Jump to content

Massimo Vignoli

Redazione
  • Posts

    3,634
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    84

Everything posted by Massimo Vignoli

  1. Si, ho già visto foto di questa sessione ma avrei detto che fossero le tue. Lei è spaziale, l'idea pure - devo dire che la fotograferei proprio volentieri.
  2. Giusto per estendere l'informazione anche a COne, direi che questa passaggio e gestione integrata delle informazioni è presente anche li e funziona diversamente a seconda dell'obiettivo, più o meno come vedi su LR Allego un po' di screen shoot con diverse lenti montate, ma tutte su Z6II. Questo è il 500/4 via FTZ - COne indica "manufacture profile" Questo è il 70-300/4.5-5.6 AFP via FTZ - COne indica "manufacture profile" Questo è il 24-70/4 - COne indica il profilo specifico (ma mi consente di toglierlo) Questo è il 14-24/2.8S - COne indica "Manufacture profile" Questo è il 105/2.8MC S - COne indica "Manufacture profile" Ovviamente, se tolgo "manufacture profile" ed inserisco "generic" noto che un po' i risultati cambiano, in particolare per vignettatura e distorsione. Quanto cambiano dipende dalla lente e, come atteso, tra gli esempi sopra quello che cambia di più è il 24-70/4. Non carico risultati perchè finirebbero per "infangare" la reputazione di quel 24-70/4, che per me è un'ottima lente, senza peraltro sapere se quello che vedo con "generic" è la qualità "reale" della lente o un profilo generico di COne del tutto inadatto a quella lente. E francamente di fare esperimenti con SW diversi quando la qualità raggiunta è ottimale mi sembra tempo perso.
  3. Beh Max, soluzione nel senso che funziona? Ma è utile o opportuno, tra le diverse opzioni, arrampicarsi fino a lì per riusare il 24-85 AF-D che è il peggiore tra i vari 24-85 prodotti quando c’è una pletora di alternative AFS e Z native che vanno meglio?
  4. Per me è un fake. La battuta sul treppiede capovolto, la “gobba”… non sono compatibili con annunci ufficiali.
  5. Sono felice che da quelle tre immagini sia uscita questa bella discussione. Un grazie a tutti ma in particolare a Max che ha “tirato la pietra nel gallinaio”. Andando al merito, io le ho inserite tutte e tre perché secondo me complementari, una sorta di trittico scaturito dal caso in quanto, come detto, non ho avuto molto tempo: non volevo disturbarle e loro erano nervose. Quindi non ne ho una preferita, non saprei dire quale sia la migliore e non credo che divise funzionino bene come insieme. Ma se avrò la fortuna ed il merito (per ora sono a circa 2.000 mt di dislivello in esplorazioni ma credo di aver trovato il posto giusto, non le ho fotografate ma sbinocolate si!!!!) di fotografarle come vorrei… spero che si noti la differenza. Ma dove le sto cercando? Il loro habitat sono le pietraie d’alta quota, dove finisce l’erba ma non iniziano ancora le pareti, possibilmente non fatte da grandi massi. Ovviamente prediligono zone poco disturbate, ma non mi è ancora chiaro se stanno preferibilmente sui versanti sud (anche se li le ho viste). Detto questo se ci sono esperti in materia che leggono ogni consiglio è ben accetto (beh, escluso quello di andare allo Stelvio 😀😀😀😀). “Purtroppo” per qualche settimana interromperò: stiamo entrando nel periodo del bramito, il Re mi chiama 😉.
  6. Anche io sono perplesso. Quando fotografo di solito metto a fuoco dove voglio, con il joystick ovviamente. L'azione immediatamente successiva è dare un colpo d'occhio sul perimetro del fotogramma per vedere di non stare tagliando/includendo niente di importante. Al che facile che questo automatismo mi farebbe andare fuori l'AF.
  7. Wow, che foto e che storia! Grande Castelli e pure grande Ross!
  8. Belli i gruppetti di ragazzi, o almeno a me piacciono… si vede che invecchio. Due domande: - provato a croppare via la la casa a destra e parte della strada (lasciando solo loro ed il muro)? - ma perché usi l’otturatore meccanico?
  9. Puoi farlo anche con LR, usando i pennelli. Più lento e meno preciso ma efficace!
  10. Molto semplice: per le foto fatte ad alti iso è pratica corrente regolare diversamente la parte a fuoco del soggetto con la normale nitidezza e meno o nessuna riduzione rumore e lo sfondo, sfocato e privo di dettagli, con meno o nessuna nitidezza e più riduzione di rumore. Molto semplice ma estremamente efficace. Molti SW hanno meccanismi più o meno sofisticati per riconoscere le zone ricche di dettaglio ed applicare la nitidezza, ma quasi tutti finiscono per spiattellare anche un po’ di dettaglio (LR è uno dei peggiori). Idem per la riduzione rumore. La soluzione sono le maschere e, possibilmente, usare un sw che gestisca i livelli. Una drammaticamente migliore efficacia nel fare questo è metà dei motivi per cui ormai un anno fa ho abbandonato LR per passare a COne.
  11. Quasi quasi vi invidio: a me quello sta così antipatico che non riesco a guardarlo per più di 1’.
