Jump to content

[reportage] Viaggio all'Isola del Pepe Verde


Silvio Renesto

176 views

 Share

L'uscita di Domenica mattina per fare "street photography" al Quartiere Isola di Milano si stava rivelando una valida fonte di depressione. Decidiamo di migrare verso Piazza Gae Aulenti, passando  per via Guglielmo Pepe e ci imbattiamo in questo:

giardino1.thumb.JPG.5d0c863622ca504b129d96ed018404df.JPG

Foto di Gianni Ragno, questo mini reportage è a due (quattro?) mani.

Leggiamo sul cancello che si tratta di un giardino condiviso, ossia un giardino riconosciuto dal Comune, aperto al pubblico e gestito in forma volontaria dalle persone che vogliono averne cura, riunite in associazione. A Milano, scoprirò poi, ce ne sono  sei o sette, molto diversi fra loro per aspetto e vocazione.
Di solito non mi interessa fotografare i giardini come tali però, sbirciando dall'ingresso quest'isola del Pepe Verde mi appare come qualcosa di diverso, l'assenza di grossi fiori vivaci (=pacchiani) e il disordine creativo che intravedo lo mettono in sintonia col mio sentire. Così decidiamo di entrare.

Davanti a noi  un viottolo si snoda tra isole formate da vasi e box di legno che ospitano piante a fiore ed a fusto. A modo suo è suggestivo!

giardino2.thumb.JPG.8d2fba5419d6ef88ee7a93d964e92617.JPG

Foto Silvio Renesto


In pratica gran parte del giardino è fatto da piante portate in dono e qui curate.

giardino3.thumb.JPG.6ae8882b1d977fa0e818d8ea0271a26b.JPG

Foto: Gianni Ragno.

Al nostro arrivo il giardino è vuoto di persone ma siamo accolti da uno dei figli della nobile dea Bastet, color del fumo; austero nel suo silenzio e severo nell'aspetto, ci piace pensare che del giardino sia custode e guida.

giardino4.thumb.JPG.03e34b7f30372086fe5750c5f234e85e.JPG

Foto: Silvio Renesto

Prosegue l'esplorazione. Ci sono panchine classiche , ma anche  casette e giochi per bambini,

giardino5.thumb.JPG.80df53857baf982e3ab235426188f9a3.JPG

Foto: Gianni Ragno

giardino13.thumb.JPG.9cd999729b1b63f5a61d6a91fa292d59.JPG

Foto: Silvio Renesto

In realtà questo non so bene cosa sia...

giardino6.thumb.JPG.ea81a7ef05d241fb304990ca84835a38.JPG

Foto: Silvio Renesto

giardino9.thumb.JPG.7f8b5962c2ca69855cb652319c169ad8.JPG

Foto: Gianni Ragno

Ci sono delle aree coperte che ospitano spazi gioco e per altre attività:

giardino7.thumb.JPG.9dbfa650f5b6a08aef27a49cf709520b.JPG

Foto: Silvio Renesto

 

giardino12.thumb.JPG.ed7a76a2c3356c3957888d299059c1c3.JPG

Foto: Silvio Renesto

 

Ecco un paio di spazi/laboratori, 

giardino10.thumb.JPG.b2cdbd9d9026039edd0a864f6ed8b6e2.JPG

Foto: Gianni Ragno

giardino11.thumb.JPG.ef056a3b2f1677f53bbadca1d87a1a8d.JPG

Foto: Gianni Ragno

Arriva una famigliola, mamma papà e bimbo nel passeggino, si fanno un giretto all'ombra ed al fresco. La nostra guida ci accompagna all'uscita.

giardino14.thumb.JPG.fc7626af48526ab6bb92c51f89aefa2c.JPG

Foto: Silvio Renesto

Una grattatina sulla zucca grigia, che è un arrivederci, e ce ne andiamo.

 

Se volete sapere di più su questo giardino a modo suo molto suggestivo, esiste un sito web:

http://isolapepeverde.org/

Da cui ho ricopiato queste note:

"Isola Pepe Verde è un giardino condiviso che si trova all’Isola, storico quartiere popolare oggi in via di trasformazione. Rappresenta un esempio di organizzazione milanese dal basso nato dagli stessi cittadini.
Nel giugno del 2010 desiderosi di verde e di umanità in un quartiere assediato dal cemento, identifichiamo un’area recintata in parte ricoperta da manto erboso e in parte ricoperta da asfalto per trasformarla in un giardino condiviso. Si trattava di un’area edificabile demaniale, ma inutilizzata e abbandonata.
In breve tempo creiamo l’Associazione Pepe Verde allo scopo di trattare con l’amministrazione comunale e otteniamo un riconoscimento ufficiale grazie alla firma di un’apposita convenzione comunale nella primavera del 2013.
Oggi Isola Pepe Verde è un giardino condiviso aperto a tutti, autosufficiente per acqua e energia, con alberi, panchine, frutti e ortaggi coltivati nei cassoni, un laboratorio artistico, uno spazio per i bambini.
 In questi mesi di chiusura parziale per la pandemia, IL GIARDINO RESTA APERTO TUTTI I GIORNI DALLA MATTINA ALLE 14".

 

 

 

 

 

 

  • Like 1
  • Thanks 2
 Share

2 Comments


Recommended Comments

  • Nikonlander Veterano

Bello, hai scoperto un bel posto Silvio..  peccato che per me arrivarci or ora.. sarebbe titanico..  ma mi ha fatto molto piacere vedere Le VS opere..

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Le motivazioni che hanno portato alla creazione di questo bellissimo giardino sono commoventi. Danno un senso di comunità molto forte e il giardino è apparentemente povero (solo apparentemente) e curato con molta umiltà. Nel tempo in cui viviamo è bello vedere che ci sono persone che si impegnano per migliorare non solo la propria qualità della vita con poco ma offrono questo poco a chiunque passi in quei paraggi.

Grazie per la condivisione Silvio, un'ottima scoperta.

Link to comment
Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...