Jump to content

Valerio Brustia

Redazione
  • Content Count

    1,729
  • Avg. Content Per Day

    2
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    17

Everything posted by Valerio Brustia

  1. Concordo al 100%, con i tubi la ghiera zoom te la devi dimenticare. Roby, usa questa 5T!!
  2. Condivido, e poi la lente addizionale è pure più veloce senza star li a smontare tutto. Però , tra compra vendi resi per difetto e soldi restituiti, Roby le ha poi prese due lenti addizionali o no???
  3. Deduco che hai provato l'assetto 500 + tubo con ftz e Z6 e non vignetta? E come ti spiegheresti che su sei obiettivi la vignettatura c'è solo in tre casi ed i tubi son gli stessi? i vecchi 500 non vr non vignettavano. I miei stessi kenko su due 600 diversi in un caso vignettano VR nell'altro no AIs. A casa mia non è il tubo.
  4. Si senza alcun rimpianto. Se nikon è sopravvissuta a quel periodo oggi può stare tranquilla.
  5. Eh ho capito, ma sabato sera a casa in città cara grazia che ho avanzato due rocher da Natale, le foto servono a mostrare chi vignetta e chi no, mica a dimostrare altro. Ma chi ha speso tre secondi a leggere avrà notato che l'inserimento dei tubi produce derive anche sulla qualità ottica risultante. Tutti gli obiettivi pagano dazio, chi più chi meno, nell'applicazione fuori dalle loro caratteristiche progettuali. Su tutte l'aberrazione cromatica che si incrementa fino ad impedirne l'uso (200-400).
  6. Tra il tuo ed il mio ci dovrebbe essere una serie intermedia che ha la finestra della scala di messa a fuoco e la ghiera gommata. Certo che... Che casino che hanno fatto nei primi 5 anni di AF!
  7. Oh ma poi se a te e Mauro non capita mai, cosa vi devo dire? Io lo lascio volentieri in baita iil kilo del 105 in favore dei 80g di 36mm di tubo. La questione della baionetta Z larga non impatta su questi ragionamenti, salvo con ottiche Z native.
  8. No nell'uso sul campo il 300mm tubato o il 70-200 sono molto versatili. Stai a distanza notevole dal soggetto e crei uno stacco molto deciso dallo sfondo.
  9. Massimo, gli stessi tubi usati sul 600 ais non vignettavano come invece fanno sul 600vr. Non sono i tubi a dare la vignettatura, ma la direzione di proiezione dell'obiettivo.
  10. Spiegami geometricamente cosa cambia da Z a F per questi ragionamenti. Nulla! Usa l'ftz e monta la z6 sul 500 tubato e se vignetta sulla D5 troverai la stessa vignettatura su Z.
  11. Scusate, forse qualcuno sta prendendo un abbaglio, ma allungare un'ottica nel mondo Z o farlo nel mondo F è uguale. Le sorprese possono saltare fuori solo dalle architetture ottiche. Quindi qui nessuno può rispodere a roby se il suo 250dx per Z è tubabile o meno, perché chi ha i tubi non ha lo zoom dx e vice versa. Ma qui comunque si sta mettendo in evidenza che non è questione se ne valga o meno la pena, ma se roby possa andare incontro a sgradite sorprese, e la risposta è < SI, POTREBBE > Altro che archeologia.
  12. Quindi, il 300/2.8 Vr non vignetta. Massimo ce l'hai un tubo? Mancano solo il 400/2.8 ed il 500/4. Certo, ci sarebbe da distinguere tra FL e non. Mauro, già che sei dietro, prova un po' con il 500pf e il sigma! questi dati non li ha nessuno.
  13. Si, Nicola ha usato una ottemezzo e immagino di trovarmi nelle parole di Mauro quando parla delle performance reali Z; prima o poi proverò una Z6 ma ammetto che le mie aspettative non sono troppo legate alla velocità quanto alla prestazione in condizioni di luce scarsa. Massimo, è quello che intendo! L'idea era ottima, nikon doveva crederci di più ed offrire (magari non per 1.5 ma per 2k) uno strumento migliore. Invece dovremo aspettare la RIEDIZIONE del 14-24/2.8. Spero solo che sia un lente piatta come il mockup fa presagire.
