Jump to content

bergat

Nikonlander Veterano
  • Posts

    1,413
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

bergat last won the day on January 18 2019

bergat had the most liked content!

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

bergat's Achievements

Nikonlander Veterano

Nikonlander Veterano (4/5)

98

Reputation

  1. bergat

    Nuova Nikon Z fc

    Sulla qualità ottica dei nuovi obiettivi non nutro dubbi, ma mi piacerebbe vedere obiettivi meccanicamente costruiti in maniera diversa. Io spero molto che l'esperimento riesca e si possano vedere anche esempi in ambito ff di più ampio respiro. Chiaramente vedo che hanno aggiustato il tiro rispetto alla DF, che mi è sempre sembrata nè carne ne pesce. Quindi auguri cara Nikon e come si suol dire... per aspera ad astra!
  2. bergat

    Nuova Nikon Z fc

    FINALMENTE, anche se con un ritardo di 7 (SETTE) anni. bella con il giusto design ma con alcuni punti critici a mio giudizio.... - linea di obiettivi di plastica e non di foggia Ai-s e di forma abominevoli - Formato aps-c e non FF, anche se le dimensioni lo permetterebbero - mancanza di diaframmi sull'obiettivo - Mancanza di ibis - Iso Auto all'interno di menù e non all'esterno. Probabilmente l'acquisterò ma solo perchè nikonista, e non per usarla, ma per collezione. Nikon sarebbe dovuta uscire con tale prodotto sette anni fa e non adesso. Nessuno di coloro che da Nikon si sono spostati su fuji, ritornerà a Nikon. Per farlo, Nikon dovrebbe effettivamente crederci e non fare un'operazione nostalgia. Lo dimostri con la z9, e tutti i nuovi obiettivi già usciti rieditarli con foggia ai-s di metallo. Dimostri di crederci al concetto di macchina fotografica come lei la ha inventata 60 anni fa.
  3. bergat

    Prossima Nikon Z5 ?

    Però le proposte commerciali sono per le z6 e z7 attuali. Non credo che con le nuove z6s e z7 s il prezzo di mercato sia uguale all'attuale. Penso che come minimo anche per distanziarla dalla z5 il prezzo della z6s sia sui 2500 euro la z7s a 3500.
  4. Interessante, lo vedo come un evoluzione del precedente. Certo chi ce ha già il modello precedente, a meno di particolari necessità, non credo che lo cambierà, ma per chi deve ancora acquistarlo, quest'ultima versione x2T rappresenta un grosso plus.
  5. esatto e per me il migliore era il picture delta 400
  6. Mi aspetto specifiche superiori a quelle della R5 canon annunciate, in cui non trovo ancora niente di appetibile, nè soluzioni di rolling shutter, ne sensori organici, nè intelligenza artificiale, e speriamo in una forma migliore di quella fatta di cartone. P.S A me del 4 o dell'8k, non me nè puo' fregare di meno. Non faccio video.
  7. Ho usato tutti e due sia quello per aumentare la risoluzione e funziona perfettamente sia quello per lo sharpening . Tutto dipende chiaramente dai file di partenza. Certamente quello per lo sharpening, reclamizzato per la rimozione del blur....diciamo che lo riduce ma non lo annulla. Per i miracoli ancora non c'è l'attrezzo opportuno.
  8. Comunque ritengo che in era analogica era più lineare ottenere un b/n come volevamo. Oggi non si agisce più allo stesso modo. Si ragionava sempre in maniera logica per l'effetto finale e quante volte andavamo sul soggetto per misurare la luce incidente sul volto e poi sulle parti bianche illuminate e poi sulle zone scure in ombra e si faceva una media ponderata anche da considerazioni su cio' che volevamo mettere in evidenza e nello sviluppo ci eravamo segnati quanti rulli avevamo fatto, quanto era la temperatura del rivelatore per compensare o adattarla alla pellicola che stavamo sviluppando. Oggi a seconda della luce siamo abituati a scegliere la terna iso, diaframmi e tempi a seconda di quello che vogliamo ottenere. Casomai scegliamo una profilazione del sensore, ma non sempre,se siamo soliti scattare in raw e dedicarci alla postproduzione. E' tutto un modo di considerare la fotografia in maniera differente, Talvolta sono spinto a riprovare a scattare in analogico, ma sono troppo sopraffatto dall'uso del digitale. Però se devo essere talebano anche nel digitale in b/n, preferisco effettuarlo in analogico.
  9. Appunto ho detto che sarebbe stato impossibile. Anche senza persone che poi sono il soggetto principale, l'illuminazione non sarebbe stata di certo negoziabile. E poi.... in passato laddove non si riusciva a fare durante lo scatto, nonostante scelta della pellicola e del rivelatore, cercavi di realizzarlo nello sviluppo, tentando di sovrao sottosviluppare, o aumentare la acutanza, aumentando i tempi tra un'agitazione e un'altra e al limite intervenivi in sede di stampa con la scelta del tipo di carta e gradazione.
  10. Si certo non è stata pensata in bianco e nero e il mio obiettivo era fare una foto dall'alto per riprendere la folla. E' venuta mossa e la cosa effettivamente non mi dispiace ma certo non è fatta allo stesso modo in cui ero solito fotogafare. Treppiede, hasselblad 503, esposimetro misurazione secondo metodologia zonale, alzo dello specchio e scatto col flessibile. Probabilmente però non avrei mai fatto una foto all'interno di un museo, con tutto quel casino sarebbe stato impossibile. P.s. e comunque fare una foto in bianco e nero secondo la metodologia che hai enunciato e che considero corretta, è più facile farla in ambiente analogico, perchè oggi siamo troppo legati agli automatismi connessi
  11. Scattata in luce ambiente a colori ma convertita in B/N a Londra all'interno di una sala di un museo. Penso, forse sbaglio, che il bianco e nero, usato da me per decine di anni, abbia in determinate foto oggi, in cui impera il digitale e il colore, dicevo quindi che il B/N abbia quasi la facoltà di arrestare il tempo di creare uno iato temporale sulla rappresentazione di un ricordo
  12. Beh Amato la patrimoniale l'applicò tempo addietro sui depositi bancari e mi trovò coi soldi dopo che avevo venduto casa e non comprata ancora la nuova
  13. Che ci siano stati errori in passato, lo sappiamo tutti: Ciampi, Prodi... i cosidetti traditori della patria, sono loro che ci hanno portato in questo casino dove la prima regola doveva essere non avere un mercato e una moneta comune, ma uno stato comune con un debito comune. Che Europa è quella che presta i soldi alla Grecia e li vuole indietro con gli interessi? che compra glia aereoporti a due lire, che determina squilibri di mercato per cui ai nostri imprenditore conviene vendere agli stranieri piuttosto che lavorare, che favorisce politiche per cui in alcuni stati il PIL non riesce a crescere? E che dire della nostra classe politica che quando accortasi del problema ha preferito rimanere accucciata, sperando per il futuro , mentre per se spendeva e spandeva e impoveriva la classe media? Che dire della variazione fatta alla costituzione con l'introduzione del capitolo quinto che da alle regioni la possibilità di legiferare con la creazione di tante belle strutture che costano all'anno 55 miliardi di euro (100.000.000.000.000 di vecchie lire) praticamente per gestire la sanità, che prima veniva gestita centralmente con costi irrisori (...e senza pensare che prima non avevamo le addizionali regionali)? Quindi ora si correrà ai ripari con l'aumento delle tasse, con una patrimoniale, con tagli a stipendi e pensioni, e noi diverremo sempre più poveri... si poveri noi... povera Italia
×
×
  • Create New...