Jump to content

Alberto73

Nikonlander Veterano
  • Posts

    1,037
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    7

Alberto73 last won the day on November 2 2020

Alberto73 had the most liked content!

Recent Profile Visitors

3,784 profile views

Alberto73's Achievements

Nikonlander Veterano

Nikonlander Veterano (4/5)

358

Reputation

  1. Non so se posso o vado troppo OT ma credo che questo possa interessarti!
  2. Intel fino alla 11 generazione stava perdendo terreno nei confronti della concorrenza, in primis AMD, pur detenendo ancora una buona fetta di mercato ed avendo venduto, a quanto ho sentito magari qualcuno può smentirmi, più della rivale AMD ma più per mancanza di prodotti in vendita di quest'ultima che per meriti propri. Con la nuova architettura Alder Lake si direbbe che abbiano aperto la via per il rilancio della 'casa blu' e le nuove cpu dovrebbero aver fatto un bel passo avanti. Cosa può portare questo nuovo innesto in Intel dato che la via è già tracciata? io spero che lavorino anche dal lato consumi e temperature, apple col suo m1 ha introdotto un chip che consuma poco e scalda altrettanto (mi pare parta da 25° mentre le cpu intel da 50/60° cosa che ha permesso al macbook air ddi rinunciare all'unica ventola mal collegata che aveva ed essere sempre prestante salvo che per utilizzi molto pesanti)
  3. ho aggiunto il testo all'articolo! (come per quello su Tokyo)
  4. Difficile immaginare come potesse essere, in giro per il web ho visto delle ricostruzioni di come poteva essere l'aspetto esterno, ma l'interno chissà...
  5. Per quanto mi riguarda no, non la comprerei! Personalmente l'estetica delle attuali Z non mi dispiace mentre non mi interessa una versione retrò, mentre se volessi cambiare una delle mie z in futuro è più probabile che mi interessi una Z6III (la II non l'ho mai presa in considerazione a prescindere).
  6. Premessa: il materiale fotografico di questo articolo risale a qualche anno fa! A nord della penisola di Sirmione troviamo, in posizione panoramica sul Lago di Garda, un luogo conosciuto come le ‘Grotte di Catullo’. Non si tratta effettivamente di grotte e nulla ha a che fare con Gaio Valerio Catullo. La definizione di 'grotte' è dovuta ai primi viaggiatori arrivati in questo luogo nel Quattrocento che, vedendo la costruzione ricoperta di vegetazione, credettero di trovarsi di fronte a delle grotte naturali. Si tratta in realtà di una grande villa romana ivi costruita agli inizi del I° secolo D.C. poi abbandonata nel III secolo. In quel periodo parte della sua decorazione architettonica venne spostata nell’altra villa romana di Sirmione. L’attribuzione della villa al poeta di origine veronese è dovuta al fatto che, nei suoi componimenti, riscoperti nel XV secolo, Catullo descrive il ritorno alla ‘amata casa di Sirmione’. L’edificio però non può essergli appartenuto in quanto è probabile che sia stato costruito dopo la sua morte, mentre della casa citata dal poeta non si hanno riferimenti sulla possibile ubicazione. Quando e perché la villa sia stata abbandonata non si sa nulla, ma il fatto di aver trovato delle tombe al suo interno risalenti al IV/V secolo dimostra che a quel tempo si trovasse già in stato di abbandono e che venisse usato come cava di materiali da costruzione. Il recupero vero e proprio dei resti archeologici è stato iniziato tra il 1939 e il 1940 quando la Soprintendenza alle Belle Arti ha avviato un programma di scavi e restauri e, successivamente, ha acquisito tutta l’area archeologica per poterla meglio tutelare. La villa occupa una superficie di 2 ettari ed è stata solo in parte riportata alla luce. Di tutto il complesso, il piano nobile è la porzione giunta ai nostri