Jump to content

About this blog

Musica classica e ascolti di qualità (era Variazionigoldberg.it).

Entries in this blog

Ysaÿe: Sei Sonate per violino solo, Op. 27 - Sergey Khachatryan

Ysaÿe: Sei Sonate per violino solo, Op. 27 - Sergey Khachatryan Guarneri del Gesù 1740 (ex Isaac Stern) Naive 29 marzo 2024, formato 96/24 *** Composte sul finire della carriera di Ysaye e dedicate a sei suoi colleghi violinisti, rappresentano la summa virtuosistica del grande solista. Ma anche una citazione del repertorio dedicato a quello strumento da Bach ai suoi giorni (1924) passando per Paganini. A tratti dissonanti, con arpeggi e trilli demoniaci, cupo e brillante, quest

Mendelssohn : le sinfonie - Paavo Jarvi/Tonhalle

Mendelssohn : le sinfonie - Paavo Jarvi alla testa della Tonhalle-Orchester di Zurigo Alpha Classics 15 marzo 2024, formato 96/24 *** Paavo non è nuovo ad operazioni di rivalutazione e rilettura come questa. L'ha fatto con Schumann a Brema e lo ha fatto benissimo. Non gli è riuscito allo stesso modo in altre occasioni ma ci ha sempre provato. E non è che un grande direttore possa fare da solo se l'insieme non lo aiuta. Qui la Tonhalle-Orchester lo asseconda perfettament

Harpa Romana - arie e cantate dei virtuosi del XVII secolo - Riccardo Pisani/La Smisuranza

Harpa Romana - arie e cantate dei virtuosi del XVII secolo - Riccardo Pisani/La Smisuranza Arcana, 19 aprile 2024, formato 96/24 *** Gli inizi del '600 segnano un periodo d'oro irripetibile per la musica di corte a Roma. I principi-vescovi mecenati, spesso in contatto con Parigi, forniscono l'occasione per un fiorire di virtuosi, compositori, operisti, cantori, solisti che si protrarrà fino agli inizi del secolo successivo quando ne beneficerà anche il giovane Handel. In quest

Britten : 10 dischi per conoscerlo un pochino in più

Benjamin Britten quarantenne ritratto dal grandissimo Yousuf Karsh nel 1954. Si può amare oppure detestare.  Credo sia difficile mettersi su posizioni mediane, oppure semplicemente trascurarlo. La sua importanza musicale è indubbia, di fondo è il più grande compositore inglese dopo Purcell (ma forse più grande di Purcell, con le dovute, evidenti differenze). Con buona pace dei tanti Elgar, Vaughan Williams, Walton & co. che hanno popolato il "rinascimento" musicale britannico di i

Chopin : Etudes Op. 10 e Op. 25

Si sa che io non sono un grandissimo appassionato della musica del primo romanticismo e che Chopin e Liszt, in linea di massima, mi sono antipatici. Questione di gusto musicale, preferisco la musica precedente e quella seguente e di retaggio differente. Ai miei tempi sembrava che esistesse solo Chopin, quello più sdolcinato, iper-romantico, crepuscolare. Che a me è andato subito a noia, preferendogli Bach o Brahms, oltre al più eroico Beethoven. Però naturalmente se non proprio tutto, ho asc

M&M

M&M in I Confronti

Britten : concerto per violino / Isabelle Faust - Hrusa - Bayerischen / BR Klassik

Benjiamin Britten : concerto per violino e orchestra Reveille Suite per violino e pianoforte, op. 6 due pezzi per violino, viola e pianoforte (prima registrazione mondiale) Isabelle Faust, violino Alexander Melnikov, pianoforte Boris Faust, viola BR Klassik (harmonia mundi), 12 aprile 2024, formato 96/24, via Qobuz *** Il concerto è una registrazione dal vivo da Monaco di Baviera, sede dell'orchestra della Bayerischen Rundfunks, del 28-29 ot

Rachmaninoff for two : Babayan & Trifonov

Sergei Rachmaninoff, musica per due pianoforti Sergei Babayan, Daniil Trifonov, pianoforte Deutsche Grammophon 29 marzo 2024, formato 96/24, via Qobuz ***       Questo disco chiude l'anno delle celebrazioni del centocinquantenario della nascita di Sergei Rachmaninov. E lo fa nella maniera più sontuosa, completando le recenti incisioni di Trifonov, sempre per DG, con un disco che inserisco subito e di diritto tra i capolavori assoluti della discografia. Ogni

Bach BWV 21 - Ich hatte viel Bekümmernis

Cantata monumentale - circa 40-44 minuti - complessa e complicata. Composta a Waimar nel 1713 ma rivista poi a Lipsia in più occasioni. Ha un organico ampio ed è sostanzialmente divisa in due parti, la prima caratterizzata da profondo sofferenza (lutto) mentre la seconda è più leggera e termina in un coro di grande gioia e speranza. Si compone di 10 brani dopo una iniziale sinfonia che dura circa 3 minuti. La prima fonte autografe la classifica come "Concerto" "Per ogni tempo" e pa

