Jump to content

Silvio Renesto

Redazione
  • Content Count

    3,674
  • Avg. Content Per Day

    3
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    129

Silvio Renesto last won the day on July 14

Silvio Renesto had the most liked content!

Community Reputation

1,956 Excellent

6 Followers

About Silvio Renesto

  • Rank
    Nikonlander Veterano

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Meno di venti metri. In qualche caso sembra esserci del front focus, in altri invece sembra tutto ugualmente soft. Escluderei l'umidità, le condizioni erano molto simili in entrambi i casi.
  2. Stessa attrezzatura: Nikon D500, 300mm f4 Pf TC14 Eiii, treppiede. Più o meno stesse condizioni di luce, meteo e orario. Tutto è sempre andato come nella foto sopra fino a ieri, poi ... orrore! Dettaglio al 100% di foto scattata l' 11 luglio Dettaglio 100% di foto scattata il 14 luglio. Tutte le foto del 14 luglio sono così. Tranne quelle alla libellula scattate a 1,5-2m circa. COSA PUO' ESSERE SUCCESSO?
  3. Parallelismo, è proprio così, o concentri l'attenzione su un punto ed il resto svanisce o tutto nitido, la via di mezzo disturba. Lenti da 1,5 diottrie: la distanza di lavoro di una lente addizionale è pari a 1000 diviso le diottrie per cui una da 1,5 diottrie ha una distanza massima di 66cm circa, quindi guadagni circa 16cm, che in macro non è poco. Il problema è trovarla, tra i prodotti correnti come dici tu non ho notizia, io ho una lente SIGMA AML pagata l'astronomica cifra di sette euro e va benissimo, ne ho scritto diverse volte. Il problema per te è che ha il diametro filtri da 58mm, sulla D500 non vignetta, ma ho visto che sulla Z6 invece sì. Praticamente introvabile L'unica alternativa che conosco è la Nikon 5T da 62mm che Max Aquila o Roby C saranno felicissimi di venderti, ehm non credo. Anche questa molto rara, la trovi su ebay ad es qui, ma il prezzo è giusto, non so niente sul venditore: https://www.ebay.it/itm/nikon-close-up-filter-no-5T-mint-in-box-w-multi-language-manual-565930-3673/324114480335?hash=item4b76ba7ccf:g:jTAAAOSwETtee03h Forse 62mm non vignettano. Puoi comunque chiederla in prestito a Roby (geograficamente più vicino) e vedere come va.
  4. L'imperativo della selezione naturale è di crescere e moltiplicarsi a spese di altri esseri viventi, di norma . Quando facevo macro a 360°, avevo Autan tropical sulla pelle e BIOKILL sui vestiti (quest'ultimo per le zecche soprattutto, non si sa mai). Il sudore della fronte era drenato da un cappello così non mi finiva negli occhi. L'Autan una volta mi ha sciolto parzialmente la leva di avanzamento del rullino sulla FE2. La cosa mi lasciò perplesso. Comunque io reggo occasionali punture di zanzare se ne vale la pena, ma fuggo immediatamente se ci sono tafani, anche perchè se ce n'è uno, ce ne sono tanti. Superano la mia soglia di sopportazione. Ma credo che Massimo (Vignoli) gradirebbe di più suggerimenti tecnici rispetto a quelli sulla difesa dai parassiti. Anche se mi sembra che gli basti solo un po' di allenamento per far crescere il gusto per la cosa, perchè il manico c'è già.
  5. Ma non sono per niente brutte, anzi la prima mi sembra bella (la seconda è un po' piccola), l'unico limite del lo zoom da solo è che su D850 (FX) la copertura è più ampia rispetto al Dx, quindi il soggetto è più piccolo. Direi che il 100-400 a 400mm può andare benissimo, a volte con leggero ritaglio, per soggetti più grossi delle damigelle (come le vere libellule). Per le damigelle, specialmente quelle di misura più piccola (queste sono "medie") invece la lente o i tubi sono da usare senz'altro, e con un po' di esercizio si capisce quale dei due conviene di più nelle diverse situazioni e un po' alla volta si tirano fuori risultati brillanti.
  6. Se un mio articolo ha portato a mettersi in gioco, è il più bel riconoscimento che si possa fare, grazie! Passando alle foto, hai già fatto tu una autocritica esauriente. Insisti e vedrai che ti divertirai! Devi solo essere un po' più paziente nel cercare il parallelismo tra il soggetto e il sensore se cerchi di avere tutto a fuoco, oppure al contrario sfuocare di più se vuoi un'inquadratura frontale d'effetto. Però frontale, non da dietro. Hai fatto delle prove con il 100-400 a 400mm senza lente? Venendo alle foto La seconda è venuta molto bene, a parte la sovraesposizione sul posatoio (capita spesso) . La 4 la 6 e la 7 hanno un ottimo sfondo, però ti consiglio di evitare di inquadrare i soggetti da dietro, non vengono bene. Inquadrate dal lato opposto queste foto non sarebbero state niente male! Alla prossima!
  7. Foto pubblicata nel giornale sudafricano Business Insider con il titolo originale "Zebra crossing" (ironico perchè vuol dire passaggio pedonale in inglese). Un fotografo indiano, Sarosh Lodhi, in Sudafrica ha fotografato un gruppo di zebre e in uno scatto due zebre sembrano confluire in una sola testa (l'autore assicura che non c'è stato nessun trucco in post produzione). La foto è diventata virale perchè l'astuto fotografo ha sfidato su Tweet a indovinare a quale delle due zebre (quella di destra o quella di sinistra) appartiene la testa. Se volete provarci anche voi (senza barare...) eccola qui. Qual'è la zebra giusta e perchè? Have fun (Buon divertimento).
  8. Io "funziono" alla rovescia di Leo, il colore lo percepisco "dopo" la composizione, mentre percepisco i giochi di luce ed ombra. La foto di Mauro ho "visto" che era più gialla delle altre sue a seguire, ma al momento non gli ho dato troppo peso.
  9. Ho trovato allegra quella di Mauro, perchè c'è felicità (allegria) nella interazione fra i soggetti, che si trasmette anche a me che guardo. In fondo potevo votare anche quella dei due bambini alla fontana che concettualmente è simile. Ho trovato simpatiche le sardine, sia per l'originalità che per l'eventuale doppio senso legato all'attualità, quindi come fosse un meme o una vignetta umoristica. Quindi sempre un riferimento ad altro, una "relazione" fra cose. Penso che Dario saprebbe spiegare meglio di me cosa intendo.
  10. Massimo, mi sembra che non hai poi bisogno di troppi consigli, almeno in ripresa . Per apprezzarle appieno occorre cliccarci sopra perchè la preview inganna e fa sembrare le foto meno nitide. Ti dico le mie impressioni, ovviamente soggettive, secondo il mio modo di vedere questo tipo di fotografia. Perdona se inserisco delel foto mie, sono solo a scopo esplicativo. Ora, tenendo conto che non hai usato un vero tele-macro (parlo di gestione delle distanze, non di qualità) ed una fotocamera a formato pieno, direi che i risultati nella maggior parte dei casi sono eccellenti. La migliore, a mio parere, di quelle con il 500mm è la seconda, il maschio di Calopteryx splendens. Proporzioni perfette, data la presenza delle gocce che creano un'ottima inquadratura. Perfetta anche la penultima, la femmina sempre di C. splendens (sono tutte C. splendes). Ottimo parallelismo, bell'inquadratura impreziosita dalle gocce. Un classico. L'ultima ha una luce spettacolare, a mio vedere sarebbe stata forse la migliore della serie se l'avessi ripresa in verticale riempiendo un po' di più l'inquadratura. Sempre che fosse possibile. Più o meno così (come inquadratura intendo): Il fatto che l'addome sia sfuocato a me piace perchè concentra l'attenzione sulla testa e sugli occhi. E' una bella interpretazione. La foto della damigella ad ali aperte è originale, lo sfuocato mosso dietro crea dei begli archi che fanno da quinta. Ci sta bene. Quella in controluce ha la parte destra un po' sfuocata, soprattutto le gocce sfuocate sulla foglia non mi convincono molto. La prima e la terza le vedo un po' piccole ma potrebbe essere anche una tua scelta di ambientazione. La mia impressione è che sul formato Fx il 500mm anche con i tubi è al limite come rapporto di riproduzione. Sul formato Dx ( o ritagliando dal formato FX se il sensore lo consente) ci si tirerebbero fuori cose incredibili. Il 70-200 FL sembra mantenere la sua indiscussa qualità anche nella foto ravvicinata. Dovresti provarlo con la lente Canon 500D per ottenere ingrandimenti più spinti. Questo è il 70-300P a 260mm con lente addizionale da 1,5 diottrie su D500:
  11. Silvio Renesto

