HLG e N-Log. Dispone inoltre dei 9 tipi di rilevamento del soggetto più grandi al mondo disponibili in immagini fisse, video e altro ancora. Oltre a ciò, può anche interessare i creatori di video che desiderano produrre i migliori video di qualità con un equipaggio minimo. Con una crescente collezione di obiettivi NIKKOR Z e l'accesso a più di 360 obiettivi con innesto F con l'adattatore FTZ, ai registi viene fornita una varietà di obiettivi per adattarsi a una produzione o aggiungere un aspetto distintivo al loro progetto. Prevediamo inoltre di aggiungere una quantità significativa di funzionalità per i creatori di video con aggiornamenti del firmware, inclusi video RAW a 12 bit e 8K60p [che] verranno aggiunti nel nuovo formato video N-RAW di Nikon. La Z 9 continuerà ad evolversi. Nikon considera il tracking AF 3D come una tecnologia solo per fotocamere professionali? Il tracciamento 3D è una funzione AF estremamente popolare e, in risposta alle forti richieste dei clienti, la Z 9 è la prima fotocamera mirrorless ad essere dotata di una funzione di tracciamento 3D. Riteniamo che, sebbene questa sia una funzionalità estremamente potente e di livello professionale, la tecnologia non è solo per fotocamere professionali, ma può essere apprezzata da vari utenti a tutti i livelli. La funzione di base della funzione di tracciamento 3D è quella di catturare un soggetto in movimento e continuare a mettere a fuoco il soggetto acquisito, rendendola una funzione efficace non solo per scene sportive girate da professionisti e appassionati, ma anche per scene girate da utenti generici per soggetti come come cani o uccelli in movimento. Grazie ai progressi tecnologici, i nostri ingegneri sono stati in grado di integrare la tecnologia di rilevamento del soggetto, che è un importante elemento tecnico che supporta il tracciamento 3D. La Z 9 può rilevare contemporaneamente nove tipi di soggetti, il numero più grande [di qualsiasi fotocamera] al mondo. Per realizzare questo rilevamento simultaneo con lo scatto continuo ad alta velocità a 20 fotogrammi al secondo, è stato necessario velocizzare l'algoritmo utilizzando la tecnologia di deep learning. Il processo di messa a punto ha richiesto tempo, continuando fino alle fasi finali dello sviluppo. Inoltre, l'area AF è più ampia di quella delle fotocamere reflex e le prestazioni di tracciamento sono superiori a quelle della D6. C'è anche una funzione chiamata rilevamento automatico per determinare un tipo di soggetto che altre aziende non hanno. Sono sicuro che gli utenti saranno soddisfatti. Valuteremo di installarlo in altri modelli in futuro in base alle tendenze del mercato e agli utenti target. Quale cambiamento tecnologico ti ha permesso di portare il 3D Tracking sullo Z9? Sono stati necessari molteplici sviluppi tecnologici per introdurre il tracciamento 3D ad alte prestazioni in una fotocamera mirrorless. Ciò è stato possibile grazie al miglioramento delle prestazioni di base grazie alla lettura ad alta velocità dal sensore di immagine e alla velocità di elaborazione delle immagini notevolmente più rapida di EXPEED 7, il nostro nuovo motore di elaborazione delle immagini. In sostanza, il tracciamento 3D viene realizzato attraverso varie tecnologie ad alte prestazioni e collegando in modo efficiente tali tecnologie tra loro. Per lo scatto continuo ad alta velocità a 20 fotogrammi al secondo, in cui spicca l'efficacia del tracciamento 3D, sono necessarie informazioni AF più accurate e informazioni sulla posizione del soggetto tra i fotogrammi di scatto. Con la Z 9, è diventato possibile eseguire il rilevamento della posizione del soggetto ad alte prestazioni anche tra i fotogrammi, con un algoritmo che utilizza il calcolo delle informazioni AF ad alta velocità e la tecnologia di deep learning, il tutto senza interruzioni a un frame rate elevato di 120 fps. In che modo la tecnologia dei sensori CMOS impilati consente velocità di decodifica dei sensori più veloci? La tecnologia dei sensori CMOS impilati è un'innovazione che ha un grande potenziale. Disponendo la memoria di grande capacità insieme a circuiti di elaborazione ad alta velocità nell'area impilata, si ottiene un'elevata velocità di