Jump to content

Max Aquila

Administrator
  • Posts

    14,402
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    166

Max Aquila last won the day on May 21

Max Aquila had the most liked content!

4 Followers

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

Max Aquila's Achievements

Nikonlander Sostenitore

Nikonlander Sostenitore (5/5)

  • Great Support Rare

Recent Badges

4.5k

Reputation

  1. NdR questa discussione che si dipana sull'annuncio che riporta dell'aggiornamento 2.0 del firmware della Nikon Z9 è molto ponderosa e ricca di contributi, magari anche solo in tema di specifiche richieste a Nikon, di link a siti esterni ed ovviamente ...esteri, di commenti ed elucubrazioni non strettamente operativ. Ho predsposto invece un'articolo cui potrà partecipare chi porti la sua esperienza al riguardo delle modifiche apportate da questa release. La trovate qui: in questa si partecipa produttivamente: spiegando le funzioni in maniera chiara e sintetica ed il perchè le si sia scelte per discuterne: insomma prevede si legga il pdf dei contenuti della release 2.0 e che la si metta in atto, indipendentemente dall'anzianità di servizio in Z9 (considerando invece quella di provenienza da Z differenti) Serve a parlare in maniera obiettiva delle funzioni mal spiegate e spesso per nulla spiegate dai manuali online e cartacei di Nikon. Serve a capire come far funzionare al meglio e come smanettare sulla nuova Nikon Z9, post fw 2.0 Sono vietate le letterine a Babbo Natale e le invettive politico-commerciali. Siete pregati di partecipare se interessati a contribuire attivamente.
  2. Tip #5 Dimensione dell'area di misurazione manuale del WB: PRE (Preset manual) Nel fw 2.0 otteniamo un sensore di misurazione molto più piccolo della versione precedente e minimo rispetto quello eccessivamente grande delle altre Nikon Z: eccolo evidenziato utile a effettuare la sua importante valutazione su di una superficie più piccola di un oggetto dalla riflessione luminosa prescelta... oppure esattamente della dimensione di una celletta del nostro prezioso color checker...
  3. Tip #4 ancora sulle combinazioni ghiere/pulsanti, delle quali questa nuova release fw per la Z9 è piena...: Opzione per il fine tuning del White Balancing: sulla Z9 il pulsante WB sta in basso, sotto il monitor alla sx dei buchini del microfono: premendo tale pulsante si entra nelle opzioni di scelta della funzione, con tutte le opzioni shiftabili attraverso la ghiere posteriore ed ove consentito dalla presenza di sottomenù, anche da quella anteriore... Il fw 2.0 ha introdotto anche la possibilità di fine tuning nella stessa schermata, utilizzando i quattro tasti del multiselettore, quelli alto/basso per shiftare sull'asse verde-magenta, quelli destra/sinistra, per l'asse ambra-blu. Ogni spostamento sull'asse orizzontale comporta una variazione della temperatura colore di un valore pari a 0,5 (5mired ogni due scatti) Mentre ogni valore sull'asse verticale comporta uno shift da 0,25 su questa scala che corrisponde ai filtri di compensazione colore (un valore pari ad 1, corrisponde ad una variazione di densità del filtro, pari a 0,05 unità) Molte scorciatoie dai menù sono state attivate con questa nuova release, ma altrettante abbiamo subito notato, ancora prima di passare a questo fw 2.0: per esempio, una delle facilitazioni introdotte dalla Z9 consiste nella attivazione di tutti i menù con semplice opzione ON/OFF, semplicemente con la pressione del tasto OK, senza costringere ad entrare in quel menù e segnalandone l'attivazione con la colorazione in giallo se regolata in ON, in grigio se OFF. E' gia tanto rispetto alla necessità passata di attivare queste funzioni, una per una, entrando ed uscendo dal sottomenù...
  4. mi piacerebbe che a seguire metteste i vostri consigli, numerati progressivamente e le vostre considerazioni sulla regolazione che state proponendo: dopo aver fatto gli opportuni riscontri, a vantaggio della comprensibilità dell'argomento: in maniera assertiva. Mentre per il resto, per i link a siti esterni e per la discussione da forum esiste già lo spazio dedicato qui
