Vai al contenuto
  • Max Aquila
    Max Aquila

    Sigma 14-24mm f/2,8 DG HSM Art: e Luce sia !

    5ad2312b67279_00913042018-_D5K0439MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.8e9c4b2d927e045fda401a3795b17467.jpg Meglio entusiasmarmi ogni volta che un grandangolo cada in mia mano, piuttosto del contrario :cuoricini:

    Ed in effetti mi riconosco nel bambino cui la zia ha regalato le caramelle, quando ho l'occasione di sottoporre a test un obiettivo appartenente alla categoria in questione, fisso o zoom che sia.

    La sensazione di impadronirmi dell'inquadratura, abbracciando materialmente angoli di campo sempre più estesi, quanto la tecnologia attuale ormai ci consenta, privi di macroscopici difetti ottico/prospettici e nitidi, contrastati e saturi, francamente mi pare sempre un traguardo superiore all'analoga qualità che possa vantare un teleobiettivo/telezoom, forte della sua connaturata tendenza a scindere i piani prospettici, tanto quanto un wide li mischia e li unisce.

    E' con questa predisposizione d'animo che mi accosto all'ultimo nato degli ultrawide zoom di casa Sigma e marchio Art, a garanzia dell'impegno che questa casa si ripromette di infondere nella resa delle lenti appartenenti a questa linea di obiettivi, della quale sono ormai anni che l'importatore italiano logo_mamiya.jpg.d3527d6b3075190ba339c61a32cb3873.jpg ci consente le anteprime di utilizzo che ci permettono di condividere con i lettori di Nikonland i relativi contenuti.

    Sigma 14-24mm f/2,8 DG HSM Art: il terzo obiettivo della serie Art a montare l'elemento frontale asferico da 80mm di diametro, comune al 14/1,8 ed al 12-24/4 già sulle nostre pagine nei mesi passati

    5ad2315c99df3_01313042018-_D5K0465MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.65a78e04f1217ffcbe266c6423fafdd3.jpg  5ad245e853913_007-_D5K043440mm1-60secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.6599aaf5928c061f6fd197d05dc01d36.jpg

    Presentato il 9 febbraio, lo abbiamo avuto a disposizione da metà di marzo per poterne parlare, considerato il valore di luminosità f/2,8 che i tecnici Art sono riusciti ad ottenere, proprio come il suo naturale concorrente (sulla baionetta di nostro interesse), quella eccellenza che è il Nikon AF-S 14-24/2,8 del quale abbiamo scritto proprio da poco, nonostante stia in catalogo da ormai un decennio.
     Ecco lo schema del nuovo Sigma ART: 14-24mmscheme.jpg.1d70bab47e977aaab664e380e95b313d.jpg  17 elementi in 11 gruppi, con profusione di lenti speciali, asticella del peso a 1150 grammi, assolutamente in linea con i due fratelli di lente frontale, Cattura.thumb.PNG.4c967563b17747bcf846d868729368ff.PNG

    forte di prestazioni in termini di MTF nitidezza/contrasto e di valori di distorsione e vignettatura da urlo, (come gia pubblicato nell'anteprima di febbraio), tanto da consentire ai laboratori di assistenza una modifica al paraluce incorporato 5ad230f807bdd_00613042018-_D5K0432MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.39fe9174fd9c92516dfd74b5e33df3fb.jpg

    che ne consenta l'asportazione, per ottimizzare ulteriormente appunto la potenziale vignettatura a TA Sigma-14-24mm-f2_8-Art-lens.jpg.9f200a6268aa39b5cc46b2d760825312.jpg.df2e5d9adb4bef92f99fe745f829aadc.jpg

    Un gran bell'esemplare di obiettivo,  5ad23138285e3_01013042018-_D5K0443MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.d5e1009ac04ee05d00e419e4c1c72e76.jpg esteticamente e costruttivamente, con questa lente frontale in costante evidenza 5ad231435ce08_01113042018-_D5K0451MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.c033141cac250d3b29ae75e473bc07d4.jpg

    assolutamente coerente per dimensioni (9.64cm di diametro per 13,5 di lunghezza), con il resto della truppa dei miei super luminosi Art, in funzione del range focale5ad231826f515_01613042018-_D5K0474MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.2d157f010102c52b1916e46f1a69f9e6.jpg

    5ad2311b47af3_00813042018-_D5K0436MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.fa87a7c61f94a59b1f7fef37eb3df54f.jpg munito semplicemente di selettore AF/MF (niente OS, grazie alla luminosità)

    messa a fuoco minima a 24/26cm dal piano focale 5ad230bf51806_00213042018-_D5K0410MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.09a49871084f8a62334dc01df57c094a.jpg

    contattiera della CPU a dieci elementi
    5ad230e8ec606_00513042018-_D5K0426MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.7f9e98a9d7866cc7938c36002243d966.jpg

    5ad2316861cd9_01413042018-_D5K0467MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.1781146522b68a824fe13648eb67a603.jpg anno di progettazione, come consueto, su retro del barilotto metallico,
    e flangia per la baionetta con sole tre viti di fissaggio, come avevo già notato nel 135/1,8,  invece delle solite quattro degli altri Sigma Art... chissà perchè mai.