scansione perché c'è più spazio per i circuiti per aumentare la velocità di trasferimento e una memoria ad alta velocità integrata nella pipeline, lettura più veloce e frame rate equivalenti a quelli di un otturatore meccanico. Inoltre, la valutazione delle prestazioni standalone del sensore di immagine, così come la valutazione dell'interazione del sensore di immagine con la fotocamera e gli obiettivi, sono presi seriamente in considerazione con il test del sensore di immagine che viene eseguito in fase di sviluppo. I rigorosi standard di Nikon vengono applicati ai test, inclusi i test di un'ampia gamma di temperature ambiente, basati su ipotesi di uso professionale per verificare l'usabilità in condizioni estreme. Ci sono situazioni, come i concerti, che utilizzano LED colorati che si alternano a velocità elevate che si rivelano problematici per le prime tapparelle elettroniche e persino elettroniche. Come hai affrontato questo problema? Non c'è differenza tra l'otturatore meccanico e l'otturatore elettronico della Z 9. Sebbene dipenda dalla frequenza del LED, il problema diventa meno evidente quando la velocità dell'otturatore viene ridotta. La Z 9 ha una velocità di scansione dell'otturatore elettronico molto veloce, quindi l'utente non è più probabile che veda bande con il suo otturatore elettronico. L'offerta di un ISO di base di 64 comporta un compromesso in termini di prestazioni di qualità dell'immagine a ISO elevati? Adottando la tecnologia del guadagno a doppia conversione, è possibile sopprimere il rumore al limite massimo a ciascuna sensibilità ISO da una sensibilità ISO bassa a una sensibilità ISO elevata ed espandere la gamma dinamica. La Z 9 non solo eredita l'ISO minimo di 64, ma raggiunge anche una velocità dell'otturatore estesa di 1/32.000 sec, aumentando ulteriormente il potenziale creativo di obiettivi veloci come il Noct o lo Z 50mm F1.2 S. Ad esempio, quando si effettuano riprese all'aperto in giornate di sole a F1.2, sono possibili un'esposizione ottimale e una sottoesposizione per immagini low-key. Sono necessarie basse sensibilità quando si utilizzano F1.2 e altri obiettivi veloci alla massima apertura. Soprattutto con il sistema Z-Mount, un gruppo di obiettivi che include F0.95, F1.2 e gli obiettivi offrono prestazioni di rendering che consentono un utilizzo senza problemi e la massima nitidezza dalla massima apertura. Nikon progetta con un'enfasi sulla risoluzione, che è qualcosa che può essere percepita rispetto a tutti gli altri produttori, ed è un luogo in cui Nikon ha un netto vantaggio. Ci sono altri vantaggi che i sensori CMOS impilati possono portare lungo la strada, oltre alle velocità di decodifica elevate? Oltre ai numerosi altri vantaggi di un sensore CMOS impilato, lo Z 9 realizza anche la tecnologia dual stream. Due flussi di dati simultanei, uno per la visualizzazione dal vivo (incluso il display EVF) e uno per la registrazione di immagini fisse, possono essere emessi indipendentemente dal sensore di immagine. Questo è un progresso entusiasmante, che consente di elaborare in modo ottimale i dati sul lato motore, consentendo al contempo l'aspetto liscio e l'esperienza di scatto a raffica senza blackout del mirino Real-Live. Quali sono i motivi più convincenti per cui uno sparatutto Nikon DSLR dovrebbe passare alla Z9? La Z 9 è l'ammiraglia Nikon più potente di sempre e supererà le aspettative per ogni genere di fotografia e video, superando anche le prestazioni della D6. C'era una grande enfasi ingegneristica sulla creazione del miglior sistema AF possibile e i momenti decisivi vengono catturati con sicurezza attraverso prestazioni migliorate del nuovo sistema di messa a fuoco, in particolare, nove tipi di soggetti (persone, cani, gatti, uccelli, automobili, motocicli, biciclette, aerei, treni) possono essere rilevati, il numero più grande [di qualsiasi telecamera] al mondo. Inoltre, quando sullo schermo sono presenti soggetti diversi, è possibile scegliere il soggetto da rilevare senza modificare le impostazioni. Inoltre, l'AF è possibile per i soggetti umani più lontani/più piccoli nell'inquadratura, nonché per le persone con il viso rivolto di lato o capovolto. È anche la prima