Jump to content
  • Nikonland Admin
    Nikonland Admin

    Photoshop 24.6 (beta) : riempimento generativo

    Facciamo il caso in cui l'editor di Nikonland Magazine abbia una bella foto da pubblicare a due pagine.
    Ma il suo formato lo lascia un pò insoddisfatto, per le proporzioni o per la posizione del soggetto principale (magari troppo al centro) o per la necessità di avere più spazio attorno, pur restando nell'ambito della foto.

    Ci vengono incontro i normali strumenti di Photoshop che consentono di allargare la dimensione del quadro e di riempire lo spazio vuoto creato con elementi recuperati dalla stessa fotografia.
    Un lavoro che per essere fatto a regola d'arte richiede svariati interventi su livelli separati, ritocco, correzioni. E che non sempre riesce al meglio.

    La nuova versione di Photoshop, oggi ancora in "beta", mette a disposizione un nuovo strumento particolarmente flessibile, chiamato Generative Fill (Riempimento Generativo in italiano) che ci può facilitare il lavoro.

    Vediamo un caso partendo da una immagine presa dalle Gallerie di Nikonland.

    large.SAM_8518.jpg.21d04a7acc61aa003615caba4c38c402.thumb.jpg.1bdbcbd488235f6f5b99ed84802795f8.jpg

    si usa lo strumento taglierina e si allargano i bordi dell'immagine secondo il formato che ci necessita.
    La parte eccedente la foto verrà colorata automaticamente con un colore di fondo.

    Senzatitolo-1.thumb.jpg.f5ec7ab56a67255d1978e3cebbdfe1bb.jpg

    così va bene all'Editor ma abbiamo bisogno che anche il nuovo spazio sia parte della foto.

    Selezioniamo l'area bianca, avendo cura di prendere nella selezione anche una piccolissima parte della fotografia.

    Immagine2023-06-04124527.thumb.jpg.236eb3bbc8eb5f1aaebb289d5459ca46.jpg

    il nuovo strumento è già presente sotto alla nostra immagine.

    Premiamo il tastino Riempimento Generativo

    Il programma avvia una elaborazione che può richiedere alcuni secondi e ci presenta un primo risultato del riempimento, con tre varianti possibili :

    a.thumb.jpg.3ea458fd324d262b56bbb4c6af02a784.jpg

    b.thumb.jpg.dc8ae4ce1b56ea1f436d7262e475bbf8.jpg

    c.thumb.jpg.c5d1e7a268d166296cc164b64ccdeea7.jpg

    come potete vedere è stato ricostruito per intero l'interno della stalla, rispettando le prospettive delle pareti, il verso e la venatura delle tavole, le ombre.
    Il palo centrale è stato allungato verso l'alto.
    Ci sono due possibili soluzioni per il soffitto più una variante di un tetto marcio, parzialmente scoperto.

    L'editor ha scelto la seconda soluzione come più piacevole e realistica :

    finale1.jpg

    ma un attimo prima di andare in stampa, l'incontentabile Editor si rende conto che trova quel rastrello appeso la sulla destra un pò distraente e decide che non lo vuole.
    Gli basta selezionare grossolanamente l'area che include il rastrello e premere ancora Genera.
    Anche in questo caso Photoshop proporrà tre soluzioni differenti, che escludono il rastrello dall'immagine finale.

    finale2.thumb.jpg.019447266987b527679b376d05c685c4.jpg

    ecco la versione che viene scelta per la rivista.

    ***

    Un caso molto differente.

    C'è un nudo ambientato, molto sul soggetto.

    Immagine2023-06-04130449.thumb.jpg.4b5001f323c79d379b902fa8482dc794.jpg

    ma il nostro editor vuole una immagine a due pagine molto più evocativa, con più atmosfera e soprattutto senza quelle tegole oltre la finestra che rovinano tutto l'effetto.

    Immagine2023-06-04130512.thumb.jpg.a145a141e1917e97c3fff87340f72506.jpg

    questo è l'impatto giusto, ottenuto con la taglierina ad aggiungere anziché a togliere.

    Come prima, selezioniamo le aree bianche sovrapponendo leggermente i bordi della fotografia e chiamiamo il nostro Riempimento Generativo.