  12. Certo: fotografi che operano in più ambiti con esigenze diverse possono aver bisogno di più corpi, ciascuno ottimizzato per quelle esigenze diverse. Ed in ogni caso fotografi impegnati hanno comunque bisogno di più di un corpo, spesso da usare insieme in ogni sessione di scatto abbinati ad obiettivi diversi. Io oggi ne ho tre e se guardo indietro negli ultimi 10 anni non ne ho mai avuti meno di 2, sempre diversi tra loro per essere complementari. A fare una metafora provocatoria, potrei volere una Ferrari per girare in autodromo ed un Land Rover per andare nel deserto. Oppure potrei fare entrambe le cose con un SUV molto sportivo. Il problema è che se, a priori, uno sa che il suo terreno PREVALENTE è l'autodromo o il deserto comprare una Porche Cayenne non sembra la scelta migliore. Ovviamente sono ragionamenti fatti sulla brochure della R3 e sui rumors della Z9, piacerebbe sabato portare la Z9 in montagna o in Lapponia per vedere come funziona
  13. Comunque, rileggendo il tutto, a me quello che fa più positiva impressione è che nella R3 abbiano applicato tutta quella tecnologia finalizzandola su un sensore da 24mpix. Esattamente quello che serve ai chi fa quel tipo di fotografia, sport e wildlife, con buona pace dei ragionamenti sul 4K nel video che sarebbe già abbondantemente superato. Ed esattamente quello che basterebbe a quasi tutti, considerato che poi la stragrande maggioranza delle fotografie fatte dalle varie Z7 e, prima, D850 finiscono per essere fruite su un monitor magari attraverso Instagram. La giusta scelta, insomma, di chi sa a cosa servono gli strumenti che produce. Su questo ambito d’uso, per design, la Z9 nasce penalizzata così come è nata penalizzata la A1 (ma in casa Sony ci sono le A9 a compensare). Per combinazione ieri mi sono riguardato il pdf della brochure della D5, che assomiglia in modo impressionante a questa della R3. brochure_nikon_D5_it_IT--original.pdf
  14. Visti ora i video della R3. Ho dovuto asciugare il tablet 😂😂😂😂 Battute a parte quello che ho visto lo devo vedere nel mirino della Z9, niente di meno!!!!
  15. Vedendolo (bello!) facevo una riflessione su quanto sia difficile per un creativo vendere a ragazzi di quell’età l’idea di fotografare con una macchina fotografica per produrre ricordi e/o arte. Mia figlia (quasi 17 anni) fotografa un sacco col telefono, ma lo scopo è sostanzialmente la condivisione e quindi non le passa nemmeno per l’anticamera del cervello usare qualsiasi cosa su cui non giri whatsapp o Instagram.
  16. Si, è una proposta molto interessante che finalmente materializza l’idea della mirrorless molto compatta anche su fullframe. In passato, ho fatto più di un viaggio turistico per città portando con me solo la reflex ed il 50/1.8 e scattando in bianco e nero. Questo 40/2 unito alle ML porta avanti lo stesso concetto di semplicità ma con ulteriore leggerezza e capacità di meglio sostenere il fotografo nell’intento artistico. E direi ad un costo particolarmente accessibile.
  17. Gracchio https://it.wikipedia.org/wiki/Pyrrhocorax_graculus
  18. Nicola, funziona perfettamente e lo consiglio senza riserve visto anche il prezzo che definirei molto onesto. Usarlo, inoltre, è semplicissimo! Considerato tutto questo e che è un sw piuttosto di nicchia non credo che farò un articolo. Almeno senza un certo numero di richieste dai Nikonlander!
  19. Eh si, proprio belle e significative: hai trovato nel bambino il vero soggetto mentre tutti avremmo fotografato l’artista di strada. Bravo!
  20. Per forza, la Z9 sugli attuali teleobiettivi deve portare le feature tipiche delle mirrorless e conservare la velocità base delle ammiraglie D che l'hanno proceduta. Che sia capace di farlo con l'attuale FTZ o che si debba adottare un nuovo FTZII per me non è importante per la Z9 quanto, potenzialmente, per tirar fuori qualcosa di più dalla attuale Z6II che uscita la Z9 sarà il mio secondo corpo.
  21. Per forza! Le coincidenze non esistono. Ci siamo tutti lamentati per la forma dell'FTZ da quando è uscito e non è successo nulla. Ora, in prossimità dell'uscita della Z9, la macchina professionale che finalmente sarà adeguata alla fotografia d'azione, si parla di un FTZII che uscirà insieme. Per me la correlazione con le ridotte prestazioni delle attuali Z con i lunghi tele è più che evidente, è sicura! Ovviamente non mi aspetto che da solo questo FTZII montato sulle attuali Z possa far miracoli.
  22. Il corvo è più grande ma sopratutto ha il becco nero e molto più robusto, oltre ad altre caratteristiche minori. Ma non ti preoccupare, una volta ho sentito un tizio che vedendo un gruppone di una ventina di questi Gracchi ha esclamato "guarda quanti falchi!!!!"
  23. Per me le vecchie glorie sono le lenti AIs, quelle con il motorino AF a manovella sono state la pena del passaggio tra manual focus e AFS: le lascerei, per chi le ha conservate, a dormire sonni tranquilli nell’armadietto. Io mi aspetto molto da questo FTZII, non solo nella forma - intorno quella stupida dell’attuale ho adattato l’attacco treppiede per evitare le spiacevoli interazioni - ma nelle prestazioni perché secondo me l’attuale ha responsabilità nel fare andare più lenti gli AF dei supertele. Non da solo, di sicuro, perché pure le Z attuali non fanno il loro come dovrebbero. Ma ne sono abbastanza convinto.
×
×
  • Create New...