Jump to content

Silvio Renesto

Redazione
  • Posts

    5,027
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    183

Silvio Renesto last won the day on November 16

Silvio Renesto had the most liked content!

6 Followers

About Silvio Renesto

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

Silvio Renesto's Achievements

Nikonlander Sostenitore

Nikonlander Sostenitore (5/5)

3.6k

Reputation

1

Community Answers

  1. Qui: https://time.com/6123078/top-100-photos-2021/ Molte belle foto, però la maggior parte rappresentano come dire, negatività (disastri naturali, violenze, proteste, sofferenza... )?
  2. Ipocrisia unita a grassa ignoranza, quel tizio non sa(peva) evidentemente che esistono lingue diverse dall'Inglese e che "Amen" è ebraico ed è un avverbio, non ha niente a che fare con men and women
  3. Pare abbia poi fatto marcia indietro... ma non hanno cose più importanti da fare? Però gli USA non li batte nessuno, quel politico che, per essere corretto, dopo aver concluso il suo discorso con il solito Amen ci ha aggiunto Awomen è insuperabile...
  4. Anch'io li trovo molto ben riusciti, soprattutto i primi tre. Qualche notizia a corredo sarebbe interessante, sono d'accordo con Pedrito.
  5. Avete ragione!! L'appiattimento delle diversità culturali, delle tradizioni (quali esse siano) per il timore di offendere "gli altri" porta ad una perdita di ricchezze incolmabile, lo vedo come un atto di stupidità assoluto. E ipocrita. Rifacendomi ad altro tuo post, non è dipingendo di nero le auto da corsa che si è antirazzisti. E sospetto che a fronte di certe prese di posizione politically correct sulla forma, arrivino fregature sulle cose di sostanza Il mio vedere è che la ricchezza umana sta nel riconoscimento e rispetto della reciproca diversità, non nell'annullamento. La sua negazione in ogni forma, da parte di chiunque, che sia violenta o no, è sempre una disgrazia per l'umanità.
  6. La mia idea "platonica", nel senso che almeno per ora non è calabile dal mondo delle idee a quello reale, sarebbe proprio l'accopiata 24-120 e 100-400. Una cosa alla volta, un po' per volta...
  7. Bellissimo reportage, vivido come le opere che hai fotografato, grazie per averlo condiviso.
  8. Il nuovo Nikon Z 100-400mm f5.6 S mi sembra (il sembra è d'obbligo, perchè non l'ho ancora provato, ma ne sono piuttosto convinto) riunire in sè tutto quello che desidero da un tele zoom. Vi spiego i "miei" motivi. Al di là della qualità di immagine che do' per scontata, non dovrebbe certo tradire gli standard elevati a cui ci hanno abituato le ottiche S, è la versatilità estrema che mi attira, come si può ben capire dalle specifiche. Per la piccola avifauna da capanno andrà bene così com'è, raramente mi è servita una focale più lunga. Frosone, Focale 400mm, corpo Fx, da capanno. Picchio Rosso, focale 400mm corpo Fx, da capanno. Airone Rosso, focale 400mm, corpo Fx, foto scattata dalla barca. Per altre occasioni, può trasformarsi in un 600mm f8 di qualità con il TC14 dedicato, oppure un 600mm (equivalente) f5.6 con un corpo Dx come la Z50 o la Z Fc (o le future probabili/possibili Z Dx che erediteranno le meraviglie della Z9 e che saranno appetitose per i fotografi di wildlife). Ancora un Frosone, corpo Dx stavolta, focale 400mm(=600mm equivalente). Fistione turco, corpo Fx, focale 300mm Gruccioni, corpo Dx focale equivalente 250mm Fin qui non ho scritto niente di nuovo? Bene, allora passiamo alla fotografia ravvicinata. Le specifiche danno un rapporto di riproduzione massimo di 0,38x alla massima focale, che significa circa 1:2,6, a poco meno di un metro di distanza di messa a fuoco, il che corrisponde ad una focale effettiva di circa 200mm (prima che pensiate cose strane, anche gli altri 100-400mm in circolazione come ad esempio il Sony G, o il Fuji X hanno gli stessi valori di focale effettiva alle brevi distanze, sono leggi dell'ottica, non esiste un 400mm che mette a fuoco ad un metro!). Un rapporto di riproduzione ottimo per la fotografia close-up (non parlo di macro dove ci vuole un macro vero), con una distanza di lavoro sufficiente a non spaventare i soggetti. Questi rapporti di riproduzione si possono raggiungere senza alcun problema con il 100-400mm ed un corpo Fx Bocciolo di Fior di Loto, corpo Fx, focale 400mm Questo per me vuol dire che "dentro" il 100-400 ci sta uno di quei 300mm f4 che sono sempre stati i miei preferiti per la fotografia ravvicinata e con il Tc 14 o un corpo Dx si arriverebbe ad un rapporto di riproduzione (dovuto al fattore di crop nel caso di un corpo Dx) di 1:2. Il tutto con un peso/ingombro limitati e senza lenti addizionali od altri aggiuntivi che possano diminuire la qualità di immagine. La cosa mi entusiasma. Per queste ragioni preferisco il 100-400mm al futuro 200-600mm che presumo avrà certamente una buonissima qualità di immagine, però avrà una distanza di messa a fuoco compatibile sì con la wildlife, ma molto probabilmente dovrei avere qualcos'altro per la fotografia ravvicinata. Il 100-400 diventa davvero all in one! Le mie considerazioni sono riferite strettamente al mio modo di fotografare in natura, "your mileage may vary"-ognuno ha il suo metro; se fotografate come me, pensateci sopra, se la vostra fotografia è diversa, le esigenze saranno magari altre. E' ovvio ma lo dichiaro lo stesso: le foto non sono state scattate con il Nikon Z 100-400mm f5.6 S, ma con focali equivalenti su corpi DSLR e mirrorless, qui pubblicate solo per far capire la potenziale versatilità di questo obiettivo nelle foto di natura.
  9. Ecco la mia graduatoria: 1) la n. 2 di Paolo Mudu, uno stupendo bianco e nero come soggetto composizione e toni, sembra un'acquaforte. 2) la n. 5 di Jorgos, una bella immagine di natura con azione e colori giusti. 3) la n. 17 di Giuseppe Casella, uno street semplice ma con una sua atmosfera.
  10. Ridimensiono a 1800-1600 pixel sul lato lungo se la foto è orizzontale, 1200-1400 se verticale, S-RGB, Jpeg qualità massima, perlomeno per Nikonland dove non ci sono limiti stringenti sul peso. Per Facebook ad esempio riduco di più sia le dimensioni (max 1000 pixel lato lungo orizzontale) che la qualità (7=media) con Photoshop.
  11. Domo arigato gozaimasu! Grazie anche da parte mia, come Enrico sono interessato alla cultura orientale e il tuo reportage è molto interessante per i riferimenti realtà animazione. Curiosità: c'è un motivo culturale/etico/religioso per cui negli anime non viene mostrato il torii?
×
×
  • Create New...