fotocamera mirrorless Nikon ad essere dotata di tracciamento 3D, una funzionalità estremamente popolare della nostra linea di reflex digitali. Rispetto alle fotocamere reflex, il sistema Z mount è un sistema più piccolo e leggero. Supporta un'eccellente operabilità, come l'operazione di posizione verticale con una presa verticale integrata e più funzioni di supporto del flusso di lavoro che mai. Il mirino Real-Live offre una visione con vantaggi tecnologici rispetto a un mirino ottico, offrendo un'esperienza di mirino familiare ma modernizzata. I consumatori dovrebbero anche considerare gli estremi vantaggi e la tecnologia ottica presente con l'innesto Z di grande diametro, che aumenta il grado di libertà nella progettazione dell'obiettivo, contribuendo agli obiettivi NIKKOR Z compatti e leggeri, oltre che ad alte prestazioni. Anche la gamma di obiettivi NIKKOR Z è stata ampliata e abbiamo una gamma di obiettivi con prestazioni estremamente buone, dagli obiettivi a focale fissa compatti e leggeri ai super teleobiettivi. Inoltre, in combinazione con l'FTZII, che supporta un'operatività ulteriormente migliorata, è possibile continuare a utilizzare anche gli obiettivi con attacco F esistenti. Come con qualsiasi fotocamera Nikon, non ci sono compromessi quando si tratta di offrire il massimo in termini di qualità dell'immagine e affidabilità. Che cosa hai fatto nella Z9 per renderlo familiare ai tuoi utenti DSLR esistenti? Molti fotografi che hanno utilizzato la Z 9 hanno affermato di poter effettuare il passaggio senza alcun disagio dal momento in cui utilizzavano le fotocamere reflex. L'impugnatura e la disposizione degli elementi operativi sono stati considerati in modo che i clienti riconoscano immediatamente una sensazione familiare e un equilibrio che siano confortevoli ma altamente utilizzabili. Poiché è mirrorless, il sistema, compresi i corpi macchina, è più piccolo e leggero (20% più piccolo di D6) e il monitor posteriore è più grande, con un nuovo meccanismo di inclinazione adottato per migliorare la visibilità. Il layout è cambiato per ottimizzare il funzionamento con una mano. Abbiamo sviluppato il mirino Real-Live che consente ai clienti che hanno familiarità con il mirino ottico di tenere traccia del soggetto in tempo reale in modo che possano vederlo senza alcun blackout, per riprese senza fatica. Siamo entusiasti che gli utenti lo sperimentino. Quanto pensi sia importante il video per i clienti Z9? La necessità di video è molto importante ora e la necessità continua a crescere. Il messaggio nello slogan di Z 9, "Unstoppable", può essere visto nelle potenti capacità video: non perdere mai un movimento di una frazione di secondo, realizzando la cattura continua e sicura di momenti decisivi. La necessità di video è aumentata a causa dell'espansione dei social media e della crescente necessità di più contenuti video online [in generale], che aumenta anche il numero di persone che producono video. Inoltre, ai fotografi di notizie ed eventi viene chiesto sempre più spesso di assumere un ruolo multimediale. La Z 9 è stata sviluppata con l'obiettivo di consentire la cattura di momenti decisivi senza fermarsi anche in condizioni difficili. La Z 9 ha raggiunto un tempo di registrazione 8K 30p di massimo circa 125 minuti, in modo che i creatori di video che sono un utente target della Z 9 possano riprendere con sicurezza i loro momenti decisivi (ad esempio, il comportamento imprevedibile di un animale). È inoltre necessario ritagliare le immagini fisse dai video e riteniamo che il supporto per 8K liberi gli utenti dai confini tra video e immagini fisse. Anche l'operatività durante il taglio di immagini fisse da tali video è resa molto fluida: è un punto su cui eravamo molto attenti. Quale aspetto dello sviluppo della Z9 ha rappresentato la sfida più grande per il team? [Lo sviluppo del] Real Live Viewfinder è stato [solo] reso possibile dall'incorporazione della tecnologia dual stream nel sensore di immagine e nel motore. Il vantaggio del Real Live Viewfinder può essere percepito quando si scatta mentre si guarda attraverso il mirino e si ripete lo scatto continuo di più scatti. Inoltre, risponderei alle prestazioni AF, che sono