    Immagine2023-06-04130539.thumb.jpg.1bfe8051ec00bf04e04e125b2be0ea91.jpg

    otteniamo questa prima proposta, interessante ma non esattamente quello che aveva in mente l'editor.

    Quindi interveniamo prima sulla parete a sinistra, con lo stesso metodo, ma precisando al comando testuale (per ora solo in inglese in questa versione beta) che vogliamo un muro scuro, sbrecciato.

    "distressed dark wall"

    la generazione di quell'area produce questo risultato, più soddisfacente

    Immagine2023-06-04130557.thumb.jpg.d6b704832e54b975d0dc6ef1997de583.jpg

    la meraviglia è che viene mantenuto il dettaglio ma un livello di sfuocato di prospettiva estremamente convincente.
    E c'è anche un elemento di separazione rispetto alla scena che non avremmo saputo fare meglio con matita e pennello.

    Quindi è il momento di dedicarci alla finestra. Selezioniamo il riquadro attorno a quella già creata da Photoshop e nel prompt testuale indichiamo che vogliamo una finestra all'inglese

    "english window" 

    Immagine2023-06-04130622.thumb.jpg.7bd4cdcac8c62fc7e61edb6735df72dd.jpg

    che sortisce il doppio effetto di inserire nel contesto, con buona prospettiva, una finestra più intonata con la scena che stiamo elaborando, avendo pure eliminato gli elementi di disturbo esterni (come le tegole presenti nella foto originale).

    C'è ancora il difetto dello spigolo del muro obliquo, lo eliminiamo allo stesso modo, anche se avremmo altri metodi. Per approfittare della capacità della procedura di ricostruire fedelmente le ombre della finestra

    Immagine2023-06-04130641.thumb.jpg.8291669a2124b0870ab8cb791ddaa981.jpg

    Sarà contento il nostro Editor ? Già lo sentiamo lamentarsi della tonalità troppo fredda di ciò che c'è oltre la finestra ... e del fatto che le ombre della finestra sul muro, non sono fedeli al disegno dei riquadri ...

    ***

    Andiamo oltre.

    Questa veduta della Valmaron sarebbe anche interessante se non ci fosse quella macchia d'erba davanti, sulla sinistra

    Immagine2023-06-04133141.thumb.jpg.e4ae7e858c8ebfab8ecc793dcbcfc082.jpg

    inaccettabile per l'editor di Nikonland Magazine che se ne sbarazza con il riempimento generativo.
    Gli basta selezionare tutta l'area e la sua ombra e premere il tasto genera.

    Immagine2023-06-04133201.thumb.jpg.c824a3bb358a55324b93ef1d315134a4.jpg

    per avere un risultato accettabile, peraltro in tre diverse soluzioni, tutte dello stesso livello

    Immagine2023-06-04133338.thumb.jpg.ce81a34c5ca924a0073f7679a975fe39.jpg

    ma a lui pare anche che manchi un vero soggetto in questa foto. Che fare ?

    Ecco che facilmente compare una baita sul versate sinistro dello stagno (indicando nel prompt testuale la frase "wood cottage")

    Immagine2023-06-04133545.thumb.jpg.6de9e11e38eb3cdfa255e2edee318076.jpg

    e poi, volendo, c'è anche quel ciuffo d'erba la in mezzo che da fastidio. Lo togliamo con lo stesso metodo.
    Photoshop ricostruisce l'acqua retrostante senza fare una piega e nelle solite tre varianti, qui molto simili.

    Immagine2023-06-04134615.thumb.jpg.f0dbdda3a5246d3febbe9b3862e25d4b.jpg

    ma forse all'Editor piacerebbe qualche nuvoletta un pò più espressiva nel cielo ? Facile.
    Seleziona quella porzione di cielo ed aggiunge qualche parola nel quadro di testo ("fat clouds").
    Ed ecco qua una veduta differente da quella disponibile.
    Non è fedele all'originale ma più adeguata alle necessità editoriali.

    Immagine2023-06-04134859.thumb.jpg.142e6fd2a35bf136ccb61a4bd4965ef3.jpg

    ***

     

    Qui abbiamo un ritratto caratteristico

    Immagine2023-06-04140216.thumb.jpg.edd07e683f3cbaa271b1e64458265154.jpg

    ma vorremmo aggiungere un cappello

    Immagine2023-06-04140231.thumb.jpg.74bc1033024614c40351ee63d1ab6524.jpg

    e questo sembra intonato con il tipo di ritratto.