Busoni : Quartetti per Archi - Pellegrini Quartett

Ferruccio Busoni  Quartetti per Archi n.1 Op. 19 in Do maggiore, n.2 Op. 26 in Re minore - Pellegrini Quartett CPO, settembre 1994, formato 44.1/16 *** “L'idea popolare secondo cui i suoi sforzi creativi fossero semplicemente il risultato dell'ambizione ultima di un virtuoso, quando non rimanevano più allori da conquistare nella sua sfera personale, è del tutto errata. Non ci sono dubbi che se fosse stato un musicista meno brillante, la sua musica avrebbe ricevuto maggiore atte

Brahms e Busoni : concerti per violino e orchestra - Francesca Dego

Busoni, Brahms, concerti per violino e orchestra Francesca Dego, violino BBC Symphony Orchestra diretta da Dalia Stavevska Chandos, 1 marzo 2024, formato 96/24 via Qobuz *** Quando è morto Brahms, Busoni aveva circa l'età che aveva Brahms quando è nato Busoni. Era nel pieno della maturità e come tutta la generazione di compositori mitteleuropei del suo tempo, viveva bel culto del grande tedesco. Nonostante Liszt, Wagner e l'arrivo della nouvelle vague francese e austriaca.

Wagner/Lugansky

Richard Wagner, trascrizioni per pianoforte dall'Oro del Reno, La Valchiria, La Caduta degli Dei, Parsifal, Tristano Di Louis Brassin, Felix Mottl, Franz Liszt, Zoltan Kocsis e Nikolai Lugansky Harmonia Mundi, 8 marzo 2024, formato 96/24, via Qobuz *** Che Nikolai Lugansky sia uno dei più straordinari pianisti del nostro tempo, non lo dico solo io. Con il tempo ha perso un pò dell'ardore giovanile ma ha guadagnato enormemente in profondità. L'ho capito con il disco dedicato a C

Yoav Levanon : Rachmaninov Etudes-tableaux 39

Yoav Levanon : Rachmaninov Etudes-tableaux 39 Warner Classics, 9 febbraio 2023, formato 96/24, via Qobuz *** Anticipato da settimane con l'emissione di assaggi, secondo la prassi per i dischi delle rockstar, somiglia ad uno di quelli anche per la durata, del tutto libera dall'idea di disco/cd "classico", vista la durata contenuta in soli 39 minuti. C'è chi suggerisce che avrebbero dovuto aggiungere anche gli altri studi op.33, come la gran parte delle altre registrazioni. Ma fors

Rachmaninov : Etudes-Tableaux Op-39 - l'impresa impossibile

L'uscita (9 febbraio 2024) del tanto anticipato minidisco dell'israeliano diciannovenne Yoav Levanon, mi ha dato l'estro per tentare una impresa impossibile. Discorrere di alcune delle interpretazioni di cui siamo in possesso oggi di questa composizione raffinata e colta del quarantaquattrenne Rachmaninov. Gli Etudes-Tableaux Op-39. Ultima composizione russa, scritta a Mosca durante il periodo appena precedente la rivoluzione di ottobre e quindi la fuga attraverso il lago ghiacciato ver

M&M

M&M in Composizioni

In ricordo di Seiji Ozawa : affascinante e trascinatore

una delle ultime registrazioni di Seiji con l'inossidabile Martha   ***   *** Con pochi anni meno di mio padre e gli stessi più di mia madre, ho sempre considerato una specie di zio esotico, il "giapponese" ma di fatto bostoniano, Seiji Ozawa. Praticamente appena diplomato, dopo una carriera da pianista interrotta da un incidente in una partita di rugby, vola negli USA con Charles Munch, diventa assistente di Bernstein

M&M

M&M in Interpreti

Handel : HWV 34 Alcina - Minkowski/Pentatone

Marc Minkowski e Les Musiciens du Louvre tornano a Händel con una registrazione integrale dell'opera Alcina del 1735. Il ruolo della protagonista è interpretato da Magdalena Kožená, che ritorna con Les Musiciens e il maestro Minkowski a vent'anni dal debutto con il Giulio Cesare dello stesso Handel. A lei si unisce un'eccellente cast di solisti, composto da Erin Morley (Morgana), Anna Bonitatibus (Ruggiero), Elizabeth De Shong (Bradamante), Alois Mühlbacher (Oberto), Valerio Contaldo (Oronte

M&M

M&M in Recensioni : Opera

Carlo Rizzi : Puccini Suite sinfoniche

Carlo Rizzi : Puccini, Suite sinfoniche Welsh National Opera Orchestra, direttore Carlo Rizzi Signum Classics, 9 febbraio 2024, formato 96/24, via Qobuz Nell'anno dell'anniversario di Puccini, il direttore principale della Welsh National Opera Carlo Rizzi ha creato nuove versioni puramente orchestrali di alcune delle sue opere più conosciute e amate. Rimanendo puro e fedele all'orchestrazione originale di Puccini senza nulla aggiungere per "coprire" qualsiasi percepibile mancanza di lin

