Jump to content
  • Redazione
    Redazione

    Sviluppo firmware Nikon Z

    Sign in to follow this  

    Nikon ha ufficialmente annunciato che sono in corso di sviluppo nuove funzionalità firmware per le Nikon Z.

    Dettagli più avanti ma riguardano sommariamente :

    • - compatibilità con le CFexpress
    • - autofocus con riconoscimento dell'occhio
    • - video in formato RAW ProRes via recorder esterno

    ma più importante, secondo me l'annuncio :

    "La serie Nikon Z continuerà ad adattarsi alle mutevoli esigenze degli utenti attraverso lo sviluppo e l'implementazione degli aggiornamenti del firmware per soddisfare e superare le aspettative creative. Tenendo conto del feedback di fotografi e creatori, Nikon mostrerà tre aggiornamenti di funzionalità in fase di sviluppo che aprono opportunità creative per Z 6 e Z 7"

    che cambia in maniera sostanziale l'approccio di Nikon "nuove funzionalità via firmware" contro "nuovi modelli, nuove funzionalità, vecchi modelli lasciati morire"

    Edited by Parsifal

    Sign in to follow this  


    User Feedback

    Recommended Comments



    Ma soprattutto la conferma scritta nel comunicato stampa che sono impegnati a sviluppare i prodotti secondo le necessità dei clienti che intendono ascoltare più da vicino.

    In effetti l’eye AF è stata la prima richiesta di upgrade, dopo il RAW video.

    Se adesso pensassero di sfruttare l’Ibis per il multiscatto superHD farebbero il botto !

    È chiaro adesso che il nuovo corso Nikon è differente anche nell’approccio al firmware.

    E nel board dei progettisti delle Z ho visto facce molto più giovani :)

     

    • Like 1
    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    E' in fase di betatesting e le macchine presenti al CES hanno già alcune nuove funzionalità.

    Credo che verrà rilasciato appena stabile nell'arco dei prossimi due mesi ma non abbiamo una data ufficiale.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Questi sono i tizi che hanno progettato le Z

    How-the-Nikon-Z7-and-Z6-cameras-were-designed3.jpg.4bd11688bc68003fdc8a7f1b27f129f4.jpg

    proprio un'altra generazione che immagino si sintonizzi più facilmente con le esigenze ma soprattutto le aspettative di oggi con l'uso di strumenti che adesso sono comuni (qui, in questa foto ci sono svariati modelli stampati in 3D con materie plastiche a confronto con modelli più avanzati e parti di altri modelli).

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Benissimo, implementazioni, ma soprattutto un atteggiamento, che potrebbe invitare molte persone, interessate ma titubanti, alla scelta di questi due modelli senza aspettarne di nuovi.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    24 minuti fa, Massimo Squarcini dice:

    Benissimo, implementazioni, ma soprattutto un atteggiamento, che potrebbe invitare molte persone, interessate ma titubanti, alla scelta di questi due modelli senza aspettarne di nuovi.

    Concordo ed aggiungo che, in tempi così, dove l'evluzione elettronica è realmente molto rapida, la fidelizzazione dei clienti passa proprio dall'atteggiamento verso di essi. Non basta più proporre il meglio perchè magari domani altri faranno di più di te, non tra 3 anni, domani. Ascoltare i clienti, fargli capire che si è interessati a loro, sviluppare apparecchi che li rendano perchè no "orgogliosi" di far parte di quel sistema che gli mette a disposizione ciò di cui hanno bisogno e/o che si aspettano da te azienda, è l'approccio corretto.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Un aspetto che probabilmente a noi fotografi attempati lascia abbastanza tiepidini ma che invece già sta facendo crescere la considerazione come "sistema" delle Nikon Z da parte dell'intero mercato, la disponibilità a lavorare con standard esterni affermati in campo video e con operatori terzi molto dinamici come Atomos che contemporaneamente a Nikon annuncia la disponibilità della prossima integrazione del formato RAW video :

    Bildschirmfoto-2019-01-08-um-10_45.36-1024x519.thumb.png.4722b3772c5bb08a69d0b4e11b7087c5.png

    non sottovalutiamo questo aspetto (non sono tante le macchine che possono registrare il video in formato RAW e non me ne viene in mente un'altra in questa fascia di prezzo) ma soprattutto teniamo in conto che più cresce la reputazione del sistema, più operatori "terzi" saranno interessati a proporre prodotti per le Nikon Z.

    "Atomos is excited to work with Nikon" ... "Atomos è eccitata di lavorare con Nikon".

