Jump to content
  • Massimo Vignoli
    Massimo Vignoli

    Z9 - Tanti pixel, tanto dettaglio e... poco rumore anche a 10.000ISO!

    La tecnologia dei sensori digitali continua a progredire, tutti sappiamo da presentazioni ed anteprime delle innovative qualità del sensore della Z9 che le consentono raffiche decisamente rapide - 20, 30 o 120FPS a seconda delle modalità operative scelte. Così come sappiamo che quella velocità di lettura dei dati dal sensore ha consentito di mettere nel cassetto dei ricordi oltre allo specchio, come tutte le mirrorless ovviamente, anche l'otturatore meccanico. Nikon è stata la prima a riuscirci ed è una conquista epocale. Il tutto è accompagnato da un autofocus estremamente performante, un vero e proprio benchmark con il quale tutto il mercato dovrà confrontarsi negli anni a venire.

    Ma c'è un'aspetto che non ero ancora riuscito a valutare e cioè come i suoi tanti megapixel - 45 - potessero coniugarsi con le riprese ad alti ISO,  a cui le ultime ammiraglie Nikon - D5 e D6, ma dalla D3 in avanti il trend è stato questo -  ci hanno abituato.

    Ho quindi accolto con enorme interesse la possibilità di regolare il primo file NEF della Z9 che mi è capitato tra le mani, per il quale ovviamente occorre ringraziare il nostro Mauro. Purtroppo il mio software preferito - Capture One 21 - non è ancora stato aggiornato con i profili dedicati e, quindi, ho dovuto transitare dal convertitore DNG di Adobe. Questa premessa per dire che i risultati a regime, con il giusto profilo, saranno sicuramente migliori di questo, sotto tutti gli aspetti, colore e rumore compresi.
    Ma quello che ho riscontrato è decisamente interessante, ho quindi voluto condividerlo con voi senza attendere oltre.

    Occorre, però, fare un'altra premessa: La Z9 è un'ammiraglia Nikon. La sua destinazione sono mani ed occhi esperti, in ripresa ma anche sul sw preferito. E' ovvio, quindi, che per ottenere il massimo da lei si debba essere nella condizione di saper fare la propria parte. Non parlo di "scienza dei razzi", per fare quanto vi mostrerò ho impiegato giusto un paio di minuti.

    Z9_Copertina.thumb.jpg.2f77060cd61e1198415f90ef09715068.jpg

    Ma andiamo con ordine, l'immagine in questione ha come soggetto questo bellissimo cane. E' stata scattata a 10.000ISO e con tempo di scatto 1/1000 di secondo perché, evidentemente, non sta granché fermo. La luce è pessima, poco contrasto e nessuna modellazione del soggetto. Ho quindi aggiunto contrasto con curve e livelli e, era piuttosto "opaca". Ma questa è nella sostanza la stessa luce nella quale spesso mi trovo a lavorare nel bosco, al mattino presto. In ogni caso quella dove si finisce per usare ISO a 5 cifre, che quando c'è il sole - o la luce flash - non servono.  

    Qui vedete le regolazioni impostate con i normali default di Capture One, alle quali ho aggiunto un pizzico di chiarezza e di struttura. Niente di custom, insomma.
    Full_Non_Elaborata.thumb.jpg.1fa4a5f5cc9305f6cff6d2b9512336f1.jpg

    Il file non sembra così bello, vero? Già: approccio sbagliato. I file ad alti ISO non si regolano in questo modo.
    Infatti, quando regolo file ad alti ISO - anche quelli della D5, non applico MAI queste impostazioni in modo indifferenziato su tutto il fotogramma. E' proprio l'ABC, anche se spessissimo mi accorgo che non tutti lo fanno. Alcuni non lo sanno, altri pensano sia complicato.... Ma di sicuro l'utilizzatore tipo di un'ammiraglia lo dovrebbe sapere. Perché il risultato è radicalmente diverso.

