Jump to content

M&M

Administrator
  • Posts

    25,816
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    622

Everything posted by M&M

  1. M&M

    Nuovo Nikkor Z 40mm f/2

    Nikon Zfc con 50/1.8 S e 40/2, a confronto con Leica M10 con 2/50 Summicron.
  2. Ma tenendo d'occhio anche questo, che si trova su Amazon.it Viltrox fa belle cosine, purtroppo però "senza rete" (garanzia non supportata da una rete nazionale).
  3. Come c'era da attendersi tutti i cinesi si stanno buttando a pesce con le staffe per la Zfc. Eccone due su Ebay io però resto fedele alla affidabile SmallRig, l'ho presa dal loro negozio Ebay domenica e Fedex mi dice che me la consegna entro questo venerdì. IVA assolta all'origine. In quanto a Nikon e al suo inavvicinabile GR-1, temo che resterà nei loro magazzini, quando lo produrranno e distribuiranno
  4. M&M

    Comunicato stampa Nikon Japan

    Da Canon Abbiamo ricevuto più ordini del previsto per ciascuno dei seguenti prodotti e ci vorrà del tempo prima della consegna. Vi ringraziamo per i numerosi ordini e ci scusiamo per gli eventuali disagi causati ai nostri clienti. Grazie gentilmente attendo con impazienza la vostra comprensione. [Prodotti applicabili] RF100-500mm F4.5-7.1 IS USM RF100mm F2.8 L MACRO IS USM RF400mm F2.8 L IS USM RF600mm F4 L IS USM Attacco per treppiede ad anello E (B) RF14-35mm F4 L IS USM EOS R3 Oculare ER-h Oculare ER-hE Cinturino ER-L1 RF100-400mm F5.6-8 IS USM RF16mm F2.8 STM Paraluce EW-65C Adattatore per scarpe multiaccessorio AD-E1 Trasmettitore lampeggiatore ST-E10 Microfono stereo direzionale a slitta multiaccessorio DM-E1D Slitta multiaccessoria Adattatore per collegamento smartphone AD-P1
  5. Da una intervista a Jeff Cable (il tipo che è andato alle Olimpiadi con la R3 e la R5) : D: Qual è la cosa che ti è piaciuta di meno della R3?
  6. Caro mio, gli australieni, hanno fatto di peggio con la gran parte degli indigeni, senza nucleare ma usando solo pistole e fucili; in alcuni casi, semplicemente buttandoli giù nel burrone o infettandoli con malattie ad essi sconosciute. E adesso non ci vanno troppo leggeri con i cosiddetti "migranti" in rotta verso le loro isole, in barba ai "buonisti". E' la natura umana da che siamo usciti dal Giardino dell'Eden. Non è che andando in giro disarmati si è più sicuri immaginando che gli altri facciano lo stesso.
  7. ... anche tenendo d'occhio l'outlet del Nikonstore.it Il tuo 50/1.8 S arriva da li ed è stato un affare. Spesso capitano cose interessanti a buon prezzo, con garanzia dello stesso peso del nuovo e consegna il giorno dopo
  8. Però la tua Zfc somiglia di più alla Nikon F2
  9. La guerra sottomarina che si sta sviluppando nel Pacifico e che coinvolge tutte le forze regionali e non solo è un segnale evidente della scelta da parte di tutti di rafforzarsi, blindare le proprie posizioni ma anche di schierarsi in caso di richiesta. Un effetto domino in cui è difficile anche comprendere se il riarmo di una nazione sia semplicemente causa o anche effetto di questa corsa che ormai coinvolge tutti. “La guerra sottomarina è sempre più importante a livello globale”, spiega Sutton. “Gran Bretagna e America prenderanno probabilmente in considerazione in questa scelta anche la rinascita della Marina russa. Portare la Marina australiana al passo con i sottomarini a propulsione nucleare consentirà a più sottomarini (del blocco Usa ndr) di affrontare la Russia. Tuttavia, è la Cina il Paese in cui stanno avvenendo i maggiori cambiamenti. E gli Stati Uniti e i loro alleati devono prenderlo sul serio, anche in termini militari. Per molti anni la Marina cinese (Plan) è rimasta talmente indietro da non essere considerata una minaccia molto al di là delle sue acque. Ma tutto questo sta cambiando”. Lo dimostrano le recenti informazioni sui programmi per le flotte sottomarine delle principali potenze dell’area. Oltre alla Cina e al programma per i sommergibili australiani, non va dimenticata infatti la crescita della Marina indiana, i nuovi progetti delle Marine delle due Coree, fino anche agli interessamenti dell’Iran e del Pakistan. Una corsa al