Jump to content

Lasciate un commento

Commenti e feedback sono fondamentali per indirizzare la redazione nella stesura degli articoli.
Lasciare un commento significa lasciare un segno del vostro passaggio, è un gesto nei confronti dell'autore, un segnale utile per gli articoli successivi.
Noi decidiamo le linee editoriali di Nikonland anche in base ai vostri commenti e feedback.
Non fate mancare il vostro apporto !

M&M M&M

 

M&M M&M
  • M&M
    M&M

    Nikon e la transizione da reflex a mirrorless

    Dpreview ha intervistato al recente CES di Las Vegas Keiji Oishi, esponente e responsabile della pianificazione commerciale della divisione Imaging di Nikon.
    E' una lunga intervista che affronta tutti i temi di attualità con risposte finalmente franche e senza troppe mezze verità.

    La trovate per intero qui ma per l'importanza di quanto viene detto e per favorire la discussione su Nikonland, ho voluto tradurre almeno i passi più importanti.
    Colgo l'occasione per ringraziare Dpreview che almeno in questo campo è sempre preziosa, potendo sfruttare una disponibilità maggiore da parte dei produttori di quanto non possano vantare altre testate online.

    nikon_mirrorless_camera_hub_overview_masthead.thumb.jpg.41d279b995daf8a150a0ee2753bc383a.jpg

    Lo sviluppo della linea Nikon Z è il nostro principale impegno
    Ma dobbiamo sostenere anche le necessità dei nostri clienti che utilizzano con profitto reflex e che stavano pensando di sostituire le loro D750 oramai con 5 anni di attività alle spalle.
     

    Siamo in una fase di transizione in questo momento e i nostri clienti si chiedono quale piattaforma sia meglio per le loro necessità
    Per questo abbiamo inserito nella D780 molte delle peculiarità caratteristiche delle Nikon Z (specie autofocus in Live-View) così che si possa avere il meglio dei due mondi in un solo corpo : reflex e mirrorless

    Il nostro intento è proporre le migliori opzioni cosicchè siano loro a scegliere ma potendo già provare con mano le potenzialità che sviluppiamo per le Z

    Non sappiamo quando la transizione avverrà in massa anche perchè per ora non abbiamo completato il piano di sviluppo

    La nostra priorità è completare il sistema Z
    Siamo sicuri che poi anche i nostri clienti affezionati alle loro reflex, troveranno soddisfazione nelle Z e decideranno di cambiare sistema

    Nikon è totalmente impegnata nello sviluppo del sistema Z ed entro la fine del 2021 avremo 23 obiettivi disponibili

    Sappiamo che i nostri clienti vogliono anche obiettivi compatti e di prezzo più abbordabile. Abbiamo previsto nella roadmap due obiettivio (il 28 e il 40) adatti a loro che potrebbero andare bene anche sulla Z50 in formato APS-C.
    Abbiamo volutamente lasciato senza date di rilascio la roadmap in modo da avere la massima flessibilità in termini di data di lancio.

    La nostra roadmap è in continua evoluzione, anno su anno

    Sappiamo che molti clienti sono interessati ai teleconverter, ci stiamo pensando, anche se ancora non sono in roadmap

    L'attacco Nikon Z praticamente non ha alcuna limitazione, per cui i nostri progettisti sono molto più liberi rispetto al mondo Nikon F. Noi li incoraggiamo a partire da zero, senza rielaborare l'esistente, quindi possono impegnarsi a raggiungere la massima qualità possibile.

    Le tecniche di progettazione e di produzione degli obiettivi Nikkor Z sono totalmente differenti da quelle dei Nikkor F

    Sappiamo bene che i nostri clienti vogliono fotocamere con due slot di memoria e con il battery-grip con lo scatto verticale, specie quelli abituati ad usare la Nikon D850

    Onestamente, abbiamo impiegato più tempo del dovuto per aggiornare il firmware delle Z a causa di carenza di risorse. Ci impegneremo a rilasciare aggiornamenti più ravvicinati in futuro. Vogliamo programmare aggiornamenti cadenzati in modo da supportare lo sviluppo dei prodotti il più a lungo possibile.

    Il video di qualità professionale sarà sempre più presente nelle nostre Nikon Z.