  14. In soffitta ho motosprint '84-86 dei soli mesi del prima e dopo gara. In garage un xl 200 dell'86 da rottamare. Aspetto di andare in pensione per restaurarla, stile maghi del garage.
  15. Ho indagato e confermo i tuoi dati. Di fatto nikon dalla serie AFS II non ha più cambiato lo zoccolo di alloggiamento del piede quindi dal 300/2.8 AFS Ii all'800/5.6 FL passando per l'ultimo nato 120-300/2.8 presenta lo stesso zoccolo con cava quadrata e 4 viti di serraggio. Cambiano i piedoni ma non l'incastro. Vigliacco se tra tutte queste zampe ce ne fosse stata una con la cava Arca Swiss. Bah!
  16. Non è AF D, hai ragione che è la seconda serie AF e la tua è la primissima (con la ghiera zigrinata dell'MF) ma non è la D! Prima della serie D ne hanno fatta una intermedia. Non solo, il blocco diaframmi è a bottoncino sul tuo esemplare, sul mio invece è a slitta. Il mio 85/1.8 era così con il bottone, ma aveva già la ghiera MF gommata
  17. concordo, ma pare che nikon abbia sposato la tripletta 14-24 24-70 70-200 e da qui non esce, evidentemente. Sui costi, è tutto molto relativo: se quello è il tuo cavallo di battaglia i soldi li trovi.
  18. Un sogno da ragazzo, seguire la Dakar ma quella Dakar. Non tornerà mai più, se non fosse per i morti direi "peccato"
  19. Porca mignotta, è nuova di pacca!! Incredibile, pazzesco.
  20. Non ci intendiamo, io non sto dicendo che sia perfetto, ma dico che è su queste innovazioni che si gioca la partita. 14-30 FX è un range di focali utilissimo, più utile di un 14-24. Con l'escursione che arriva fino a 30mm siamo prossimi al normale (manca poco) e comunque copriamo il wide moderato, adatto ad un ritratto ambientato pulito e non esasperato dall'effetto wide. Se ti fermi a 24 sei ancora nell'ambito dei wide importanti, hai bisogno in borsa di qualcosa in più. Inoltre questo obiettivo si limita ad f/4, per me e te che chiudiamo ad f/11 - f/16 oggi con una ML che ce ne fotte del 2,8???? Abbiamo bisogno di incisione dettaglio no AC a diaframmi chiusi, la PDC la vogliamo dai piedi all'OO per le riprese che cerchiamo. Il 14-30 è pure piatto, quindi il polarizzatore lo si può montare senza usare il ponte montacarichi e transennare la zona con i birilli ad alta visibilità, ma non solo è un obiettivo adatto all'escursione perchè con un filtro protettivo difendiamo la lente frontale da sassi polvere sabbia rami fango e arbusti. L'ottimo 14-24 F tienilo tappato se no ti dura una stagione.
  21. Non c'è verso, non riesco nemmeno a spiegarlo. Quando uscivo con quel 600mm era una battaglia contro il peso contro le vibrazioni, era una fatica centrare la corretta messa a fuoco, ma diavolo ... era uno strumento di una solidità incredibile. Oggi, dopo oltre dieci anni di uso del VR, quando mi immagino sollevare il supertele la mia mano destra stringe la maniglia di quel 600/4 Ais, ruvida e robusta. Son minkiate, lo so, ma per chi esplora boschi paludi e montagne, il tele è il compagno con cui si finisce a parlarci insieme, ad insultarlo se serve. Il Nikon 600/4 Ais di madonne me ne ha fatte staccare molte, ma per me rimane "il TELE".
  22. Ho dato via il 180/2.8 AF quando ho preso il 70-200/2.8 VR II. L'ho fatto con dispiacere, cribbio.
×
×
  • Create New...