Vai al contenuto
  • Silvio Renesto
    Silvio Renesto

    Frans Lanting, la maestà e la poesia della natura

    Frans Lanting è un'altra delle Nikon Legends, ma è una leggenda non solo per Nikon,  uno dei più grandi fotografi naturalisti di tutti i tempi.  Non si poteva non dedicargli un articolo qui su Nikonland.

    Come l'altro mio articolo su Joel Sartore, vedetelo come uno spunto di discussione e se altri appassionati di fotografia naturalistica vogliono intervenire a seguito con altre notizie, aneddoti, sono i benvenuti.

    Frans Lanting  è nato nel 1951 a Rotterdam in Olanda, si è laureato in economia e poi si è trasferito negli USA per studiare pianificazione ambientale.   Presto tuttavia ha cominciato a fotografare la natura  e non ha più smesso, così  la sua vita è cambiata.
    Per decenni ha documentato la natura in tutti gli angoli del mondo, trasmettendo la conoscenza e la bellezza di ogni forma di vita,   con immagini che suscitano meraviglia e hanno definito nuovi standard di qualità per le generazioni successive di fotografi naturalisti.
    Di lui si è detto che ha una mente da scienziato, un cuore da cacciatore e gli occhi di un poeta (Thomas Kennedy ex direttore del National Geographic Magazine). 

    5aa136a40af44_FransLantingHeadshot.jpg.f182540237d79d6cba9934d9744eb1a7.jpg

     

     

    Per il national Geographic Lanting ha lavorato moltissimo, dai servizi sugli scimpanzè pigmei (bonobo)  del Congo, alla vita sulle chiome dellla foresta pluviale amazzonica, ai pinguini dell'Antartide, alla fauna e i popoli del Madagascar. 
    Per realizzare questi servizi non ci si può risparmiare: Lanting ha passato settimane su piattaforme di legno in cima agli alberi, ha seguito i branchi di Leoni, ha dormito in crateri vulcanici con le Tartarughe Giganti.

    arts1-1706-lanting.thumb.gif.b9af15a5720b7957c8427db90b256f8d.gif

     

    frans-lanting-3.jpg.e960f47ba11eb9eed334205732199bd7.jpg

     

    Tra i suoi lavori più famosi ci sono quelli sul delta dell'Okavango, Sul Borneo, Sui Pinguini Imperatori dell'Antartide sugli ultimi Ghepardi Iraniani, lavori pubblicati su riviste e esibiti in mostre in tutto il mondo.

    cab655bc6ecd3788f34f11426afe39d7.jpg.6f0e2eb58403513288aaf534cab719ee.jpg

    frank-lanting-1280x620.thumb.png.44b122b89241a2cf02607800bb26e29e.png

    Orsi "danzanti".

     

    Nei suoi libri Lanting trasforma gli animali in arte come nessun altro fotografo scrive il New Yorker, e guardando le sue foto non si possono non provare emozioni che vanno dalla tenerezza allo stupore alla riverenza per le forme viventi da lui ritratte. Al di là della bellezza delle sue immagini, che sono vera poesia di forme e luci, molti suoi lavori hanno anche un grande valore scientifico, documentando nuove scoperte sulla diversità della vita.

    C29IbCoWIAIiKTS.thumb.jpg.728fbae9431af5939453b72fb369ca7c.jpg

     

    123858650-d4044c4c-a452-403b-baea-21f76132e530.jpg.151300b006bc363911a0e38e12102dab.jpg

    Il sole basso illumina una duna dietro i  tronchi di acacie morte.