state notevolmente migliorate dal calcolo ad alta velocità del motore di elaborazione e dall'evoluzione di fattori come la tecnologia di deep learning utilizzata negli algoritmi. Il processo di sviluppo include la messa a punto e il test, e questo viene fatto accumulando una grande quantità di dati live-action. Abbiamo affrontato alcune difficoltà perché non c'erano molti eventi sportivi con la pandemia di COVID-19. Invece, abbiamo affittato una sede e invitato gli atleti universitari a competere solo per le nostre riprese live-action in modo sicuro. Quali vantaggi sei stato in grado di trarre dalla comunicazione corpo-obiettivo più veloce della montatura Z? Poiché è possibile scambiare grandi quantità di dati dell'obiettivo ad alta velocità tra i fotogrammi dello scatto continuo ad alta velocità, contribuisce principalmente al miglioramento della precisione dell'AF. Il numero di pixel della Z9 è lo stesso della Z 7II: la Z 9 sarà in grado di fornire la stessa qualità d'immagine? La qualità dell'immagine della Z 9 è superiore a quella della Z 7II in diversi modi. Per le immagini fisse, la maggiore velocità di scansione riduce al minimo la distorsione del rolling shutter. Inoltre, c'è anche una migliore stabilità nel bilanciamento del bianco automatico e una migliore resa delle scene del tramonto grazie a prestazioni più elevate del bilanciamento automatico della luce naturale. C'è anche un migliore controllo del flash quando si utilizzano tutti i tipi di lampeggiatori e gli altri vantaggi del sensore impilato e EXPEED 7 alla gamma dinamica e alla soppressione del rumore. Rispetto all'elevata sensibilità della Z 7II, il rumore nella zona piatta è particolarmente basso. Rispetto alla D6 utilizzata da molti fotografi sportivi, la Z 9 è più adatta alle [esigenze] di un fotografo sportivo che scatta con necessità di ritaglio, poiché il numero di pixel è elevato. Inoltre, quando la riduzione del rumore ad alta sensibilità è impostata su Forte, è possibile ridurre la ruvidità dell'immagine. Per la creazione di video, la fotocamera è in grado di offrire una qualità dell'immagine 4K UHD 30p ad alta definizione tramite il sovracampionamento da 8K UHD, mentre la funzione Picture Control Auto è ulteriormente ottimizzata per le riprese video che escono direttamente dalla fotocamera. Perché la fotocamera legge il sensore più lentamente in modalità video a 12 bit rispetto alla modalità foto a 14 bit? Con le immagini fisse, viene data priorità alla velocità di scansione, mentre il video è impostato in modo appropriato in base a ciascuna modalità video. Per effettuare l'impostazione appropriata, la velocità di scansione, la qualità dell'immagine e il tempo di registrazione (consumo energetico) sono bilanciati. Quanta della tua capacità produttiva prevedi di essere assegnata alla DSLR, in futuro? (Rispetto a mirrorless) A causa delle condizioni di mercato, ci stiamo attualmente concentrando sullo sviluppo di prodotti mirrorless, che rappresentano una parte del mercato in rapida crescita. Lo sviluppo dei prodotti reflex digitali sarà determinato in base alle future tendenze del mercato. Naturalmente, continueremo a fornire una solida produzione e supporto per soddisfare gli utenti SLR digitali esistenti, inclusi obiettivi e accessori. Quali sono state le tue maggiori sfide operative negli ultimi 18 mesi di pandemia? La pandemia di COVID-19 e la carenza di chip hanno colpito quasi tutti i settori in tutto il mondo. I ritardi nella produzione sono stati causati da ritardi nell'arrivo e nella distribuzione delle parti necessarie, che si sono verificati a causa di una combinazione di fattori, tra cui l'impatto della carenza globale di forniture di semiconduttori e la diffusione del COVID-19. Adeguarsi a questo mercato è una sfida costante, dove dobbiamo adattarci frequentemente per continuare a operare con il minor impatto possibile, adeguando quotidianamente le parti necessarie. Prevediamo che i problemi continueranno durante tutto l'anno per molti produttori e stiamo lavorando diligentemente per adattarci per soddisfare la domanda dei consumatori. Vogliamo ringraziare i nostri clienti per la loro pazienza. Pensi che Nikon sia in una posizione più