    Quindi, come si regola? Così:

    Full_Elaborata.thumb.jpg.1b899e5eca250073ca667f8f3176d67d.jpg

    Lo sfondo, un livello per il soggetto ("Muso") ed uno per la parte priva di dettaglio perché fuori fuoco ("Rumore").
    Su tutto il fotogramma applico un poco di nitidezza, circa metà del default, con ampia soglia per automaticamente restringerne l'applicazione alle parti con più dettaglio. Anche un po' di riduzione del rumore di luminanza, ma elevando il valore dello slider "Dettagli" per preservarli. E molto molto meno riduzione del rumore cromatico rispetto al default: nel file della Z9 è pochissimo. Vedete che quella bellissima sfumatura di colore intorno agli occhi nel secondo file è rimasta. Nel primo era obliterata dalla riduzione del rumore.

    E poi, prendendo un pennello molto morbido e sfumato e faccio una maschera grossolana, evidenziata in rosso, delle zone che hanno dettaglio, così:
    Full_Elaborata_muso.thumb.jpg.7e7e6937568117369a1e7244e0add30a.jpg

    Alle quali applico ancora nitidezza, con un raggio più piccolo ed una soglia "normale". Oltre al pizzico di Chiarezza e Struttura. Questo mi consente di valorizzare il dettaglio dove è presente. La quantità è a 200 sia perché l'effetto di un raggio così fine è inferiore sia perchè la maschera non è completamene opaca. Il complessivo quantitativo è sostanzialmente lo stesso del default. Ma applicato in modo intelligente.

    E poi? Poi il secondo livello, quello del rumore:
    Full_Elaborata_Sfondo.thumb.jpg.c613003af3d91da162adbef1592e3d1b.jpg

    La maschera non è rifatta, ho semplicemente detto al software di prendere quella del muso ed invertirla.
    E vedete, qui non ho regolato nel complesso la riduzione del rumore. Già: fuori fuoco non ci sono particolari dettagli significativi ed il poco che serviva lo fa la nitidezza lasciata sul livello "sfondo".

    Risultato? questi sono 2 crop a pixel reali, compressi all'80% 
    C1_Elaborata.thumb.jpg.45f5a28ce70526e275066cd6b8058d7b.jpg

    C2_Elaborata.thumb.jpg.b50683dca7f62d602b48c9e1e0adb8cf.jpg

    Sul mio schermo 4K, equivalgono a guardare col lentino una stampa di 130cm di lato lungo a 160DPI. Sul vostro l'ingrandimento, in dipendenza del pixel pitch, può essere diverso. In ogni caso ricordatevi di farci sopra un click per vederla al 100%.

    Che dire? Ovvio, per pixel i file della D5 sono più puliti. Ci mancherebbe, sono meno della metà e quindi ricevono per ciascuno più del doppio di luce. Ma questi sono molti di più, hanno una "grana" straordinariamente piccola e, regolati in maniera adeguata, sfornano un file perfetto anche per stampe grandissime e ricche di dettaglio e con pochissimo rumore, con un lavoro di pochi minuti. Anche a 10.000ISO. Anche nelle aree più scure del fotogramma.

    Spero sia di interesse, io l'ho scritto per dare ai Nikonlander qualche elemento di sostanza prima dell'arrivo su Youtube dei molti video girati da chi, spesso senza sapere cosa farci con una macchina fotografica, disserterà del rumore dei file della Z9.

    Ah, dimenticavo la sintesi: indovinate? un altro tassello fondamentale che troviamo al posto giusto!
    Brava Nikon! E beati i Nikonlander che per primi riusciranno ad usarla sui propri soggetti preferiti!