riarmo che caratterizza quello che il vertice della Marina australiana ha definito un ambiente geopolitico “in rapido deterioramento”. Sutton è uno dei massimi analisti di strategia navale e sottomarina. In termini di scelta di campo - Francia o USA - ci sono considerazioni pratiche che elenco per completare il discorso : parlando di propulsione nucleare ci deve essere trasferimento di tecnologia per facilitare la messa in opera e soprattutto la manutenzione; questo accordo con gli USA esiste dai tempi della fornitura degli F-111 (l'Australia è stata l'unica ad adottarli), mentre la Francia non ha mai avuto alcuna intenzione al riguardo. L'Australia diventerà l'unica nazione ad avere sommergibili a propulsione nucleare senza avere un potenziale nucleare militare proprio (come invece hanno USA, UK, Francia e naturalmente Russia, Ucraina e Cina) il motore degli SSN Virgina che probabilmente sarà, nella versione Block V adottato anche dai 12 battelli australiani è di derivazione militare e in quanto tale, sigillato e senza manutenzione per tutta la vita della nave (42 anni secondo le stime); i battelli francesi necessitano di una ricarica a metà ciclo di vita e questo richiede un fermo di 12-18 mesi da farsi ... in Francia. Come saranno le relazioni con la Francia tra venti anni ? Chissà ... ma in ogni caso la Francia ha sempre spinto per nuovi battelli oceanici diesel-elettrici, di prestazioni inadeguate all'attuale contesto indo-pacifico fin dal 2016 non è mai stato chiaro che ricadute in termini di occupazione ed impiego (per un contratto che vale qualche cosa come 132 miliardi di $ AU) ci sarebbe per l'Australia che in fondo resta un piccolo Paese non è che gli Australiani sinora, con i vecchi sottomarini, non fossero in grado di operare furtivamente; lo hanno fatto ma a discapito dell'efficienza con possibilità operative inferiori alle reali esigenze. Confermare un programma che riguarderà l'impiego di navi per i prossimi 40-50 anni partendo ad handycap non sarebbe accettabile con queste cifre in gioco. ma principalmente sono considerazioni di natura strategica, l'esistenza di 12 battelli con standard operativi USA operanti con basi nel Sud dell'Indo-Pacifico, capaci di stare immersi per 90 giorni, permetterà un deterrente che nessun diesel-elettrico potrebbe assicurare. Gli Stati Uniti al momento hanno un livello tecnologico che nessun'altra marina può vantare in questo campo (ed hanno in corso programmi di costruzione di battelli nucleari delle classi Virginia e Columbia per un numero che arriverà a 40-50 nuove unità di qui al 2040 : ma nessun media ne parla). Sulle questioni di natura ambientale credo che l'Australia avrà il suo bel da fare con gli ambientalisti. Ma forse prima dovremmo soffermarci sul fatto che il 95% dell'acciaio (del mondo) si produce ancora bruciando carbone. Camini che fumano 24 ore al giorno tutto l'anno, tutti in quella stessa parte del globo, nella parte Nord dell'Indo-Pacifico. Sinceramente invece non ricordo un sottomarino USA che negli ultimi decenni abbia avuto un problema di natura ambientale.
  10. Personalmente la trovo una grande pensata di Nikon. Per gli smanettoni ci sono sempre tutti gli altri programmi di sviluppo più elaborati. Come il fatto che se imposti un Picture Control di quelli "creativi", non solo vedi le foto così mentre scatti (anche le correzioni oncamera dell'obiettivo vengono applicate a mirino mentre scatti) ma poi te le ritrovi anche in LR/ACR. Pure se usi il Picture Control "Denim" o il "Matita".
  11. Circa le impostazioni di importazione, intendevo questa : così LR applicherà le impostazioni Nikon (profilo colore, profilo obiettivo, correzioni utente), altrimenti verranno imposte quelle di default Adobe.
  12. Esatto Gabriele. non troverai mai i profili dei Nikkor Z nei profili forniti da Adobe i profili Nikon vengono applicati direttamente oncamera nello scatto i parametri vengono passati ad ACR/LR nel file NEF (in una parte del file che non riesco a trovare con l'editor esadecimale) in alcuni casi non si possono disattivare, in altri si se troverai un profilo dell'obiettivo Nikkor Z usato - come ho mostrato nel caso del mio 105/2.8 MC - allora vuol dire che si può disattivare la correzione proposta da Nikon altrimenti potrai apportare solo eventuali correzioni ulteriori, senza poter annullare quelle all'origine