forte ora rispetto a prima del COVID? Credo fermamente che Nikon sia in una posizione più forte ora rispetto a prima della pandemia di COVID-19. Abbiamo fatto molte scelte strategiche per adattarci al mercato che cambia e soddisfare le esigenze che sentivamo dai nostri clienti. Abbiamo preso di mira nuovi utenti con un nuovo modello storico, la Z fc, che ha riscosso un grande successo. Ci stiamo anche concentrando su video e compatibilità con terze parti a vantaggio del consumatore. Continuando a concentrarci sulle partnership di accessori video, miriamo ad espandere l'intero ecosistema. La Z 9 sarà rilasciata entro quest'anno e, come nostra ammiraglia mirrorless, è un modello forte che è all'altezza della concorrenza con le ultime innovazioni nell'imaging, con una considerazione speciale sulla creazione delle prestazioni video più potenti nella storia di Nikon. Inoltre, abbiamo compiuto sforzi per coinvolgere i consumatori sia online che di persona, con programmi come i contenuti educativi gratuiti, l'ora del creatore, il processo di valutazione e la cerimonia di premiazione del Nikon Photo Contest online e le opere vincitrici esposte in mostre di strada. Di conseguenza, siamo stati in grado di raggiungere nuovi tipi di utenti. Come aumenterai la quota di mercato di Nikon nel mercato delle mirrorless full frame? Rafforzeremo la nostra presenza con la Z 9, il nostro modello di punta mirrorless, che vanta le più alte prestazioni nella storia di Nikon. La Z 9 offre nuove tecnologie, tra cui un potente AF, oltre a prestazioni di acquisizione, prestazioni video, ergonomia e altro ancora. Questi sono tutti vantaggi e innovazioni che verranno estesi ai modelli futuri. Le caratteristiche e le prestazioni dei modelli esistenti come Z 7II, Z 6II e Z 5 continueranno ad essere evolute e migliorate, con continui aggiornamenti del firmware entro i limiti dell'hardware Ad esempio, il 19 ottobre, abbiamo rilasciato aggiornamenti del firmware per la Z 7II e la Z 6II per aggiungere funzionalità in base al feedback degli utenti. La Z 9 è un eccellente esempio delle migliori caratteristiche video della categoria. Andando avanti, continueremo a rafforzare le funzioni e le capacità video avanzate delle fotocamere mirrorless full frame, con l'obiettivo di aumentare la quota di mercato full frame. Con la maggior parte della produzione trasferita in Thailandia e Cina, Nikon manterrà una base di produzione in Giappone, in futuro? La produzione è concentrata presso la base produttiva di Nikon in Thailandia, presso Nikon (Thailand) Co., Ltd., ma non vi è alcun cambiamento nella qualità. La qualità “Made by Nikon” è garantita. La fabbrica Nikon Thailand è stata fondata nel 1990 e produce fotocamere e obiettivi intercambiabili da circa 30 anni. La produzione di obiettivi intercambiabili continuerà presso Tochigi Nikon Corporation in Giappone. Non ci sono piani per chiudere Sendai Nikon. Sendai Nikon continuerà a contribuire a Nikon e alla sua attività di imaging producendo componenti per fotocamere altamente funzionali e ad alta precisione e sviluppando tecnologie di produzione di parti e apparecchiature altamente complesse. Come pensi di bilanciare la necessità di obiettivi di fascia alta per abbinare lo Z9 con le esigenze del tipico utente Z5? Quali sono le tue priorità? È certo che una delle nostre priorità è continuare ad ampliare la gamma di lenti per soddisfare le esigenze del mercato, con lenti per uso professionale e occasionale. Il 28 ottobre abbiamo pubblicato una nuova tabella di marcia. Insieme allo Z 9, abbiamo anche sentito i consumatori chiedere più opzioni per il teleobiettivo. Abbiamo risposto a questa domanda con obiettivi adatti alla Z 9, incluso il 400 mm F2.8 con un teleconvertitore incorporato che è stato annunciato il 28 ottobre e il super teleobiettivo da 800 mm, appena aggiunto alla tabella di marcia, che è stato aggiornato per includere più lenti a contatto. Abbiamo anche ricevuto richieste di obiettivi più casual e convenienti per chi scatta con fotocamere full frame entry-level e in formato DX. I nuovi 28 mm e 40 mm annunciati di recente sono perfetti per Z 5 o Z 50 e il DX 18-140 annunciato il 13 ottobre amplia la nostra gamma