    Fino all'altro ieri Nikon era la società di parrucconi che festeggiavano il 100° anniversario della fondazione con un concerto di musica sinfonica stile guerre stellari ...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Notizia interessante, ho il vago sospetto che non servirà aspettare la prossima generazione di z per vedere dei miglioramenti su certi aspetti... che non siano legati all'hardware ovviamente :) 

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Ottimo atteggiamento, sul piano dei costi è molto meglio progettare e costruire hardware avanzati e in seguito attivare nuove funzionalità in base alle indicazioni dei beta tester. Interessanti e consistenti gli aggiornamenti annunciati. Per quanto riguarda il Raw ProRes Nikon sta iniziando ad esplorare un mercato che aveva sempre affrontato timidamente, quello dei filmaker. Una quota di utenti stimolante e in forte crescita e l'interessamento immediato di Atomos quasi in concomitanza con il rilascio del nuovo firmware dimostra che anche dal lato video le Z hanno del potenziale da spendere.
    Come dice Mauro, questo fatto ci lascia tiepidini, ma è anche vero che ogni giorno che passa l'oggetto fotocamera sta trovando sempre maggiore diffusione tra i cineasti. Quindi perchè mai Nikon non dovrebbe sfruttare questa opportunità? Finalmente si sta guardando attorno, e poi business is business ;)

    Edited by effe

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Una buona notizia per coloro che hanno dato fiducia a Nikon e alle sue prime ML full frame: significa che per la correzione degli inevitabili difetti di gioventù non dovranno attendere il modello successivo ma semplicemente aggiornarne il software, posto che lato hardware sia Z6 che Z7 non sembrano avere grandi problemi. :bravo:

    Ciò può anche significare che chi - come ad esempio il sottoscritto - ha qualche remora ad acquistare prodotti appena sviluppati, contando sugli aggiornamenti che seguiranno potrà decidersi a dotarsi subito della macchina anzichè attendere un modello successivo.

    • Like 1
    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    7 minuti fa, effe dice:

    ...
     l'oggetto fotocamera sta trovando sempre maggiore diffusione tra i cineasti.

    ... ;)

    In realtà ai reporter già oggi le testate giornalistiche richiedono i video oltre che le fotografie, ed una macchina buona per entrambi gli scopi è un must per questi professionisti.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    8 minuti fa, Pedrito dice:

    In realtà ai reporter già oggi le testate giornalistiche richiedono i video oltre che le fotografie, ed una macchina buona per entrambi gli scopi è un must per questi professionisti.

    Anche, ma non solo. Considera che gli smartphone stanno producendo più filmaker che fotografi. Evidentemente per molti (gli altri)  è più divertente. :)
    Scusate l'OT.

    Edited by effe

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Indubbiamente e' un corposo uppgrade, ma magari potrebbero aggiungere alle modifiche firmware anche qualcosa di probabilmente piu' semplice da fare, come ad esempio la possibilita' di avere nel mirino la scala dell'esposizione (quella a barre con il + e il - , per intenderci...) anche quando si usano lenti prive di cpu (una cosa che anche la vecchia D300 faceva...), cosi' da poter verificare l'esposizione non solo ad occhio basandosi sulla luminosita' del mirino, e soprattutto di poter impostare sovra/sotto esposizioni intenzionali calcolando con precisione 1/3 o 2/3 di diaframma.

    Probabilmente alcuni non saranno d'accordo, ma personalmente, ritengo che alcune vecchie lenti Nikkor, come ad esempio il 55 micro F2.8 o il 105 F2,5 giusto per nominarne un paio, nonche' parecchie lenti di altri produttori (basti pensare a Leitz ed a Zeiss), soprattutto se si evitano i grand'angolari e gli zoom (che possono essere riprogettati da capo per una baionetta di maggior diametro, con vantaggi evidenti),  possano tutt'oggi essere utilizzate con ottimi risultati sulle Nikon Z, e meriterebbero un completo supporto, secondo la migliore tradizione Nikon.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    29 minuti fa, Lucky dice:

    Indubbiamente e' un corposo uppgrade, ma magari potrebbero aggiungere alle modifiche firmware anche qualcosa di probabilmente piu' semplice da fare, come ad esempio la possibilita' di avere nel mirino la scala dell'esposizione (quella a barre con il + e il - , per intenderci...) anche quando si usano lenti prive di cpu (una cosa che anche la vecchia D300 faceva...), cosi' da poter verificare l'esposizione non solo ad occhio basandosi sulla luminosita' del mirino, e soprattutto di poter impostare sovra/sotto esposizioni intenzionali calcolando con precisione 1/3 o 2/3 di diaframma.