  13. Premesso che l'estetica è quanto di più soggettivo e personale ci sia. Uno può trovare gradevole, addirittura bellissimo, qualche cosa che per un altro è orripilante. E poi ci sono le mode, le tendenze, le contaminazioni esterne e soprattutto le influenze. Fino a 3-4 anni fa le donne avevano come ideale il limite con l'anoressia e grasso era brutto. Adesso Intimissimi fa una serie di reggiseni fino alle 7a misura, taglia che credo non sia comunemente disponibile per tutti i modelli di tutti i marchi. Insomma, ci sono sempre modi diversi di vedere. Proprio per questo io ho sempre trovato orribile la Nikon F Photomic in tutte le sue declinazioni preferendole invece la purezza di linea della Nikon F2 Titan una vera leggenda metallica anche secondo Ming Thein che ringrazio per questi scatti con il Noct-Nikkor. E questo a prescindere dal fatto che il mirino Photomic etc. etc. mentre la Nikon F2 Titan è una macchina completamente affidata al fotografo in termini di esposizione (no esposimetro). Ma andiamo a noi, non possiamo sempre pretendere di vedere Ferrari 250 GT o Daytona ai giorni nostri, dove il design soccombe sempre più spesso rispetto ad altre considerazioni. In particolare Nikon che è sempre stato un marchio elitario, ha presentato "estetiche" a dir poco deficitarie nei modelli di primo equipaggiamento. Ricordo con particolare raccapriccio, ad esempio, la Nikon F50 degli anni '90. Non che la F90 fosse questa gran bellezza, in quel momento. Ma insomma, la F50 ... *** Finalmente concentriamoci sulle Nikon digitali di questo secolo. Ho una mia graduatoria discendente che vorrei condividere con voi per farvi sorridere e ripensare. Ma vi esorto ad aggiungere le vostre classifiche, esclusivamente in ordine discendente di bruttezza. Al primo posto io metto sicuramente la Nikon 1 V2 1 che pure ho posseduto ed usato per un paio di centinaia di scatti, non proprio memorabili. 2 segue la sua progenitrice in stile minimal Bauhaus, ma sempre esteticamente censurabile, la Nikon 1 V1 3 Nikon si deve essere vergognata di aver fatto queste cose e con la V3 ha tentato un approccio alla Dr Jeckyll-Mr Hyde. La Nikon 1 V3 a saponetta, senza mirino e senza grip aggiuntivo non si poteva usare ma almeno si poteva guardare. Il look da Polifemo con il mirino opzionale invece "nun se poteva vedé" ma anche in campo reflex abbiamo esempi di estetica discutibile 4 è il caso secondo me della D40 e della sua reincarnazione come D3000, che più brutte non ce n'è ! 5 in tempi più recenti abbiamo la monotonia - orrenda - di tutte le Nikon Z, che di Nikon - in senso estetico - mantengono solo il logo. In particolare la Nikon Z50 primeggia per bruttezza da qualunque parte la si voglia inquadrare e purtroppo, anche la Z5 è ancora più sbilanciata delle sorelle maggiori e la segue a ruota 6 insomma, negli ultimi venti anni abbiamo certo avuto il raffinamento delle forme della Nikon F5 che è arrivata molto più elegante nella sua ultima incarnazione sotto forma di Nikon D6, ma anche particolari esempio di design inguardabile come le macchine che ho elencato. Senza alcun riferimento alle prestazioni fotografiche, ovviamente. Con la V3 io mi sono divertito come un matto facendo decine e decine di migliaia di scatti - sognando così quella che sarà la Z9 - e non trovo difetto alcuno - nella sua fascia di prezzo - alla Z50, specie se presa con il super-kit. Ma innamorarsi ... no. E voi, avete una lista di Nikon di questo secolo che avete giudicato particolarmente brutte senza magari avere il coraggio di ammetterlo o di dichiararlo in pubblico ?
