Vai al contenuto
  • Rudolf
    Rudolf

    Nikon 500mm f/5.6E PF : unboxing e primo contatto (test/prova)

    Primo esemplare arrivato in negozio da New Old Camera di Milano, mi avvisano che mi aspetta. Mi "precipito" a prenderlo. L'attenzione per i clienti di Ryuichi Watanabe e del suo ottimo staff è impagabile e quindi i ringraziamenti non bastano. Per tutto il resto c'è la Visa

     

     

    Non ho voluto aprirlo fino a casa. Qui avevo appena rotto il sigillo di garanzia Nital.

    D5X_2484.jpg

    D5X_2487.jpg

    D5X_2490.jpg

    ho lasciato il bollino con il prezzo di NOC per ricordo.
    Ma apriamo con impazienza la scatola. Che è del tutto analoga a quella del Nikon 70-200/2.8. I due oggetti non hanno nemmeno una lontana parentela ma alcune similitudini

    D5X_2491.jpg

    l'astuccio morbido, ben conosciuto

    D5X_2492.jpg

    manuali, garanzia internazionale, cinghietta

    apriamo ancora per liberare il gioiello dalle tante protezioni che lo tengono al sicuro dai corrieri

    D5X_2493.jpg

    ed eccolo qui !

    D5X_2494.jpg

    il paraluce è fasciato e costretto al suo posto da imbottiture in spugna sintetica.
    Paraluce e obiettivo, niente più.

    D5X_2498.jpg

    il tappo da 95mm è uguale a quello del Nikon 200-500/5.6E

    D5X_2499.jpg

    D5X_2500.jpg

    made in Cina come tutto il resto

    su un lato c'è il blocco di sicurezza, come sul 70-200/2.8

    D5X_2501.jpg

    D5X_2502.jpg

    D5X_2503.jpg

    matricola 1754. Insomma ne stanno producendo un pò !

    Eccolo qui con il paraluce montato bilanciato sull'attacco del treppiedi

    D5X_2504.jpg

    l'ultima lente è molto interna

    D5X_2505.jpg

    D5X_2506.jpg

    il supporto del collarino è marchiato 500mm. Perchè per tutto il resto è del tutto identico a quello del 70-200/2.8

    D5X_2507.jpg

    l'obiettivo ha diversi pulsanti di memoria che si impostano con il comando principale posto all'inizio del fusto

    D5X_2508.jpg

    la bottoniera è complessa ma del tutto analoga a tutti gli altri supertele Nikon. Il limitatore della messa a fuoco parte da 8metri (la distanza minima è di 3m)

    D5X_2510.jpg

    la classica piastrina con le caratteristiche dell'obiettivo e la scala delle distanze

    D5X_2511.jpg

    uno dei bottoni delle memorie di messa a fuoco

    D5X_2513.jpg

    vista di 3/4

    D5X_2514.jpg

    i due primi obiettivi a diffrazione (Phase Fresnel) di Nikon  : a sinistra il 300/4E PF con il suo paraluce

    D5X_2515.jpg

    il paraluce del 300mm è di passo 77mm e sta comodamente dentro a quello del 500mm

    D5X_2517.jpg

    a confronto con il Nikon 70-200/2.8E FL

    D5X_2518.jpg

    e il trio di obiettivi che saranno i miei compagni di gioco nei prossimi anni.

    D5X_2519.jpg

    ancora un dettaglio del sistema per il treppiedi del 500/4E PF.
    Purtroppo è identico a quello del 70-200/2.8 quindi non compatibile Arca Swiss. Per fortuna è identico a quello del 70-200/2.8 e quindi il piedino si può facilmente sostituire con uno aftermarket (20 euro da Amazon) perfettamente compatibile con l'obiettivo e con le teste Arca Swiss.

    D5X_2520.jpg

    a confronto dimensionale con il mio 500/4 : hanno solo la forma analoga

    D5X_2522.jpg

    ma il 500/5.6E PF quasi scompare dentro al solo paraluce del 500/4 !
    Capirete la differente mole quando messo in batteria ...