APS-C con più opzioni. Perché l'uso di motori passo passo negli obiettivi Z rispetto ai motori lineari? Possiamo aspettarci di vedere un focus group più veloce nei futuri obiettivi della serie S? Ci sono molte ragioni per cui abbiamo scelto di utilizzare i motori STM invece dei motori lineari nella maggior parte degli obiettivi NIKKOR Z. Il primo è che i motori STM sono eccellenti in termini di reattività e silenziosità nonostante le loro dimensioni ridotte e il peso ridotto. Le dimensioni ridotte e il peso ridotto aumentano il grado di libertà nella progettazione del meccanismo meccanico ed è anche vantaggioso per la registrazione video per ridurre al minimo il suono. Per massimizzare la reattività dei motori STM, Nikon ha sviluppato il proprio IC di guida dedicato (circuito integrato). Consente un azionamento di controllo sincrono che sincronizza più motori a livello di micron. Indipendentemente dalle dimensioni del prodotto, si ottiene la messa a fuoco multipla, garantendo un'elevata precisione di messa a fuoco e una messa a fuoco fluida per riprese video e riprese ravvicinate accattivanti. Un motore lineare è un dispositivo di potenza efficace per azionare un gruppo di lenti più grande e più pesante ad alta velocità, ma è inefficiente per prodotti più piccoli e leggeri, poiché richiede una funzione di rilevamento separata, il che lo rende non efficiente in termini di spazio per prodotti più piccoli o prodotti con più -messa a fuoco. Per i futuri obiettivi S-Line, intendiamo continuare a raggiungere l'AF ad alta velocità con controllo, meccanismo meccanico e dispositivo di alimentazione completamente ottimizzati, con l'obiettivo di combinarlo con il sistema di azionamento ottimale in base al soggetto e all'ambiente di ripresa. Perché l'opzione di microregolazione AF esiste ancora nelle fotocamere mirrorless di Nikon? Con le fotocamere mirrorless, sostanzialmente non è necessario utilizzare la funzione di microregolazione AF, poiché l'AF avviene sul lato del sensore. Tuttavia, alcuni clienti hanno la necessità di effettuare regolazioni fini in base ai propri gusti e la serie Z è dotata di questa funzione per soddisfare questa esigenza, poiché vogliamo sempre integrare il feedback dei clienti e massimizzare la personalizzazione. Quali sono le maggiori opportunità che vedi per Nikon in futuro? Con sempre più persone che creano sui propri smartphone per i social media, le espressioni creative si stanno diversificando sia nelle immagini fisse che nei video, soprattutto tra i giovani con alte aspirazioni. Riteniamo che per questo motivo la necessità di immagini migliori si stia espandendo e diventi più evidente e che questa sia una grande opportunità per Nikon. A causa della diversificazione dell'utilizzo e degli obiettivi della fotocamera, come l'attenzione al video, stiamo passando a una strategia per fornire una soluzione totale attraverso la fornitura di software e app che supportano il creatore. Questi includono il nuovo NX MobileAir, NX Tether, NX Field e NX Studio. Crediamo che ciò che i clienti desiderino fondamentalmente sia l'eccitazione, il divertimento e l'esecuzione piena di risorse del processo che precede la loro esperienza di ripresa. Nikon continuerà a soddisfare le esigenze degli utenti professionali sfruttando i nostri punti di forza come l'affidabilità e l'esperienza ottica, rafforzando al contempo il valore funzionale come abbiamo tentato con l'evoluzione dell'AF e del video della Z9. Inoltre, forniremo un'esperienza di imaging piacevole in linea con lo stile di vita dei nostri clienti. [Ad esempio] la familiare nostalgia a cui mira il design storico di Z fc e i soddisfacenti controlli fisici. Sia che un cliente sia alla ricerca di una fotocamera full frame a prezzi accessibili con buone funzionalità video o del massimo in termini di qualità dell'immagine ad alta risoluzione, avremo una fotocamera e la relativa selezione di obiettivi per soddisfare le sue esigenze da più prospettive. In definitiva, miriamo ad aumentare l'esperienza di imaging insieme ai nostri clienti e ad essere un marchio supportato dai nostri clienti. Così facendo, credo che possiamo stimolare il mercato dell'imaging nel suo complesso.
