Jump to content

Recommended Posts

  • Redazione

Già, scrivo il sequel!
Due i motivi:
* Ho rivisto la regolazione dei file, e mi interessa avere la vostra opinione in merito
* Ho aggiunto altre immagini

quindi, forza: fatemi sapere cosa ne pensate, per la PP in assoluto ed in rapporto al primo tentativo, che trovate qui.

Ero indeciso se fare un articolo sugli animalscapes o un sequel del precedente post, un po' compromesso dalla PP approssimativa.... ha vinto la seconda opzione, per l'articolo sarà per un'altra volta. E comunque: interessa? 

Sfocatone con il 500, in questo tipo di fotografia più che le qualità intrinseche della lente conta il posizionamento reciproco tra fotografo, soggetto, primo piano e sfondo. Il 500PF, di suo, ha un buono sfocato, ma questo tipo di crema non si trova nella scatola con l'obiettivo e va aiutata....

MV-Z6-20200927-0019_1280.thumb.jpg.306873a6176a25b4a7db06cd4a007ddf.jpg

Z6 su 500/5.6PF 1/400 f5.6 ISO200

Il 70-300 AFP, alla sua prima uscita a fotografare animali in montagna, si è rivelato uno strumento molto efficace, consentendo di passare in un batter di ciglia da questo genere di foto....

MV-Z6-20200927-0172_1280.thumb.jpg.2640789d24013fbbf24a70857d1b9020.jpg

Z6 su 70-300/4.5 - 5.6AFP @ 70mm 1/320 f8 ISO200

... a questo. Il tele 70-xxx è un vero e proprio must per il fotografo di animali che voglia ambientare i propri soggetti! E se per trovarli deve camminare molto in salita, sarà facile prediligere ul leggerissimo ma performante 70-300/4.5 5.6 ad un più performante, ma meno versatile e ben più pesante, 70-200/2.8.  

MV-Z6-20200927-0202_1280.thumb.jpg.d0d907082ccf2e7af289ff319dbf1835.jpg

Z6 su 70-300/4.5 - 5.6AFP @ 300mm 1/320 f8 ISO200

Ma certi scatti hanno bisogno di 500mm

MV-Z6-20200927-0291_1280.thumb.jpg.6e213abc396da844149c2c6cc4f82cf5.jpg

Z6 su 500/5.6PF 1/500 f5.6 ISO400

Ma le situazioni si succedono, occorre non essere pigri e cambiare lente. In particolare se per stare più leggeri si è portato un solo corpo!

MV-Z6-20200927-0360_1280.thumb.jpg.da6319778d8dd808ea0abfb6c5daa139.jpg

Z6 su 70-300/4.5 - 5.6AFP @ 240mm 1/200 f10 ISO400

Stessa cosa per le impostazioni di scatto, sperando in qualche cornata imposto tempi più rapidi ed apro il diaframma per lasciare l'ambientazione ma "staccare" di più e quindi accentuare l'attenzione sul soggetto. E nel frattempo mi sono spostato qualche metro a sinistra cercando un angolo più favorevole....

MV-Z6-20200927-0396_1280.thumb.jpg.ef67469c2377a1b41f505cf22244ccbc.jpg

Z6 su 70-300/4.5 - 5.6AFP @ 210mm 1/800 f6.3 ISO400

Ma non succede... uno si siede e l'altro continua la passeggiata. Lo zoom continua a fare il suo lavoro!

MV-Z6-20200927-0446_1280.thumb.jpg.0f4432462068af835f2f0c4bf4a32fe5.jpg

Z6 su 70-300/4.5 - 5.6AFP @ 70mm 1/400 f8 ISO200

.... e ancora, sarebbe bello averli davanti a quello sfondo!!!!

MV-Z6-20200927-0483_1280.thumb.jpg.87f212ff40f377007449fe3687ed9715.jpg

Z6 su 70-300/4.5 - 5.6AFP @ 95mm 1/200 f16 ISO400

Ma ci dobbiamo accontentare, vista la morfologia del terreno (la foto sopra è sostanzialmente l'angolo in alto a destra di questa) è impossibile senza avvicinarsi troppo. E noi siamo già molto vicini!