    In questo test, nel quale mi sposterò tra Sicilia e Malta, utilizzerò per questo imponente widezoom la mia nuova Nikon D850

    5ad230af7dc5b_00113042018-_D5K0404MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.a56701aeaefe4af97c8586d4dc8cd264.jpg

    con la quale il Sigma 14-24 Art forma un insieme che di certo non passa inosservato,


    alla pari dei risultati fotografici 5ad230cf91bb0_00313042018-_D5K0415MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.eb1dae5104c87b5a8019544c3f0d8a96.jpg
    che ho la franca impressione possano alla fine derivarne...

    E Luce fu, titolo di questo articolo non è riferito in assoluto a Sigma, capace di luminosità ancora più sfidanti su widezoom come il suo 24-35/2 o sul fisso da 14/1.8, quanto al range focale di questo zoom, quei 14-24mm che fin dalla presentazione del Nikon AF-S furono considerati essere il limite in basso per la triade di zoom professionale insieme a quei 24-70/2.8 e 70-200/2.8, a costituire il corredo tipo per chi rinunciasse alle focali fisse, pretendendo da questi tre zoom analoghe qualità in termini di nitidezza, contrasto e distorsione.

    E Sigma si cimenta su questo campo minato per la prima volta, con alle spalle l'esperienza recente del 12-24/4 che monta analoga lente frontale, rinunciando a 2mm di focale ma puntando alla realizzazione di quella luminosità f/2,8 che per molti costituisce un must irrinunciabile anche su angoli di campo come i 114°-84° del range di questi zoom.

    Anche se incomba un parallelo con l'unico concorrente di questa categoria, il Nikon AF-S di cui abbiamo già scritto, questo articolo non vuole essere un confronto diretto tra questi due zoom, per ovvie ragioni legate alla data dei due progetti, dalla qualità attuale dei sensori cui il Sigma (presentato con baionette Nikon, Canon e Sigma) viene destinato, dal mutato gusto degli utenti in questi ultimi dieci anni, riguardo criteri come saturazione cromatica, distorsione, postproduzione.

    In ognuno dei campi appena citati il nuovo Sigma Art 14-24/2,8 sembra voler segnare nuovi parametri: complice il sensore prodigioso della Nikon D850 e senza neppure aver avuto il tempo e la azienza di profilarlo su Lightroom prima di cominciare a scattare, ecco come quest'abbinata mostra di volersi comportare in luce diurna brillante e con soggetti cromaticamente "vispi"

    5ad234f063c2b_025-_85K075914mm1-100secaf-14MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.42e4cd3f7d5db0f281b9a42185cf1fec.jpg

    5ad234973373b_022-_85K075517mm1-125secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.ca74158e0805efa594b379f044fee6ff.jpg

    e per sgombrare il campo da ogni equivoco, in ordine a nitidezza e distorsione , ecco due ritagli della foto precedente (file originario da 8256x5504) 17mm ISO64 t/125 f/11

    5ad234bb4c444_023-_85K075517mm1-125secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.818e5740fe8e7d560e439a5e9623e6bc.jpg al centro immagine
    (2333x1555) con un dettaglio degno di un 50mm di buona qualità

    e a bordo immagine (sx) 5ad234cf1db3c_024-_85K075517mm1-125secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.366b7fc3d6f669b80ab86db22fe2f8fa.jpg
    (1415x944) sul quale nonostante apertura f/11 ritengo sia difficile non essere concordare sull'eccellenza del risultato


     Per "par condicio" allora mi pulisco subito la coscienza, pubblicando questa immagine... 5ad23479887e2_021-_85K074614mm1-40secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.26dec9b6d4ce4cab545f191f01b1aa9b.jpg dalla quale si evince subito il peggior nemico di questa realizzazione Sigma, ossia il flare in controluce diretto, solamente alla focale di 14mm... 

    5ad23cdde81d6_077-_85K268614mm1-80secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.000562945d426cf61edfcfa27d1c7462.jpg eccolo...

    ma se scatto nelle medesime condizioni ad altra focale (qui 19mm) 5ad23ccc16edd_076-_85K268419mm1-1250secaf-40MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.ed984824d3f03178f7a74296707960ba.jpg
    la macchia non c'è più... niente più flare... come per magia:5ad23e2437482_087-_85K279714mm1-250secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.d9de752286a38bc565a46af1d560c078.jpg14mm (con flare)5ad23e41e5881_088-_85K279820mm1-200secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.b38d6a9d0b0ff013255c0db7e8ac9ed5.jpg20 mm5ad23e61b6763_089-_85K279924mm1-200secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.6fc25ab05bac201bc6941d83b85abe69.jpg24mm

    Evidentemente sono questi i limiti del rapporto tra luminosità e focale rispetto la pazzesca lente frontale che, trasferita sul 12-24 Art meno luminoso di uno stop, vengono risolti invece eminentemente.