Anastasia Kobekina : Venice

Anastasia Kobekina : Venice Sony, 2 febbraio 2024, formato 96/24 *** Viaggio ideale a Venezia, con musiche di tutti i tempi e di svariati autori. Semplicemente un pretesto, non è un disco descrittivo. Ma la ragazza che compirà 30 anni il prossimo 26 agosto e che è fresca di contratto esclusivo con Sony é a mio parere (e non solo, ci sono firme più autorevoli disposte a sbilanciarsi) potenzialmente la migliore violoncellista della sua generazione e in grado di prendere il testimo

Giulia Nuti - clavicembalo

La clavicembalista Giulia Nuti ha insegnato alla Scuola di Musica di Fiesole, si è esibita come solista e in ensemble e ha registrato per diverse importanti etichette. È anche autrice di un importante libro sulla tecnica del continuo all'italiana. E' nata a Cambridge, in Inghilterra, nel 1976 ma è cresciuta a Firenze, mantenendo legami fortissimi con la Gran Bretagna. Ha iniziato a suonare il clavicembalo all'età di dieci anni. Ha studiato alla Scuola di Musica di Fiesole e poi alla Royal Ac

M&M

M&M in Interpreti

Sibelius : sinfonia numero 4 - Santuu-Matias Rouvali

Sibelius : sinfonia numero 4 Santuu-Matias Rouvali dirige la Gothenburg Symphony Orchestra Alpha Classics, 19 gennaio 2024, formato 96/24 *** Prosegue con cadenza più o meno biennale l'integrale delle sinfonie di Sibelius da parte della Gothenburg Symphony Orchestra con il brillante Santuu-Matias Rouvali alla sua testa. Si tratta di una lettura "autentica" per cui sembra di sentire "il canto del nord" come concepito dall'autore. La quarta è la più complicata delle sue sin

Rebecca Clarke, Sonate per violino, viola e pianoforte

Rebecca Clarke, sonata per viola, sonate per violino e pianoforte Judith Ingolfsson, viola e violino Vladimir Stoupel, pianoforte Oemhs Classics, 19 gennaio 2024, formato 48/24 *** Ho parlato diffusamente della sonata per viola, composizione del 1919 di Rebecca Clarke, un tempo sconosciuta e adesso pienamente nel repertorio di molti violisti. In questo disco la violista Judith Ingolfsoon si alterna alla viola e al violino, registrando anche le due sonate per violino, quella

M&M

M&M in Recensioni : viola

Saint-Saens : sonate per pianoforte e violino 1 e 2 / Cecilia Zilliacus

Saint-Saens : sonate per pianoforte e violino 1 e 2, fantasia in la maggiore Op. 124, berceuse in sib per violino e arpa Cecilia Zilliacus, violino Christian Ihle Hadland, pianoforte Stephen Fitzpatrick, arpa Bis, 3 febbraio 2023, formato 96/24 *** Fino all'ultimo quarto del XIX secolo, la Francia non aveva alcuna tradizione di sonata classica, di alcun genere. Si faceva riferimento generico a quella tedesca o a quella italiana. Peraltro era proprio tutta la tradizione s

Mendelssohn : Lieder ohne Worte (Igor Levit & Daniel Barenboim)

Mendelssohn : Lieder ohne Worte, Igor Levit pianoforte Sony Classical, 15 dicembre 2023, formato 96/24 *** Sulle prime non ho capito questo disco. Molto crudo, anche nella registrazione. Per non parlare della copertina.   Sony ha la pessima abitudine di pubblicare i suoi dischi senza il libretto. Mortacci .... ! Quindi mi sono andato a cercare qualche cosa sul web. Ed ho trovato questi brani di intervista a Levit che riporto qui per spiegare questo disco. Che è una

M&M

M&M in I Confronti

Saint-Saens strumentale in 10 dischi (secondo me)

Quasi coetaneo di Brahms ma vissuto per due decenni anche nel nuovo secolo, Camille Saint-Saens è passato attraverso tutte le fasi del romanticismo maturo e tardo e oltre. In gioventù prodigio, in età avanzata reazionario. E per questo in qualche modo ostracizzato ed emarginato. Tanto che il suo successo è stato in larga parte dimenticato fino a che in repertorio resistevano pochissime cose, praticamente solo il Carnevale degli Animali e la Terza Sinfonia, spesso utilizzata per dare sfoggio

M&M

M&M in Beginners Guide

Handel : Messiah HWV 56 - Nelson vs Pinnock

Handel : il Messia, The English Concert & Choir, Trevor Pinnock Archiv, 1988 Arleen Auger, Anne Sofie von Otter, Michael Chance, Howard Crook, John Tomlinson *** Siamo agli albori del digitale, il CD è già uscito ma molti album si comprano ancora in vinile. Io questo l'ho preso in cofanetto CD della Archiv. Ed è immediatamente diventato il mio riferimento ... anche per il test dei diffusori. Ricordo vivissamente l'impressone di freschezza, avendo in mente certe rappres

M&M

M&M in I Confronti

×
×
  • Create New...