Jump to content

effe

Nikonlander Veterano
  • Posts

    2,103
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    30

effe last won the day on January 13

effe had the most liked content!

1 Follower

Recent Profile Visitors

4,840 profile views

effe's Achievements

Nikonlander Veterano

Nikonlander Veterano (4/5)

1.3k

Reputation

  1. Tutte bellissime, ma la foto dell'elefante in piscina con il pubblico secondo me è splendida. Sorprende quanta vicinanza senta larga parte dell'umanità nei confronti di questi meravigliosi animali. E' _ a mio avviso _ un'immagine assolutamente veritiera. E lo stile da reportage fa il resto.
  2. Rappresenta l'elemento estraneo. Se non per la sua curiosità cosa ci farebbe davanti alla fotocamera? Secondo me Rigolini lo ha voluto rappresentare così e ci ha preso in pieno
  3. 1) n. 2 - Non è tanto lo spot di luce è, piuttosto, il sospetto per il povero animale di essere spiato. Insomma, sembra scattata dal buco della serratura... ottima. 2) n. 13 - Strano il paesaggio e strana la composizione. Penso che a colori sarebbe risultata un'immagine scialba. Invece il b/n le dona carattere. Ottima scelta. 3) n. 10 - Di questa immagine mi hanno colpito i colori e non saprei come definirli se non assolutamente reali, carichi ma non saturi. Poca luce che riempie ogni pixel. Sorprende.
  4. Delbert McClinton & Self Made Man, Prick of the Litter Per chi non lo conoscesse è un cantautore americano, polistrumentista e con un'autentica passione per il blues, quello più colto ed elegante e questo è uno dei suoi lavori migliori. Si ascolta con piacere in una mattinata di gennaio, fredda ma assolata. Ottima la fattura, con arrangiamenti di grande qualità.
  5. Indubbiamente quello delle drag queen è un mondo tutto da scoprire. La prima foto mi piace molto e se avesse guardato dentro l'obiettivo sarebbe stata perfetta.
  6. Grazie a tutti. Devo dire che è stata la classica sorpresa dopo una serata deludente. In realtà era ben altro che cercavo. E l'avevo anche trovato, uno strano effetto di evaporazione dell'acqua nel golfo quando il sole era ancora alto. Purtroppo la lente giusta non l'avevo, il 200-500 è troppo contrastato, ed è veramente difficile tirare fuori sfumature e minime variazioni di tonalità nei colori e invece sarebbe stato utile il 70-200, che ahimè non possiedo e che ho in dotazione pochissime volte quando un amico me lo presta. Ci ho comunque provato, fino al tramonto e... sorpresa. Quei ciottoli (che in realtà sono grossi come noci di cocco) si sono illuminati di rosso. Con un po' di attenzione potevo recuperare le ombre in pp. Forse qualcosa più nel contrasto di colore non avrebbe guastato, ma va bene così.
  7. World Saxophone Quartet sicuramente li vidi dal vivo, forse era il 1986 o il 1987, non ricordo con precisione ma fu una bella serata. Però hai citato Oliver Lake. Fu il primo concerto che fotografai e lo ricordo chiaramente. 1977, armato di Minolta srt101 con il 55mm f. 1,7. Non mi serviva altro perchè ero sul palco a meno di cinque metri da lui. Erano altri tempi. Dovrei avere i negativi da qualche parte, ma una stampa 20x30 l'ho trovata, permettimi l'invasione Oliver Lake - Minolta srt101, 55mm f.1,7, HP4 (perchè forse HP5 ancora non esisteva, ma nel caso HP5) tirata a 800 ASA, pellicola sviluppata con Agfa Rodinal, 20° sicuramente ma fissaggio Agefix a circa 17° per provocare lo shock termico e separare i grani d'argento (se grana doveva esserci meglio ben definita piuttosto che impastata). Riproduzione con Samsung S8 Per la miseria quanto ero giovane
  8. La coppa non solo per le foto, peraltro ottime anche se mi rendo conto che l'illuminazione era un po' "piatta". Purtroppo non sempre capita un buon service che riesca a rendere coinvolgente l'illuminazione almeno quanto la musica che viene prodotta da questi artisti straordinari. E per i fotografi diventa... grigia. Ciononostante le foto mi sono piaciute molto. Qualche parola su questi due sassofonisti. Un po' indecifrabili agli inizi della carriera, soprattutto Lloyd e questo spiega in parte anche il suo black-out di oltre un decennio. Ma con l'età sono veramente migliorati entrambi. Non più giovanissimi riescono a meravigliare ancora per la loro tecnica e per il suono che definirei antico, se mi passate il termine. Difficile e sconosciuto per larga parte dei sassofonisti moderni, bravissimi sì ma... Ottimo lavoro, se dovesse capitare mandane ancora
  9. Il 16-50 dx è parecchio luminoso, sarà difficile contenere pesi e dimensioni e questo mi fa pensare che sia destinato alla... Z900 (?)
  10. Pannello di controllo pazzesco. E penso che se finora non siamo riusciti a leggere un test serio su questa fotocamera è solo perchè chi li ha fatti non aveva capito come funzionava.
  11. Mi piacerebbe molto visitare quei luoghi dove anche i miei nonni hanno combattuto. Trovo che cercare in tutti i modi di ripercorrere la nostra storia sia quasi un dovere. Gran bel lavoro, ottime immagini con il giusto taglio documentale.
  12. Non è solo il lavoro di ricerca, comunque interessante. Trovo che sia un esercizio importante per un paesaggista dare un senso a una frazione di quella che potrebbe essere una composizione più ampia. Impegnativo.
  13. Benvenuto nel club. Ahimé, non esiste una soluzione. Ma se dividiamo la spesa magari possiamo pagarci un art-director
×
×
  • Create New...