    Probabilmente alcuni non saranno d'accordo, ma personalmente, ritengo che alcune vecchie lenti Nikkor, come ad esempio il 55 micro F2.8 o il 105 F2,5 giusto per nominarne un paio, nonche' parecchie lenti di altri produttori (basti pensare a Leitz ed a Zeiss), soprattutto se si evitano i grand'angolari e gli zoom (che possono essere riprogettati da capo per una baionetta di maggior diametro, con vantaggi evidenti),  possano tutt'oggi essere utilizzate con ottimi risultati sulle Nikon Z, e meriterebbero un completo supporto, secondo la migliore tradizione Nikon.

    Le lenti Nikon che dici ed altre ancora stanno benissimo sulle attuali reflex Nikon, molte delle quali li supportano come richiedi.

    Chi compra 4500euri di Nikon Z7 con autofocus a centinaia di sensori e miriadi di automatismi utili all'interazione con i più moderni obiettivi, nati con presupposti innovativi, sarebbe proprio un folle a pretendere ulteriori facilities per obiettivi di tre sistemi fa.

    Che i progettisti Z neppure avranno idea che esistano ancora fuori dalle vetrine di persone come me.

    Inoltre, per usare utilmente dei macro o dei superwide a fuoco manuale, ben prima della compatibilità "elettrica"  o della scala graduata di esposizione che auspichi a mirino, non pensi che sarebbe fondamentale un vetrino di messa a fuoco adeguato...che neppure la Nikon DF, reflex nata per i nostalgici del passato Nikkor e NK, aveva !?

    Ma ti rendi conto che tutti i tuoi interventi sono sempre  da detrattore e per giunta di oggetti che per tua stessa dichiarazione non compreresti mai?

    Serve a mettere in guardia dalle delusioni? Dai....io preferisco vivere...:sorriso:

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    2 ore fa, Lucky dice:

    Indubbiamente e' un corposo uppgrade, ma magari potrebbero aggiungere alle modifiche firmware anche qualcosa di probabilmente piu' semplice da fare, come ad esempio la possibilita' di avere nel mirino la scala dell'esposizione (quella a barre con il + e il - , per intenderci...)

    Domanda: perchè non è possibile impostarla in visione sul mirino? Io penso proprio di si, come anche la visione ingrandita dell'area di messa a fuoco o anche l'istogrammma. Difatti si vede nell'ultimo  post di Mauro

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    5 ore fa, bergat dice:

    Domanda: perchè non è possibile impostarla in visione sul mirino? Io penso proprio di si, come anche la visione ingrandita dell'area di messa a fuoco o anche l'istogrammma. Difatti si vede nell'ultimo  post di Mauro

    Certo che compare, é automatico. Ma per obiettivi correnti, non ferro morto che non viene nemmeno captato dall'adapter.

    Per funzionare una  cosa del genere c'é come minimo la necessità di sapere il diaframma impostato nell'obiettivo.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, Rudolf dice:

    Certo che compare, é automatico. Ma per obiettivi correnti, non ferro morto che non viene nemmeno captato dall'adapter.

    Per funzionare una  cosa del genere c'é come minimo la necessità di sapere il diaframma impostato nell'obiettivo.

    Ma chiaramente non si puo' certe usare un obiettivo vecchio o addirittura manual focus e aspettarsi che ci sia una bacchetta magica

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 minuto fa, bergat dice:

    Ma chiaramente non si puo' certe usare un obiettivo vecchio o addirittura manual focus e aspettarsi che ci sia una bacchetta magica

    Non dirlo a me che ne sono convinto!
    Del resto ho scritto un intero articolo al riguardo Nikon Z7 e vecchi Nikkor F (pre-AI)

    e la necessità di avere la scala graduata addirittura a terzi di diaframma non l'ho proprio sentita (nemmeno avevo l'istogramma a mirino, tanto che era evidente se l'esposizione fosse buona oppure no).

    D'altro canto, avendo investito tanti soldi nelle Z ed essendo disposto a continuare a farlo, sono molto più "eccitato" dalle novità che mi sta promettendo Nikon con i prossimi aggiornamenti firmware, piuttosto che pensare ad utilizzare obiettivi vecchi che dopo il test, non ho più levato dall'armadietto ...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites



    Guest
    This is now closed for further comments

×
×
  • Create New...