MV-Z6-20200927-0538_1280.thumb.jpg.0c85b1ee1d80bf1508a0e066fa90a85a.jpg

Z6 su 24-70/4S @ 46mm 1/50 f11 ISO100

MV-Z6-20200927-0570_1280.thumb.jpg.9c64eecaef5fa9c8fdf1555663dc42fc.jpg

Z6 su 24-70/4S @ 29.5mm 1/125 f11 ISO250

Ma è tempo di rientrare, volgiamo lo sguardo nella sua stessa direzione!

MV-Z6-20200927-0710_1280.thumb.jpg.8123741f369866f9dadead28669451be.jpg

Z6 su 70-300/4.5 - 5.6AFP @ 70mm 1/320 f5.6 ISO320

Commenti e critiche sempre ben accetti!

 

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander Veterano

Bellissime Foto.
Questa volta anche la PP mi sembra molto più "reale" ed azzeccata, con questi tre obbiettivi si riesce da vero a poter fare tutto con molta meno fatica.

La Terza la mia preferita in assoluto.
 

Mi piacerebbe molto vedere e fotografare Stambecchi, ma sono molto indietro.
Ieri ho visto, a cannocchiale, :frigno:  il mio primo Camoscio....

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander

Ciao Massimo, le foto sono bellissime, i luoghi incantevoli e io proseguo l'allenamento per rimettermi in forma per poter tornare su anche io!
Riguardo alla PP, onestamente faccio fatica a capire, ma c'è qualcosa che non mi torna. Queste le trovo migliori delle altre, ma rimane qualcosa di croccante che non riesco a identificare: siccome è tutto nuovo, non riesco a trovare un indiziato. Potrebbe essere la lente, o la stagione, oppure COne, però vedo gli sfondi molto presenti (in parte è voluto, ad f11) ma sembra quasi come se su LR si fosse usato troppo lo slide della chiarezza. Può essere un risultato dell'esportazione della foto in jpg?

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Una serie di foto veramente affascinanti: non posso che ammirare la tua passione per la montagna e le tue  capacità. la tua sensibilità nel tradurre in immagini le  sensazioni che che provi in quei momenti.

Qui il soggetto  (nella maggior parte delle foto) sono i monti e le vallate, e gli stambecchi ne sono il giusto complemento. Tra tutte la mia preferita è la nona, con gli stambecchi che si riposano: mi trasmette un senso di vasta quiete, di silenzio calmo e capisco perché lo chiamano Gran Paradiso..

Sugli aspetti tecnici della post-produzione non posso pronunciarmi per la mia profonda incompetenza in materia. E anche per qualche limite nelle capacità visive.

ciao

P.S. Cè n libro, edito dal Parco del Gran Paradiso, con foto di Giorgio Marcoaldi: merita di essere guardato.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander

Ciao Massimo. Mi sono preso il tempo per raffrontare "empiricamente" (da una finestra del browser all'altra) questa parte con le immagini della prima parte della tua pubblicazione... Decisamente mi sembrano più bilanciate queste, in particolare tra la prima "di là" e la penultima "di qua", qualcosa in meno di "vividezza"/"saturazione" ma un'impressione di minori "artefatti". Poi vabbè logico che devono essere funzionali al tuo gusto del momento... e veramente basta un nonnulla in una regolazione per cambiare un'immagine. In ogni caso tranquillo che la magia traspare ora come prima ;) complimenti!

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander

Gran belle foto, così più morbidine sono decisamente più belle e naturali a mio gusto.

I colori sono diversi da quelli di Lightroom? 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Gianni ha scritto:

Bellissime Foto.
Questa volta anche la PP mi sembra molto più "reale" ed azzeccata, con questi tre obbiettivi si riesce da vero a poter fare tutto con molta meno fatica.