    9 points
  33. #21 Sestri Levante - Baia del Silenzio in partenza dopo una riunione dì lavoro, pomeriggio del 10/11 mI ero portato la macchina per approfittare della bellezza del luogo, ovviamente (quasi) due giorni dì pioggia… Z7II 14-30 900 ISO, 1/15 f/4
    9 points
  34. #18 Torrente in faggeta. 2/11/210 - Z6II su 14-24/2.8S@18mm 2" f16 ISO100 - Polarizzatore Nisi per ridurre i riflessi.
    9 points
  35. Alberi riflessi in uno stagno nei pressi della grotta Nera, carso Triestino. Z50 con 16-50. Tra varie prove è quella più pulita, ma mi rimane il dubbio quanto le foglie cadute portino interesse o quanto confusione.
    8 points
  36. # 14 Palazzo Bacaredda, Municipio di Cagliari Nikon Z6II, Z 24-70mm f4 S, @24mm, 120 sec f8 Iso 100 --- foto del 23 novembre 2021
    8 points
  37. Nikon D4s, sigma 24/105, Godox TL60
    8 points
  38. # 7 Un classico - Uno dei luoghi più fotografati del Primiero Le Pale si rispecchiano al Tramonto nel Lago di Calaita , Kira invece l'ho portata io - Sabato 20 Novembre 2021 D810 e 18-35 AFS a 18 mm
    8 points
  39. #15 Funghi e pioggia - 13/11/2021 Z6 su 105/2.8MC 1/60 f5.6 ISO800
    8 points
  40. Kuro - nero, Neko - Gatto. Di Giapponese so pochissimo, appena più di quello che mi hanno insegnato quando praticavo karate. ma sono affascinato da come "suona" e, se avessi tempo, lo studierei. Kuroneko no me no katto kin Occhi di un gatto nero, pagliuzze d'oro sinistro (da una traduzione di I. Iarocci di un haiku) Il suono non rende magnificamente l'idea del felino? Ok, ho capito, devo farmi visitare
    8 points
  41. Oggi giornata piovosa, ma nel pomeriggio il tempo ha concesso una mezza ora di pausa, quindi ne ho subito approfittato
    8 points
  42. Siamo finalmente riusciti a trovare sul mercato, disponibile, questo illuminatore anulare a LED del quale avevamo parlato già alla fine di maggio: ma quest'anno il problema principale sembra essere diventata la logistica tra Estremo Oriente ed Europa. Essendosi messa in mezzo a complicare le cose anche l'ultima e definitiva fase della Brexit. Costa poco e promette molto, ma ciò nonostante mi son dovuto mettere di buzzo buono per intercettarne uno dei primi esemplari messi in vendita su Amazon, con tempi di consegna da Prime e non da...cinesi. GODOX RING72 è quindi un illuminatore (non un flash) dotato di questo elevato numero di LED, bilanciati per i 5600K e regolabili attraverso due potenziometri posteriori, ognuno dei quali comanda un semicerchio laterale di LED. completano l'attrezzo, 8 anelli adattatori per altrettanti diametri filtro obiettivo ed il portabatterie stilo, intercambiabile con un elemento proprietario al litio, analogo a quelli per i Godox V1 (VB26) oppure per il mio AD100Pro (WB100) entrambi della stessa potenza, di 2,6Ah e del voltaggio di 7,2V. Il funzionamento è facilissimo: si inserisce a slitta il piedino muto del regolatore/alimentatore, dopo aver infilato per traverso al corpo dello stesso la batteria al litio, o il portabatterie per 4 stilo... quindi dal selettore del retro si accendono i LED, regolandoli coi potenziometri per il valore necessario, anche sfalzato, per ottenere a detta di Godox un efficace controllo del contrasto di illuminazione il cavo a torciglione consente anche la possibilità di usare l'anello separato dall'obiettivo, per ricreare effetti di illuminazione parziali, oppure anche nel caso non si stia lavorando in Close-Up o in Macro, a distanze ridotte. La luce emessa dai LED è molto bella e neutrale, effettivamente ben bilanciata alla temperatura colore Kelvin di una lampada flash, o della normale luce diurna