Jump to content

M&M

Administrator
  • Content Count

    19,431
  • Avg. Content Per Day

    16
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    402

M&M last won the day on August 7

M&M had the most liked content!

Community Reputation

4,105 Excellent

7 Followers

About M&M

  • Rank
    Master of the melon field

Recent Profile Visitors

14,812 profile views
  1. Si, anche a me interessa il 200-600, da duplicare 2x
  2. Il sistema Nikon Z sta per compiere, appena, due anni. Ma sinora è stato sviluppato con forza da Nikon, nonostante le difficoltà economiche indotte da un mercato che nell'ultimo trimestre si è contratto di quanto Sony si attendeva fosse possibile solo nei prossimi 3 anni (meditate su questa valutazione che viene da Sony, non da Nikon o da Canon che sono ben consce di dove siano sedute). Abbiamo avuto ben 4 corpi e ce ne attendiamo altri due, ancora più prestanti per l'autunno. Sono sicuro che Covid19 e Covid20 permettendo, Nikon approfitterà dello spostamento delle Olimpiadi di Tokyo al 2021 per lanciare almeno una macchina high-end l'estate del 2021. E magari un'altra macchina APS-C per completare il quadro dell'offerta lato middle-market. In più ci sono in uscita altri due obiettivi per questo fine 2020 e altri 8 sono attesi in roadmap per il 2021. Ma perchè un sistema funzioni e sia commercialmente appetito, deve essere pieno di .... tentazioni per la clientela. E' vero che la tendenza del fotografo medio è quella di acquistare un solo obiettivo, massimo 2. Ma è altrettanto vero che spesso se in listino non c'è l'obiettivo che quel fotografo si attende possono capitare cose spiacevoli del tipo : aspetto che esca il tal obiettivo mi rivolgo ad un altro fornitore che offre già gli obiettivi che voglio cambio passatempo e mi do alla pesca con la mosca Certo è dura fare tutto da soli, visto che Nikon (come Canon) ha scelto di tenere ben protetti i segreti delle Nikon Z e in particolare dell'attacco Z Mount in modo da impedire o rallentare al massimo l'uscita di ottiche compatibili da produttori giapponesi (Sigma e Tamron) o cinesi (Viltrox) e coreani (Samyang) che evidentemente vedrebbero bene la possibilità di ripartire i costi di sviluppo su più potenziali clienti oltre a Sony. Ma è indubbio che la partita strategica per Nikon si gioca tutta in questo triennio, con il 2022 che potrebbe essere decisivo in un senso o nell'altro. Se io fossi il Direttore Commerciale di Nikon Ho qualche anno in più del necessario ma l'esperienza c'è tutta. E se io avessi quel ruolo (cui non ambirei affatto, preferisco fare il nikonista, mi sento più rilassato così ) avrei perfettamente chiaro cosa chiedere alla divisione di progettazione e su cosa mi spenderei il budget disponibile, lottando con le unghie e con i denti per avere un extra-budget da quelli della contabilità già nel 2021. Perchè secondo quello che sappiamo il sistema Z ha svariati punti deboli ed oscuri, senza voler nemmeno anzi-tempo andare ad occupare la fascia ultra-high-end che per il momento resta saldamente ancorata a Nikon D6 e relativi superteleobiettivi, nessuno dei quali NON FUNZIONA su Nikon Z Full Frame/FX Ok, il nuovo Nikkor 24-50/4-6.3 sarà come dice Ken Rockwell, l'obiettivo "più noioso" del mondo ma è perfettamente assortito con la Z5. Piccolo e compatto, relativamente poco costoso. Equivalente al 16-50/3.5-6.3 della Z50 in formato DX. Ma per la Z50 è disponibile già dal giorno zero il compagno tele 50-250/4.5-6.3, mentre per la Z5 (ma anche per Z6 e Z7) manca colpevolmente uno zoom tele di fascia media: quel 24-105/4 che sembra essere il MUST per tutti i fotoamatori (e non solo loro) del mondo. Senza andare necessariamente a scomodare l'ovvio 70-200/4 che gli altri marchi hanno già da tempo in catalogo e che avrebbe dovuto essere messo in produzione già ad inizio 2019 con il 14-30, uno zoom equivalente al 70-300/4.5-5.6 AF-P disponibile da 4 o 5 anni sulle reflex potrebbe essere sufficiente. E' indubbio poi che non ha molto senso pensare che chi è tanto sensibile al prezzo da puntare alla Z5, poi debba acquistare obiettivi a focale fissa che costano quasi come il corpo macchina. Un 50mm f/2 di prezzo più contenuto di quello del 50/1.8 S sarebbe necessario, come forse anche i due pancake promessi al grande pubblico, quello del mirrorless=piccole dimensioni. Se per questioni di budget non fosse possibile farlo subito, almeno anticipare il 50/2.8 Micro che potrebbe svolgere - se prezzato umanamente - il doppio ruolo. Formato APS-C/DX Ci dicono che le vendite della Z50 vanno bene e non stentiamo a crederlo, è una piccola fuoriserie se confrontata con le noiose 100 edizioni di D3x00 e D5x00. Ma come quelle, mancano opzioni di obiettivi oltre i due in kit, belli e compatti ma maledettamente bui. E certo il 18-140mm in roadmap per l'anno prossimo, riedizione certamente migliorata dell'equivalente da reflex già a catalogo da anni, cambierà le cose. Per la Z50 e le future altre Z in formato ridotto sono disperatamente necessari almeno un paio di fissi luminosi, tipo un 35/2 e un 16/2.8, da 195 grammi e massimo 250 euro cadauno. Prodotti in massa in Cina si venderebbero abbastanza facilmente perchè ognuno capisce che non si può fare tutto con un obiettivo che a 35mm apre al massimo ad f/4.5 e nemmeno si può pretendere che chi compra un corpo da 800 euro salvo sconti, poi debba prendersi un 20mm o un 85mm da più di 1000 euro. Perchè puntando a quegli obiettivi, si sarà già comprato una full-frame. Lato supergrandangolare, ok, c'è l'opzione 10-20mm AF-P su FTZ ma l'intero concetto di FTZ applicato a Z50 e in futuro Z30 o Z40 è farraginoso: su Nikonland diremmo...non praticabile. Io non credo che un equivalente del 10-20 in formato Z, da prezzare allo