La Terza la mia preferita in assoluto.
 

Mi piacerebbe molto vedere e fotografare Stambecchi, ma sono molto indietro.
Ieri ho visto, a cannocchiale, :frigno:  il mio primo Camoscio....

Diciamo che gli stambecchi sono molto meno elusivi dei camosci, si avvicinano abbastanza agli umani, almeno sul Gran Paradiso, dove sono abituati a vedere gente sui sentieri.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander Veterano

Cosa vuoi che ti dica Massimo, il tuo lavoro è eccellente e a me personalmente a vedere questi tuoi interventi sul PNGP mi viene addosso una tristezza che nemmeno la immagini..

la tristezza dovuta al pensiero di non poter più stare su quei sentieri..  solo.. col il vento che ti accarezza ad ogni istante.. tu loro e le montagne..  vabbè che ci vuoi fare?  guarderò le tue immagini..

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander

 

Allora , oh sono solo delle mie impressioni , quindi tali rimangono e per tali prendile :)

 

trovo ancora un po' troppa MDC , non penso possa essere la sola lente , la vedo sia sul 500 che sul 70/300 
proverei a toglierne il 30% sul fotogramma intero ed il 15% sul soggetto (% a caso ma per fare capire l'entità) 
A mio avviso forzare la MDC o come dice Leo alzare troppo la chiarezza porta le scale di grigio , se non le converti , a sparare troppo , infatti il "problema" lo vedi + sulle rocce che sui toni marroni 
se la converti in BN per me non lo vedi più , ma qui è colore 

Sono d'accordo sulla questione del 500 , PDR soggetto e sfondo , e che si possa aiutare si , però con l'f4 lo dovi fare meno e rimane sempre più omogeneo 
mi pare pecchi sugli sfondi ad alto riverbero , luminanza , se guardi foto anche tue con sfondi con una trama piu densa , con meno sbalzo di luce tra soggetto e fondo , lavora bene 
è un ottica , per capirci , che piace anche a me , ha la sua enorme forza nella trasportabilità , peccato per quel dettaglio , che poi magari è una mia fisima 
e sopratutto come si dice , "sciuscià e sciorbì no se peu" 

Il 70/300 lavora molto bene , decisamente meglio sotto i 120  , esempio foto 6 e 7 sul 7 a 70mm la tridimensionalità che ti ha dato è molto bella 
decisamente meglio di come ti ha staccato il fondo nella 6 a 210mm 

 

Mi mancano quei posti , devo rimettermi in forma e alleggerirmi , in tutti i sensi :D
 

un saluto 

 

 

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • Redazione
13 ore fa, Leo ha scritto:

Ciao Massimo, le foto sono bellissime, i luoghi incantevoli e io proseguo l'allenamento per rimettermi in forma per poter tornare su anche io!
Riguardo alla PP, onestamente faccio fatica a capire, ma c'è qualcosa che non mi torna. Queste le trovo migliori delle altre, ma rimane qualcosa di croccante che non riesco a identificare: siccome è tutto nuovo, non riesco a trovare un indiziato. Potrebbe essere la lente, o la stagione, oppure COne, però vedo gli sfondi molto presenti (in parte è voluto, ad f11) ma sembra quasi come se su LR si fosse usato troppo lo slide della chiarezza. Può essere un risultato dell'esportazione della foto in jpg?

Bravo, vedi di metterti in forma perché Marco ha di molto alzato l’assicella (io fatico a stargli dietro!!!)

Grazie per la dritta, controllo lo sharpening in esportazione.

Link to post
Share on other sites
  • Redazione
3 ore fa, cris7 ha scritto:

Gran belle foto, così più morbidine sono decisamente più belle e naturali a mio gusto.

I colori sono diversi da quelli di Lightroom? 