    La Nikon D6 ha due vantaggi principali sulla Nikon D5 : le performance del nuovo autofocus e l'infrastruttura di trasmissione delle immagini più veloce
    Lo sviluppo della D6 è stato dettato dalle esigenze dei fotografi sportivi che ci hanno richiesto espressamente di lavorare sulle caratteristiche ritenute più necessarie, a discapito del video e di altre funzionalità meno importanti per loro. La maggior parte di chi usa la D5 non ritiene fondamentale il video 4K60p. Si tratta di fotografi sportivi. Se fossero impegnati nel wedding o nel fotoreportage, probabilmente sarebbe più importante.
    Ma questo campo è ampiamente coperto dalla Nikon Z6


     

    z_7_z_6_firmware_2.0.png.d30d13e5667af29c1b9e6322f01a5be4.png

     

    Edited by Picard

    • Like 2


    User Feedback

    Recommended Comments

    Sinceramente è la prima volta che leggo parole così chiare da un manager Nikon.
    E per la prima volta hanno mandato un manager dell'ultima generazione che peraltro parla inglese, anzichè certe mummie inespressive e incapaci comunicare.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Ho letto la tua traduzione dei punti più salienti e concordo che è la prima volta pure per me che sento parlare in maniera molto ma molto più chiara delle volte precedenti.

    ottimo lavoro.. come sempre d'altronde.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Da quello che dice la prossima Z dovrebbe essere più simile ad una D850 che ad una D6:
    Avrebbe le caratteristiche richieste dalla clientela come il doppio slot e non andrebbe a sovrapporsi ad altri modelli.
    Conferma l'impegno sul parco ottiche, d'altronde non hanno altra scelta.
    La parte sugli aggiornamenti sw mi sembra promettente.
    Sono sicuramente in un momento critico, di risorse e di concorrenza spietata. Non hanno molto margine per errori.
     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Ho letto l'intera intervista della quale i singoli step tradotti da Mauro sono solo un rapido riassunto.

    Ciò che mi pare traspaia dalle parole di Keiji Oishi san è il concetto che deriva dall'abitudine Nikon di fare le cose e dopo osservare cosa ne derivi, con tutti i pro ed i contro che nell'immediato ciò comporti.

    Ma dobbiamo dare il merito a Nikon di non aver mai abbandonato a se stesso un comparto se non in due occasioni solamente: quello delle prime APS-C a pellicola, le Nuvis del 2000 e in tempi recenti il primo approccio al mirrorless digitale, del sistema ONE.

    Oggi paghiamo lo scotto di questa tardiva presenza in quest'ambito a causa del maggior pregio di Nikon, quello di ave mantenuta inalterata (per modo di dire) la baionetta F dal 1959, fino al 2018, al momento della presentazione della baionetta Z.

    Ovviamente gli utilizzatori Nikon sono meno proclivi degli altri a cambiare sistema e Nikon, pur dichiarando con le parole di questo Responsabile di divisione del Nikon's UX Planning Dept, Imaging Business Unit, di avere Z come priorità, devono pur organizzare lo sdoganamento delle esigenze delle più varie, che appunto D780 e D6 stanno temporaneamente mantenendo attive.

    D6 e D780 potranno anche non interessare gli utenti Z come me,  ma sono certamente una risposta d'onore di Nikon ai suoi utenti reflex. Ai quali avrebbero potuto semplicemente chiudere la porta in faccia.

    Un problema che tra gli altri brand solo Canon ha da porsi. E vedremo come risponderà: io un'idea ce l'ho...perche mi ricordo benissimo negli anni 80 come fece all'avvento delle ottiche AF

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Concordo con gli amici che ha risposto prima di me, veramente è la prima volta di parole chiare. Speriamo mantengano.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    "Onestamente, abbiamo impiegato più tempo del dovuto per aggiornare il firmware delle Z a causa di carenza di risorse. Ci impegneremo a rilasciare aggiornamenti più ravvicinati in futuro. Vogliamo programmare aggiornamenti cadenzati in modo da supportare lo sviluppo dei prodotti il più a lungo possibile"

    Se non ricordo male, e' la seconda volta che fanno un annuncio del genere.... anche se, fino ad ora, onestamente, non si e' visto molto, se non cose "ad impegno zero" come inserire la compatibilita' con l'ultimo zoom kit di turno, oppure qualche feature video a pagamento dell'utente.
    Vogliamo crederci che le "carenze di risorse" siano terminate proprio in questo momento di crisi e ridimensionamento ?

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    NO, io non ci credo.

    Ma credo che abbiano capito e che si daranno più da fare con il SW. E sinceramente penso che ne vedremo delle belle, ormai via sw si fanno miracoli!

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Sperare non costa nulla, ed in fondo in fondo anche io mi auguro che finalmente si decidano ad inserire nei prossimi aggiornamenti firmware almeno qualcuno dei tanti suggerimenti forniti a Nikon dagli utenti dei prodotti Z, ma d'altro canto le parole del nuovo manager di turno "aggiornamenti cadenzati in modo da supportare lo sviluppo dei prodotti il più a lungo possibile"  potrebbero anche interpretarsi semplicemente come "l'inserimento cadenzato nei prossimi firmware delle patch di compatibilita' con i prossimi obbiettivi che saranno messi in commercio....".
    In fondo anche questo e' un modo per supportare i prodotti il piu' a lungo possibile, senza smentirsi..... xD :P

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Si, ma in realtà nella sintesi di Mauro abbiamo perso una frase:

    But after I took over product planning, we are planning to schedule firmware updates more frequently.
     