    Massimo per Nikonland (c)
    3/12/2021

    User Feedback

    Recommended Comments



    • Redazione

    Andando oltre l'oggi e considerando che la Z9 è l'ammiraglia Nikon dal 2021.... in avanti, vorrei condividere con voi una riflessione. Sopra avete visto cosa ho fatto io, ma viviamo nell'epoca dell'intelligenza artificiale e del machine learning. Cosa che per me significa che, molto probabilmente, prima della fine delle vita di questa macchina, ai software basati su AI già oggi disponibili si aggiungeranno soluzioni sempre più perfezionate e sofisticate, capaci di fare di più e meglio di quel che ho fatto io... con un click.

    Se condividete questa riflessione, condividerete anche la scelta di Nikon di buttare il cuore oltre l'ostacolo e passare dall'incremento del numero di pixel basato sui piccoli passi (D3, D4, D5/D6) a questo bel saltone nei 45Mpix!

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione

    Ma quanto è diversa la Z9 dalla D5?
    Come detto, è fatto noto che ciascun pixel della D5 riceva oltre il doppio della luce di quelli della Z9. Ma dovrebbe esserlo anche che, collettivamente, tutti i pixel del sensore, sommati, ne ricevono la stessa quantità a parità di formato.

    Questo è un bellissimo orso nero, che ho fotografato su una "spiaggia" del British Columbia il 13/5/2019.  Con me sul gommone altri 6 fotografi tra cui Brad Hill, il "mio amico" come lo definisce Mauro. Grosso modo le stesse condizioni di luce:
    MV-D5-20190513-1975.thumb.jpg.5feadff48ad43512639114378a80efd3.jpg

    D5 su 500/4E FL +TC14 @700MM 1/800 f6.3 10.000ISO

    Regolazione approssimativa, senza distinguere soggetto e sfondo:
    Orso_Male.thumb.jpg.9beb978c0b0d836ae6e66713c19a3399.jpg

    Regolazione corretta:
    Orso_Bene.thumb.jpg.f91624e007c5b5e6f237e6faf0396da3.jpg

    Meditate gente, meditate.... Ve lo dice chi ha più volte scritto che preferiva una macchina con il sensore meno denso. Ma toccando con mano a volte si cambia idea!!!
     

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione

    Per chi non vedesse la differenza, crop a pixel reali della D5.

    Regolata senza distinguere sfondo e soggetto, cioè applicando nitidezza e riduzione rumore in modo indifferenziato:1407816080_MV-D5-20190513-19752.thumb.jpg.abf53b45fb3fbb9872951620ef2c56db.jpg

    Postproducendo con attenzione:

    1450013036_MV-D5-20190513-19751.thumb.jpg.7f19f2183bb885b2ee7b1fc3395ed6a0.jpg

    Richiamo l'attenzione alle diverse combinazioni: la D5 postprodotta in maniera inaccurata è peggio della Z9 in termini di rumore PER PIXEL. 
    La D5 Postprodotta con cura non è meglio della Z9.
    PER PIXEL, FIGURIAMOCI IN STAMPA!

    p.s.: a chi pensasse "beh, gommone, sarà mossa"... guardate le zanzare a fianco dell'orecchio alla sx.

    • Like 3
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Altro esempio, 10.000 ISO, situazione tipica da palestra non illuminata. Soggetti gialli.

    Il file è stato aperto con NX Studio, disattivando la riduzione di rumore perché al momento è l'unico software in grado di aprire i NEF compressi ad alta efficienza della Z9.
    Poi passato in Photoshop per qualche regolazione selettiva

    435374207_DSC_9327copia.thumb.jpg.d1dbf21690d7c930089ddb65a1555272.jpg

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Nella mia brevissima - per ora - esperienza con la Z9 in situazioni di "basse luci", posso dire che mi troverei a mio agio ad usarla a 6400 ISO e spesso, più di quanto avrei immaginato, anche a sensibilità tra 7200 e 11.400.
    Oltre i 12800 ISO D5 e D6 prendono quota.