     

     

    Black-Heron-532x400-532x400.jpg.b02d72ba231d44fc63efe295bcbf782f.jpg

    Airone a pesca che fa ombra con le ali per individuare i pesci.

    unnamed.png.c6200210418edcde43567709b173241e.png
     

     

    1ef323-20090319-zebra.jpg.d463152be556ab713791b6572c36b262.jpg


    Oltre a questo, la  missione di  Lanting è usare il la fotografia come mezzo per sostenere le iniziative promosse dalle diverse organizzazioni per la protezione dell'ambiente ad ogni livello, e lo fa tramite le pubblicazioni, le mostre le apaprizioni sui media e col sostegno attivo a fondazioni. E' Ambasciatore del WWF olandese , ed è nel comitato nazionale del WWF USA, membro o sostenitopre di altre organizzazioni fra cui la International League of Conservation Photographers (ILCP).

    trophy-hunter-in-eye-of-dead-zebra-frans-lanting-mint-images.jpg.830f1fdb93228fab5aedf3dce4c0309f.jpg

    L'orgoglio dei cacciatori riflesso nell'occhio della zebra uccisa.

    Si potrebbe andare avanti ancora a lungo, elencare i suoi libri e così via, ma ne abbondano informazioni sulle sue opere online, per cui prefersco  soffermarmi su un suo progetto di ampio respiro, simile sotto certi aspetti al progetto Ark di Joel Sartore. Nel 2006 Lanting ha lanciato il progetto LIFE, una storia della vita dalle origini del mondo ad oggi realizzata sia come libro, che come mostra,   sito interattivo e spettacolo multimediale accompagnato da un'orchestra sinfonica.

    1001004007641605.jpg.04d65168290d431efb9d5852df97328e.jpg25_lanting_penguin_fo_f_3d_45715_1503121758_id_907918.thumb.png.55e2d04c067464d91732396218015a23.png

    Qui due Link  utili:

    http://www.lanting.com/
    http://www.photographyoffice.com/blog/2011/02/50-brilliant-examples-of-professional-animal-photography-by-frans-lanting

    Tutte le foto sono prese da internet al solo scopo di illustrare l'opera di Frans Lanting

    Un vecchio scimpanzè all'abbeverata.

    Into_Africa-Exhibit_Layout-v10_copy_Page_05_Image_0005.jpg

    Modificato da Silvio Renesto

    • Mi piace ! 6
    • Primo premio ! 2
    • Sono d'accordo 1



    Feedback utente

    Recommended Comments

    Bravo Silvio.

    Lanting è semplicemente un mito. Secondo me è uno dei padri della fotografia naturalistica, quella vera.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ci sono 4 nomi nel mio olimpo dei fotografi: Brandenburg, Lanting, Sartore e Wolfe. Lanting e Sartore sono quelli che mi hanno sempre regalato le storie più complete "giornalisticamente" parlando (Brandeburg però mi ha fatto sbarellare piàù volte) e Lanting è stato il primo nome che ho ficcato in questa capoccia vuota. Ho studiato con attenzione il suo Okawango, l'ho studiato di più di quei libri di merda di analisi matematica (infatti ci ho messo una vita ...lasciamo perdere). Ma accidenti  che potenza, che meraviglia di immagini di luci di luoghi!!

    Alcune foto dell'Okawango sono state registrate con un obiettivo bizzarro: l' 80-200/2.8 Tamron Adaptall 2! Che tocco di ferro. E del 200-400/4 Ais con il Metz 60 armato di fresnell? con quell'affare fotografò gli Ara in volo. Era una foto leggermente sfocata, ma era la prima di questi uccelli in volo in panning. E gli orango del borneo, le Hawaii selvagge, la Nuova Zelanda.. vaccaboia.

    Tra le cose che ho imparato da Lanting ce n'è una tecnica (*) che dà il segno del limite piegato alla creatività. Quando non puoi montare un cavalletto, sei senza flash, i tuoi iso son quello che sono (tipo 100 con 36 pose) e ti trovi davanti ad un bellissimo piccolo fiore e vorresti portarne via un'immagine, beh puoi farlo, basta che scegli il piano di fuoco giusto e quel fiore, anche se 99% sfocato, racconterà tutta la sua bellezza

    (*)da un suo scatto d'apertura del servizio sulle Hawaii di NGM dell'anno 2000 ( o giù di lì sto andando a memoria)

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    Cita

    Ci sono 4 nomi nel mio olimpo dei fotografi: Brandenburg, Lanting, Sartore e Wolfe.