  5. Tip #1 Vi siete accorti, dopo l'aggiornamento, della possibilità di determinare l'ampiezza delle aree AF Auto C1 e C2, semplicemente muovendo in varie direzioni il multiselettore, mentre si tenga schiacciata l'opzione di cellula in questione? anche per il video: Questa è per me una importante opportunità, specie su C1 che in certe occasioni mi risultava un pò troppo stretto (ed ancora di più, adesso, si può assottigliare ) e nella differenza di inquadratura dove in verticale a seconda dei soggetti si possa ampliare o ridurre l'area di intervento, per isolare, per esempio in un gruppo di persone, l'operatività dell' eye AF
  6. Il 20 aprile scorso è stato rilasciato il firmware 2.0 per le Nikon Z9, quello il cui aggiornamento dura circa sette minuti con le abituali procedure di riversamento sulla fotocamera. Dura così tanto perchè stiamo aggiornando i programmi di funzionamento dell'ammiraglia Nikon in maniera sostanziale in molte delle sue sezioni. Cambiamenti ed aggiunte che si possono ripercuotere positivamente (o meno) sul nostro modo di fotografare, se attuati o meno con consapevolezza e diligente scelta. Io per esempio, sono stato per giorni incapace di comprendere quale modifica avessi inserito nel setting della mia Z9 per cui poi alcune indicazioni della scelta del sensore AF mi si fossero rese indipendenti in caso di inquadratura verticale piuttosto che orizzontale... Diciamola tutta: la struttura del Menù Nikon così organizzata va sicuramente adeguata alla mole di contenuti attuali, in termini di comprensibilità delle singole voci. Nikon ha pubblicato allo scopo un addendum alla guida online già esistente alla macchina, diventata già obsoleta in pochi mesi dalla presentazione: sono 98 pagine importantissime che vi allego in calce a questo thread nato per raccogliere le vostre impressioni al riguardo ed i vostri/nostri progressi nello studio dei menù così innovati e delle scoperte che ognuno di noi possa fare. Sarebbe utile che questo addendum andasse ad arricchire la guida online già superata, in maniera da avere un supporto web sempre consultabile anche al momento del panico: col suo motore di ricerca in lingua italiana. Vi lascio iniziativa e spero di ottenere il vostro riscontro, che diventerà utile sia a livello didattico, discutendo della materia in oggetto, ma sopratutto come elemento di supporto ai possessori presenti e futuri di questo capolavoro che è la Nikon Z9... Z9_FU_addendum_En(It)01.pdf
  7. Pubblico questo video che qualche mese fa, la sensibilità di Federica Re, moglie del nostro amico Adriano Max (Axnaird) che vi ha collaborato, è stato realizzato utilizzando come immagini alcune delle mie foto delle concitate fasi successive all'attentato a Paolo Borsellino ed alla sua scorta, oltre ad altre che riguardano anche Giovanni Falcone. Scelgo appositamente il termine attentato con tutte le sue valenze politiche ed eversive. Il Seme.mp4
  8. Quest'anno è il trentennale delle stragi di Palermo, quelle di Capaci e di via Mariano d'Amelio: ingenerate dall'esecutività delle sentenze del maxiprocesso, che sfociarono in moltissimi ergastoli e pene detentive di lunga durata, non più messe in discussione dalla sezione della Corte di Cassazione dove operava il giudice Corrado Carnevale, l'ammasentenze, sul quale contavano gli uomini delle mafie, messo in condizioni di non nuocere proprio da Giovanni Falcone attraverso un escamotage che impedì di assegnare sempre alla stessa sezione della Corte le sentenze appellate per reati connessi alla mafia. Quando i mafiosi si resero conto di non godere più della protezione politica dei loro padrini a Roma, a marzo del 1992 cominciarono con l'assassinio di Salvo Lima, il referente andreottiano della DC siciliana, poi con la strage di Capaci (della quale oggi ricorre anniversario), quindi con quella di via d'Amelio e conclusero l'anno con l'assassinio dell'altro influente democristiano, Ignazio Salvo, anch'esso legato a Lima e a capo del sistema delle esattorie fiscali della Sicilia, materia per la quale la regione essendo autonoma aveva competenza esclusiva. Le stragi ciontinuarono nel 1993 e 94 a Roma, Firenze e Milano e furono fermate solo con gli accordi segreti che tanto fanno ribollire il sangue dei cittadini onesti, fra Stato e mafia. --- Trent'anni fa, quando saltò in aria l'autostrada A29 allo svincolo di Capaci, per uccidere Giovanni Falcone, sua moglie e la scorta io ero a mare a Mondello in gommone, a fotografare regate di windsurf. Da quel momento e per anni smisi e mi occupai fotograficamente di altro. Ero ai funerali di Falcone e partecipai alle catene umane di protesta della popolazione, che