Jump to content

effe

  • entries
    24
  • comments
    288
  • views
    8,469

Un mercoledì da leoni


Enrico Floris

1,673 views

Il riferimento alla pellicola cult di John Milius non è per niente casuale... in effetti ieri era mercoledì. E io avevo voglia di provare la D500 sul campo che preferisce, lo sport. L'idea di scrivere questo blog, invece, già mi balenava per la mente da alcuni mesi, e i campionati FISW, che quest'anno non solo assegnavano i titoli italiani, ma decidevano le qualificazioni per Tokyo 2020 per la specialità shortboard, sono stati la giusta occasione.

EFA_0192.thumb.jpg.43a031d9ed9e0a5af01599c7d1a19e62.jpg

Galeotto è stato un libro, una classica lettura estiva dal titolo Giorni Selvaggi, scritto dal giornalista e scrittore americano, premio Pulitzer per i suoi servizi di guerra dalla Somalia, William Finnegan. Giorni Selvaggi è la sua storia, la sua vita. Una vita divisa da sempre tra il grande amore per la letteratura e la religione (perchè di questo si tratta) del surf. Una vera e propria folgorazione nata alle Hawaii quando ancora era un ragazzino. Un libro avventuroso, straordinario; un ritmo che non annoia, piuttosto incuriosisce.

EFA_0219.jpg.130b0f748212af61cd68049bdf46e38d.jpg

Finnegan (oggi 67enne) ha girato il mondo per oltre cinquant'anni cercando le onde più difficili da surfare, quelle che egli stesso definisce onde killer, che si infrangono con lo stesso fragore di due treni che si scontrano; racconta della sensazione di terrore assoluta che si prova a surfare un'onda veloce, alta dieci metri. Terrore che in una manciata di secondi si fonde con la gratificante euforia per averla surfata senza cadere. Stati d'animo contrastanti che “sparano” l'adrenalina a mille.

EFA_0276.jpg.73530ad402c9d68d0dc899e493016d23.jpg

EFA_0284.jpg.28b22a438581e3e8b4851333f9ddf3e8.jpg

EFA_0307.jpg.140de05279cd08faf5bbedb116e88931.jpg

Una vita fatta di passione, rischi e sacrifici, tirando a campare, nel suo girovagare, con i lavori più umili: cameriere, benzinaio, giardiniere e di tanto in tanto qualche articolo che le riviste di surf australiane pubblicano volentieri. Persino insegnante di storia nel Sud Africa dell'apartheid, in un college per ragazzi di colore. Più avanti, da giornalista e inviato di guerra non viaggiò mai senza la sua tavola da surf. In quegli anni affrontò persino le onde di El Salvador durante la guerra civile e della Somalia... un bersaglio perfetto. Troppo difficile però rinunciare alla gioia di surfare, quasi per esorcizzare quei momenti difficili, di drammatica sofferenza. Un surfista randagio che i giorni selvaggi li ha vissuti per davvero, affrontando onde che oggi non esistono più perchè il mare, nel suo incessante lavoro di erosione, modifica i fondali. E' geloso delle "sue" onde e sa che non potranno mai più ripetersi e nessuno potrà mai più surfarle.

EFA_0465.jpg.9ccc143c11a8d64eb67ba489c9b6b915.jpg

EFA_0557.thumb.jpg.82e4ba1259714ae7d061b418b6f67fbe.jpg

EFA_0617.jpg.6576a8398c80a3495c09b733c1e18c0e.jpg

EFA_0719.jpg.6ac4242610a1d5ba5adc1b7a7c260016.jpg

EFA_0660.jpg.123c9da9413667ba0bc884ed9b753806.jpg

 

Il campo di gara era lo spot di Mini Capo, nei pressi di Mandriola. Al mio arrivo (intorno alle 11) gli atleti erano già in gara da un paio d'ore, sulla line up, alle prese con onde di circa 4 metri che arrivano in serie (swell) di 3, distanziate di circa 5 secondi. Vento di maestrale, oltre i 25 nodi, abbastanza destabilizzante quando si sta su una tavola piccola, leggera e difficile da controllare come la shortboard. Ma loro sono bravissimi e spettacolari, agili e veloci interpretano alla perfezione ogni minima increspatura sull'acqua. Lo spettacolo infinito di uno degli sport tra i più fotogenici in assoluto... e io mi diverto come un matto. E la D500 nelle mie mani è una scheggia, reattiva e infallibile, nonostate il vecchio 70-300 VR, ieri veramente alla frusta (in attesa che mi arrivi il 200-500). E non potrei scrivere niente di meglio di quanto è statoo scritto finora su Nikonland. Voglio solo pensare che siano le immagini a parlare.