    O forse meglio questo ?

    Immagine2023-06-04140519.thumb.jpg.7d87d0cfdc6f62ca2da64a0e0674e4c8.jpg

    con lo stesso metodo potremmo selezionare i pantaloni di velluto e trasformarli in tessuto a scacchi.
    Sarà per un'altra volta.

    E nel caso di persone all'aperto ?

    Soggettiva che diventa panoramica. Stresso modo descritto sopra.

    Immagine2023-06-04141530.thumb.jpg.c5d7b5806c8631b63019b4b9da7bc355.jpg

    Immagine2023-06-04141547.thumb.jpg.12cfbbe7b316624c8999a07b0a3fe1b7.jpg

    credibile, no ? D'accordo ci sono dei pasticcetti che si possono però sistemare facilmente. Sono nelle aree sfuocate, il soggetto (la bionda !) resta in piena evidenza.
    Probabilmente sulla restante parte della scena ci sarà del testo o il titolo di un articolo. Chi lo sa ?
    Ma intanto abbiamo materiale per riempire le due pagine.

    ***

    Una veduta marina fresca, fresca. A cui vogliamo dare un taglio panoramico.

    WhatsAppImage2023-06-04at23_33_56.jpeg.5e6d39da44461f3499a905de2fa09034.thumb.jpeg.8f7d2dcd8cba130c19e3abbd035da8f1.jpeg

    il metodo è sempre lo stesso.
    Con qualche parolina aggiungiamo una barchetta sulla destra e qualche nuvola più intonata.
    In generale il programma indovina sia la prospettiva che l'illuminazione.
    Il primo piano a destra è un pò confuso. Si potrebbe intervenire meglio. Ma il materiale a disposizione di partenza è quello che è.

    Senzatitolo-1.thumb.jpg.91f8116a9577f53fa4c79496b4fc2270.jpg

    ***

    Bene, non vogliamo indugiare oltre. Volevamo solo fare una panoramica di una nuova funzionalità che pur ancora in versione beta, si presenta come molto promettente.
    Potrebbe a tendere agevolare moltissimo il lavoro di fotoritocco e di editing delle fotografie.
    Non parliamo di vera e propria creazione di immagini ma di miglioramento del materiale esistente anche eventualmente aggiungendo elementi non presenti nella foto originale, attinti da Adobe nella gigantesca libreria di immagini di sua proprietà (Adobe Stock) e posizionate come le approssimazioni consentono.

    Per ottenere risultati gradevoli ma soprattutto realistici, ci vuole comunque un fotografo. Il programma da solo fa solo pasticci.
    E possibilmente un fotografo creativo che abbia bene in mente cosa gli serve e come ottenerlo servendosi di un sistema intelligente al suo servizio.
    Ciò che in ultima istanza dovrebbe essere la tecnologia.

    Sinceramente non capiamo tutto il clamore suscitato sui canali social e su Youtube ("rivoluzione", "fine della fotografia", "cambia tutto", etc. etc.), probabilmente più associati alle attuali polemiche dirette verso l'Intelligenza Artificiale e analizzate in modo un pò superficiale.
    Qui c'è poca magia ma molto servizio. Tanti tentativi risultano banali, sbagliati o inaccettabili. Nulla viene creato dal nulla, bisogna essere capaci di servirsene.

    Ammesso che serva, ovviamente, non è obbligatorio utilizzare tutti gli strumenti di Photoshop.

    Da parte nostra attendiamo con curiosità di scoprire quando Adobe delibererà come disponibile per tutti questa versione. Ma soprattutto cosa verrà esplorato nel prossimo futuro.

    ***

    Se questo articolo vi è sembrato utile mettete un like. A voi non costa nulla ma per noi fa una grande differenza per capire quali siano gli argomenti che i lettori trovano più interessanti.
    Non abbiate timore ad aggiungere i vostri commenti

    User Feedback

    Recommended Comments



    • Nikonlander

    Ok, ordino pizza coca e pop corn, prevedo una lunga discussione 😀
    Battute a parte per me l’unico limite da mettere sarebbe quello di “imporre” al fotografo di dichiarare se ha manipolato e aggiunto elementi con questa tecnologia. Poi ognuno delle sue foto me può farne quello che vuole. 

