Jump to content

All Activity

This stream auto-updates

  1. Past hour
  2. l'ho scaricata stamattina ma non ho avuto il tempo di darci un'occhiata, comunque grazie di avercela messa a disposizione
  3. Today
  4. pero un mio amico mi ha mandato un video fatto da un francese di questo mese, in più vedo in vendita su amazon e sembra molto piu diffuso all'estero che in Italia e spero che mi sbaglio. so che ci sono delle soluzioni alternative come ad esempio il metodo 3-2-1, ho condiviso solo per curiosità e condividere le conoscenze. mi ricordo anni fa la kodak e la fuiji avevano fatto i cd con materiale aurifero di lunga durata per archiviare le fotografie e avevo preso uno cd che la fuji distribuiva gratis alla fiera fotografica a Milano, mai usato e lasciato li.
  5. Ben fatta: efficace, diretta. Avrei voluto che fosse indicato l’obiettivo usato per ogni scatto, ma é già bella così. I tempi stanno maturando ?
  6. Interessante ma mi sembra un'accessorio utile sopratutto per il video in studio dovendo lasciare lo sportellino aperto. Anche se il costo è potenzialmente inferiore a quello che delle Cf express a parità di capienza.
  7. Un attimo... Io l'ho scaricata ieri ma l'aperto solo stasera. Bella brochure, vengono in mente i bei tempi delle fiere con la collezione dei cataloghi tutti pieni di belle foto. Purtroppo credo per oggi come oggi un PDF ben impaginato sia il massimo che possiamo aspettarci.
  8. Dopo un giorno ben 132 download ed un solo cortese commento. Praticamente Nikonland=servizio pubblico? E senza canone....
  9. Una carrellata senza età. Per ricordarci ogni tanto che veniamo da lontano...
  10. Nemmeno io li conoscevo ma non vedo l'utilità ad oggi di un supporto di quel tipo quando esistono soluzioni diverse e supporti ottici vanno scomparendo.
  11. Confermo che mi interessa la scheda (quel condizionale mi sa che è fuorviante)
  12. Mi associo. Io l’ultima volta che sono stato da quelle parti non ho fatto nemmeno una foto.... ma mi sono goduto un sacco panorami, cucine e cantine: Si beve benissimo da quelle parti!!!! Le foto mi piacciono, per me molto ben fatto!
  13. Complimenti, belle foto e interessanti spiegazioni. Appena ci "liberano" ritorno a fare una visita sia per i paesaggi che per la cucina
  14. Che volo pazzesco! Per la posizione capisco, con 40 nodi di vento su quel moletto sarebbe stato estremamente pericoloso. Non solo per l'attrezzatura ma anche fisicamente per te!
  15. Contento che ti siano piaciute le foto, mi duole il mancato apprezzamento del paesaggio Toscano, cipressi compresi. Comunque, è giusto così, non a tutti possono piacere le solite cose.
  16. . Concordo con Massimo, a quella distanza dal soggetto f/11 non ha nessun motivo di vita sul tuo zoom, se non per peggiorarne le caratteristiche, in termini di inizio di diffrazione, specie in presenza di molte sorgenti di luce artificiale e puntiforme. Inoltre con la Z7 è bene in quelle condizioni, non superare i 1600 ISO per non dover poi lavorare di correzione del rumore in pp, come avrai fatto. E a 1600 iso il reciproco della tua esposizione sarebbe stato un gestibile t/30 f/4 o, ancora meglio, t/25 f/4,5 Assolutamente a mano libera
  17. Infatti ... a me piacciono queste foto, non il paesaggio toscano (né i cipressi !).
  18. Pensa che io sostengo che il Bello addirittura sia più forte anche di chi non lo comprenda per nulla e non lo coltivi nemmeno. Anche mio papà adorava i cipressi: a me piacciono ancora oggi alle soglie dei sixties le sue bacche, perfette nella loro simmetria anche da spaccate, ormai oltre maturazione. Mi piace il tuo utilizzo dello sfuocato in primo piano, nelle foto in cui lo provi; non è comune ed è molto difficile da gestire: ogni tanto ci provo anch'io.
  19. Embè...: il ruolo del fotografo è appunto quello di vedere ed osservare al posto di chi non può farlo direttamente: trasferendogli un messaggio. Però, appunto: bisogna fotografare o avere fotografato, per mostrare le proprie fotografie. Non è che si debba per forza girare tutto il mondo. Grazie alla Fotografia, si può anche sognare di star facendolo
  20. e con un angolo davvero interessante che di certo diminuiva fortemente lo spazio interno, specie per la meccanica ed il deposito munizioni, ma che poi fu rettificata nei carri successivi che furono dotati di piastre amovibili dall'inclinazione ancora più accentuata, ma dagli spazi interni più razionali. Questi carristi vivevano in mansarda...
  21. Plastiche un pò scadenti ed incastri approssimativi, rendono la costruzione un pò incerta. Ma nulla che un pò di colla in più non possa risolvere. Metto queste foto dello scafo in costruzione per chiarire il punto sulle corazze a sbalzo con angoli tali da deviare i colpi diretti. Una genialata che venne usata per la prima volta in questo carro e poi perfezionata praticamente in tutti i successivi fino al T90 (il T14 è una bestia a se stante). E copiata dai tedeschi nei vari Panther, Tiger II, Leopard e Leopard 2. Z7 II + Z 24-200@65-96mm, f/8, 1/25'', ISO 3200
  22. Più che altro, la mia posizione molto sopraelevata sulla baia, col cinquecento duplicato, schiacciava i salti verso il basso in maniera ingloriosa: per esempio in questa sequenza (nella quale Tonno sarebbe stato tanto vicino a quel moletto in modo tale da dover usare l'obiettivo nudo, a 500mm senza TCx), tra il punto raggiunto al culmine del salto: Z6H8644 ed il momento in cui tocca l'acqua: Z6H8655 passano 11 scatti a 12 ftg/s... Immaginando la legge di gravità ditemi a che altezza potesse essere all'acme del salto, considerando che Tonno è alto 175cm e peserà almeno
  23. La volta scorsa ero dalla parte opposta su quel moletto ...ma con venti nodi di vento in meno Ieri pure i cormorani avevano paura di volare... e sinceramente non me la sono sentita...
  24. Condizioni veramente proibitive, sono immagini che non si vedono con frequenza! La direzione del vento rispetto alla tua posizione ti ha forse un po' penalizzato, pensa la figata di immagini come la settima dal basso se avesse volato verso di te. Ma questo non toglie valore a quello che hai fatto.
  25. Non è che abbia usato spesso il flash. Soprattutto con il 300, di più con il 200micro. Per lo più con i flash "normali" usavo con dei diffusori oppure con la testa rivolta in alto ed un pannello riflettente angolato montato sopra. Con il Godox ho provato un mini softbox da montare sopra la parabola. Comunque mai troppa potenza. Un problema che ho riscontrato è che la luce flash col sole crea doppi riflessi (sole più flash) negli occhi composti e riflessi nelle ali che si comportano come cellophan o vetro. Per quello occorre che la luce sia comunque morbida.
  26. No, sono di quelli che 'toh, una cosa nuova che potrei provare... la prendo! ' da qui le nikon z, il 70-200z, il mac mini m1... che le xqd siano sufficienti è vero, ma perché fermarmi alle xqd?
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...