    D5X_2524.jpg

    ancora sulla mia Nikon D5

    D5X_2526.jpg

    il piedino del 500/5.6 e quello del 70-200/2.8E. Adesso non so più quale sia l'uno e quale l'altro !

    D5X_2529.jpg

    La D5 in bilico

    D5X_2530.jpg

    finalmente in mano mia.

    D5X_2535.jpg

     

    Montato e preso in mano è compatto e leggero come da attese. Praticamente come un 70-200/2.8.
    Fattore di cui bisogna tener conto quando lo si usa, perchè ... è talmente leggero che bisogna trattenere il respiro per non far ballare l'inquadratura.

     

    Alcuni scatti di prova, seguirà poi un test più approfondito (domani mattina si va in autodromo).

    Dalla finestra

    D5X_2457.thumb.jpg.cdf67871a4b6aeef84455b0a844d4b19.jpg

    D5X_2458.thumb.jpg.3229903960a02d814144e334de4f0ce1.jpg

    f/5.6, 1/250'', VR su Normal, ISO 100

    vari diaframmi, da f/5.6 ad f/22 e ritorno, ISO da 110 a 1800, sempre 1/250'' a mano libera

     

     

    D5X_2459.jpg

    D5X_2460.jpg

    D5X_2461.jpg

    D5X_2462.jpg

    D5X_2463.jpg

    D5X_2464.jpg

    D5X_2465.jpg

    D5X_2466.jpg

    D5X_2467.jpg

    D5X_2468.jpg

    D5X_2469.jpg

    D5X_2470.jpg

    D5X_2471.jpg

    D5X_2472.jpg

     

    stabilizzatore, a mano libera in interni, auto-iso, luce LED, da 1/30'' ad 1/250''. sempre ad f/5.6

    D5X_2473.thumb.jpg.3f824673c12a05b4d9a493ab6ff4657f.jpg

    D5X_2477.thumb.jpg.48964cee370ca8833c3fe058b1aac34d.jpg

    D5X_2479.thumb.jpg.2359b9f98819b8bc54f04c27e45aad1f.jpg

    D5X_2481.thumb.jpg.5039df8bf7928541e9785343c068a600.jpg

     

    tre scatti di prova in luce LED, F/5.6, 1/100'', auto-iso

    D5X_2542.thumb.jpg.45b86e2ecee3decc6c5f9c7c89750664.jpg

    D5X_2543.thumb.jpg.b6f597f92f5c332217cc9755c708f44d.jpg

    D5X_2544.thumb.jpg.29b0e0a32792019af897661611b4ca05.jpg

     

    Primo giudizio sommario.

    - bellissimissimo !
    - del tutto simile per ingombro ad un 70-200/2.8 con un TC-14 montato dietro, salvo il paraluce
    - peso del tutto simile a quello del 70-200/2.8
    - sta benissimo in mano anche con la D850 senza battery-grip
    - nessuna fatica d'uso
    - l'autofocus sembra adeguatamente veloce (ma proverò in pista)
    - lo stabilizzatore è efficiente ma a tempi molto lenti, in raffica ... non è sufficiente, bisogna dargli il tempo di intervenire
    - nitidezza elevata a distanze brevi e medie, poi interviene la qualità dell'aria (come per tutti i superteleobiettivi)
    - bisogna ricordarsi di aver in mano ... un 500mm

    per altre considerazioni vi rimando al prossimo test più completo.
    Fino ad allora ... 

    .... Sayonara !

    D5X_2533.jpg

    Modificato da Rudolf

    • Mi piace ! 1
    • Sono d'accordo 5



    Feedback utente

    Recommended Comments



    Grazie per questo unboxing e prime prove\impressioni. Dimensioni, peso e qualità sono la forza di questo obiettivo; per contro il prezzo è elevato e la luminosità potrebbe giocare un fattore molto importante per chi lavora in luce scarsa. Mi sorprende come ancora nikon continui a costringere le persone ad "arrangiarsi" con piedini e staffe varie, sopratutto per lenti di un certo livello e costo.

    Sarà interessante vedere (non so se tu lo puoi fare) un confronto con il 200 500 su nitidezza e velocità af.

    Saluti

     

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 minuto fa, Antono Biggio dice:

    [...]