  14. Hai mangiato i peperoni a colazione ? Gabriele Castelli NON ha bisogno di alcun adattatore. Se ha bisogno di altri obiettivi, DEVONO essere Nikkor Z, piccoli e compatti. Tutti gli altri potranno fare come loro aggrada, pure strappare il corpo della Zfc nel tentativo di accoppiarla con un 2000/11 duplicato o sperimentare ogni più strano e perverso tentativo di coito intermarchio. Sugli adattatori ti concedo di avere un pregiudizio. Per la Zfc, in particolare. Ma eviterei questo genere di schermaglie sulle NOSTRE pagine. GRAZIE. PS : mai avuto Lego, la detesto. Ma avevo scatoloni di Plastic City Italocremona.
  15. Grazie Adriano. La situazione adesso è leggermente cambiata rispetto a quando abbiamo scritto quegli interventi qualche anno fa (2018 e 2019). A seguito delle proteste di alcuni fotografi che non vogliono avere una correzione forzata all'origine, Adobe ha cambiato impostazione e dovrebbe essere possibile avere sia il profilo che la possibilità di applicarlo o meno. Nella pratica le cose sono un pò strane e variano di caso in caso, per cui è da verificare. Ci sono quelli le cui correzioni vengono applicate direttamente dalla macchina e il cui effetto viene direttamente importato in Lightroom senza possibilità di modifica, ci sono quelli invece in cui è possibile disabilitare il controllo ed avere la possibilità di applicare correzioni a piacere (e per cui esiste il profilo nella tendina di ACR/Lightroom ma è quello importato con il file RAW non uno di Adobe). nel caso del Nikkor Z 105/2.8 MC S trovo il profilo e la possibilità di applicarlo o meno. Nel caso del 28/2.8 invece non trovo profili e l'applicazione dello stesso dovrebbe essere già a monte del processo di importazione. Ma lo trovo per la Z5 e il suo 24-50. Quindi é materia per cui si deve indagare più a fondo. In ogni caso dubito che Adobe faccia o farà i suoi profili per i Nikkor Z in quanto le impostazioni di base per le correzioni sono applicate da Nikon direttamente nel file RAW e vengono prese così da Camera RAW/LR. Bisogna anche vedere come sono state impostate le opzioni di importazione di Lightroom.
  16. Un FTZ costa 300€, un MTZ costa 399€. Un 40/2 Z, ne costa 289. Un 50-250 REF, sui 300 euro. Un 24-70/4 appena più di 400 euro. Io credo che uno dovrebbe esibire un Super Green Pass prima di poter comprare un adattatore per la Nikon Zfc ... ed aver fatto almeno la quarta dose di Fitser analcolico. E anche in quel caso, il negoziante dovrebbe chiedere, come faceva Lawrence Olivier con il trapano da dentista nella bocca di Dustin Hoffman : "E' sicuro ?"
  17. E' la cosa più sensata. Qualcuno se li troverà da usare, tu - ammettiamolo - difficilmente lo farai, la scelta di tenere quel materiale sarebbe più sentimentale che pratica. Con il ricavato tu potrai comprarti altro. Tipo il 50-250, oppure il 24-200, oppure un 85/1.8 S, quello che ti ispira di più. O anche niente se quello che hai ti basta. Peraltro l'FTZ sulla Zfc aggiunge peso e centimetri, andando totalmente contro i motivi per cui abbiamo scelto di regalarti quella macchinetta
  18. 20 settembre 2021 NIKON PRESENTA L'ADATTATORE DI MONTAGGIO FTZ II PER PRESTAZIONI E COMPATIBILITÀ ECCEZIONALI CON LE FOTOCAMERE CON ATTACCO Z ESISTENTI E FUTURE La ricerca dell'eccellenza nel design e nella funzionalità continua Melville NY - Oggi Nikon ha annunciato il nuovo adattatore per montaggio FTZ II, un'elegante evoluzione dell'originale FTZ che ne migliora l'usabilità con fotocamere con impugnature opzionali o integrate come la fotocamera ammiraglia Nikon Z9 recentemente rivelata. " Molti creatori ci hanno detto che il piede della FTZ originale interferiva con il funzionamento delle telecamere impugnate quando sono tenute in posizione verticale - abbiamo anche ascoltato le particolari esigenze dei nostri clienti nell'emisfero australe che avevano bisogno di collegare la loro FTZ a un treppiede capovolto. Riteniamo di aver trovato una soluzione elegante che risolve entrambi i problemi contemporaneamente ", ha affermato Judy Bayonnette, Senior Executive Vice President of Engineering, Nikon Inc. L'adattatore per montatura FTZ II mantiene tutte le capacità dell'FTZ originale, inclusa l'amata "gobba" che ospita i complessi attuatori responsabili dell'impostazione dell'apertura degli obiettivi Nikkor legacy. L'unica differenza è che, invece di essere posizionato a ore 6, il piede dell'adattatore è ora a ore 