    Se si hai il tempo su fine Novembre si posso prendere due piccioni con una fava , Lanting e Wolf , e ci aggiungi pure Mangelsen  , spedizione Sud Georgia e Falkland 

    sono incazzatissimo perchè il periodo non mi è congeniale , avevo trovato l'ultimo posto a 18.500 $ in cabina doppia condivisa  :D

    I prezzi stavano da 14.500 a 41.000 $  ,  sold out , chelodicoafare 

     

    Che sogno ......

     

     

     

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    8 ore fa, Muncias dice:

    Se si hai il tempo su fine Novembre si posso prendere due piccioni con una fava , Lanting e Wolf , e ci aggiungi pure Mangelsen  , spedizione Sud Georgia e Falkland 

    sono incazzatissimo perchè il periodo non mi è congeniale , avevo trovato l'ultimo posto a 18.500 $ in cabina doppia condivisa  :D

    I prezzi stavano da 14.500 a 41.000 $  ,  sold out , chelodicoafare 

    Che sogno .....

    Quale sogno????? Quello è un incubo, roba da peperonata + bagna cauda innaffiata da mezza bottiglia di barolo al piombo.

    Avere ammirazione e deferenza per chi ha tratteggiato le linee guida della fotografia naturaistica moderna è ragionevole, impiccare tre anni di risparmi (a me ne servirebbero di piu) per condividere il ponte del lussuoso traghetto antartico francamente è da fulminati irrecuperabili (e pure un po' da stronzi).

    Ovviamente io ragiono da europeo, italiano (aggravante). Evidentemente la meddle class americana ha un potere di spesa tale per cui quelle quote appaiono importanti ma non irrazionali. Buon per loro, ma si preoccupassero anche un pochetto della lorda di co2 che il loro modernissimo bel paese scagazza nell'aria a cuor leggero. Anche l'atmosfera ormai  è sold out.

    Modificato da Valerio Brustia
    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    20 minuti fa, Valerio Brustia dice:

    Evidentemente la meddle class americana ha un potere di spesa tale per cui quelle quote appaiono importanti ma non irrazionali. Buon per loro, ma si preoccupassero anche un pochetto della lorda di co2 che il loro modernissimo bel paese scagazza nell'aria a cuor leggero. Anche l'atmosfera ormai  è sold out.

    Ancora più semplice: la meddle class americana ancora esiste. A fare memoria, altro che quello potevo permettermi :$

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 ora fa, effe dice:

    Ancora più semplice: la meddle class americana ancora esiste. A fare memoria, altro che quello potevo permettermi :$

    Eh Enrico, per quanto mi riguarda: "mai provato hurra'"

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

     

    Ah Ah Ah , ma che peperonata dai ,  avercene per starci scherza no , South Georgia , Falkland , con quei tre !!  cosa vuoi spendere ....

    Farti una settimana con Veronesi nel Mara ti costa 6/7 k$ 

    middle class :mano:  prendendo la media di 28k$  , questa è roba da da un po più di middle ,  a meno che non dilapidi quasi il tuo reddito annuo , allora si ... saresti parecchio stronzo :D

     

     

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Infatti  non mi vedranno MAI, nemmeno se quei danè li trovassi sotto un ponte assieme ad un paio di container pieni di biglietti da 100Eu.

    No, e ti dirò di più : son cose che ai miei occhi li squalificano, quei tre. Poi per carità ciascuno è libero di far qual che crede e di spendere le sue ricchezze in qualsiasi modo, ma mi pare una cifra folle, al limite dell'insulto.

    Quei luoghi sono straordinari, ma non lo diventano di più, ai miei occhi, se sei in compagnia del picasso del teleobiettivo. 