    Oasi S. Alessio

    Sei riuscito a tirare fuori foto d'atmosfera in un posto difficilissimo da questo punto di vista. Complimenti. Che dici del peso dello zoom? Ti ha dato problemi portartelo in giro? Consigli l'uso costante del treppiede/monopiede?
  12. Silvio Renesto

    Meraviglia

    Bell'inquadratura che isola bene il soggetto in un contesto che se ben ricordo è piuttsto caotico. Qui i 600mm hanno un loro perchè.
  13. A mio parere molte di queste foto sia pur belle, non centrano esattamente il bersaglio. Due però spiccano e le considero vincitrici. Nell'ordine: La 13, questa è davvero una foto allegra! C'è la gioia del bambino e la tenerezza del cane, altrettanto espressivo, è un'immagine di grande simpatia. La metto al primo posto. La 5, non importa se fortuita o meno, però è originale, e le sardine in Piazza Duomo si prestano a diverse interpretazioni. La metto come seconda classificata. Se devo votare anche una terza classificata, è la 1 di cui mi piace la potenza espressiva del rigoglioso girasole. Il resto in ordine decrescente: I girasoli in gruppo, vivaci, forti, se non proprio allegri, e i paesaggi fioriti, bucolici appunto, molto belli, ma secondo me più rasserenanti che allegri. I bimbi, sono belli sempre, però sono immagini un po' da album personale a mio parere. La possibile 14 ha anche ombre un po' dure. Bagnanti e spiagge con ombrelloni danno l'idea di gente che si sta divertendo, ma non mi mettono particolare allegria.
×
×
  • Create New...