EFA_0809.jpg.be21663a0eff22879f4aa8543e03b4cc.jpg

EFA_0865.jpg.79a8789557c7d339481ea6b10055cc2e.jpg

EFA_0868.jpg.35f06ed94769d68603218aab103c3240.jpg

EFA_0960.jpg.d7f4cbaf48ab287b5afab2a2c4f01965.jpg

EFA_1154.jpg.fcf0a79a7ab59e8e684336579dbc2c10.jpg

E qualche volta l'onda ha la meglio, il mare non si lascia addomesticare

EFA_0995.jpg.015a268272912bf62a6d8df78561b441.jpg

 

Come al solito, spero di aver fatto un lavoro almeno dignitoso. In ogni caso, per poche ore, mi sono divertito tanto. E leggete Giorni Selvaggi, ne vale davvero la pena.

Pezzo consigliato, visto l'argomento: dal genio di Brian Wilson, Surf In Usa, Beach Boys:)

 

EFA_0330.jpg

 

 

  • Like 8
  • Thanks 6

16 Comments


Recommended Comments

  • Nikonlander Veterano
14 minuti fa, Sakurambo dice:

Belle immagini.
A che distanza eri nei primi piani ?

Grazie:). La terza al volo, forse 25 metri a 270 mm (in aps-c oltre 400mm); la seconda e la tredicesima sono croppate quasi a un quarto perchè erano in un angolo del fotogramma, distanza circa 35-40 metri. Spesso la scena è fantastica e la foto la fai, ma è la distanza a creare i maggiori problemi.

Link to comment
  • Administrator

Un miracolo avere il frangente a quella corta distanza dalla spiaggia.

capo.thumb.PNG.2fd22a85fab7d45bf52db360348860ff.PNG

E con una configurazione costiera del genere non può che essere un miracolo di spot !

 

Foto stupende, non solamente per questa opportunità: evidentemente hai esperienza delle manovre e magari conosci anche alcuni dei surfer e sai già prima che figura stiano per compiere.

Io a Mondello mi devo accontentare di windsurf e kite ma ho in Sicilia un paio di posti dove si va a scalare le onde: selvaggi ed impervi, difficili per il fotografo.

Complimenti e un sacco di invidia. a saperlo un mese prima mi organizzavo e venivo a trovarti, tentando di portare con me l'artiglieria pesante.

L'acqua del mare della Sardegna è comparabile solo a quella dei Caraibi per colore e trasparenza.

Ed e' a mare che devo finire i miei giorni.

  • Haha 1
Link to comment
  • Nikonlander Veterano
10 minuti fa, Max Aquila dice:

Complimenti e un sacco di invidia. a saperlo un mese prima mi organizzavo e venivo a trovarti, tentando di portare con me l'artiglieria pesante.

Grazie per i complimenti, sinceramente :) Purtroppo per il surf non esistono date e orari certi. In questo caso il waiting period andava dal 1 novembre al 7 dicembre. L'unico riferimento è il sito FISW, ma la previsione esatta dal satellite la si riesce ad avere solo qualche giorno prima e in fondo non è tanto esatta: semaforo verde previsto per sabato, domenica e lunedì scorsi che poi improvvisamente è diventato martedì, mercoledì e giovedì (oggi), ma non me la sento proprio di infilare 280 chilometri al giorno per tre giorni, un giorno è bastato. Per il resto nessuna specializzazione particolare, quando metti l'occhio nel mirino i fuochi artificiali li vedi subito.

Il windsurf è altrettanto spettacolare quando vanno su tavola corta e saltano, sono pazzeschi ma è da un paio d'anni che non riesco a vederne.

Link to comment
  • Administrator
4 minuti fa, effe dice:

...

Il windsurf è altrettanto spettacolare quando vanno su tavola corta e saltano, sono pazzeschi ma è da un paio d'anni che non riesco a vederne.

Troppo limitativo per i surfers: vanno per mode. Ormai tocca al (deprimente) kite.

Ma il gesto atletico più interessante, dopo quello del surf è proprio l'abbinamento al movimento dei colori delle vele: di cui il windsurf è apoteosi.

Probabilmente dovresi salire oltre la Costa Smeralda, da porto Puddu fino in Gallura per vederne ancora qualcuno.

Io prima o poi voglio andare a Caprera. E non in esilio :vittoria:

Link to comment
  • Administrator
11 minuti fa, effe dice:

...ma non me la sento proprio di infilare 280 chilometri al giorno per tre giorni, un giorno è bastato. ..

280... andata e ritorno!?