giorni in condizioni peggiori, anche per il fatto che dopo il suo abbandono è stata usata come cava di materiali, mentre il piano intermedio e quello inferiore si sono conservati meglio. L’edificio è a pianta rettangolare, misura 167 x 105 metri, e, sui lati corti, presenta 2 avancorpi: quello meridionale in cui si trova l’ingresso della villa e quello settentrionale dove c’era un’ampia terrazza belvedere collegata ad altre terrazze. Essendo costruita su un terreno in pendenza, il progetto venne adattato alla conformazione del terreno, per cui in alcune parti l’edificio si compone di tre livelli, in altre di due e nella parte meridionale di un solo livello. Vennero inoltre realizzate delle imponenti strutture di sostegno. Una delle parti ancora visibili oggi è il criptoportico (portico nascosto) che si sviluppa lungo il lato occidentale della villa. In origine quel portico, suddiviso in due navate, era coperto da una doppia volta a botte che sorreggeva la sovrastante passeggiata porticata. Adiacente ad esso troviamo un impianto termale costituito da un vano più ampio, indicato come piscina dotata, probabilmente, di un ipocausto, ossia un pavimento sorretto da pilastrini collegato alle intercapedini delle pareti della vasca. In queste e sotto il pavimento circolava l’aria calda prodotta da una caldaia che riscaldava l’acqua. La ‘piscina’ è tutto ciò che ne rimane. La parte centrale dell’area ospitava un ampio giardino, mentre oggi è presente il grande uliveto che, con le sue 1500 piante e grazie all’ingente lavoro di recupero, permette di produrre un olio extravergine di oliva conosciuto come ‘olio di Catullo’. Nella parte nord troviamo la cosiddetta "aula dei giganti", al di sopra della quale si trovavano le sale di rappresentanza più belle assieme alla grande terrazza panoramica. Con l’abbandono della villa e il degrado delle strutture queste ultime sono collassate nella sottostante aula. Il ‘grande pilone’ è uno degli elementi più imponenti di sostegno dell’edificio e l’ultima parte della villa che vedono i visitatori prima di arrivare all’uscita. Le informazioni contenute in questo articolo sono tratte da: https://it.wikipedia.org/wiki/Grotte_di_Catullo https://museilombardia.cultura.gov.it/musei/grotte-di-catullo-e-museo-archeologico-di-sirmione/ https://www.tuttogarda.it/sirmione/sirmione_villa_catullo.htm https://www.museionline.info/tipologie-museo/grotte-di-catullo https://sirmionebs.it/scopri/arte-e-monumenti/grotte-di-catullo/ https://www.bresciatourism.it/cosa-fare/grotte-catullo-sirmione/ http://iviaggidiraffaella.blogspot.com/2018/02/sirmione-le-grotte-di-catullo.html Qui trovate Gli altri articoli del mio blog. Al prossimo articolo! Ciao ciao!
  7. Aggiornato l'articolo con delle didascalie!
  8. 1) la n° 20 per la scena particolare colta 2) la n° 17, sarà che mi piacciono i treni storici, ma mi sembra che meriti e il colore mi sembra comunque adatto 3) la n° 18, trovo molto bello l'effetto ad arco delle stelle sopra quel vecchio edificio abbandonato
  9. sperando non sia un 2021s
  10. Con questa foto dell'anno scorso auguro a tutti un sereno natale!
  11. Io preferisco rivolgermi al mio negozio di fiducia, che pur non essendo un rivenditore ufficiale Nikon fin'ora è sempre riuscito a farmi avere quanto gli chiedevo e senza farmi pagare acconti e men che meno l'intera cifra. Se non ricodo male una volta mi dissero 'non ti faccio pagare nulla prima perché non so se mi arriva' e io, essendo cliente abituale, non ho mai disdetto una richiesta fatta! per cui mi trovo bene così.
  12. Ho aggiornato l'articolo con una cosa che ho scoperto dal manga 'Tokyo shutter girl' sulla 'otokozaka' ovvero la scalinata degli uomini!
×
×
  • Create New...