Jump to content

Davide D.

Nikonlander
  • Content Count

    435
  • Avg. Content Per Day

    1
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Davide D. last won the day on April 6 2018

Davide D. had the most liked content!

Community Reputation

57 Excellent

About Davide D.

  • Rank
    Advanced Member

Recent Profile Visitors

1,030 profile views
  1. Sinceramente nella tua posizione non mi farei troppi scrupoli a passare al nuovo. Anche la D750 metterebbe in croce il tuo corredo, comunque. E allora tanto vale buttarsi sul nuovo corso... Trovo che sia un pò il discorso della volpe e dell'uva... pur augurando a Pentax e a tutti i suoi dipendenti lunga vita e decenni di contributi pensionistici, ottimisticamente direi che se pensano di rimanere l'unica isola reflex rimasta al mondo partendo dalla loro attuale fetta di mercato (e di catalogo...) beh, auguri! Non la vedrei insomma come una bussola per orientare i propri acquisti
  2. Ordunque... cominciando dall'inizio ti faccio già una contro domanda: con LR mi pare che non ci sia la possibilità di avere l'istogramma per canale giusto? Veniamo al dunque, l'altro giorno ho scaricato Capture One in versione prova... allora proviamo con lui: nel caso del bocciolo di oggi, pur senza capirci molto, appena aperta l'immagine questo è il risultato ed effettivamente c'è qualcosa che non va... Bastava un occhio esperto per notarlo, vero... ma come San Tommaso... Non mi sono ancora arrivati i diffusori... Parliamo di temperatura colore, purtroppo ho un debole per i °K in più che in meno... devo dire che controllando tutte le foto siamo tra 6300 e 6400°K Tint +1... al contrario di quelle fatte all'inizio di prova senza flash che sono... a 5200-5300! Bene direi...
  3. Nell'immagine da me postata in zona "D850" ovvero questa mi è stato fatto notare come le alte luci siano un pò troppo "alte"... Questo è l'istogramma... che non segnalerebbe pertanto pixel "bruciati". La domanda è, ci si può fidare e/o comunque abbassereste i bianchi per ottenere un effetto meno "pelato"?... oh dite pure, senza remore! p.s. a scanso di equivoci l'immagine è comunque in lavorazione
  4. ... Eh, il dubbio sarebbe venuto pure a me... ma l'istogramma non ha segnalato canali bruciati. Questo per la parte "tecnica", per quanto riguarda l'impatto visivo, si in effetti balza troppo all'occhio la parte in luce... Comunque non vorrei andare OT qui tra immagini di bel altra levatura, aprirei una discussione per parlarne nel forum...
  5. E io che aspetto la pensione per scattare di più... (e che per quando sarà spero di non dover spendere la buonuscita per la Z45!!) Grazie della prova Mauro! Sarei veramente curioso di provarla a bordo campo in palestra con luce "a notte"... certo con un tele luminoso of course
  6. Ciao! Per quanto riguarda la prima parte... quando si vuole "replicare" in qualche modo un certo mood, bisogna cercare di ricreare a 360° la scena originaria. Le foto che hai preso come esempio hanno tutto quello che serve per creare il personaggio che vogliono: macchina, abbigliamento, trucco e parrucco, accessori, punto di ripresa, composizione, postproduzione e... ultima ma non ultima la luce, il tutto coerente a creare una immagine di un certo tipo di personaggio... comunque a proposito di mood direi che molti altri meglio di me possono dare dritte più tecniche e precise. Sulla storia, può essere interessante. Sul lato immagine mi permetto solo di dirti di stare attento alla composizione: se la penultima è funzionale, l'ultima secondo me ha qualche elemento di disturbo di troppo e il soggetto fissa un tavolino che però viene tagliato...