Si, ma di base non tantissimo. Funzionano in modo diverso i preset, e sto usando molto il Landscape, cosa che su LR non facevo mai. Piuttosto COne è molto più sensibile alle variazioni nel bilanciamento del bianco e gli slider hanno un’ampiezza di funzionamento più elevata. Quindi è possibile ottenere risultati più lontani dal “normale” delle mie foto.
Ma il killer del primo giro di regolazione è stata la regolazione automatica dei livelli. Introduce un contrasto eccessivo. Ed il comando contrasto e saturazione: da lasciare su zero per questo tipo di foto. Insomma, se cerchi “il naturale” ci sei già senza regolare nulla, cosa che in LR non è vera. Se tocchi subito ti innamori del “più bello del vero”, ma poi se riguardi vedi che è falso...

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites
  • Redazione
1 ora fa, Muncias ha scritto:

 

Allora , oh sono solo delle mie impressioni , quindi tali rimangono e per tali prendile :)

 

trovo ancora un po' troppa MDC , non penso possa essere la sola lente , la vedo sia sul 500 che sul 70/300 
proverei a toglierne il 30% sul fotogramma intero ed il 15% sul soggetto (% a caso ma per fare capire l'entità) 
A mio avviso forzare la MDC o come dice Leo alzare troppo la chiarezza porta le scale di grigio , se non le converti , a sparare troppo , infatti il "problema" lo vedi + sulle rocce che sui toni marroni 
se la converti in BN per me non lo vedi più , ma qui è colore 

Sono d'accordo sulla questione del 500 , PDR soggetto e sfondo , e che si possa aiutare si , però con l'f4 lo dovi fare meno e rimane sempre più omogeneo 
mi pare pecchi sugli sfondi ad alto riverbero , luminanza , se guardi foto anche tue con sfondi con una trama piu densa , con meno sbalzo di luce tra soggetto e fondo , lavora bene 
è un ottica , per capirci , che piace anche a me , ha la sua enorme forza nella trasportabilità , peccato per quel dettaglio , che poi magari è una mia fisima 
e sopratutto come si dice , "sciuscià e sciorbì no se peu" 

Il 70/300 lavora molto bene , decisamente meglio sotto i 120  , esempio foto 6 e 7 sul 7 a 70mm la tridimensionalità che ti ha dato è molto bella 
decisamente meglio di come ti ha staccato il fondo nella 6 a 210mm 

 

Mi mancano quei posti , devo rimettermi in forma e alleggerirmi , in tutti i sensi :D
 

un saluto 

 

 

 

Certo che le accetto, le ho chieste e tu hai impiegato il tuo tempo per scriverle, che altro potrei voler fare?

Detto questo, la MDC l’ho lasciata al default, possibile che sia troppa quella applicata - sempre sul default del programma a meno di una inconsapevole ditata - post ridimensionamento. Devo verificare innanzitutto quello, perché guardandola a monitor prima del ridimensionamento mi sembrava perfetta, mentre qui ne vedo un po’ troppa anche io.

Il 70-300 AFP non ha quella caduta verso le focali più lunghe: parli di questo o del precedente AFS? Io su Z6 lo trovo usabile a tutte le focali, e non solo in rapporto al prezzo ma in assoluto. 

Mentre il 500PF sta salendo sempre più nella scala del mio apprezzamento e, al momento, ho visto una sola vola un apprezzabile decadimento sullo sfocato rispetto al 500/4FL. Ovviamente non considerando la fisiologica differenza di PDC legata allo stop. Ma in montagna non c’è match tra i due. Ed io il 500/4FL l’ho portato con me in posti parecchio remoti, per cui con il 1.5kg di differenza della lente nello zaino ci convivo tranquillamente. E pure nell’usarlo a mano libera. La differenza vera è nella maneggevolezza del poter stare su terreni ripidi e scoscesi usandolo a mano libera come fosse un 70-200. E, sempre senza appoggiarsi, cambiarlo con le altre lenti. In particolare questa seconda cosa.
Ma appena avrò un po’ di tempo proverò a fare una comparativa, tra i due 500, giusto per oggettivare la cosa.
 