    Voleste usare questo zoom prevalentemente a 14mm siete avvertiti: disporre di f/2,8 ha comportato un problema che sul fratello minore (o maggiore) 12-24/4...viene fisicamente eliminato !

    5ad23fdc23ce7_100-_85K357014mm1-200secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.9811a0eb2d331958ac0e2bbeb2a02a47.jpg
    la situazione varia anche in funzione dell'orientamento orizzontale (come sopra) o verticale 5ad23ffd9a6dc_101-_85K357114mm1-100secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.47e686958f54b0e4cb36dc7f8e2b8cfa.jpg

    Delimitato l'ambito del problema, andiamo a vedere come si comporta nelle situazioni di ripresa e di luce delle più varie questo zoom montato su D850:

    5ad231dd42a13_019-_85K073614mm1-160secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.87d283abd7c6dae8278e450c1d11fd03.jpg
    brillante con luce brillante, restituisce colori squillanti. Certamente non neutro come caratteristica principale del suo antagonista Nikon,
    con colori omogenei...pure :marameo:

    5ad237056cf28_038-_85K112016mm1-320secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.9f2d1ed23f14338c4804e5bf3ffe0d26.jpg5ad239abca31c_055-_85K120519mm1-250secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.05e9b887efcec45746b02a31b6530e89.jpg

    5ad23fb5944e4_099-_85K356014mm1-100secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.7a3c7acb84c6953321074f75c47d3218.jpg

    questo Sigma Art non restituisce tonalità pastellate, ma molto dense e contrastate, specie in presenza di colori complementari

    5ad2353f36b5a_027-_85K077424mm1-160secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.1bcf2d029fc87b1fce13ef17e044ab8c.jpg le masse di blu e di verde sono il suo pane quotidiano, come tradizione da Sigma lens

    5ad26e02ba523_020-_85K074314mm1-60secaf-71MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.ce7f8d04f1e43b79da97ca175c08c2a0.jpg
    in luce diffusa non impasta i soggetti, specie sul piano di messa a fuoco (nonostante un f/medio qui utilizzato)5ad26d4929a83_20125032018-_85K0743MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.3c9816b9c4145bdafe03f5e918f6ec88.jpg(crop)

    5ad236df54394_037-_85K084214mm1-160secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.704c3e185c3b8e8aa5d53e10361a417c.jpg

    In condizioni di luce filtrata con picchi di alte e basse, complice la latitudine di posa del sensore, consente risultati di elevata qualità

    5ad23653b8c16_033-_85K082414mm1-125secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.8006da421d8eaad27c4ec03d277e6bd8.jpg  5ad23664d55f0_034-_85K082414mm1-125secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.ecb95c8549d55656e9fbd95c0e63cb31.jpg(crop)

    5ad23cf997e9e_078-_85K276014mm1-50secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.7ba6fe175999cd528cd6eeafe7a7d574.jpg

    5ad23d1893158_079-_85K276719mm1-40secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.5ad3074614b8855c9e424cb2ab0226e4.jpg5ad23d39d99b8_080-_85K277022mm1-50secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.0caac63845400c7af0e9fa6b9aaa4aca.jpg

    5ad23d5b08ab2_081-_85K277321mm1-80secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.a55728dfc8abab3e74a4d1e925f52329.jpg5ad23d80db33d_082-_85K277615mm1-160secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.d1324cf4944ae1c44be5f8a56fc22d12.jpg

    Negli interni e ad ISO adeguati fa il suo dovere, anche se il VR già assente sul Nikon, anche su questo Sigma Art avrebbe dato il suo utile contributo nel contenere gli ISO 
    5ad23c4db9809_072-_85K266616mm1-20secaf-40MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.b18622bbd1f8599dabb354732f13f627.jpg   5ad235e64acac_030-_85K080724mm1-100secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.fddf1f86f62492ec99ef2bb76120bc2f.jpg
    (ISO 1000)                                                                                                                                     (ISO 2500)

    anche a tutta apertura la leggibilità dei particolari su piani diversi da quello di messa a fuoco, grazie all'ampio angolo di campo, si manifesta ben più che accettabile
    5ad2335312971_146-_85K407615mm1-250secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.6a0f49437d4cd5b49c40ed59a78681fc.jpg5ad23377e3898_147-_85K409014mm1-250secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.c62b092a667ed7b43b16f1d7ca758c3a.jpg5ad233a3bebac_148-_85K411824mm1-100secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.e1c2242157ca39a267c1459c566aac27.jpg5ad233ca2f291_149-_85K412224mm1-100secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.19e31743cc0c0b47c03c4cdf4d2a874c.jpg
    anche in foto di rapina in condizioni non ufficiali, come queste 5ad233eb2a5b2_150-_85K412820mm1-100secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.6cbac0c825356793cd48e2b5b98e7830.jpg

     

    E la caratteristica distorsione prospettica da superwide, diventa ingovernabile quando non si possa elevare a sufficienza il punto di ripresa rispetto al soggetto inquadrato, fisiologica...5ad275b2251d9_070-_85K261514mm1-2000secaf-40MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.56a3a5004796f248f4a099cb1e3a07b6.jpg5ad235ba6639a_029-_85K080216mm1-125secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.6cbbd54d999974095e74a99aa0fdf814.jpg5ad23685c299e_035-_85K082814mm1-250secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.b195f5ca9b82789dcf6f554b71bd537c.jpg5ad23c9cf09e0_074-_85K267814mm1-160secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.e7f9ea6911fb51a529af30875786f407.jpg
    connaturata al genere di fotografia praticabile con ultrawide come questi, mirante a includere ed accomunare, piuttosto che a distinguere.

