Jump to content

About this blog

Entries in this blog

Arturo Ghergo : l'artista italiano

Ho scritto questo articolo su Nikonland.eu nell'ormai lontano ottobre del 2013. L'ho scritto con il cuore - come mi commentò all'epoca Silvio Renesto - perché allora credevo. Oggi non più. Ciononostante, è possibile che presto o tardi il vecchio sito salti per aria per obsolescenza incurabile e mi spiacerebbe che si perdesse per sempre. Per cui, per i pochi che lo leggeranno, eccolo qui, parola per parola. E' una copia conforme al netto del differente format della piattaforma. ***

M&M

M&M

Daido Moriyama, il lato oscuro della street

Daido Moriyama  qualcuno ha scritto,  rappresenta il “lato oscuro” della street photography, le sue foto possono piacere o al contrario risultare disturbanti, ma raramente lasciano indifferenti. Io ne sono fortemente attratto,  soprattutto dalle sue street notturne in cui non manca mai di colpire con una forza istintiva. Moriyama, da una ripresa filmata.   Daido Moriyama  nasce il 10 ottobre  1938, ad Osaka in Giappone ed è considerato oggi uno dei più importanti fotografi g

Silvio Renesto

Silvio Renesto

Nick Brandt: un grido per l'Africa

Questo articolo è stato scritto e pubblicato da Silvio Renesto il 15 agosto 2016 su nikonland.eu.   La fotografia di Nick Brandt è unica, fortemente coinvolgente ed ha un solo scopo:  celebrare, non documentare, la bellezza, di più, la  grandezza della natura africana minacciata di distruzione. Nick Brandt fotografa per  consegnare questa natura  alla memoria, prima che scompaia, ma  lo fa nella speranza che qualcuno si muova in tempo per preservare quel che ne rimane. Nick B

happygiraffe

happygiraffe

Clyde Butcher, sulle orme di Ansel Adams

Riporto qui questo articolo scritto e pubblicato da Silvio Renesto sul suo blog su Nikonland. Da oltre  cinquant'anni Clyde Butcher ha creato emozionanti immagini in bianco e nero dei paesaggi naturali del Nord America. Le sue fotografie trasportano chi guarda nella bellezza primordiale dei vasti orizzonti, dei panorami infiniti e nello splendore,raramente visibile, della wilderness. Le sue immagini sono coinvolgenti e ci rammentano il legame che abbiamo con il mondo della natura.

happygiraffe

happygiraffe

George Hurrell : il pittore che creava le star di Hollywood

Questo articolo è stato originariamente scritto e pubblicato da Mauro Maratta su Nikonland.eu il 29 luglio del 2016.    George Hurrell nel suo studio situato nel famoso Sunset Boulevard, si intrattiene allegramente con una giovane Bette Davis. Quelle che seguono sono parole di Mario Testino, fotografo tra i più accreditati nello star system internazionale, che ha avuto nel suo studio personaggi che vanno da Lady Diana Spencer a Hillary Clinton, passando per star del cinema come JLo o N

M&M

M&M

Beth Moon, gli Alberi e i Messaggeri di Odino

Articolo scritto e pubblicato da Silvio Renesto nel suo blog.   Ho scoperto Beth Moon per caso, le sue foto mi hanno subito  affascinato. Una visione intensa della natura, a volte drammatica, a volte cupa o sognante, mai leziosa o banale. Ne ho scritto già su Nikonland, ma ne scrivo qui in modo un po' più esteso e aggiungendo delle  foto. Forse le sue immagini più famose sono  i  ritratti ad alberi giganteschi o secolari. Un patrimonio di meravigliosa antica bellezza, spesso  mina

happygiraffe

happygiraffe

Martin Parr

Fotografo controverso, osannato da alcuni, disprezzato da altri, Martin Parr ha certamente lasciato il segno nel linguaggio fotografico degli ultimi 30 anni. Parr è noto per aver documentato la società inglese nei suoi aspetti più bizzarri e apparentemente banali, così come alcuni aspetti della società contemporanea come consumismo, turismo e cibo, con un'umorismo e uno stile facilmente riconoscibili. La prima raccolta di immagini a colori fu esposta a Londra nel 1986 con il titolo di

happygiraffe

happygiraffe

Beth Moon, gli Alberi e i Messaggeri di Odino

Ho scoperto Beth Moon per caso, le sue foto mi hanno subito  affascinato. Una visione intensa della natura, a volte drammatica, a volte cupa o sognante, mai leziosa o banale. Ne ho scritto già su Nikonland, ma ne scrivo qui in modo un po' più esteso e aggiungendo delle  foto. Forse le sue immagini più famose sono  i  ritratti ad alberi giganteschi o secolari. Un patrimonio di meravigliosa antica bellezza, spesso  minacciato, che Beth Moon ci fa conoscere attravers