stesso livello e con prestazioni similari sia uno sforzo immane. Riserviamo quindi l'operato dell'ottimo (appena rinnovato nel fw) FTZ all'uso necessario con i supertele F, quelli che fanno ancora la Gloria del sistema Nikon, da sempre. Flash Nikon di fatto non ha più un sistema di flash nativi. I vari SB500-SB700 sono obsoleti sotto tutti i punti di vista. E "l'ammiraglio" SB-5000, unico flash radio, è out-of-scope su una Z. Peraltro è complicato da mettere in batteria e surclassato da tanti flash cinesi che costano un quarto o un ottavo del suo prezzo. Commercialmente introvabili peraltro i necessari trigger: costosissimi. In più, sappiamo bene che l'illuminatore ad infrarossi funziona con i sensori AF delle reflex ma per le mirrorless ci vuole luce bianca. Un paio di flash sarebbero necessari, abbandonando definitivamente il CLS per un sistema radio moderno e soprattutto facile da mettere online, senza entrare in stupidi menù interni, con un normale trigger da slitta come fanno gli altri. Nikon potrebbe benissimo optare per una collaborazione con una società esterna che produca quanto necessario per conto proprio, passandole i protocolli in esclusiva. Attenzione, non sto dicendo di renderli pubblici ma di consentire lo sviluppo ad altri, secondo le proprie specifiche. Accessori I sistemi mirrorless sono particolarmente versati per video e time-lapse. Operazioni molto dispendiose lato energetico. La trovata della EN-EL15c che - salvo verifica- si ricarica via USB-C durante le operazione è geniale. Ma ciò non toglie che sia necessario un sistema di alimentazione più universale via dummy-battery e batteria di grande capacità esterna. Se i cinesi non le fanno di loro iniziativa, perchè non commissionarle direttamente ? Stesso discorso per quanto riguarda il fronte telecomandi di vario genere e tipo. E' tecnologia abbondantemente disponibile a basso costo. Impensabile l'assenza in ogni corpo macchina, almeno del ricevitore IR per il semplicissimo scatto remoto ML-L3 Anche qui, se costa troppo produrli in casa per venderli a prezzi convenienti per l'utente, si troverà un partner disposto a farli esternamente. Tra gli accessori ottici, importantissime novità vorremmo introdotte sul campo delle lenti addizionali di livello pari a quello delle ottiche su cui verranno montate, dai diametri confacenti alle nuove dimensioni delle lenti frontali, da 67,72,77,82mm e potenze variabili da una a tre diottrie: perchè doverci rivolgere su questo ambito a costruttori terzi? Prossimi Corpi Da due anni ci siamo risolti ad acquistare basette e cage di terzi, per proteggere e/o convenientemente assicurare in standard Arca-Swiss i corpi macchina Z. Rumors recenti hanno mostrato ulteriori modelli: possibile che Nikon non si convinca a rendere un servizio agli utenti che ormai da tempo hanno adottato quello standard per ragioni di comodità e sicurezza? Allo stesso tempo ci auguriamo di vedere spuntare sui nuovi corpi macchina (o su alcuni di essi) un monitor posteriore orientabile a 360° e richiudibile, come da tempo presente sulle reflex della serie 5xxx, accessorio che ne ha determinato il successo di vendita rispetto le serie inferiore. Nel complesso non sarebbe come organizzare un viaggio su Marte, semplicemente raffinare l'offerta, chiudendo i buchi ed aumentando le opportunità di vendita. Perchè è criminale avere delle potenzialità e non riuscire ad esprimerle del tutto per carenze tutto sommato non così ambiziose. E voi che ne pensate ? (se ne pensate qualche cosa, ovviamente).
  3. No, per niente. Diciamo che visti il 24-70/2.8 S e 70-200/2.8 S che saranno la mia coppia d'elezione (con il 105/1.4E), si tende a pretendere qualche cosa di magico oltre l'ordinario nei fissi in quel range di focali. Insomma dei NOCT autofocus, altrimenti non ha senso.
  4. L'altra volta ho preso la Z7 il giorno del lancio e la Z6 durante una scontistica spinta 6 mesi dopo e si è ripagata del tutto. Questa volta farò il contrario, anche se in fondo al lancio di queste S io entrerò come al solito in fase di riposo fotografico. Intanto la Z7 può lavorare e raggiungere il numero di scatti della mia ex-Z6 e ripagarsi del tutto. Peraltro ancora non sappiamo effettivamente se e quali vantaggi avrà la Z7s sulla Z7 né se è prevista la Z8 a metà 2021. Per la Z6 i vantaggi sono ovvi, già il battery-grip basterebbe ma avendo anche venduto oramai mesi fa pure la D5, è qui che ho bisogno di rinforzi. Sull'alta risoluzione spinta la Z7 sarebbe anche sufficiente sul lungo termine. Sul 50mm ammetto di averlo acquistato solo perchè a ottobre 2018 non c'era altro in vendita ma l'ho usato tre volte. Mentre l'idea del 50/1.2 S arriva dopo le aspettative create dal NOCT (ma con l'autofocus) non certo per portarlo in giro nello zaino e farci istantanee per strada. Se non avrà quella magia, attenderò l'85/1.2 "se per quando uscirà avrò ancora denti per masticare la carne"
  5. Da dicembre ho 40-45.000 scatti fatti col 24-70/2.8, mia prima scelta sul set mentre il 24-70/4 L'ho usato solo in studio. Non ho rumors ma credo sia in pole position per il 2021.
  6. Z7 In che senso ? 105 é meglio di 70, sempre.
  7. Vi segnalo che ho venduto la mia Z6, con annesso MB-N10, due batterie EN-EL15b, uno dei due FTZ, il Nikkor Z 24-70/4 S e 50/1.8 S. E le residue XQD Lexar con l'ultimo attrezzo Sony di casa (un lettorino XQD). In previsione di : - acquisto Z6s e relativo battery grip "vero" - passaggio alle EN-EL15c per tutte le macchine - passaggio alle CFexpress per tutte le macchine - acquisto del 50/1.2 S - acquisto del 24-105/4 tutto come da programma, insomma. La mia Z6 aveva 165.000 scatti di cui 31.000 con otturatore meccanico e 134.000 con quello elettronico. Fatti in un anno e 3 mesi.
  8. M&M

