Jump to content

Gianni54

Nikonlander Veterano
  • Content Count

    1,585
  • Avg. Content Per Day

    2
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    12

Gianni54 last won the day on February 17

Gianni54 had the most liked content!

Community Reputation

412 Excellent

1 Follower

About Gianni54

  • Rank
    Nikonlander Veterano

Recent Profile Visitors

2,085 profile views
  1. La preferisco così, a colori e senza ovale.
  2. 1. La foto infonde serenità, ma non mi piacciono le persone con gli arti tagliati. 2. Bella, ma troppo “Franco Fontana”, anche se lui era per il colore forte. 3. Piacevole, simpatica, bel colpo d’occhio. Peccato per l’inclinazione. 4. Bella, a colori sarebbe stata magnifica. 5. Infonde la tristezza e la solitudine dei giorni nostri. 6. Un bel panorama, con un cielo da valorizzare maggiormente. 7. Peccato la vignettatura ellissoidale. 8. Drammatica, proprio da bianco e nero. 9. Bella, peccato il seppia. 10. Non mi piacciono le persone tagliate. 11. – 12. Un riflesso difficile da cogliere, ma l’alternarsi delle strisce più chiare e più scure non mi convince. 13. Bella nella sua semplicità o ingenuità. 14. Bella, una foto da copertina, magari a colori. 15. Perché una sequenza? In bianco e nero ricordo tuoi scatti memorabili. 16. Bella, con un pelo di contrasto in più avrebbe reso l’idea di come era dura la vita dei contadini dell’epoca. 17. Se non è costruita è una bella foto di street. 18. Bella. Peccato per le ali tarpate. 19. Buona l’idea del colpo. Peccato quei numeri delle palline e delle mazze diversi che annullano la dinamicità. 20. L’occhio non trova subito il soggetto principale, troppe distrazioni e troppo scura. 21. Bella, ma proprio bella. 22. Un bel cielo avrebbe meritato un po’ più lavoro e peccato quel grattacielo inclinato. 23. Teste tagliate, strumenti tagliati. Avrei strinto maggiormente sui corni o avrei allargato l’immagine includendo anche i musicisti. 24. Bella. 25. Peccato sia in bianco e nero. 26. Mi dispiace per il cavallo, ma non mi dice niente. 27. Una Ferrari di F.1 deve essere sempre rossa, di nome e di fatto. Ciò detto, la foto è comunque bella. 28. Nel contesto della Basilica forse avrebbe reso l’idea, ma da solo? 29. Evocativa, ma avrei proposto i grattacieli in verticale.
  3. Dare una risposta al tuo quesito non è semplice ed immediato, perché come hanno già detto in diversi, ogni attrezzo ha, o ha avuto, la sua importanza nella mia crescita fotografica. Da felice possessore di un corredo Pentax, iniziai a desiderare la reflex della Casa Gialla dopo aver provato una F3 ed ogni giorno valutavo il possibile, ma costoso, passaggio a Nikon. La cosa avvenne nella tarda primavera del 1984 con l’acquisto di una FE2, con tre ottiche Ais (24/2,8 - 50/1,8 - 105/2,5). Negli anni a venire il corredo crebbe con l’arrivo di un 180/2,8ED, un 35/1,4 e finalmente di una F3 HP. Queste appena citate furono macchine importanti che mi portarono a produrre foto tecnicamente corrette, fatte da un artigiano copiatore (come dice bene Vignoli). Però non ero per niente contento degli sviluppi dei negativi e delle diapositive che offrivano i laboratori, dove con una certa frequenza arrivavano pellicole con macchie, punti neri o caratterizzate da bagni oramai stanchi. Ma al dilettante questo toccava e questo mi fece allontanare dal mio hobby preferito. Periodo di inattività, che ho riempito con la scannerizzazione del materiale analogico (negativi e diapositive) in digitale, mediante l’utilizzo di uno scanner, guarda caso, Nikon. Iniziata l’epoca del digitale, decisi ad acquistare nel 2013 la Df, per la sua somiglianza con la F3 e perché offriva la piena compatibilità con le ottiche manuali Nikkor. Questo è stato il mio primo approccio serio con il digitale, al fine riuscire a sfruttare almeno in parte il suo enorme potenziale. Inoltre, la Df, grazie alla sua facilità d’uso e la splendida qualità dei file che sfornava, mi ha consentito di apprendere i vantaggi e la comodità dell’autofocus con il 50 AFS f. 1,8 del kit, facendomi riporre nella vetrina i vecchi Ais. Acquistata una coppia di zoom tuttofare (24-35/2 Sigma e 70-200/4 Nikkor), iniziai da subito a vedere miglioramenti nella qualità dei file (maggiore contrasto, definizione e correttezza nella messa a fuoco). Da quel momento è migliorata anche la qualità dei miei scatti, perché queste facilitazioni mi consentivano di dedicarmi maggiormente all'inquadratura. Sia chiaro sono rimasto sempre un modesto artigiano, ma la passione è tanta ed oggi ogni volta che esco per fotografare, riprendo quello mi piace e come piace a me, con grande divertimento. In questi anni se un po’ mi vedo migliorato lo devo anche a Nikonland.
  4. Conta molto, ma conta più il fotografo.
  5. Tu sei bravo, sarei curioso di sapere quanti schiacciabottoni sarebbero in grado di brandire un 300 o un 500 ed eseguire un panning ad 1/30 o ad1/50. Io appartengo alla categoria di quelli che non ci riescono.
  6. Molto bella, sia la penna che la foto, complimentoni
  7. "C’è un premio importante, e non occorre essere Henri Cartier-Bresson per riceverlo: fare, ogni volta che si fotografa, quello che ci piace e, nel tempo, migliorare come fotografi!" In questa frase hai sintetizzato tutto di importante che occorre fare, per essere dei buoni artigiani. Ottimo articolo, complimenti.
  8. Bella la stilografica, è un'Aurora? Complimenti anche per la composizione.
  9. Bellissimo modello, lo possiedo anch’io. Però lo potevi collocare su un pezzo di binario, per dargli maggiore risalto, sul nudo tavolo mi sembra mortificato. La foto, comunque, è da Catalogo.
  10. Stare chiusi in casa è dura, io ero abituato a fare quotidianamente 10/15 chilometri di camminata per le colline circostanti adesso li rimpiazzo con un po' di ginnastica dolce e tanta cyclette, ma non è la stessa cosa. Riguardo alla fotografia, non mi piace fotografare in casa e, pertanto, per ingannare il tempo ho iniziato a conoscere Photoshop, dato che è compreso nell'abbonamento. Fino ad ora mi son fatto bastare e mi avanza Lightroom, ma non trovando meglio da fare ho iniziato a sorbirmi tutti i tutorial presenti sul sito di Adobe e piano piano inizio a impararne i segreti e quello che può o potrà aggiungere alle mie foto. Nel frattempo ho anche aggiornato il PC, né aveva bisogno ed adesso va veloce come il vento, ma è dura resistere al chiuso, stiamo perdendo una delle più belle stagioni dell'anno, ammesso che basti, e dalle mie finestre non riesco a cogliere spunti creativi. Ho anche riletto numerosi vecchi articoli presenti su Nikonland e Nikonland.EU. Meno male che Nikonland c'è. Un saluto.
  11. No, no funziona benissimo, solo che il giardino è stato chiuso ieri e pure la fonte, il vento che da ieri soffia ha fatto il resto.
×
×
  • Create New...