    • Like 2
    • Haha 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Senza dubbio potenzialità pazzesche. E di una semplicità di utilizzo che fa paura :D

    • Like 3
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Il primo commento che mi viene di fare è che si potranno utilizzare molte foto non perfette sfruttando l'AI come correttivo.
    Poi, ma se ne parla da tempo, possiamo recitare il de profundis per tutta la fotografia di stock e di archivio.
    Sulla necessità di saperla utilizzare non ci conterei troppo, con un buon tutorial molti fotografi scarsi sapranno diventare abili editor, secondo me.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Il mio pensiero corre a quei fanatici che ancora oggi, dopo aver distrutto negativi e dia, dopo la loro stampa, per spacciarli come originali non più riproducibili, erano passati anche alla distruzione delle schede di memoria dopo aver scattato le loro preziose immagini.

    E con buona pace del dibattito sulla fotografia come forma artistica, che dura da fine 800.

    L'unica cosa che conta è l'immaginazione, tutto il resto è pratica, abilità, organizzazione.

    E per fortuna l'immaginazione restera' a noi umani, ancora per un po'...

    Per il dopo quel po', spero di essere già polvere ..

    Di certo chi progetta queste opportunità si diverte quanto me che vado a fotografare i suoi supporti.

    Ma lui resta seduto al computer, quando io sto scattando foto a Panarea.

    Me la sento sucata....scusate il francesismo...

     

     

     

    • Like 4
    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Tanti e tanti anni fa, in una puntata di Lupen III, prima serie, un nuovo super-computer prevedeva tutte le mosse dei criminali e cercavano di utilizzarlo per catturare l'inafferrabile e i suoi amici.
    Con l'utilizzo della FANTASIA il trio la fece, come sempre, franca.

    Immaginazione ( cit Max ), fantasia, passione, anche chi ne ha solo un briciolo sara' piu' "genuino" di un aggiornamento sw, se poi se ne sapra' servire, sara' anche meglio.

    Buono a sapersi, grazie dell'info, ma se posso, io esco ! :fotografo:

    • Haha 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Queste nuove funzioni fanno parte dello sviluppo e del progresso

    Sinceramente lo capisco ma non mi affascina e mi fanno anche un po' di paura 

    La bellezza resta nel fatto di andare a caccia di un soggetto, di un ritratto,di un panorama da catturare, il post prod. x come lo vedo io dovrebbe essere una parte minima e non dovrebbe essere così impattante in una foto 

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    47 minuti fa, Alessandro Pisano ha scritto:

    La bellezza resta nel fatto di andare a caccia di un soggetto

    "E l'uomo, si sa, è cacciatore". Diceva la mia nonna con un pò di nostalgia di quando era giovane (e bella) :rotfl:

    • Like 1
    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    7 minuti fa, M&M ha scritto:

    "E l'uomo, si sa, è cacciatore". Diceva la mia nonna con un pò di nostalgia di quando era giovane (e bella) :rotfl:

    Invece l'editor ( presenti esclusi, ovviamente ) in genere deve cacciare testo ed immagini in un determinato spazio...se non le ha , le crea.
    Che tu sia gazzella o leone, devi da caccia'

    • Like 1
    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Il primo esempio colpisce.
    Smetteranno di costruire i wide e noi smetteremo di usarli. Il classico cinquantino basta e avanza. Zero distorsione.

    Collezionerò tappi.
     

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Lascio perdere il discorso "IA lecita si/no" perché francamente mi interessa poco.

    I risultati posti dal cibernetico Admin sono sorprendenti, perché ho scaricato e provato anche io qualche giorno fa la beta di PS per provare queste nuove feature, ma mi sono usciti degli obbrobri. Sia come riempimento automatico nel caso in cui si volesse allargare la scena, sia nella banalissima rimozione di oggetti.

    Ho provato a rimuovere un telecomando da un tavolo, e ogni volta il telecomando restava lì, trasformato di volta in volta in un mattone di colore diverso.

    Non so, probabilmente sbagliavo qualcosa io, oppure ho preteso troppo.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    25 minuti fa, Gabriele Castelli ha scritto:

    Lascio perdere il discorso "IA lecita si/no" perché francamente mi interessa poco.

