Jump to content

Unico Wilhelm van Wassenaer e i Concerti Armonici attribuiti a Pergolesi


M&M

297 views

Unico Wilhelm van Wassenaer chi era costui ?

download.jpg.190d2e64fcefb47fab278c9dc361deee.jpg il conte Unico Wilhelm van Wassenaer quando era ambasciatore olandese a Londra

Era un nobile olandese, conte e diplomatico delle Sette Provincie come il padre in varie corti europee.

Nato nel 1692 e morto nel 1766. Soggiornò a lungo in Italia, in particolare a Roma e a Napoli, ma anche a Firenze e a Venezia, oltre che a Praga e naturalmente a Vienna.
Tutte città intrise di cultura musicale, per lo più italiana.

Ma perchè ne parliamo su queste pagine ?

Perché c'è una raccolta di concerti alla "romana", composti per strumenti vari, in forma quadripartita anziché tripartita come all'uso veneziano, lungamente attribuita a Gian Battista Pergolesi che in realtà non ne è l'autore.

L'attribuzione è stata data per la forma musicale e per lo stile, similare a quello delle opere del genio italiano prematuramente scomparso e la cui fortuna dopo morto è stata sfruttata anche a questa maniera.
Alcune melodie di questi concerti sono state riprese anche da Stravinsky nel suo Pulcinella tra il 1919 e il 1920, che riporta proprio nel frontespizio «Ballet avec chant» Pulchinella (Musique d'après Pergolesi), insieme ad altre di contemporanei, anche esse erroneamente attribuite.
La fama di Pergolesi è stata tanto grande che l'attribuzione di musica altrui ne ha decretato il successo malgrado la qualità effettiva dello spartito (è il caso per esempio di tante pagine del veneziano Domenico Gallo, che Stravinsky pescò a piene mani nel suo Pulcinella, scrivendoci poi sopra Pergolesi per "tranquillità" di pensiero).

I concerti, sei, furono pubblicati nel 1740 da tale Carlo Ricciotti, violinista di Frosinone, nato nel 1675 e morto all'Aia (come Wassenaer di cui fu maestro di musica) nel 1756.
Hanno, come dicevo, forma quadripartita, in generale largo-allegro-andante-allegro

R-2930974-1629180668-2905.jpg.8d9c4745f0eb360a55777b8cdf8f2711.jpg

sinceramente non sono composizioni memorabili, a tratti ricordano Locatelli (e tempo per tempo anche a Locatelli sono stati attribuite).
Nella realtà mancano dell'effervescenza tutta partenopea dello jesino ma di scuola napoletana Pergolesi, capace nella sua breve vita di scrivere capolavori inarrivabili tanto da acquisire una fama immortale dopo morte.
Sono in fondo, composizioni scolastiche. Di allievo dotato ma niente di più.

Nella realtà lo stesso autore li considerava di poco conto come era nello stile dei nobili del '600-'700 che non pubblicavano mai le loro opere, salvo in rari casi sotto pseudonimo.

Come sia, la diatriba è cessata - ma non la fama e l'alone di mistero basta vedere quanto incisioni sono disponibili - nel 1979 quando nel castello natale di van Wassenaer è stato ritrovato un manoscritto che reca nel frontespizio autografo a mano dell'autore "Partition de mes concerts gravez par le Sr. Ricciotti " (Partiture dei miei concerti trascritte dal Sig. Ricciotti).

Se vi capita, per curiosità, ascoltateli. Io ne ho scritto perché volevo lasciare un segno.

964056_1388617903_300.jpg

Unico_Wilhelm_van_Wassenaer_Obdam_(1692-1766),_1745,_Georges_Desmarées.jpg

  • Like 1

1 Comment


Recommended Comments

  • Administrator

bfitx16hz463a_600.jpg.6917caee0edda5d86d87b5e78140657d.jpg

Van Wassenaer, sei concerti armonici
La Sfera Armoniosa, Mike Fentross
Challenge Classics, 29 settembre 2023, formato 44/24, via Qobuz

***

Una nuova edizione di questi fortunati concerti che benché siano essenzialmente musica accademica scritta per diletto, continuano a suscitare interesse per le case editrici.

Link to comment
Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...