  7. Mauro e Max. Nelle vostre parole mi sembra di sentire i racconti di una insegnante di scuola Media, che per anni ha cercato di inculcare i giusti concetti di analisi logica e grammaticale, oltre ai concetti dei libri... (OT Si esistono ancora maestri e prof del genere, frustrati da colleghi menefreghisti e ingnoranti e da genitori ipercritici verso tutto...). Le poche soddisfazioni erano dovute a quei ragazzi (più ragazze per la verità) che dopo qualche anno tornavano a trovarla per ringraziarla delle solide basi che un anno prima erano state date loro.... Questi ragazzi non sono diventati scrittori, luminari della scienza o astronauti, ma sanno come si scrive una lettera commerciale o un CV... Quindi, si sarebbe frustrante, ma talvolta qualche soddisfazione c'è. Questo per dire? Beh, che l'uso del flash è come una analisi grammaticale ben fatta. Sembra sempre una perdita di tempo, si pensa che la usino solo i professionisti del ritratto e che bisogna pagare un assistente per "reggere il moccolo"... ma un flash a parte con il suo diffusore fa veramente la differenza, anche per fotografare oggetti... grandi e piccoli... Se vi può consolare ho ordinato un paio di accessori (cit. necessori?) che qualche tempo fa Max mi aveva consigliato per il mio AD200... Dai che se anche un testone come me ne sente il bisogno, vuol dire che non tutti gli sforzi sono stati vani...
  8. E' chiaro che ognuno di noi fa le sue considerazioni in base ad esperienze, gusti, priorità e portafoglio... E tutti siamo passati attraverso errati acquisiti (ah io più di altri...). Per esempio io non prenderei ora una 750 nuova ma scontata, ma è anche vero che la mia l'ho venduta più di un anno fa ad un valore ancora buono... ma come si dice? Nema problema! Comunque ritornando in tema... Leggendo nel contesto di questa discussione "Altri dati di mercato" è chiaro che ogni mercato ha le sue regole e i suoi vizi. Azzardo un'ipotesi (magari errata..): in USA hanno accumulato molto magazzino di roba nuova (chiamiamola "fine serie"?) che devono smaltire con scontistiche adeguate. Forse in Europa il problema non si pone e infatti: Che più o meno è in linea di tendenza...
  9. Sull'usato, bisogna mettersi il cuore in pace, come per le autombili.. esci dal negozio e devi già togliere il 20% del valore di acquisto, dopo anni anche la metà e in pochi l'hanno capito, non solo tra i negozianti, ma anche tra privati... Il problema alla base dell'usato secondo me è che molti negozi, pur di incentivare l'acquisto del nuovo, hanno accettato (se va bene al prezzo del mercatino di Juza, magari con un ricarico pari a zero...) in permuta di tutto. Il che va bene, ma al momento di rivenderlo, molti negozianti (non tutti per fortuna) ricaricano a prezzi assurdi... ciofeche di 30 anni vendute a peso d'oro... "quasi nuovo" "A-" a prezzo di nuovo di importazione... Che l'elettronica e l'informatica applicata alla fotografia (e negli ultimi anni anche le ottiche, vista l'evoluzione qualitativa a tratti spettacolare di questi "oggetti") non siano mai stati un buon investimento nel tempo lo sappiamo tutti, il problema è nelle tempistiche che ultimamente sono diventate molto più compresse, imprevedibili e le cd. "evoluzioni" sono spesso percepite come "rivoluzioni" e non tutti si sentono di saltare più di un gradino alla volta...
  10. grazie per il test!! Bello è bello e sognare non costa nulla.... Comunque oltre alle luci invernali non puoi testare neanche la tropicalizzazione a quanto pare! In ogni caso credo che, pur senza addentrarmi nella questione "autocorrezione via sw", sia un ottimo obiettivo, perfetto per la sua destinazione d'uso per molti anni a venire...