nei mesi successivi impegnarono insieme a tutti i comitati di lotta civile la nostra città e, poco alla volta, l'opinione pubblica del nostro Paese. Ero uno dei primi fotografi che arrivarono in via Mariano d'Amelio, quando meno di due mesi dopo, fu il turno di Paolo Borsellino e dei suoi agenti di scorta: ne ho scritto in più occasioni, qui su Nikonland Nei trenta anni fin qui trascorsi, ogni anno ho partecipato da cittadino a quello che ritengo un mio impegno civico: ricordare, aggiungendo con la mia fotocamera, cuore (cor-cordis) alla semplice memoria dei fatti. Sono riuscito a coinvolgere i miei figli e spero che abbiano capito il senso e che mi sostituiscano quando io sarò troppo stanco per continuare. E se oggi non mi pare di aver visto Letizia Battaglia, come in tutti questi anni, L'HO SENTITA PRESENTE. Sono stato in diversi posti in questi tre giorni: nelle mie foto lo potete vedere... Al Foro Italico dove quest'anno è stato montato un palco per le interviste ai personaggi politici e della solidarietà che vi si sono alternati stamattina, davanti ad una platea sterminata di ragazzi, provenienti dalle scuole di tutta Italia, ed anche di semplici cittadini, come me. Poi sono andato (per la prima volta in questi trent'anni) sotto quel tratto di autostrada dove hanno edificato un giardino della memoria, con murales, foto dei caduti e, sopratutto, alberelli di ulivo, ognuno dedicato alle vittime delle stragi palermitane, ai poliziotti caduti nell'adempimento del mestiere, alle vittime civili... Ho visto l'ingresso del tunnel di scolo dentro il quale avevano passato il tritolo che servì allo scopo e ho fotografato da lì il casotto in alto dal quale fecero brillare l'esplosivo e saltare in aria il convoglio delle auto di Giovani Falcone... fino ad ora mi aveva fatto orrore, ogni volta che passavo la sopra, su quell'autostrada che imbocco tante volte nella mia vita per motivi dei più vari. Sono stato quindi all'albero falcone, quella splendida magnolia che cresce nel cemento del marciapiede davanti alla casa che Falcone e sua moglie Francesca Morvillo abitavano, quando erano a Palermo e che in questi trent'anni si è trasformato nel diario dei passanti e di tutti coloro che avevano da dedicare un pensiero alle vittime di tanto orrore. Un punto di riferimento e di incontro: con la garitta blindata che ospitava l'agente di scorta allora, rimasta a significare il livello di paura e di scontro sociale che era la mia città negli anni 80 e 90 del secolo scorso. Oggi è difficile portare i ragazzini che non hanno percepito nulla di quello che racconto nelle mie foto, e trasmettere loro la motivazione per assistere a queste cerimonie: stanno tutti insieme, cantano e ballano, scattano selfie e festeggiano quello che in realtà sarebbe il funerale della speranza di civiltà, che in questo modo attraverso questa purificazione giovanile, torna ad essere occasione di gioia e di appartenenza al territorio che vogliamo, oggi più di allora, resti NOSTRO. Per questo oggi hanno invitato perfino Gianni Morandi a cantare la sua canzone di Sanremo di quest'anno: sulla tenacia e la tensione verso l'obiettivo. In fondo ci sta... Stai andando forteApri tutte le porteGioca tutte le carteFai entrare il sole Si...!
  9. PA 23-05-2022 h 17.58.00 No words ... Max Aquila photo (C)
  10. l'ironia sul cuoco riguarda i dogmi: quelli che se non si arriva a quel punto ...non sei bravo: e allora giù di ricette e finisce che tutti fanno la stessa foto e si abbassa il livello critico. Un esempio? L'acqua che scorre che ormai sembra un clichè debba essere ripresa col filtro ND1000 per fare buio in pieno giorno e utilizzare tempi che consentono di vederla cardata, pettinata, filata e chi più ne ha più ne metta. Lo stesso concetto per gli sfondi irriconoscibili che comportano l'utilizzo di obiettivi nati per realizzare altro generedi foto, forzati a ottenere QUEL risultato. Auspico invece che ogni fotografo riesca a prendere la sua strada interpretativa, in ogni genere del creato. Senza che nessuno si offenda, neh...
  11. con quegli occhi e la Z9...oggi è un zic ! Certo deve usare il 100-400 coi tubi e con le ricette del cuoco... Se no il pureè non viene della giusta compattezza. A me le sue col 105 e per giunta alle prime armi, piacciono già così: senza dovere per forza ridurre la libellula ad un ...dinosauro? Non si dice così?
×
×
  • Create New...