12. " Era un problema ingegneristico complesso da risolvere, ma alla fine ci siamo resi conto che tutto ciò di cui avevamo bisogno per risolvere questo problema era un nuovo orientamento della baionetta dell'adattatore. Pensiamo che i clienti apprezzeranno la nuova posizione del foro del treppiede da 1/4" poiché fornisce un punto di attacco per molti accessori, come monitor e microfoni, offre anche un modo unico per montare la fotocamera su un treppiede in una posizione "capovolta verticalmente", che è ciò che riteniamo un'industria prima. Anche l'accesso al vano batterie è notevolmente migliorato grazie a questa innovazione ”. Prezzo e disponibilità Il Mount Adapater FTZ II sarà disponibile a partire da questo autunno (Stati Uniti) a un prezzo al dettaglio suggerito (SRP) di $ 299,95. Per ulteriori informazioni sugli ultimi prodotti Nikon, visitare il sito nikonusa.com
  19. Sai quanto se ne preoccupano i cinesi, del rischio di disastro ambientale : sono talmente tanti che ogni statistica é dalla loro. Non sarà qualche sottomarino oceanico in più a spostare la bilancia del rischio di contaminazioni. Ma magari qualche nave in meno vicino Taiwan la vedremo La c'é il rischio di incidente deflagrante, non certo nel Queensland. O tra le montagne del Nepal dove soldati cinesi e indiani, per ora, si sfidano a mani nude, per evitare escalation. Siamo in guerra, meglio non porgere l'altra guancia, per ora.
  20. Secondo me vedremo tanti vantaggi. Molte produzioni verranno riportate di qua e tanti investimenti produttivi miliardari - anche di tecnologia civile - ci affrancherà parzialmente dalla follia di aver delocalizzato tutto altrove, perfino in Albania, Moldavia, Romania, qualsiasi posto dove si possano non pagare gli operai.
  21. E magari lo hanno intraversato gli stessi che - l'altro ieri - hanno distrutto di notte una fabbrica di barconi clandestini vicino Tripoli. "D'improvviso, nella notte, due boati ravvicinati senza preavviso. Tutto distrutto, nessun danni collaterale né morti". Casualmente lo scorso 8 c.m. il ministero ha concesso di armare i nostri Reaper, sinora ipocritamente utilizzati per scopi solo di sorveglianza. Siamo in guerra. Altro che coviddi.
  22. Dimmi tu che c'entrano i nostri F35 per coprire l'uscita dell'aeroporto di Kaliningrad nell'ex Prussia Orientale. Un paio di U212 non potrebbero bloccare Suez o Gibilterra se servisse ? O il Golfo di Aden ?
  23. Enrico : spettacolo ! Odio questi affari (e quelli che li cavalcano !) ma fotograficamente parlando sono fantastici.
  24. "Oggi 26 febbraio 2021 è stato firmato a Roma il contratto tra l’Organizzazione Internazionale per gli Armamenti OCCAR (Organisation Conjointe de Cooperation en matiere d’ARmement) e FINCANTIERI per la realizzazione di due nuovi sottomarini, più due in opzione, per la Marina militare denominati U212NFS (U212 Near Future Submarine). Il programma di acquisizione vedrà il massiccio utilizzo di tecnologie ed eccellenze made in Italy e la partecipazione di grandi, medie e piccole imprese nazionali che saranno coinvolte sia nella fase di sviluppo che di fornitura di componentistica. Il capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone, ha espresso soddisfazione per la firma del contratto ed ha commentato “Questo accordo, di strategica importanza, doterà la Marina militare e la sua componente sommergibili di mezzi altamente tecnologici in grado di eccellere nella dimensione subacquea e di svolgere, nell’attuale scenario geo-politico, un ruolo fondamentale per la salvaguardia degli interessi del Paese”. Si tratta di un mezzo, quello subacqueo, in grado di permanere in mare per tempi anche molto prolungati e, grazie alla sua “invisibilità”, capace di raccogliere informazioni senza alterare l’ambiente e il soggetto osservato, operando anche in presenza di elevata minaccia, pronto ad agire qualora ce ne fosse la necessità, rappresentando lo strumento di deterrenza per eccellenza." Valore del contratto 1.35 miliardi U212 NFS sarà dotato di sei tubi da 533 mm per siluri pesanti Black Shark e missili da crociera da attacco terrestre.
×
×
  • Create New...