    5ad23e8db4ad0_90.529032018-_85K3511-Pano-ModificaMaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.2534478a97f6de537e36cb7ba63b866e.jpg
    talora grottesca (stitching di 15 fotogrammi)

    altre volte, a mio avviso, suggestiva se opportunamente gestita5ad23eab620e4_091-_85K352714mm1-160secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.560189463a7a91c098708c85ae72b741.jpg

    5ad23e7c54a97_090-_85K351114mm1-160secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.1b560cfb03991dec8241cf9b10bb9190.jpg
    (aridaje col flare...) 5ad23ecd022ad_092-_85K352914mm1-100secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.50679bb9ece6c802075e319219f01d48.jpg

    per poi diventare addirittura utile quando gli spazi, interni, si facciano angusti e si desideri ... raccontare
    5ad23f0d23159_094-_85K353414mm1-15secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.2439e72e609dbee9f320d112af1de6e1.jpg  5ad23eee7e239_093-_85K353214mm1-60secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.35d7a2e4b03c9a8e5772959295e21551.jpg

    5ad23f4f00ba4_096-_85K354814mm1-40secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.9161c0ef1fd7c275387353f708aa809a.jpg  5ad23f6aa9169_097-_85K355214mm1-50secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.64db3ec2126fce81ab3c878e20637978.jpg

    5ad23f2e6e273_095-_85K353614mm1-320secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.26037891c0ab66ec999ca1882785748e.jpg

    In ogni caso questo Sigma Art si adatta ad ogni situazione di ripresa, in ognuna lasciando la propria impronta cromatica.

    Malta è un isola ricca di contrasti, specie tra i monumenti, appartenenti ad ere e tradizioni decisamente differenti tra esse ma in qualche modo sovrapponibili e questo genere di obiettivo sembra fatto apposta per metterli a confronto

    075   -_85K2681  20 mm  1-100 sec a f - 11  Max Aquila photo (C)_.jpg
    il megalitico Parlamento di Renzo Piano (2008)

    5ad23a703c7a3_060-_85K123314mm1-80secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.5d6886f2e74f8c20108c2e81396e5770.jpg
    e il megalitico complesso monumentale di Hagar Qim (3600 aC)

    5ad23a983d3de_061-_85K123523mm1-250secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.1de778dc2037007c232b9e395f0cf107.jpg5ad23ac098df9_062-_85K123623mm1-320secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.23194fe1cc5b05b5217a4eadd1c9a725.jpg

    5ad239fc5ecb9_057-_85K122114mm1-125secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.e4eb260b8d1bff7aa4bff4c92008409a.jpg
    con il suo..."Parlamento" (dal foro al centro dell'immagine, nel solstizio d'estate, passava un raggio di luce che illuminava l'altare della prossima immagine)

    5ad23adc16117_063-_85K124724mm1-640secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.740cbaf298b5d61c99077704fbfe4189.jpg 5ad23afe198fc_064-_85K124724mm1-640secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.78306062db50772803a039f183c8f8d8.jpg(crop)... per chi pensa che f/2,8 su di un superwide non basti comunque a staccare i piani prospettici :P

    5ad24018a5f81_102-_85K357314mm1-80secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.dfdb3ab81314c71f37bcbc3226003909.jpg

    Chiesa dell'Assunta, Mgarr, 1948

    5ad2404a9f20e_103-_85K357414mm1-160secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.ea2e42e9f3dd147a57f21624df59f7ec.jpg
    a poche decine di metri, Tempio di Ta Hagrat 3600-2500 aC

    5ad240806a71d_104-_85K358014mm1-100secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.dc41a140589d72ef779f8360265267ed.jpg con flare... indovinate a che focale...? 14mm :marameo:5ad240b8ae75a_105-_85K358717mm1-125secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.48092a6486d8c2c3a1113a8ca4b24c95.jpg

    Tutti i campi archeologici preistorici maltesi sono dichiarati dall'UNESCO Patrimonio Culturale per l'Umanità e costituiscono un anello fondamentale per la comprensione dei fenomeni migratori del Mediterraneo, alla base dello sviluppo della nostra civiltà. 