  11. ... poi in ogni caso questi cosiddetti "big data" vanno (ma questo sicuramente lo stanno già facendo) intrecciati e analizzati con altri dati e statistiche (ad esempio con... le intenzioni di acquisto o con le prenotazioni!). Questo non vuol dire che il grafico sopra non serva, perchè comunque è evidente una flessione generale, ma quanto di questa è dovuta all'attuale momento di transizione tra un sistema e un altro? Secondo me questo non è secondario, molti stanno aspettando le future uscite, le prime serie prove e recensioni delle nuove produzioni, vogliono accertarsi che la nuova ML sia efficace quanto la DSLR che hanno in mano (oh che poi lo sia veramente è assodato, almeno per il 90% del target, ma non è facile cambiare strada...) Faccio un esempio banale. Se la Z non fosse ML venderebbe di più "all'inizio" rispetto all'odierna Z e magari aiuterebbe i grafici a non calare così apertamente? (ovviamente è per parlare! trovo che la strada intrapresa sia corretta, oltre che necessaria...)
  12. Grazie Mauro, mi sono preso la briga di leggere tutta l'intervista... interessante in molti punti! "The only way to survive in the industry is to produce unique products. " -> " L'unico modo per sopravvivere nel settore è produrre prodotti unici. Penso che la grande, pesante ma super performance sia stata una delle strategie per differenziare noi stessi. Ma oggi molte aziende hanno prodotti simili, quindi forse abbiamo bisogno di trovare un'altra [strategia] ... Ovviamente la serie Art è il nostro cuore e abbiamo molti utenti in tutto il mondo, quindi manterremo questa linea. Per differenziare noi stessi abbiamo bisogno di creare nuove idee per gli obiettivi e ci stiamo attualmente lavorando. Non posso dirti [altro] ora. Forse dopo diversi bicchieri di sake!" A parte la battuta sul sake, vorrei sottolineare questo passaggio innanzitutto, perchè mi sembra applicabile in questo momento a tutti gli attori del mercato fotografico (nel senso più esteso... riguardando pure il mercato smartphone. Avete presente l'ultima pubblicita Huawei?) Per quanto riguarda gli sviluppi futuri sono, mi pare, in "marcia a vista" come tutti, logicamente, visto che devono adattare l'esistente al nuovo (debuggare...) ma anche cominciare a capire come si muove il mercato per progetti nuovi. I sistemi mirrorless hanno pro e contro. I pro sono che siamo in grado di realizzare obiettivi grandangolari molto più facilmente che per le reflex digitali, proprio a causa della breve distanza della flangia posteriore. Ma la sfida è il sistema di messa a fuoco: se abbiamo bisogno di supportare il rilevamento del contrasto AF o l'autofocus durante l'acquisizione del film [ad esempio], è una sfida. [...] Approfondite e interessanti anche le considerazioni sulla "meccanica" della messa a fuoco (e mi chiedo quanti "capitani di industria" siano in grado di fare considerazioni tecniche sui propri prodotti ma questo è OT)... e le successive questioni sull'organizzazione Sigma (ne farei un pò di slide al mio capo...)
  13. Grazie Silvio per la rettifica... Informo subito la committenza!! 😉
  14. L'unico distinguo che farei in questo campo è se lo sport è all'interno (soggetti e azioni vicine, es. palestra) o all'esterno (scene distanti, es. autodromo). Non tanto per una questione di illuminazione disponibile quanto di scelta delle focali: "Indoor" : FF (sconsiglierei DX) Nikon serie D4-D5 per la gestione degli alti ISO, per l'impugnatura verticale integrata, per il file di dimensioni non eccessive (anche per favorire una distribuzione immediata delle foto) e naturalmente per l'Autofocus. In ambito sportivo inoltre mi sentirei di consigliare anche un secondo corpo sempre pronto. Non necessariamente ultimo grido (D750 es.) ma magari Z6, "resistente" ad alti ISO e pronto per scene particolari (es. time out). Anche DX volendo, D7500 magari, più leggera. ottiche: luminose e rapide di AF: 70-200 2.8. Sul secondo corpo un 24-70 2.8. Un fisso luminoso perchè no, 35 o 50 per scene generali e un 135 per i primi piani.
×
×
  • Create New...