    Sarà interessante vedere (non so se tu lo puoi fare) un confronto con il 200 500 su nitidezza e velocità af.

     

    No, solo a memoria. Così a occhio la nitidezza a distanze ravvicinate è di gran lunga superiore.
    Per il resto devo provarlo fuori casa.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    20 minuti fa, Rudolf dice:

    No, solo a memoria. Così a occhio la nitidezza a distanze ravvicinate è di gran lunga superiore.
    Per il resto devo provarlo fuori casa.

     

    22 minuti fa, Antono Biggio dice:

    ...

    Sarà interessante vedere (non so se tu lo puoi fare) un confronto con il 200 500 su nitidezza e velocità af.

    Saluti

     

     

    a disposizione :sorriso:

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    “Tanta roba” .. lo prenderei anche solo per averlo anche senza poterlo usare.

    Sono deluso, invece, dai pesi del nuovi sigma: quasi 1,9kg per il nuovo 70/200 ed 1.2kg per il 40 f1.4. Mah!

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    2 ore fa, Antono Biggio dice:

    Grazie per questo unboxing e prime prove\impressioni. Dimensioni, peso e qualità sono la forza di questo obiettivo; per contro il prezzo è elevato e la luminosità potrebbe giocare un fattore molto importante per chi lavora in luce scarsa. Mi sorprende come ancora nikon continui a costringere le persone ad "arrangiarsi" con piedini e staffe varie, sopratutto per lenti di un certo livello e costo.

    Sarà interessante vedere (non so se tu lo puoi fare) un confronto con il 200 500 su nitidezza e velocità af.

    Saluti

     

     

    In linea teorica ci sono 3 esiti possibili:

    • Vanno uguali
    • Va meglio il 200-500
    • Va meglio il 500 PF

    Considerato che il 200-500 ha un AF decisamente lento - in termini di prestazioni "sportive" intendo - e che il 500 PF costa 3-4 volte di più credo che l'esito di questo confronto mele-con-pere sia parecchio scontato.
    Per me le uniche cose che condividono quei due oggetti è il numero di targa - 500 5.6 - ed il tappo delle lente frontale. 

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 minuto fa, Massimo Vignoli dice:

    [...]

    Per me le uniche cose che condividono quei due oggetti è il numero di targa - 500 5.6 - ed il tappo delle lente frontale. 

     

    e in linea di massima sono due obiettivi più adatti ad essere usati con il sole (e/o con la D5). ;)

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Un oggetto da utilizzare...altro che da invidiare. 

    Un oggetto intelligente nel quale la ricerca ed il progresso consistono nella diminuzione drastica di dimensioni e prezzo rispetto i fissi parifocale di prestazioni somme.

    Uno smart-tele insomma: i diminutivi non hanno luogo di esistere: Nikon, come al solito sui tele di alte prestazioni, giunge per prima sulle innovazioni.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

     

    Autodromo Nazionale di Monza, seconda Variante

    D5H_8648.thumb.jpg.9417c0e4c32e8653ec951081bf69c5d2.jpg

    ISO 100, 1/320'', f/7.1, picture control su standard, nitidezza 5, saturazione +1, wb auto preserva toni caldi

    Primo test in autodromo (qui)

    • Primo premio ! 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Nulla obbiettare, non è bello ma è BELLISSIMO, merce che sarà rara...  qui su NL oltre a questo non credo che vada oltre i tre altri pezzi..  ma se fossero anche di più, beh sarei contento..  bello pratico ma soprattutto leggero e poco ingombrante, ma ora STOP

     

    ci penserà il Mauro..

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Quando ho la necessità di una lunghezza focale 500 mm utilizzo un AF-S NIKKOR 300mm f/2.8G ED VR II al quale abbino un moltiplicatore di focale AF-S TC-17E II. Questa scelta è dovuta alla combinazione dei fattori costo, ingombro e peso dell’ottica Nikon 500 mm f4 e quindi sono molto interessato a quest’ottica. Certo il peso dell’attuale AF-S 500mm f/4E FL ED VR è paragonabile al 300mm f/2.8 ma comunque rimangono i fattori costo ed ingombro.