    Ma, sinceramente, non ne sento il bisogno. Se Nikon dovesse pensare ad una macchina specializzata da alte sensibilità, dovrebbe fare molto meglio di quanto non faccia con D5 e D6.
    Come fa Sony con la serie S della A7 ma a costo di abbassare la risoluzione - guarda caso - non alla metà ma ad un quarto, cioé 12 megapixel.
    Una macchina del genere avrebbe un suo spazio se non costasse più di una Z8.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander
    Il 4/12/2021 at 10:32, M&M ha scritto:

    Nella mia brevissima - per ora - esperienza con la Z9 in situazioni di "basse luci", posso dire che mi troverei a mio agio ad usarla a 6400 ISO e spesso, più di quanto avrei immaginato, anche a sensibilità tra 7200 e 11.400.
    Oltre i 12800 ISO D5 e D6 prendono quota.

    Ma, sinceramente, non ne sento il bisogno. Se Nikon dovesse pensare ad una macchina specializzata da alte sensibilità, dovrebbe fare molto meglio di quanto non faccia con D5 e D6.
    Come fa Sony con la serie S della A7 ma a costo di abbassare la risoluzione - guarda caso - non alla metà ma ad un quarto, cioé 12 megapixel.
    Una macchina del genere avrebbe un suo spazio se non costasse più di una Z8.

    Magari, mi prenoterei.

     

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione

    Con Capture One 22 sono stati rilasciati i profili per la Z9. Come da attese, se invece di sviluppare un DNG ottenuto dal convertitore di Adobe si lavora direttamente il file nef con il giusto profilo il risultato è assolutamente migliore.
    Di seguito la screenshoot, al 100% del mio schermo 4k: a SX il DNG ed a DX il NEF.
    Regolazioni trasferite con cut & paste ma valori di nitidezza e riduzione rumore modificati per sposarli al differente profilo. 
    338594977_Schermata2021-12-11alle18_04.53(2).thumb.jpg.667217ddd0ad012fcddab3acaf640955.jpg

    Da vedere al 100% (attenzione: file grande!).
    Per me è migliore in maniera significativa: più contrasto, più nitidezza e, contemporaneamente, meno rumore. Direi che ha recuperato almeno mezzo stop.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione

    E qui c'è un JPG compresso 80, 6000x4000 pixel (6.7MB). Esattamente come il file della Z6 - quindi stampabile senza problemi fino ad A2.
    Ricordo che stiamo parlando del file a 10.000 ISO scattato da un sensore da 45mpix, in condizione di luce pessima. Io non so se queste sono le prestazioni della Z7 e prima di lei della D850. Ma sono assolutamente impressionato!

    Z9N_5333.thumb.jpg.e42c095aaeb832a3fd6817be6bd1abfb.jpg
     

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Anche Brad Hill sta giocando sull'argomento sul suo blog.

    Salto direttamente alle conclusioni, tradotte automaticamente :

     

    IV. DISCUSSIONE FINALE

    Ero una di quelle persone che erano preoccupate se le prestazioni ISO della Z 9 avrebbero soddisfatto le mie esigenze. Ed ero piuttosto esplicito a riguardo. Dopotutto, faccio la maggior parte della mia fotografia naturalistica nel mondo in condizioni di scarsa illuminazione della costa nuvolosa e nebbiosa della Columbia Britannica, inclusa l'oscura foresta pluviale del Great Bear. Ovviamente stavo facendo quello che fanno molti fotografi: stavo considerando la quantità di rumore che avrei visto solo nelle immagini a piena risoluzione. Se si confrontano le immagini a piena risoluzione sia della Z 6II che della D6, queste "battono" la Z 9 nei confronti del rumore ad alta sensibilità ISO. La Z 9 NON produce immagini da 45,7 MP che corrispondono esattamente alle immagini D6 da 20,8 MP con rumore visibile a piena risoluzione. Per questo motivo, stavo pensando a quale fotocamera Nikon avrei dovuto accoppiare con la Z 9 per "coprire" quegli scenari con ISO elevati.