in ombra scoperta. La possibilità di scegliere tra due diverse fonti di alimentazione è determinante, perchè qui si lavora in luce continua e non sempre ci si ricorda di spegnere l'illuminatore tra una serie di scatti ed un'altra, (mentre magari si sta regolando la testa del treppiede per riprendere il soggetto in altra posizione), quindi disporre di set di stilo ricaricabili è consigliabile, se non ci si voglia dotare delle potenti litio Godox utilizzabili, una delle qualie però costa quasi quanto l'illuminatore stesso... Si può anche lavorare in Focus Stacking perchè l'alimentazione DC è coerente e costante per tutta la serie degli scatti che occorrono. Angolando il soggetto ripreso, si ottengono riflessi ed ombre compositivamente interessanti mentre lavorando di profondità di campo si possono fotografare con tempi anche non eccessivamente lunghi soggetti da still life (come questi gemelli) così come gestire la pdc con la pratica già menzionata del FS gestibile come detto anche in maniera del tutto inusuale, per direzionare luce ed ombre sul soggetto per schiarire ombre in situazione di forti contrasti luminosi, con e senza (sopra e sotto) in certi casi diventa fondamentale per gestire soggetti in controluce, in alternativa ad un flash (entro chiari limiti....) in esterni l'ho trovato utile, ma ovviamente (con quei livelli di luce ambiente) sempre regolato al massimo della sua potenza. Ben altra funzione, decisamente più consona, la ripresa di piccoli oggetti, magari numericamente tanti, per la realizzazione di cataloghi o archivi, specialmente quelli....meno riflettenti di questa scheda di memoria (che ho dovuto poi attenuare ed evidenziare in postprod) Particolarmente interessanti i livelli di praticità raggiunti con piccoli oggetti come monete (qui una sterlina d'oro di Elisabetta II del 1981) e specialmente, francobolli la cui texture anche a forti crop, denota l'ottima qualità di illuminazione, neutrale e super omogenea come anche in questo esemplare della serie "Imperiale" del 1929 , (passato per posta) In interni è utilissimo anche per riprese non particolarmente ravvicinate, di oggetti con una loro dimensione articolata e la nota caratteristica, sulle superfici fortemente riflettenti, come la lente anteriore di questo obiettivo, è la corona circolare che ne tradisce l'utilizzo. Attenuabile con facilità in post produzione Insomma, per meno di 80 euro si entra in possesso di un illuminatore efficiente, anche se non in assoluto. Ma capace di fare la sua parte anche in esterni, oltre che in interni e con riprese macro,per le quali è espressamente concepito. E' ancora una volta... Max Aquila photo (C) per Nikonland 2021
    8 points
  43. Giganti, e fuori dal mare!! Vabbé, vecchissima foto scattata con Nikon 5400 su cavalletto, durante l'annuale festa del lago. 18mm 4s f7.5 50ISO.
    8 points
  44. 22 ottobre 2021 D850@24mm 1/250 f/5.6 ISO 400 Dall'unica posizione possibile - crop elaborata con nuove maschere di LR Classics
    8 points
  45. #16 Oggi c'è da lottare. Data di scatto 31.10.2021 Nikon 850 ob. 80-400/ 4.5-5.6 1/1000 f.7.1 340mm ISO 6.400
    8 points
  46. #1 Quadretto autunnale monzese. Nikon Z6, Sigma 150-600mm, FTZ, monopiede. 13/11/2021
    7 points
  47. # 12 Statuetta in legno di giovane donna giraffa del Myanmar 7/11/2021 Nikon D850@50mm f:7,1 1/80 ISO 64 flash Godox V1
    7 points
  48. #10 Radda in chianti - Autunno nel vigneto Z 7 - 70-200/2,8 VR S - f. 5,6 - t. 1/160 - Iso 80
    7 points
  49. # 9 Nebbia in Valdarno - Foto del 30/10/2021 Z 7 - 70-200/2,8 a 95mm f. 8 t. 1/160 Iso 64
    7 points
×
×
  • Create New...