    I risultati posti dal cibernetico Admin sono sorprendenti, perché ho scaricato e provato anche io qualche giorno fa la beta di PS per provare queste nuove feature, ma mi sono usciti degli obbrobri. Sia come riempimento automatico nel caso in cui si volesse allargare la scena, sia nella banalissima rimozione di oggetti.

    Ho provato a rimuovere un telecomando da un tavolo, e ogni volta il telecomando restava lì, trasformato di volta in volta in un mattone di colore diverso.

    Non so, probabilmente sbagliavo qualcosa io, oppure ho preteso troppo.

    Probabilmente hai sbagliato qualcosa. Io ci sto giocando da giorni e i risultati sono davvero sorprendenti! Su YT è pieno di tutorial, prova a guardare.

     

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Tecnologicamente affascinante, senza alcun dubbio.
    Giustamente, secondo me, nell’articolo l’attore è un editor e non un fotografo: Fanno cose diverse per scopi diversi, a ciascuno il suo strumento.

    Per un fotografo è mooolto meglio uscire a fotografare!

    (a costo di passare per talebano, io Photoshop non l’ho nemmeno installato. E non mi riferisco a questa beta).

    • Like 2
    • Haha 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Ogni strumento ha il suo senso e viene sempre il momento in cui risulterà utile.

    Quello che sarà deprecabile a mio avviso, con disponibilità simili (mi inchino alla bravura di chi è in grado di gestirli) sarà il loro ABUSO.

    ossia il frequente ricorso in barba al diritto di un fotografo di ottenere che la sua foto resti esattamente come lui l'abbia scattata e prodotta.

    Che è da sempre motivo di dissidi fra chi fotografa e chi vuole usare quelle fotografie 

    L'abuso di cui parlo non ha niente lla a che vedere con l'utilizzo FRAUDOLENTO di opportunità simili, messe a disposizione di chi sappia usarle: un esempio? 

    La classica foto scattata dopo un semplice incidente stradale, che in passato ci ha fornito mezzo di prova per la dinamica o per il danno subito....

    Tutto ormai facilmente interpolabile...

    Secondo esempio? 

    Chi componeva immagini all'interno di una redazione, adesso enormemente facilitato nel suo lavoro, credete continuerà ad essere pagato xxx come il mese scorso?

    No...: adesso il capo gli darà meno della metà del suo xxx compenso. (è già successo mille volte in questo ambito, se mi prestate fede)

    Etc etc...

    Con tutto questo appena scritto non voglio sostenere che un sistema del genere non sia stupendo e invogliante.

    Ma che ci sia bisogno di molta moralità, formazione, senso di responsabilità, quello si...

    • Like 3
    • Haha 5
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Parole sante Max...    parole sante.. ma.. in quanti trasgrediranno?.. ho paura nel pensarci..

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander
    21 ore fa, M&M ha scritto:

    "E l'uomo, si sa, è cacciatore". Diceva la mia nonna con un pò di nostalgia di quando era giovane (e bella) :rotfl:

    Ma la donna è mobile..... e io mi sento mobiliere.... (cit. Toto') :marameo:

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Buongiorno,

    scopo di questo articolo è illustrare una tecnologia che sta arrivando potenzialmente a disposizione di chiunque utilizzi Photoshop, senza ulteriori addebiti.
    Si tratta di un campo con potenzialità solamente scalfite da questi primi abbozzi.
    Abbiamo visto all'opera procedure similari, capaci di spuntinare una fotografia con migliaia di graffi, segni e macchie, in pochi secondi, proponendo su un livello separato di Photoshop correzioni che a mano, richiederebbero giorni e che hanno sempre richiesto giorni fin da quando esiste il fotoritocco (150 anni ?).
    Comprendiamo che ci possano essere differenti posizioni sull'uso di queste potenzialità.
    Che restano facoltative, ovviamente, non obbligatorie né prescritte nel bagaglio di ogni fotografo, come a nessun fotografo è richiesto di impiegare il computer per le sue necessità di fotografo, potendo archiviare le sue fotografie come scattate nella scheda di memoria in cui sono state memorizzate al momento dello scatto e così lasciarle finché resteranno leggibili.
    Siccome stiamo parlando di tecnica, che è il campo che ci compete, ci piacerebbe però che i commenti sull'articolo rimanessero in questo ambito per poter intervenire e rispondere o estendere l'argomento.
    L'etica e l'eventuale utilizzo non conforme, illegale o fraudolento, esula dalla nostra competenza e in nessun momento, quando abbiamo deciso che l'argomento meritasse un articolo su Nikonland visto lo scalpore mediatico che sta suscitando nel resto del mondo, ne abbiamo contemplato l'implicazione.