    Nikon e la prossima Canon EOS R5

    E' un 800mm. In termini di rapporto tra la lente anteriore e la luminosità massima, 800/8.5 è del tutto equivalente al rapporto 600/6.3
  9. M&M

    Nikon e la prossima Canon EOS R5

    New Canon RF 200-800mm f/6-8.5 lens patent:
  10. E per quando Sigma comincerà a muoversi con attacco Z, spero che si vociferi già di un 85/1.2 S che superi il 105/1.4E
  11. 1) molto, a giudicare dalle decine di review che ci sono giù su Iutiub 2) motori elettrici da mirrorless, velocità doppia rispetto al vecchio ART 3) smentisco categoricamente. Solo Tamarron ha dichiarato che ci stanno lavorando 4) al momento nessun segnale al riguardo peraltro tanto che aspettano, Canon e Nikon fanno il corredo completo e a loro resta l'attacco L
  12. la riprogettazione per mirrorless porta i suoi frutti in termini di netta riduzione (5 cm più corto e 4 etti meno di peso). Ma resta f/1.4, forse per rispettare uno standard per tutti avendo a base l'attacco Sony. Ha la ghiera dei diaframmi alla moda Sony. Disponibile per Sony e per Leica L a circa 1200 euro (+IVA ?).
  13. Ania Nikon Z7 con Nikkor Z 105/1.4 "The Legend" ad f/1.4 liberamente ispirato a :
×
×
  • Create New...