     

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    41 minuti fa, Valerio Brustia dice:

     

    No, e ti dirò di più : son cose che ai miei occhi li squalificano, quei tre.

    ...

    Quei luoghi sono straordinari, ma non lo diventano di più, ai miei occhi, se sei in compagnia del picasso del teleobiettivo. 

     

    Infatti sono proprio d accordo con Valerio.

    A parte i costi vivi del viaggio in se che vorrei capire a quanto possano poi ammontare...non penso oltre i 7/8000 $ ...magari sbaglio, vorrei proprio capire cosa i tre guru possano promettere e cosa i partecipanti credano di poter ricevere in cambio.

    Se workshop debba essere invece di gravarlo di costi aggiuntivi per raggiungere posti remoti, sarebbe più redditizio svolgerlo in luoghi non meno interessanti ma più facili.

    Se basti il fatto del viaggio in compagnia dei tre... beh... vuol dire che hanno ragione loro e hanno capito tutto.

    Magari così per una volta nella vita sarà ben pagato un fotografo per ciò che è stato...:marameo:per ciò  che ha fatto

    • Sono d'accordo 2

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    2 ore fa, Valerio Brustia dice:

    Infatti  non mi vedranno MAI, nemmeno se quei danè li trovassi sotto un ponte assieme ad un paio di container pieni di biglietti da 100Eu.

    Beh , ognuno se li spenderebbe come vuole , trovando quello che dici ... io me li spenderei :D   

     

    2 ore fa, Valerio Brustia dice:

    No, e ti dirò di più : son cose che ai miei occhi li squalificano, quei tre. Poi per carità ciascuno è libero di far qual che crede e di spendere le sue ricchezze in qualsiasi modo, ma mi pare una cifra folle, al limite dell'insulto.

    Quei luoghi sono straordinari, ma non lo diventano di più, ai miei occhi, se sei in compagnia del picasso del teleobiettivo. 

     Quelli sono posti che , solo di tuo , quasi un deca lo spenderesti , euro + euro - , sono posti logisticamente improponibili , difficili da fare , li hai tutta la pappa pronta con l'aggiunta dello skill di tre nomi blasonatissimi 

     

     

     

     

    1 ora fa, Max Aquila dice:

    A parte i costi vivi del viaggio in se che vorrei capire a quanto possano poi ammontare...non penso oltre i 7/8000 $ ...

    Penso ci si andrebbe sopra a farsela da soli , li il casino che non hai nulla , il mezzo per andare è un charter come quello , paghi tutto , tanto 

    detto questo , il costo sta al paragone di viaggiare su una  Rolls o su di una Golf , con entrambe vai e arrivi

     

    1 ora fa, Max Aquila dice:

    Se basti il fatto del viaggio in compagnia dei tre... beh... vuol dire che hanno ragione loro e hanno capito tutto.

    Io penso che abbiano capito si , e abbiano ben presente che sull'intero globo c'è gente che quella cifra la fa magari in mezza giornata 

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    2 ore fa, Muncias dice:

    Io penso che abbiano capito si , e abbiano ben presente che sull'intero globo c'è gente che quella cifra la fa magari in mezza giornata 

    Questo è esattamente ciò che li squalificherebbe come fotografi, come naturalisti, come persone...

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Mi pare che siate un pò partiti per la tangente alla ricerca di asintoti che si intersecano all'infinito.
    Non credete che dalle vostre parole, chi non ha mai sentito parlare di Frans Lanting possa pensare che si tratti in realtà di un tour operator un pò furbacchione ?
    Io con 18.500 dollari mi comprerei una bella macchina sportiva, usata ma ancora in gamba. Altro che avventure nell'emisfero australe !

    Detto questo, per cortesia, vi invito a tornare a parlare del Lansing fotografo, se vi pare, prendendo spunto dall'ottimo articolo di Silvio.

    ____________________________________
    L'Admin Maximo

    • Sono d'accordo 2

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti


    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    You need to be a member in order to leave a comment

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×