    Ma... una volta che ho eseguito l'esercizio di sottocampionare i file Z 9 per far corrispondere esattamente sia i file Z 6II che i file D6 in risoluzione, il mio punto di vista... si è evoluto. Con le immagini sottocampionate, la Z 9 supera leggermente la Z 6II in termini di prestazioni ISO (cioè rumore visibile). E le immagini Z 9 sottocampionate alla dimensione delle immagini D6 mostrano solo un rumore leggermente più visibile rispetto alle immagini D6. Il che mi fa pensare che NON ho alcun reale bisogno di accoppiare la mia Z 9 con una Z 6II o D6 solo per coprire gli scenari di scatto con ISO elevati...

    Sebbene tutti i miei confronti siano stati effettuati con immagini RAW, non dimenticare se sei uno sparatutto JPEG in un flusso di lavoro basato sulla velocità (pensa a fotografi sportivi o altri giornalisti fotografici) la Z 9 ti consente di catturare full frame "già sottocampionato" JPEG (di 25 MP e 11 MP). Questo downsampling integrato nella fotocamera "ripulisce" il rumore proprio come fa il downsampling dei file raw. Inoltre puoi applicare NR su ISO elevati ai file JPEG in base ai tuoi gusti. Nella mia recensione finale su Z 9, riferirò su vari aspetti delle prestazioni ISO dei file JPEG di diverse dimensioni e impostazioni.

    • Haha 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione

    Eh si, la Z9 sembra aver ridimensionato il vantaggio di sensori poco densi raggiungendo il punto dove, per davvero, il fatto rilevante diventa solo la dimensione del sensore e non dei pixel.

    Per tutto questo,  le premesse sono incredibilmente incoraggianti ed io, postprodotto con il profilo definitivo la foto sopra, ho venduto la D5. Cosa che il nostro amico Brad non ha ancora fatto :marameo:.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Ho letto di gusto sorvolando su regolazioni che non sarei in grado di fare ma , ancora una volta , l’onestà di Massimo nel negare le sue precedenti “convinzioni” alla luce ( scusate il gioco di parole ) dei nuovi mezzi di mamma Nikon mi ha confermato il salto della Z9, nelle mani giuste ed oneste della nostra redazione 👍

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    21 ore fa, bimatic ha scritto:

    Ho letto di gusto sorvolando su regolazioni che non sarei in grado di fare ma , ancora una volta , l’onestà di Massimo nel negare le sue precedenti “convinzioni” alla luce ( scusate il gioco di parole ) dei nuovi mezzi di mamma Nikon mi ha confermato il salto della Z9, nelle mani giuste ed oneste della nostra redazione 👍

    Umberto, funziona così quando si è disinteressati, nel senso che non lo si fa per un interesse personale diverso dall'amore per la fotografia, ed intellettualmente onesti e sereni.
    E poi, sai come si dice: solo gli idioti non cambiano mai idea :)

    Era da tantissimo tempo che non stavo nella pelle aspettando la consegna di nuovo materiale, in questo momento non vedo l'ora di avere 3 oggetti che ho stabilito di comprare (Z9, 24-120 e 100-400) e 2 che vorrei proprio provare (400/2.8 e 800/6.3). Considera che il mio armadietto è già bello pieno di strumenti splendidi... che volere di più?

    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Bill Claff di Photonstophoto ha ricevuto i file della Z9 che gli hanno consentito di elaborare il profilo del suo sensore.

    Per nulla sorprendentemente questo ha una figura di rumore molto simile a quello della Z7/D850

    1874192646_screenshot(10).thumb.png.8249de65a92dcf565e46eb47c3013a76.png

    con un dual gain che si attiva a cavallo tra i 400 e i 500 ISO (nel grafico, misure inferiori sull'asse delle Y significano minore rumore).
    Quindi la Z9 ha un rumore leggermente superiore tra 64 e 300 ISO, superiore in modo evidente a 400 ISO, praticamente coincidente oltre e fino a 25.600 ISO.
    Bill sottolinea che non c'è mai intervento di soppressione di rumore oncamera e che a differenza di Z7 e D850, oltre 6400 ISO, l'amplificazione è fisica, non digitale.
    In questi due stop di gamma lineare la Z9 dovrebbe quindi consentire file migliori alla prova dei fatti.