Io al tuo posto dopo 140 km di andata, il secondo giorno me lo sarei tirato (dormendo sul posto) se la luce fosse stata buona: specie il giorno della finale di un contest è il più emozionante.

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Non conosco lo sport che hai ripreso, ma le immagini parlano da sole.. poi, il resto dei più dotti complimenti ti sono stati già fatti.. bravo, e di sicuro quel che hai combinato non è poco.

E per il male che ti voglio, ( anche se non mi pare di averti visto di persona ) che tu possa avere altri 10.. 100 ...   1000 mercoledì simili.

  • Like 1
Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Una bella storia corredata da belle immagini e ( soprattutto ) da quella pasisone che ti fa cercare dove sia Mandriola, il libro di Finnegan e intanto canticchiare i Beach Boys mentre riguardi le foto...complimenti !

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Ciao, belle foto e colori dell'acqua stupendi.
Non mi è fino ad oggi capitato di fare foto ai surfer, ma tu hai esperienza di certo e sai seguirli e beccarli al momento giusto. 

:bravo:

 

Link to comment
  • Nikonlander

Bellissime!!! Adoro le foto a surfer e windsurfer! Colori mozzafiato, sembra di stare li in mezzo al mare! .....la Rip Curl gialla ce l'ho anch'io....che uso senza vergogna ogni tanto in qualche ormai sporadicissima uscita col wind...e molte più volte col sup quando c'è la brezzolina...😬

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Bellissime, un piacere per gli occhi!

Quando li vedo, mi dico sempre che dovrei provare, almeno il windsurf.

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Massimo, a 20 km da casa tua c'è l'onda dello scaricatore di Turbigo, proviamo? Mal che vada ci recuperano aggrapoati ad un griglione alle porte di Milano :(

Bellissime ho avuto piacere e vedere e leggere.

Link to comment
  • Administrator

452-trophy.png

ho messo la coppa del primo premio, non solo per il contenuto e le foto ma ... per aver popolato il tuo blog.

Che, da serie storica, vede un nuovo soggetto mediamente ogni 6 mesi.
Troppo poco e non ci sono giustificazioni al riguardo (né sarebbero richieste). Pensa se Max ed io pubblicassimo un solo articolo - certo sudatissimo - solo una volta in dicembre e uno in giugno.
Ne uno in più nè uno in meno.

Un commento che spero non passi inosservato anche ai soli lettori e ai soli commentatori.

  • Haha 1
Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Capo Mannu? Putzu Idu? Questo posto non mi è nuovo... :sorriso:

Certo che cambia molto dalla torrida estate al ventoso autunno e, oserei dire, cambia in meglio. ;)

Begli scatti, bravo, resi ancora più interessanti dal moderato controluce che esalta la trasparenza dell'acqua e gli schizzi sollevati dal vento e dalle tavole, i quali sono il perfetto scenario per le strabilianti evoluzioni di questi atleti.

Visti i risultati hai fatto davvero bene a prenderti la D500 che, immagino, oggi si acquista a condizioni davvero buone per quelle che sono le qualità della macchina e per l'utilizzo per cui è stata progettata.

Bravo anche per aver utilizzato un obiettivo non proprio allo stato dell'arte (a proposito: è l'AF-S oppure il più nuovo AF-P?) che, evidentemente, nelle mani del manico, sa ancora dire la sua. :D

 

  • Haha 1
Link to comment
  • Nikonlander Veterano
14 minuti fa, Pedrito dice:

Certo che cambia molto dalla torrida estate al ventoso autunno e, oserei dire, cambia in meglio. ;)

Bravo anche per aver utilizzato un obiettivo non proprio allo stato dell'arte (a proposito: è l'AF-S oppure il più nuovo AF-P?)

Marco, non puoi immaginare. Quelle onde, così in serie, erano state scatenate dalla tempesta che si era abbattuta domenica scorsa con venti a 130 km/h (50-60 nodi), ma si trattava di una sacca ciclonica. Difficile da spiega senza il diagramma del satellite.... veramente da paura. I 25 nodi di mercoledì non sarebbero stati sufficienti a sollevare quel casino, ma le onde sono rimaste fino a giovedì e hanno garantito lo spettacolo.
Purtroppo mi sono dovuto arrangiare col 70-300 VR AF-S perchè il 200-500 è stato spedito solo ieri e probabilmente mi arriverà lunedì o martedì. Peccato, mi è mancato davvero tanto. Avrei avuto prospettive più chiuse e avrei fatto qualche crop in meno. Pazienza, sarà per il prossimo anno.😎

Link to comment
Guest
This blog entry is now closed to further comments.
×
×
  • Create New...