    Cordialmente.

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Immagine2023-06-08131710.thumb.jpg.0e156ef133f4ad249a432f09fc465aeb.jpg

    il nuovo banner di questo articolo è stato generato con queste tecniche a partire da un testo, riprodotto con strutture di "pane tostato".
    Tutto in ambiente Adobe.

    • Like 3
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Un'immagine generata con Adobe Firefly. Fa parte di un ciclo di illustrazioni per una fiaba per bambini che ci è stata commissionata.
    La lepre è in soggettiva e manca della punta delle orecchie. Infine, vorremmo una scena un pò più ampia.

    Utilizziamo le tecniche sopra illustrate con Photoshop 24.6

    Fireflyaharestandingupinawoodphotorealisticsharp62533.thumb.jpg.5bcb2b99c9eb692d82c462a96805e851.jpg

    "a standing up hare in the wood with blurred background, sharp", gold hour

    Fireflyaharestandingupinawoodphotorealisticsharp62533.thumb.jpg.d61fcf32ea3ed5e67a32c145a93265a5.jpg

    il logo invece è stato rimosso con il nuovo correttore già presente in Photoshop 24.5

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Sempre dallo stesso ciclo di illustrazioni, Archie che abbaia a George che scappa verso il bosco.
    Adobe Firefly ha generato l'immagine a partire da questo prompt "a jack russell barking with a village in the background".
    Ma ha tagliato i piedi ed ha stretto troppo l'immagine.
     

    Fireflyajackrussellbarkingonacountryroadwithavillageinthebackgroundphotorealistic(1).thumb.jpg.acfd9caccc4ad8aed3707080a0275580.jpg

    abbiamo corretto con Photoshop 24.6

    Fireflyajackrussellbarkingonacountryroadwithavillageinthebackgroundphotorealistic(1).thumb.jpg.c9d9c5e8ba2cd997d1a0334efe3cbe85.jpg

     

    a questo punto se qualcuno è incuriosito su dove sta andando George, dovrà attendere la pubblicazione della fiaba (e del suo making of) sul nostro blog.

    Fireflyabordercollierunningawayfromavillageinthebackgroundphotorealisticsharp6127.thumb.jpg.6586def83ad43c683247cd079244de4a.jpg

    • Like 6
    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Ora ce l’ho pure io l’avatar positronico:

    FireflyroboticgiraffewithglassesholdingaNikoncamerawithasmalltabbycat99717.thumb.jpg.4563d414d7bc22054de100f34cee75af.jpg

    Indubbiamente è uno strumento sorprendentemente potente che cambierà la vita agli editor.

    Ma al di là di questi impieghi, mi aspetto applicazioni dirompenti dell’IA in ambito medico, dove viene impiegata già da diversi anni. 

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    Il 9/6/2023 at 21:39, happygiraffe ha scritto:

    Ora ce l’ho pure io l’avatar positronico:

    [...]

    Indubbiamente è uno strumento sorprendentemente potente che cambierà la vita agli editor.

    Ma al di là di questi impieghi, mi aspetto applicazioni dirompenti dell’IA in ambito medico, dove viene impiegata già da diversi anni. 

    Pure il Milan si aspetta grandi cose in ambito IA

    Peraltro dopo il ritiro di ibra un robottino positronico gli farebbe comodo anche a Sanremo 

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    24.7, sempre beta.

    Foto di stamattina (Zfc + 16-50 + V1)

    ZF3_2735.thumb.jpg.feee1353cc757adb58e2cb389be14d53.jpg

    la MX-5 di Federica con due guardoni più vari elementi di disturbo.

    ZF3_2735c.thumb.jpg.5f2ce32d405128008383c46811cd1bd3.jpg

    svariati livelli di riempimento generativo

    ZF3_2735a.thumb.jpg.f8d415324254daa2d044e2e54497ec2d.jpg

    risolto !

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites




    Guest
    This is now closed for further comments

×
×
  • Create New...