Jump to content

seymourglass

Nikonlander
  • Posts

    103
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Everything posted by seymourglass

  1. Si, avevo l’otturatore elettronico (foto silenziosa: ON) in un’altra foto, del tutto sfocata e/o mossa, inguardabile e cancellata, si vedevano le ali diritte.
  2. 'tel chi, il Porciglione! piccolo crop per raddrizzare l'immagine e PP affrettata e approssimata
  3. scusate, ma la foto non è quella che volevo pubblicare: nel ridurre la dimensione a 2 MB ho alternato l'immagine (non so come). cercherò di rimediare
  4. Non avevo mai "visto" una libellula, o quanto meno non le avevo mai prese in considerazione, almeno come soggetto di una foto. Sono rimasto però impressionato dalle serie di immagini pubblicate dal Professore (e da altri), così che, qualche giorno fa, quando ne ho visto una volare mentre aspettavo in un canneto il porciglione, non ho resistito ed ho provato a fotografarla. La fortuna dell'incompetente…… questa è la foto: nessuna pretesa, è un crop un pò manipolato in PP, fatta con la Z50 e il 500 PF a tutta apertura, 5600 iso, 1/2500 E' la mia prima libellula, e non sono certo che non sia anche l'ultima.
  5. Bellissime! E ‘ la prima volta che vedo delle foto che interpretano cosi bene l’idea di Velasquez. Sopratutto quella in cui compare “discretamente”l’ombra mi sembra che la rappresenti meglio
  6. Si, certo. resta sempre la domanda: non c’è mercato perché non c’è domanda o non c’è domanda perché non c’è un prodotto appetibile? e con questo direi di finire questo discorso un pò ozioso
  7. Grazie per aver soddisfatto la mia curiosità. in realtà non sono pochi che fanno “anche” avifauna: quando ho incominciato a fotografare animali (primi anni ‘90) nei capanni c’erano pochissime persone; l’ultima volta, questa passata primavera, ancora in tempo di restrizioni covid, in un capanno dove si vedevano pochi e comuni uccellini eravamo in 9. Tutti, tranne me, canonisti o sonysti (si dice così?). Con una buona macchina ZDX, e con un 100-400 buono come (o magari un pò di più) di quello di Vignoli, sai che divertimento per chi, come me, è un dilettante.
  8. D’accordo su questi ragionamenti, ma se la futura Z8 (o Z90, Zn….) fosse in formato ridotto, utilizzando “mezzo” sensore stached, si risparmierebbe abbastanza da giustificare la scelta ( e pensate che avrebbe un sufficiente mercato)?
  9. Signor Roby (questo lo devo, per rispetto verso una persona più anziana di me), grazie peri il racconto dei tuoi anni alcionici. anni in cui essere un tecnico superspecializzato rendeva fiere le persone, ed apriva possibilità di esperienze degne di nota, come quelle che hai raccontato. E grazie perché ci aiuti a ripensare a quei tempi che, almeno per alcuni di noi, non sono stati quella oscura fossa di piombo in cui molti sono caduti. Erano anni di impegno e di entusiasmo, quando si viveva, anche fisicamente, la sensazione un pò inebriante di essere parte del Grande Gioco della Storia, e si credeva al Progresso per tutti. Nel '70 ho terminato gli studi, e nl '76 è nato il mio primo figlio: vedi che strane coincidenze? Io allora non guadagnavo molto, ma mi bastava e mi sentivo, come forse anche tu ti sentivi, padrone non del mondo, ma certo di me stesso. Continua per favore con le tue memorie, che saranno di traino alle mie
  10. Cercando di essere un po’ più razionale, per quanto me lo consente il mio decadimento cognitivo (sono più vicino agli 80 che ai 70) credo che acquisterò prima gli obiettivi. La Z6ll, con magari un aggiornamento del firmware, credo che possa essere sufficiente, almeno per un certo periodo di tempo e fare onore all’obiettivo nuovo. Semmai in questa situazione sarà difficile scegliere se prendere il 100-400 o il 200 “-600. Aspetterò con fiducia che gli esperti di Nikonland facciano le loro valutazioni.
  11. E quindi, il solito dilemma di appetenza-appetenza. Non mi resta che vincere alla lotteria
  12. Dipende. Io voglio una novità Nikon che mi renda per un certo periodo di tempo soddisfatto dell’acquisto. Se escono prima i tele-zoom (100-400, 200-600) allora compero uno di questi obiettivi e la mia risposta al sondaggio sarà: attendo la ricaduta delle tecnologie Z9 su altre macchine di fascia media. Se al contrario esce prima la Z9, credo che farò fatica a resistere alla tentazione di acquistarla nel 22.