    Il comportamento, come si vede nel seguente grafico di confronto con Z6 e D6, è quindi un ibrido tra le due classi di macchine (alta e media risoluzione)

    256998724_screenshot(11).thumb.png.4b6ab0a28ca2d5cbe7f35b0d5290ab8e.png

    per cercare di ottenere il meglio dei due mondi.

    Sottolineo, come ha fatto Massimo in questo articolo, che la quantità di luce che arriva al sensore è uguale, è a livello di singolo pixel che abbiamo comportamenti diversi.
    Linearizzando le risoluzioni otterremo le reali differenze.

    Ovviamente D5 e D6 restano le uniche macchine Nikon ad avere gamma lineare fino a 102400 ISO, offrendo però, nella mia esperienza, solo una utilizzabilità delle immagini fino a 51.200 ISO.
    Nella pratica credo che D5 e D6 continuino a mantenere un reale vantaggio solo da 12.800 a 25.600 ISO.

    E' il prezzo da pagare per sfruttare le potenzialità di un sensore ad alta risoluzione.

    Se vogliamo vedere la questione sul lato della dinamica (differenza di segnale tra neri profondi e alte luci) il discorso non è molto diverso :

    1233404861_screenshot(12).thumb.png.4a4ce9e33af0f2155ffb5e4cf2e03a1a.png

    (in questi grafici valore in Y maggiore = maggiore dinamica)

    così come non sorprenderà di quanto sia simile il comportamento del sensore della Z9 rispetto a quello della Sony a1 - sua reale concorrente - al netto del fatto che la sensibilità di base è differente di un terzo di stop

    591208534_screenshot(14).thumb.png.cade35d1cece96827a72895db064930f.png

    credo che nel mondo reale le differenze saranno impercettibili.

    Diverso il raffronto con la Canon EOS R3 che mostra una figura butterata di variazioni di fase e di amplificazione, di fatto tutta modificata oncamera con intervento dei soppressori di rumore e dei filtri praticamente ad ogni passo di sensibilità

    18528694_screenshot(15).thumb.png.5134d3ca736d463212178c8866f54741.png

    adesso si tratterà di provare per esteso nel mondo reale la Z9 per verificare la bontà di queste misurazioni e regolare le nostre aspettative e modalità d'suo in funzione di esse.

     

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Capisco che le foto non si fanno con i grafici.
    Ma dal 29 dicembre mi sarei atteso almeno ... un paio di commenti al riguardo.
    No ? :)

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander

    Onestamente non ho commentato perché non mi fido di questa prova, troppo presto per avere un file fatto ad hoc per queste prove. Dipende da come il fantomatico file che gli è stato passato è stato fatto, e siccome non è stato preso dalla persona che fa il test, non mi fido che segua esattamente gli standard usuali. Per di più i risultati del test mi sembrano cozzino con quanto rilevato sul campo da quasi tutti e da tutti i file che sono riuscito a vedere, comprese quelle in questo thread. In pratica dicono che la D850 fa file migliori della Z9, quando tutti dicono l'esatto opposto, di poco ma migliori sulla seconda. Di conseguenza anche i confronti con le altre macchine lasciano il tempo che trovano, se il file di partenza non è corretto.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    Il 6/1/2022 at 11:31, Leo ha scritto:

    In pratica dicono che la D850 fa file migliori della Z9, quando tutti dicono l'esatto opposto, di poco ma migliori sulla seconda

    Ma non tieni conto che "quei tutti" hanno in mano il nuovo giocattolo; e da che mondo è mondo, giocattolo nuovo significa obbiettività tendente a zero. In realtà è probabile invece che quei grafici siano corretti.

