Jump to content

tekeaphoto

Utente
  • Content Count

    35
  • Avg. Content Per Day

    0
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

2 Neutral

About tekeaphoto

  • Rank
    Member

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. .. io vado contro corrente, possiedo il BG ma ultimamente in viaggio non lo porto nemmeno tra gli accessori; preferisco poco peso e meno volume. Diversamente ritengo utilissimo l'accessorio per supportare il quinto dito prodotto dalla stessa Sonny anche se costa una "fucilata". Inizialmente l'ergonomia era una questione che mi preoccupava non poco ma, alla prova dei fatti, non lo è mai stato un problema. tanto che se ora decidessero di fare un corpo stile reflex non ne sarei contento. Strano ma è così. Del resto per il paesaggio la Sonny sta sul cavalletto e pure quando è montata sul supertele, quando uso i corti preferisco il meno volume ed il meno peso, come scritto sopra; rilevo che non sono un professionista e non tengo il corpo macchina tra le mani tutti i giorni dell'anno o giù di li. Opinione personale, esperienze personali. M.
  2. .. per mio conto i posti, a livello paesaggistico, sono almeno 3: isole "Ebridi" (Lewis e Harris), "Skye" e per finire "Glencoe". Per i miggies non c'è storia: vincono loro.
  3. Due mesi non li ho fatti ma qualche settimana si. Temperature sino a -30 senza il minimo problema; sono rimasto studpito solo perchè era una mia grande preoccupazione .. probabilmente mal posta. In realtà il 400 più leggero, ora come ora, è il nuovo Canon che verrà commercializzato entro fine anno.
  4. Una curiosità .. in queste cerimonie giro anche dei piccoli video?
  5. Facevo riferimento al nuovo, con attacco E, più luminoso (f1.2) e dal peso di 420 gr, ma era tanto per fare un esempio. Fresco di annuncio di ieri, altro esempio, c'è anche lo Zeiss Batis con AF ma meno luminoso (f2.0), dal peso di 361 gr. Come si è detto più volte sopra: la scelta è ampia, meglio così! 😂
  6. Max scusami, non sono convinto che sia solo il barilotto, in quanto, esiste per esempio un Voigtlander da 40 mm "Manual Focus" ma più luminosi (1,2) fatto in metallo che pesa quasi la metà della metà (360 grammi contro 1.200). La mia spiegazione è che servono investimenti significativi in ricerca e sviluppo anche in tale direzione (materiali più leggeri, trattamento lenti ecc) e che probabilmente, se sostenuti, non permetterebbero a Sigma di far uscire un listino prezzi interessante per l'utente finale; da parte mia, volevo solo capire se c'erano altre motivazioni perché l'assunto che per essere al "top" deve essere necessariamente pesante, per me, non è vero. Condivido pienamente quando sostenete che ce n'è per tutti i gusti ma a Sigma sono affezionato, molto affezionato.
  7. Si certo .. è molto più bello così, questo mese di settembre poi è straordinario. Ma mi chiedevo: possibile che Sigma non abbia la tecnologia per proporre lenti più leggere ma altrettanto performanti come quanto quelle proposte in questi ultimi anni ? Prendiamo il nuovo 70-200, dubito fortemente che dia la "paga" al Nikon FL o al nuovo Canon eppure pesa un bel pò di più; lo stesso anche per altre focali. L'equazione: massima qualità uguale a peso elevato non è la regola.
  8. La risposta fa veramente ridere. Non solo non hanno usato supporti più performanti quali le XQD ma il secondo slot della Sony a9 supporta solo le SD di tipo UHS-I. Un alto dirigente di Sony Italia dichiarò che la scelta era dettata dalla necessità di rendere compatibile il secondo slot con le Memory Stick Pro Duo (è questo fa ridere)
  9. Pare che domani Zeiss presenti il suo 40 mm per per attacco FE di uno stop meno luminoso ma, probabilmente, con un peso di circa 350 gr (un quarto o poco più del Sigma)
  10. Il 40 mm pesa un'enormità .. 1.2 Kg, anche il 70/200 pesa quasi 400 gr più del Nikon; è tantissimo.
  11. “Tanta roba” .. lo prenderei anche solo per averlo anche senza poterlo usare. Sono deluso, invece, dai pesi del nuovi sigma: quasi 1,9kg per il nuovo 70/200 ed 1.2kg per il 40 f1.4. Mah!
  12. Certamente, non si cambia macchina per avere l'istogramma nel mirino .. se avessi scritto una cosa del genere avrei scritto una sciocchezza. Lo scatto silenzioso, il non oscuramente del mirino e l'istogramma sono caratteristiche notevoli di questo nuovo sistema e chi, prossimamente, avrà per le mani una Z7 o Z6 ne beneficerà sicuramente. Riguardo all'utilizzo pratico dell'istogramma dipende dall'utilizzo che ognuno di noi ne fa, al di la del matrix o meno. Se faccio foto naturalistiche dove, il più delle volte, ho il tempo di piazzare il cavalletto e di settare la macchina in atteso dell'evento che mi interessa l'istogramma nel mirino non è così essenziale ma .. se faccio fotografia di viaggio e sono in un villaggio dove mi si potrebbe presentare l'opportunità di entrare in una casa/capanna e scattare non più di una o due immagini in pochi istanti ed in un ambiente di cui non conosco l'illuminazione (luce che filtra, fuoco acceso ecc) avere l'esposizione reale nel mirino può fare la differenza, almeno per me. Beninteso ... fino allo scorso anno utilizzavo la 810, le foto le facevo ugualmente, ora è più facile, la percentuale d'errore si riduce.
  13. Anche secondo me la pre-visualizzazione dell'esposizione è importante ed in alcuni contesti potrebbe essere anche determinante mentre in altri lo è sicuramente meno; comunque è meglio avercela. Nelle mie macchine l'istogramma è settato sempre in primo piano, poi con un pulsante lo posso fare sparire nel caso non mi serva più.
×
×
  • Create New...