    La qualità che ottengo con la combinazione 300mm f/2.8 + moltiplicatore di focale TC-17E mi soddisfa e mi sto chiedendo se il nuovo Nikkor AF-S 500mm f/5.6E PF ED VR è nettamente superiore oppure non molto.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Pesa meno della metà. Questo è il fattore principale. Ed è un 500mm senza teleconverter. Pur partendo dall'elevatissima qualità del 300/2.8 un teleconverter si vede. Il TC17E II non è poi tutta questa gran perla dei lucidi.
    Sinceramente io il 300/2.8 VR II l'ho moltiplicato con più soddisfazione con il TC20 E III.

    In sostanza, come diciamo sempre noi di Nikonland, se serve un 500mm, si deve comprare un 500mm. Se serve un 300mm, si userà un 300mm che saltuariamente può essere moltiplicato.

    Il 500/5.6E PF moltiplicato con il TC14E diventa un bel 700mm con una accettabile perdita di qualità (per quando c'è il sole).

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 ora fa, Rudolf dice:

    ...

    In sostanza, come diciamo sempre noi di Nikonland, se serve un 500mm, si deve comprare un 500mm. Se serve un 300mm, si userà un 300mm che saltuariamente può essere moltiplicato.

    ...

     

     E continuo a sostenere che preferisco di gran lunga il fattore crop di una reflex adeguata (soluzione costosa D850 oppure economica D500/7500) a qualsiasi converter di qualunque generazione. 

    Come alternativa alla focale adatta: in questo caso il 500mm

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Grazie per avere risposto. Sono molto interessato a quest’ottica e quindi vedere quanto in più riesce a dare rispetto alla mia soluzione di compromesso (300mm f/2.8 + moltiplicatore di focale TC-17E). Sabato 10 novembre andrò al Nikon LIVE! in store e spero di potere provare questo 500mm f/5.6

    L’ideale sarebbe potere fare un confronto anche con il blasonato AF-S 500mm f/4E FL ED VR. Chiedo se ci sono test di confronto tra l’AF-S 500mm f/4E FL ED VR e l’AF-S 500mm f/5.6E PF ED VR.

    Grazie

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Non mi pare. In ogni caso sono oggetti di due categorie differenti.

    Questo è un obiettivo che ti fa dimenticare dove hai riposto treppiede, testa, zaino ...

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 ora fa, Andrea Bassani dice:

     

    L’ideale sarebbe potere fare un confronto anche con il blasonato AF-S 500mm f/4E FL ED VR. Chiedo se ci sono test di confronto tra l’AF-S 500mm f/4E FL ED VR e l’AF-S 500mm f/5.6E PF ED VR.

    Grazie

    Volendo si può fare, ma è come confrontare mele con pere. 

    Io ho il 500/4E FL (beh, in attesa di vendere il “vecchio” G VR ne ho due), provato un poco il 500/5.6 pf di Mauro confermo che tra peso piuma e stabilizzatore molto efficace puoi tranquillamente evitare il treppiede. Ma non apre a f4 e questa è la differenza significativa in negativo. Quanto vale per te dipende da... te. Io considero quello stop irrinunciabile.

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

     

    Utilizzando l’AF-S 300mm f/2.8G ED VR II con il moltiplicatore di focale AF-S TC-17E II sono già nella condizione di una apertura focale massima di f/5.6 e questo non mi crea particolari problemi.

    Quello a cui tengo è una buona qualità dell’immagine. Con il 300mm f/2.8 + moltiplicatore di focale TC-17E la qualità mi soddisfa ma comunque mi devo portare appresso come peso l’equivalente del AF-S 500mm f/4E FL ED VR (un difetto del 300 è l’impugnatura troppo piccola rapportata al peso. Probabilmente troverei più confortevole il 500mm f/4E). Non avrei dubbi ad acquistare l’AF-S 500mm f/5.6E PF ED VR se la qualità dell’immagine risultasse simile a quella prodotta dal fratello maggiore.