  13. Bellissima fiaba professore. Non la racconterò però ai miei nipotini, perché ci rimarrebbero male per la povera Damigella: cercherò di trovare un finale migliore. ….forse: arrivó un Cavaliere d’Italia che in un boccone si mangiò il drago
  14. sono tutte e due belle foto, molto "emozionanti" per i contrasti. personalmente però preferisco la seconda, di più ampio respiro
  15. In generale le considerazioni fatte da MM sono del tutto condivisibili. Posso però dire quello che è stata lai mia esperienza nel tempo. Quando avevo tele pesanti ed ingombranti usavo sempre e solo gimbal-head (photoseki, benro) che mi permettevano facili movimenti, fluidi, precisi, e che eviravano rischi di "cadute" in avanti o all'indietro se lasciavo la presa. Di fatto però permettevano solo il movimento verticale (alto-basso) e quello orizzontale (destra.sinistra). Quando ho letto un interessante articolo di Massimo Vignoli suulla testa fotografica che usa, una Marsace m pare, in cui era possibile bloccare il rollio, ho capito che col movimento di beccheggio e di imbardata erano più che sufficienti per quando uso il cavalletto con gli obiettivi "leggeri" che ho ora. Vista la Sirui L20-S, ho comperato per pochi euro l'equivalente della Neever, ed ho risolto.
  16. si, poter scegliere di quanto, dove e come eseguire il ritaglio è un vantaggio in più. peccato che Nikon abbia preferito ripresentare una z50 con una veste vintage (che a me non entusiasma, ho ancora l'originale FM sei devo ammirare un oggetto a suo tempo tanto apprezzato) piuttosto che migliorare la linea DX. speriamo nella z90, "promessa" da Mauro Maratta
  17. Grazie della risposta, che di fatto conferma già che supponevo, la sostanziale equivalenza dei due modi di fare. Proverò però a fotografare delle scene (con la z7 che conosci) prima in un modo e poi nell'altro, per vedere se davvero ci sono differenze nello sfocato dello sfondo, che nelle prove fatte in passato non avevo notato. E speriamo di poter tornare a fotografare con la semplicità di spostamenti di prima
  18. faccio una domanda banale, che forse farà sorridere chi sa veramente fotografare (non è che ho paura fare domande, è che sono orgoglioso e mi imbarazza mostrare la mia ignoranza) Massimo Vignoli qualche tempo fa scriveva che se si fa un crop vuol dire che non si utilizza l'obbiettivo giusto: vero, ma molte volte non è possibile fare altrimenti. Io fotografo (fotografavo, visto l'andamento degli ultimi due anni) sopratutto uccelli, e spesso anche il 500 PF non basta con il full-frame: la domanda è questa conviene in questi casi passare "in macchina" al formato DX, o è preferibile fotografare a formato pieno, e poi ritagliare l'immagine in post-produzione? Io fino ad ora ho seguito sempre la seconda opzione, che mi permette due vantaggi: 1) non necessariamente debbo ridurre così tanto l'area dell'immagine, 2) posso modificare come meglio credo la d'esposizione dei soggetti fotografati. e voi?
  19. mi unisco anch'io alla richiesta di tele per il sistema Z. Solo che… non riesco ad aspettare molto: il covid mi ha "bruciato" due anni. ed io non so quanti nu ho ancorata davanti, per cui, il primo che esce, lo prendo (se potrò permetterlo)
  20. Mi sembra un gran bene che si esplorino le possibilità migliori, ma si comincia con prove anche minime, tanto per capire se interessa o no. La mia prima camera è stata una Topcon ( l’ho ancora!) che ad ogni scatto dello specchio sobbalzava e sembrava un colpo di pistola; ora ho degli strumenti molto, molto migliori.
  21. Grazie davvero per i suggerimenti, meglio: per gli insegnamenti che mi avete dato Ieri un amico mi ha portato una lente Walimex close-up +2 da 67 mm di dismetro: perfetta per il 24-200. oggi, contrariamente quanto sperato, debbo vedere due persone impegnative: conto di poter provare nei prossimi giorni
  22. Prima di tutto mi scuso con il prof. Renesto per la "metatesi" (grazie Max, mi hai permesso di non dire "errore"): non ho riletto quanto avevo dettato.. Ho usato "pinpoint", ma non avevo il cavalletto, la foto è stata scattata a mano libera; probabilmente è un mio errore strutturale, visto che già in altri casi mi sono accorto che quando premo il pulsante di scatto senso ad alzare l'obbiettivo. Poi c'era vento, poco ma c'era; ho fatto un ritaglio circa da FX a DX, perché le inflores cene sono davvero piccole, 5-10 mm. Lunedì, forse ho tempo di riprovae. Grazie per i suggerimenti.
×
×
  • Create New...