    Purtroppo al mausoleo sepolcrale di Hal Saflieni, visita del quale avevo prenotato (e pagata) da quattro mesi, non era consentito fotografare e le suggestioni vissute nei tre livelli di scavo, recentemente restaurati e tenuti in atmosfera protetta (gruppi di non più di 10 visitatori a turno) le ho registrate con gli occhi e nella mente, come fa ogni fotografo che si rispetti, ben prima di scattare. In compenso, a poca distanza, in pieno abitato,
    5ad2377feddff_041-_85K113714mm1-200secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.4bc2adf124aa8f9c0d81dc48cdc9cf79.jpg

    i templi di Tarxien, dello stesso periodo degli altri prima illustrati, anch'essi protetti da una struttura tensiostatica, riportano, grazie al Sigma 14-24/2,8 Art ed alla mia D850 alle medesime sensazioni poco prima, nell'ipogeo, provate.

    5ad2374f3dbe3_040-_85K113221mm1-30secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.2741ad571d7abe50e4a50f2d76a83576.jpg

    5ad2372f6bf52_039-_85K112715mm1-125secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.2292ee91307e31ac96e35884a74d83d9.jpg
    tutte queste strutture maltesi, cilindriche, erano originariamente fornite di lastroni di copertura, rastremati, fino a fornire il riparo necessario dalle intemperie della terra del vento

    5ad237d09cb36_043-_85K114614mm1-125secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.b454b3e7bdddb6874d2aefb8002c5ec0.jpg
    le strutture megalitiche venivano tagliate senza l'aiuto di metalli, ancora non in uso, e trasportate con l'ausilio di mezzi simili a quelli dei costruttori delle piramidi egizie

    5ad237f3d4156_044-_85K114917mm1-125secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.d3f75be45fbdf5de08857296491ea606.jpg5ad2381ac51fe_045-_85K115714mm1-80secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.28f2ac7f509af57e1504f665c1dbc904.jpg
    i decori consistevano prevalentemente di motivi a spirale, 5ad2390a3d8c1_051-_85K118922mm1-80secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.1a3d1b4c5d2759012e74e6a3ec6d188b.jpg

    specie negli affreschi parietali, dando con le torce a mano utilizzate per l'illuminazione interna, un effetto di movimento

    così anche con bulinature ravvicinate come si può ammirare nei megaliti di Mnajdra, a seguire i templi prima visti di Hagar Qim
    5ad23bd176f4f_069-_85K130614mm1-50secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.311e3a396f5510b93abd8908051d32a7.jpg

    5ad23b74932f0_067-_85K129522mm1-50secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.c46ebd61f9c56f4a3f222813db79fe9b.jpg5ad238977cec7_048-_85K116314mm1-50secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.a980a9ea963e42cf17c38ed66f264f1a.jpg

    5ad238439bcde_046-_85K115914mm1-100secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.5caba0b0824c609d60c65af9b0071e6b.jpg
    impressionanti gli architravi per dimensioni e pesi che spesso superavano le decine di tonnellate
    5ad238c338f91_049-_85K116919mm1-100secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.b7b4bded8b4b5dcd15db16ef705fdf15.jpg
    così come gli impiantiti delle stanze sacrali, con la presenza di altari...

    5ad238e67c194_050-_85K117416mm1-80secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.5aaf2ef9bd5e6f19032ffb8cddd9e2d2.jpg
    e di figure gigantesche antropomorfe ed obese, non sempre femminili (come imponeva peraltro la società matriarcale dell'epoca), a simboleggiare abbondanza

    5ad23953795e6_053-_85K120024mm1-30secaf-40MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.7265045ad4baaa209e93333a78f4f757.jpgnumerose le statuette votive ed i reperti minuti conservati nei musei dell'isola,

    a partire dalla famosa statuetta della dea dormiente trovata nell'ipogeo di Hal Saflieni, sempre risalente ad un periodo databile intorno al 3300 aC5ad291773733e_202-_85K2636105mm1-30secaf-40MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.5037baec41fb06b8c354b08dfea89bde.jpg
    (qui fotografata al buio pesto a 1/30" a 16mila ISO con un teleobiettivo)

    Spero di non essere stato prolisso, ma ritengo che siti come quelli che ho già visitato una prima volta a Malta e che son tornato a rivedere ed implementarne la conoscenza con altri che la prima volta non ero riuscito a visitare, diano il senso alla mia attività di fotografo delle vestigia delle civiltà dalle quali sento di provenire e che mi infondono sensazione di potenza incomparabile a quella delle civiltà moderne, nonostante le armi, semplicemente dotate di una enorme forza di volontà, sconfitte solo dal Tempo...che non è tuttavia bastato per eliminarne del tutto le tracce.

    5ad23a49af291_059-_85K122515mm1-125secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.5d74df16db4d7178ab77d2505282e70e.jpg

    5ad23a224fc00_058-_85K122314mm1-160secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.07b2320f0ed63159aa0b9dd7b6b102b2.jpg042   -_85K1143  24 mm  1-100 sec a f - 8,0  Max Aquila photo (C)_.jpg

    Tornando in Sicilia e nello specifico, alla valutazione dello zoom, se qualcosa abbiamo fin qui tralasciato sono forse solamente le caratteristiche complementari, come distorsione e vignettatura

    Per ciò che riguarda la distorsione, io per quanti sforzi faccia, mettendomi ben perpendicolare a soggetti utili a evidenziarne, non riesco proprio a trovarne...