     

    884739774__DSC1518-truzzobq.thumb.jpg.c7f85fd9789accf81181d25b902082ac.jpg1391544180__DSC1518struzzodettaglio.thumb.jpg.e21cd50929096b1aad1241ac3dfc0306.jpg

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Che intendi per impugnatura troppo piccola? Il piedino di attacco al treppiede? Se usi lo standard ARCA ci sono numerosi aftermarket per sostituirlo oppure puoi mettere una staffa più lunga. Se non usi ancora ARCA ti consiglio di farlo.

    Circa la qualità di immagine, io ho usato per anni il 300 2.8 + tc17. Andava bene, ma era il tempo dei 12-16mpix su FX. Che corpo usi?

    Circa il fatto che due oggetti abbiano prezzo così distante e stessa qualità di immagine, pur non avendo fatto nessuna diretta comparativa, non sono molto confidente. Ma non parlo solo di nitidezza, ma di resa di sfocato, reattività e precisione AF, riflessi in controluce....

    Ad esempio una delle cose uccise dal TC17 sul 300 2.8 è proprio la resa dello sfocato, molto più della nitidezza (su corpi con “pochi” mpix).

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Si, mi riferivo alla staffa che poi ha i fori filettati per il fissaggio ad un cavalletto. Non avevo preso in considerazione la sostituzione, grazie, ci guarderò.

    Come corpo principale uso la D3x che ho da quando fu messa in commercio. Non ho intenzione di sostituirla a breve, ho provato la Z7, interessante per molti aspetti, ma attendo una evoluzione della D850 in quanto ho troppe ottiche che non riuscirei ad usare pienamente con la mirrorless.

    Avendo tutte ottiche di qualità alta o medio alta, che ho visto ben comportarsi con i 40 e oltre megapixel, cerco di appurare se l’AF-S 500mm f/5.6E PF ED VR è all’altezza di queste risoluzioni.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ma in relazione alla qualità di immagine, facile che nel campo delle focali super tele - 500mm - non luminose - f5.6 - tu possa avere un significativo miglioramento sostituendo il corpo macchina! Mai pensato? Un consiglio in questa direzione è prendere una D500 - da usare liscia sul 300, recuperi 2 stop di luce, una raffica adeguata a qualsiasi situazione, un AF che rispetto a quello della D3x sembra pensato dagli alieni, iso molto buoni fino a 1600 (che abbinati ai 2 stop di luce in più rendono tempi di scatto che con la tua attuale combinazione avrebbero bisogno dei 6400). E ripristini tutte le fantastiche qualità del tuo fantastico 300. Ma spendendo 1/3!

    Secondo me l’effetto risultante sarebbe drasticamente meglio....

     

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    17 ore fa, Max Aquila dice:

     E continuo a sostenere che preferisco di gran lunga il fattore crop di una reflex adeguata (soluzione costosa D850 oppure economica D500/7500) a qualsiasi converter di qualunque generazione. 

    ...

     

    31 minuti fa, Massimo Vignoli dice:

    Ma in relazione alla qualità di immagine Un consiglio in questa direzione è prendere una D500 - da usare liscia sul 300, recuperi 2 stop di luce, una raffica adeguata a qualsiasi situazione, un AF che rispetto a quello della D3x sembra pensato dagli alieni, iso molto buoni fino a 1600 (che abbinati ai 2 stop di luce in più rendono tempi di scatto che con la tua attuale combinazione avrebbero bisogno dei 6400). E ripristini tutte le fantastiche qualità del tuo fantastico 300. Ma spendendo 1/3!

    Secondo me l’effetto risultante sarebbe drasticamente meglio....

     

    ....

    Rispetto al costo di un orrendo TC qualunque sia + l'obiettivo in questione

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ma attenzione che un 300mm su macchina DX resta sempre un 300mm. Le quivalenze, se non sbaglio, ai miei tempi si facevano alle scuole elementari ... ma erano tra quantità uguali, espresse con unità di misura differenti. 5000m = 5km, mai 300=450 :marameo:

    Tornando al topic, ribadisco : questo 500/5.6E PF è un game changer per quanto riguarda l'uso del 500mm a mano libera, senza treppiede, monopiede, testa, zainone, etc. etc.
    Non è un sostituto del 500/4 e tantomeno del 400/2.8 :)

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti



    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    You need to be a member in order to leave a comment

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×