Link to post
Share on other sites
  • Redazione
4 ore fa, cismax ha scritto:

Diciamo che gli stambecchi sono molto meno elusivi dei camosci, si avvicinano abbastanza agli umani, almeno sul Gran Paradiso, dove sono abituati a vedere gente sui sentieri.

Eh, era così molti anni fa. Da qualche parte in cantina devo avere dei ritratti fatti con la velvia, il 28AFD e la F100. Ma ora al gran paradiso la cosa si è quasi ribaltata, con la popolazione di stambecchi drasticamente ridotta da una malattia. Moltissimi individui catturati per “etichettare” le orecchie, cosa che oltre a renderli infotografabili li ha anche resi diffidenti. Mentre i camosci sono ora in crescita e, sempre ai tempi della F100, erano molto più difficili rispetto ad ora....

Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander
21 ore fa, Massimo Vignoli ha scritto:

Detto questo,

non conosco CO ed i sui preset o parametri di lavoro , non saprei quindi cosa fare , bisogna che ci studi , d'altronde nella PP non si può avere fretta 
bisogna capire come muoversi con quello che si ha a disposizione ,  certo potrebbe anche essere che il sito stesso , al caricamento della foto applichi di suo un po di nitidezza , qui ci vuole Maratta per dare conferma ...
ogni modo mi pare sempre troppa , ricordo delle altre foto , sempre fatte al PNGP , dove ti dissi che somigliavano alle foto di Unterthiner , li , a mio avviso , era un bel bilanciamento del tutto 

ma no , mi pareva dalle due foto che avevo indicato che lavorasse decisamente meglio su quelle piu corte , ma ci vorrebbe piu casistica da valutare 

guarda , come dicevo quel 500PF attira anche me , per questo ho dato per un po di tempo occhio alle immagini che vedevo in giro qui e la , e mi pare che 
il grosso lo molli solo in quelle condizioni dove la proporzione soggetto sfondo propenda per lo sfondo , cioè , soggetto 1/5 del fotogramma e fondo con 
luce maligna , allora denota un po' di debolezza nel reggere quelle condizioni rispetto all'F4 
Detto questo ,  il portare , e tu ragioni su di un FL , io su di un 3.8kg del AFS , a giro tutto il giorno una tale lente era cosa di anni fa 
adesso se faccio il viaggio , lo butto nello zaino , si lo camallo per qualche aeroporto , ma poi la o sei in jeep  o macchina , la fai 
portarlo per 1000 o piu metri di dislivello è altra cosa , e li sta la cosa pazzesca del PF 

Bella , allora spero tu possa riuscire a trovare il tempo per fare la comparativa 

Link to post
Share on other sites
22 ore fa, Massimo Vignoli ha scritto:

Eh, era così molti anni fa. Da qualche parte in cantina devo avere dei ritratti fatti con la velvia, il 28AFD e la F100. Ma ora al gran paradiso la cosa si è quasi ribaltata, con la popolazione di stambecchi drasticamente ridotta da una malattia. Moltissimi individui catturati per “etichettare” le orecchie, cosa che oltre a renderli infotografabili li ha anche resi diffidenti. Mentre i camosci sono ora in crescita e, sempre ai tempi della F100, erano molto più difficili rispetto ad ora....

si vede che non ci vado da un po' eh? :D 

Link to post
Share on other sites
  • Redazione
Il 5/10/2020 at 10:03, Leo ha scritto:

Può essere un risultato dell'esportazione della foto in jpg?

Leo, centro perfetto. Ed ecco perché non mi sono accorto mentre le regolavo!!!!!
La nitidezza in fase di regolazione l'ho lasciata al valore di default (che capture one calcola in base alla macchina e forse anche ad altri parametri, devo controllare), per me è perfetta.
Ma in esportazione può essere applicata una ulteriore passata dedicata allo specifico output, che sia la stampa o lo schermo. Quel valore - devo avere dato una ditata - era impostato molto più alto (60) del default (0). Ed il jpg 1280x852 è diventato troppo "brusco"! Bene, altro "problema" risolto!  

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...