    5ad24387aea8f_122-_85K370719mm1-2000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.2a1dbcb3c30696a11299bf7fcbf9574d.jpg
    5ad2322e60f69_139-_85K376019mm1-80secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.4e95bcd5883f01bf22f33a5b63be5fd1.jpg

    forse a 14mm in questa immagine un pò di cuscinetto...5ad242160550a_114-_85K367414mm1-25secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.75213f4d16c96d9a9221d450b7e5c658.jpg ma temo siano più i dolci di Erice in vetrina a farla...ingrassare, piuttosto che lo zoom :supermarameo:

    Certo... se vogliamo ottenere che il soggetto di questa immagine sia a squadra come Pitagora comandi...  5ad243c968ecf_123-_85K371014mm1-1000secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.4d1c6821146fef36b5a07a029cd549a8.jpg dovremo rinunciare a parte dell'inquadratura, trasformandola in un quadrato... ma se poi la pazzia riprenda la nostra mano, con quasi certezza giocheremo a distorcere prospetticamente, inclinando la fotocamera, a riempire lo spazio in basso 5ad2440ae5bee_125-_85K371614mm1-1250secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.36a481e5ea92e4e1ed1f64611d0fc6e6.jpga 14mm
    allontanandoci per ottenere la stessa inquadratura...
    5ad243eb7dc52_124-_85K371516mm1-1000secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.0533e4a427b2493623c491d667f95c6e.jpga 16mm...
    e poi ancora...
    5ad24428a2a3e_126-_85K371918mm1-640secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.d19444ddd60b3788b5c71603ee1b904d.jpga 18mm

    Oppure, al contrario, dallo stesso punto di ripresa, zoomando e reinquadrando per dare un senso (se un senso possa avere) alla nuova focale a cui scattare
    5ad2444ac4bdd_127-_85K372014mm1-640secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.c77c9b2f85ef7a590217d094a2f4a351.jpg14mm

    5ad2446bbeb84_128-_85K372116mm1-500secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.fc0111a1a7a455c8326c967cd9d997a4.jpg16mm

    5ad2448d3eb92_129-_85K372218mm1-500secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.17590531c3b888f875ab30c094592367.jpg18mm

    5ad244acd27da_130-_85K372320mm1-500secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.57649447f5b13a42cacdb8334322fe38.jpg20mm

    5ad244cbede49_131-_85K372424mm1-500secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.668ead9f1846e551d084243d2e6641a7.jpg24mm

    approfittandone per definire il limite a cui poter avere definizione senza eccesso di diffrazione nei due seguenti crop, rispettivamente a:5ad245338da58_134-_85K373514mm1-320secaf-22MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.b576ef753bd3453217ce4ba4ad877dbf.jpgf/225ad24578d0d5a_136-_85K373714mm1-1250secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.63e6090ac79c2f2746c90c1333544399.jpged f/11
    che resta il diaframma più chiuso a cui spingersi prima che ai successivi si manifesti chiaramente diffrazione a diminuire la nitidezza dei particolari dell'immagine.

    In quanto alla vignettatura, chiaramente fisiologica in una lente frontale di quel diametro e curvatura, per quanto possa essere una lente asferica, si comprende l'intento dell'eliminazione (pericolosissima per possibili urti) del paraluce a petalo incorporato, ma solo per chi desideri mitigare parte del bilancio di questa caratteristica che a Ta nel paesaggio avrà un'influenza relativa rispetto ad altri generi

    5ad2328fa2a19_141-_85K376314mm1-1250secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.fd9f5e1abe31fc67d48336a41094bffb.jpgpiù incisiva su certi soggetti5ad232b64eafd_142-_85K376514mm1-640secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.8d0aac0101623c83c1de57c7ed521480.jpg

    5ad242c780d7b_118-_85K369214mm1-320secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.5bdccc504d80f5b2aeeddfc78d4d3e41.jpg 132   -_85K3730  14 mm  1-250 sec a f - 22  Max Aquila photo (C)_.jpg
    e su determinate inquadrature, forzate,

    piuttosto che in situazioni meno ...sensibili 5ad2325c6f748_140-_85K376124mm1-2000secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.349b35259eee426637b3995297f9becb.jpg5ad24348f257d_121-_85K370614mm1-1600secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.b55f920c35560529cff87527f4894ab8.jpg  5ad2426fd2b5c_116-_85K368020mm1-320secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.a2740f6124e69ad5d5d5a74823f8c365.jpg
    117   -_85K3690  18 mm  1-125 sec a f - 5,6  Max Aquila photo (C)_.jpg

    o in quelle dove sia connessa, la vignettatura, alla resa dell'inquadratura 5ad2330c2f44f_144-_85K379716mm1-100secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.eb068d71b48b7c141ab4e9187c72dbb7.jpg5ad2332c23d60_145-_85K403814mm1-200secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.dcf516633f2f983b0cab9ef169193317.jpg
    recuperabile in PP, peraltro...5ad23420aa3f5_151-_85K428314mm1-80secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.bc41a10d603abb8161093cbae77b5a0d.jpg