Silvio Renesto

Silvio Renesto

Piotr Naskrecki e la Piccola Maggioranza

Piotr Naskrecki è una figura particolare nel mondo della macrofotografia: scienziato e fotografo allo stesso tempo.  Usa la fotocamera per documentare le sue ricerche, ma anche per trasmettere al mondo la bellezza delle piccole creature che ci circondano, troppo spesso sconosciute o trascurate. Ebbi modo di intervistarlo "telematicamente" qualche tempo fa e questo mio contributo è in parte basato sul nostro scambio di email. Naskrecki ha lavorato al Museum of Comparative Zoology (Museo

happygiraffe

happygiraffe

Michel Comte: elogio dell'imperfezione

Questo articolo è stato scritto e pubblicato originariamente il 13 febbraio 2013 da Mauro Maratta su nikonland.eu.     Mostrano tutte le loro imperfezioni i soggetti ritratti da Michael Comte ma paiono tanto naturali anche quando posano.Forse perché le foto stesse di Comte sono imperfette tecnicamente. Eppure é evidente sempre la presenza del fotografo nel taglio, nella posa e specialmente nella situazione.Tra il mondo della modo e della pubblicità ma anche tanto vicino allo sport, sp

M&M

M&M

Michael Kenna

Questo articolo è stato originariamente scritto e pubblicato da Mauro Maratta su nikonland.eu il 6 febbraio 2014. Io preferisco fotografare il palcoscenico dopo che gli attori se ne sono andati   Lettiere per Ostriche, Studio, Isole Chausey, Francia, 2007 © Michael Kenna  Ho scelto di fotografare l'assenza di persone, la memoria della loro presenza, le tracce che si lasciano dietro  Gradini e foglie. © Michael Kenna   Produzione di alghe, Studio #10, Xiapu, China. 2010 © Michael Kenna Anzic

M&M

M&M

Paolo Roversi: io mi devo emozionare

Questo articolo è stato originariamente scritto e pubblicato da Mauro Maratta su nikonland.eu il 16 ottobre 2014.   Paolo Roversi, classe 1947, italiano trapiantato a Parigi, tra i più affermati e ricercati fotografi di moda del mondo. Ha firmato servizi per tutte le riviste più famose, per tutte le edizioni. Vogue trabocca di sue foto. Sempre legato alla pellicola in grande formato, specialmente alla Polaroid 20x25 cm. Solo foto in studio, con luce diffusa e soffusa. Quella pellicol

M&M

M&M

Garry Winogrand e il teatro della vita

Pur essendo una figura centrale nella storia della fotografia e specialmente nella fotografia di strada, è ancora poco conosciuto dal grande pubblico.Garry Winogrand rifiutava la definizione di fotografo di strada, preferiva definirsi uno studioso dell’America. E infatti si ispirò alla fotografia sociale di Walker Evans e Robert Frank, con uno sguardo però più vitale e gioioso.Nel corso della sua vita realizzò una cronaca quotidiana della vita metropolitana americana, specialmente a New York, ci

happygiraffe

happygiraffe

Yousuf Karsh : c'è un breve momento ...

C'è un breve momento in cui tutto quello che c'è nella mente, nell'anima e nello spirito di una persona si riflette attraverso i suoi occhi, le mani, il suo atteggiamento. Questo è il momento di scattare.   Guarda e pensa prima di aprire l'otturatore. Il cuore e la mente sono il vero obiettivo della fotocamera.   In ogni uomo e donna é nascosto un segreto, come fotografo il mio compito é rivelarlo, se posso.   Yousuf Karsh       Yousuf Karsh suggerisce la postura dell

M&M

M&M

Gabriele Basilico, misuratore di spazi

Questo articolo è stato originariamente scritto e pubblicato da Silvio Renesto il 26 gennaio 2017 su Nikonland.eu   Pochi fotografi sono riusciti a rendere le trasformazioni del paesaggio urbano come ha fatto per tutta la sua vita Gabriele Basilico  in modo così rigoroso, ma partecipe ed al tempo stesso poetico, più pittorico a volte che documentaristico, una prospettiva  intensa ed originale. L'idea

Silvio Renesto

Silvio Renesto

Minor White, fotografo della mente

Questo articolo è stato originariamente scritto e pubblicato da Silvio Renesto il 27 giugno 2017 su Nikonland.eu   Ho incontrato  Minor White  mentre cercavo commenti ad un enigma Zen intitolato "il suono di una mano sola",  per caso  ho scoperto che  una sua foto aveva lo stesso titolo . Da lì è nata la mia curiosità, e successivamente il mio sincero interesse per questo singolare personaggio, che ho scoperto essere fra i più significativi della fotografia americana, vorrei dire

Silvio Renesto

Silvio Renesto

Jeanloup Sieff - La grazia del bianco e nero

Jeanloup Sieff - La grazia del bianco e nero "Il denominatore comune di tutte le foto é sempre il tempo, il tempo che scivola via tra le dita, fra gli occhi, il tempo delle cose, della gente, il tempo delle luci e delle emozioni, un tempo che non sarà mai più lo stesso" (J. Sieff).   autoritratto Note biografiche Nasce a Parigi nel 1933, da genitori di origine polacca. Inizia a fotografare all'età di 14 anni con una macchina fotografica ricevuta in regalo

M&M

M&M

×
×
  • Create New...