    Ci sta mettendo la faccia: gli aggiornamenti saranno più frequenti perché lui ha preso in carico la pianificazione dei prodotti e ora dipende da lui che questo succeda.

    Anche se “.... stiamo programmando di pianificare aggiornamenti fw più frequenti” non è proprio come dire “abbiamo pianificato aggiornamenti fw più frequenti”....

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    3 minuti fa, Massimo Vignoli dice:

    Si, ma in realtà nella sintesi di Mauro abbiamo perso una frase:

    But after I took over product planning, we are planning to schedule firmware updates more frequently.
     

    Ci sta mettendo la faccia: gli aggiornamenti saranno più frequenti perché lui ha preso in carico la pianificazione dei prodotti e ora dipende da lui che questo succeda.

    In OGNI frase che ha detto ci sta mettendo la faccia.

    Abbiamo avuto già due annunci nel 2020 (e siamo solo a metà febbraio).
    Non è finita.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Vedrete, uscirà una Zqualcosa con dppio slot, grip, mire af piccine solo il giorno dopo il mio acquisto di una Z6. Mi stanno curando. Finché non la compero non esce niente. Mi dispiace farvi aspettare, chiedo scusa.

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Valerio, al posto tuo mi farei i conti per Natale, secondo me è probabile che la Zqualcosa arrivi nei negozi entro settembre e finisca in qualche cash back entro fine anno.

    Canon ha messo il piede sull'acceleratore, Sony farà qualcosa e Nikon non potrà stare ferma.
    Oltretutto con il 70-200 S nei negozi è ora di copri macchina più "importanti".

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    54 minuti fa, Valerio Brustia dice:

    Vedrete, uscirà una Zqualcosa con dppio slot, grip, mire af piccine solo il giorno dopo il mio acquisto di una Z6. Mi stanno curando. Finché non la compero non esce niente. Mi dispiace farvi aspettare, chiedo scusa.

    Se sei così sicuro ci organizziamo con il crowdfunding, oppure ti vendo la mia a prezzo da amico ;) 

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    9 su 10, in autunno uscirà la Z8, sostituta della Z7, già ampiamente fuori produzione. Da 61 megapizze e pixel-shift.
    Non so se sia proprio il target di Valerio.

    La Z6, fossi Nikon, la manterrei in listino come entry-level full-frame a prezzo sempre più scontato.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Grazie Mauro per l'articolo e la sintesi. 

    Per quanto mi riguarda non sono più preoccupato di prima e mi fanno piacere le parole usate. Si, é un momento di difficoltà e lo sapevamo, staremo a vedere. Sony é Sony, ha fatto bene, però come Nikon é stata grande vendendo meno di Canon magari Nikon lo sarà in futuro vendendo meno anche di Sony, vedremo.

    quello che io osservo é ansia. Avremmo dovuta averne più tre anni fa. Non é diverso per altri: gli amici Canoniani oggi si rifanno ora gli occhi con i 60 e più megapixel ma in realtà lo fanno con una camera che in molti non avranno, i molti avranno in mano camere che tanto bene non sono venute.

    Sony invece ha il top del software (anche perché é da più tempo nel settore) ma se la fanno sotto perché sanno che chiuderemmo il gap e a detta di molti (come sottolineato dal blogger nuiorchese irsuto passato a Sony): "comunque l'immagine prodotta dalle Z é migliore".

    Metteteci che tra chi ha comprato il sistema ML di Sony  ci sono tanti che hanno speso 1.000 euro in bundle e che quindi fra due anni saranno "convincibili" per qualunque altro marchio e chiedetevi: forse anche i nostri meno nobili ma più grandi cugini hanno male di pancia.

    Ecco, non volevo farvi fare pensieri tipo le lepri della favola le lepri e le rane di Esopo però invito tutti ad accettare le turbolenze del decollo durante questo nuovo viaggio.

    saluti!

    Edited by Andrea
    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Insomma, l'amico Kenji, almeno al riguardo degli aggiornamenti firmware, non parlava a vanvera :

     

    la cosa singolare è che per un aggiornamento come questo, altri marchi meno abituati a lavorare per i clienti sottotraccia come Nikon e Canon, hanno fatto annunci roboanti sei mesi prima o basato tutto il progresso su quell'update, tanto da stampare perfino addendum del manuale nelle nuove macchine in consegna.

    Questo invece per Nikon è solo un passettino di avvicinamento verso la prossima generazione di Nikon Z che poi sfrutterà al massimo le nuove funzionalità software con un hardware potenziato.
    E sono sicuro, dopo aver letto questa intervista, che non sarà l'ultimo aggiornamento ma che continueranno a non strombazzarlo troppo al vento :vittoria:

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

×
×
  • Create New...