    5ad2345b90797_152-_85K430514mm1-250secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.ae12fec7e8e28785118dd9b21d622b5d.jpg

    rispetto a situazioni, come la street photography, dove è di certo il male minore, sempre che il soggetto abbia un senso
    5ad241c8125eb_112-_85K3659-Modifica18mm1-200secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.e32cb941e1abfa2ed8cb61f7f7a68803.jpg5ad241f5a44ed_113-_85K3662-Modifica17mm1-160secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.1148a284fe68c454dc20fedab65955fb.jpg

    in luce omogenea meno avvertibile, anche a TA
    5ad2430fb967f_120-_85K370217mm1-1250secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.6ad5e766869ffb99a7592af6716a3006.jpg
    piuttosto che in luce mista, pur se con diaframmi medi 5ad242ed2a1f8_119-_85K369622mm1-30secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.4394744e41da2800da9630ff86be3160.jpg

    Insomma è stato un bel divertimento aver a che fare con l'ultima proposta Sigma Art nel campo dei superwide (c'è chi sta cominciando a piangere, perchè considera wide un 85mm...) ma l'ultima parola da scrivere su questo bello ma costosetto zoom (mediamente 1242 euro) sarà l'analisi dei suoi:

    pregi

    • brillantezza, contrasto, nitidezza le sue doti evidenti
    • motore HSM velocissimo e silenziosissimo
    • omogeneità centro-bordi per il dettaglio nei particolari
    • distorsione inavvertibile
    • assenza di flare a partire dai 15mm
    • costruzione, materiali e struttura IF
    • cromaticamente emozionante

    difetti

    • peso e dimensioni: con tre Sigma Art bisogna far riprogettare le borse foto
    • vignettatura avvertibile anche a diaframmi intermedi
    • flare a 14mm, eccessivo
    • assenza della stabilizzazione OS che aiuterebbe in determinate situazioni a restare ad ISO bassi

    La somma dei quali probabilmente determina il nuovo riferimento nell'ambito degli zoom f/2,8 di questo range di focale: per il mio personale gusto e la mia usuale tipologia di soggetti.

    Ringraziamo ancora logo_mamiya.jpg.d3527d6b3075190ba339c61a32cb3873.jpg per il supporto e la disponibilità manifesta. 

     

     

    Max Aquila photo (C) per Nikonland 2018

    5ad240e30f77e_106-_85K362114mm1-80secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.a16584be09685d0e30b7bb123b0a6b25.jpg
     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Modificato da Max Aquila

    • Mi piace ! 8



    Feedback utente

    Recommended Comments

    1 ora fa, Massimo Vignoli dice:

    Molto interessante Max, lo aspettavo con curiosità. Grazie!

    un nuovo parametro con il quale avere da fare...

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Bella ottica... bel Test ma per chi ha già il Nikon non so se vale la pena fare il cambio, che ci dici???

    Grazie

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    8 minuti fa, Gianni dice:

    Bella ottica... bel Test ma per chi ha già il Nikon non so se vale la pena fare il cambio, che ci dici???

    Grazie

     

    Dipende solo da quanto quel qualcuno ritenga valga la pena ed il sacrificio economico di vendere un obiettivo per comprarne un altro.

    E da quanto venga usato quell' obiettivo rispetto agli altri che possediamo.

    Dopo averli usati entrambi io comprerei il Sigma se non possedessi quello zoom.

    Ma se avessi il Nikon, come nel tuo caso, penso che resterei tranquillo.

    Le caratteristiche che mi fanno preferire il Sigma sono alla tua portata postproducendo il Nikon che nelle ombre è certamente più docile del contrastato Sigma.

    Il flare in controluce del Nikon è peggiore di quello del Sigma...che da 15mm torna ad essere l incanto che sono i 14/1.8 ed il 12-24/4

     

    • Sono d'accordo 2

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Si sono d'accordo con te, mi sono subito andato a riguardare il test del Nikon e giustamente c'è meno Flare e colori più saturi da parte del sigma ma le foto che hai fatto con il Nikon non sfigurano davvero... secondo me

    Approfitto per un'altra domanda:D, con la spettacolare D850 che hai preso cosa ti è cambiato nella gestione dei File a computer rispetto alla D810 che avevi???

    Cioè, per tutti i fortunati possessori della D850, chi ha fatto il salto da una Fx come la D810 avrà già un computer adatto a questi megafile ma chi viene da Fx "minori" oppure meglio ancora da DX

    ha dovuto mettere in conto anche un computer nuovo???

    Scusate se sono passato dallo Zoom ai computer....:) 

    Modificato da Gianni

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    4 ore fa, Gianni dice:

    Si sono d'accordo con te, mi sono subito andato a riguardare il test del Nikon e giustamente c'è meno Flare e colori più saturi da parte del sigma ma le foto che hai fatto con il Nikon non sfigurano davvero... secondo me

    Approfitto per un'altra domanda:D, con la spettacolare D850 che hai preso cosa ti è cambiato nella gestione dei File a computer rispetto alla D810 che avevi???

    Cioè, per tutti i fortunati possessori della D850, chi ha fatto il salto da una Fx come la D810 avrà già un computer adatto a questi megafile ma chi viene da Fx "minori" oppure meglio ancora da DX

    ha dovuto mettere in conto anche un computer nuovo???

    Scusate se sono passato dallo Zoom ai computer....:) 

    si: ci vogliono un computer vispo quanto necessario (ho sostituito il disco di sistema con un SSD) e degli HD adeguati al nuovo carico.

    Null'altro: ma il grosso del lavoro era stato fatto a suo tempo per la D810.

    Il resto lo spiegherò presto su un articolo apposito che scriverò per evitare che altri Nikonlander possano passare a Sony, prima di aver capito il potenziale di questa economica reflex Nikon che è la D850 (rispetto l'investimento che si DEVE sostenere per far funzionare al meglio una delle due ML Sony degne di confronto)

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Grazie Max per il test. Anzi, per I test! Ho riletto infatti anche i precedenti articoli sui fratelli di questo 14-24 e per estensione anche sul "cugino di quarto grado" del Nikon parifocale. Non so, forse mi sbaglio, ma mi sembrano (apparentemente) molto diversi nel timbro e nella sostanza tra di loro (ovviamente escludo dal computo il Nikon, per data di nascita...). Soprattutto questo 14-24 mi appare molto più deciso (forse troppo?) e "chirurgico" degli altri, ma tuttavia è quello che alla fin fine mi è rimasto più impresso...

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    7 ore fa, Sakurambo dice:

    Gran bello scritto, grazie Max.
    E leggendolo ho capito che, semmai,  continuerei a preferire il 24-35... :D 

    Come preferire un 85mm ad un 35mm

    Tra quei due zoom passa la stessa differenza....

    Ed il 24-35 fa parte della serie Art di obiettivi plasmabili allo stremo in ripresa e postproduzione, come il 20, il 35 il 50 e l 85 f/1,4

    Mentre questo 14-24 è fratello dei 12-24 14/1.8 e... 135/1,8 Che sono Art differenti per approccio: aggressivi e taglienti.

    Ovviamente secondo il mio modo di vedere (e fotografare)

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Si, ovviamente era un commento riguardo la mia preferenza di focale.
    E' sicuramente un'ottima lente, semplicemente non amo usare spesso focali così ampie.
    Ma è un bene che Sigma si cimenti in questi progetti.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Grazie Max, ancora una volta un ottimo articolo ( grazie anche alla "lungimiranza" di Mtrading ).


    L'attuale costo da nuovo e' allineato con un usato caro dello zio ( fratello del nonno ) Nikkor, quindi non e' quello che aiuta a scegliere...per il problema delle dimensioni nella borsa si risolve con pochi euro quello della borsa, ma per quello dei singoli obiettivi che "meritano" ci vogliono ben altri numeri.
     

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    37 minuti fa, bimatic dice:

    Grazie Max, ancora una volta un ottimo articolo ( grazie anche alla "lungimiranza" di Mtrading ).


    L'attuale costo da nuovo e' allineato con un usato caro dello zio ( fratello del nonno ) Nikkor, quindi non e' quello che aiuta a scegliere...per il problema delle dimensioni nella borsa si risolve con pochi euro quello della borsa, ma per quello dei singoli obiettivi che "meritano" ci vogliono ben altri numeri.
     

     

    Si vabbè....:marameo:

    Fammi sapere quando trovi una borsa con divisori interni per quattro lenti da 77-82 mm senza cannibalizzarne una da dimensioni sei lenti più due corpi...

    • Mi piace ! 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ottimo articolo Max e bell'obiettivo. Sigma continua a deliziarci con i suoi prodotti, e mi chiedevo:  si sa qualcosa su quello che bolle in pentola per i prossimi eventuali arrivi ? Voi che parlate con Mtrading, non trapela nulla?

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    ciao Max Aquila,

    con questi due articoli sui Sigma 14-24 e 24-35 mi hai davvero convinto!
    ho appena comprato la D850, e questi due gioiellini sembrano il suo perfetto completamento, perfetti per il mio modo di fotografare ed inquadrare (adoro i grandangoli).

    ovviamente, l'unica pecca di questo idilliaco quadretto è il prezzo; non ero pronto a spendere per due obiettivi lo stesso prezzo del corpo macchina.
    avresti qualche suggerimento da darmi dovendo necessariamente scendere un po' col prezzo?

    grazie in anticipo.

    p.s. sarebbe interessante se le foto che pubblichi, fossero corredate dei dati diaframma/tempo/iso, ci si farebbe un'idea davvero precisa sulle potenzialità sia della macchina che delle lenti.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti


    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    You need to be a member in order to leave a comment

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×