    Ma se vogliamo intendere realtà con la vita reale, come dice bene Mauro, quei grafici semplicemente dicono che il file è praticamente identico a quello della Z7 o della D850.
    Il fatto è un altro è vedere se quella foto saresti riuscito ad ottenerla anche con una z7/z6/d850 ecc ecc.
    I grafici lasciano il tempo che trovano, soprattutto quando dicono che i risultati sono sostanzialmente identici dal lato "matematico", mentre dal lato reale con la z9 avresti un foto derivata da una sequenza veloce che con le altre fotocamere probabilmente non avresti... e mettiamoci pure che l'avresti a fuoco!

    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    io che detesto i grafici a confronto (su che cosa? Luce pura? Segnale elettrofotonico?) se non per conoscere la risposta di un sensore in funzione dell'utilizzo che intendo farne, dico che chi si reputi offeso da un sensore Z9 simile alla resa di quello D850/Z7 vuol dire che sperava che le foto gliele scattasse la macchina.

    Noi che abbiamo fatto ben rendere le prime mirrorless, con sensori dalla risposta paragonabile a quella delle già vetuste D300, ritengo che sapremo farne buon uso del sensore della Z9

    Se ce la dessero...

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander

    Ma io non sono offeso del sensore della Z9 che è uguale a quello della D850, è la macchina che ho avuto finora, ed era quasi perfetta! Io critico i grafici (dove dicono che gliene manca un pezzetto ad essere di uguali prestazioni)

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    12 ore fa, Leo ha scritto:

    Ma io non sono offeso del sensore della Z9 che è uguale a quello della D850, è la macchina che ho avuto finora, ed era quasi perfetta! Io critico i grafici (dove dicono che gliene manca un pezzetto ad essere di uguali prestazioni)

    Un sensore stacked è un compromesso per non utilizzare uno con global-shutter.
    In entrambi i casi c'è maggiore generazione di calore e quindi di rumore rispetto ad un sensore tradizionale BSI.
    Per questo trovo del tutto normale che alle basse sensibilità il sensore della Z9 sia cedente sulla Z7.

    Anzi, sono più che sicuro che la prossima macchina ad alta risoluzione di Nikon (Z7 III ?) non userà un sensore stacked ma un nuovo sensore BSI da 1/60'' di tempo di scansione ma a basso rumore, per quanto reso possibile da una risoluzione ultra-elevata.

    Da qualunque parte la si guardi la Z9 è il compromesso ideale. Ma in quanto tale, diversa da certe aspettative.
    Chi vuole sostituire una D6 per fotografare eventi sportivi al coperto, dovrà per il momento rifletterci sopra.
    Chi fotografa solo paesaggi, farà bene ad impiegare quei 6099 euro per il miglior obiettivo possibile.

    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione

    E questo ci dice che la Z8, o come si chiamerà la "quasi ammiraglia", non avrà il sensore della Z9.
    Io pure penso che la Z9 sia un ottimo compromesso, capace di consentire di fotografare un po' tutto con ottimi risultati, specialmente nelle mani di chi saprà postprodurre i propri file (o regolerà le impostazioni JPG per aver file belli e pronti senza postproduzione).

    E, come sottolineato da Dimitri, "bene a fuoco" che è il primo inevitabile passo per avere una buona foto di un soggetto che si muove veloce!

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione

    Riprendo questo articolo, che francamente credevo destasse anche più interesse, per dare conto di uno dei temi che ho sviluppato negli ultimi giorni.
    Ho immaginato che l'assunzione di base, per ottenere quei risultati è necessario che il fotografo sia capace di dominare il procedimento di regolazione del file basato sulle regolazioni selettive, abbia spaventato molti lettori.
    Di fatto, però, non ho probabilmente sviluppato un ragionamento: così come i sensori si muovo verso una maggior densità l'evoluzione dei sw si sta sempre più basando su machine learning ed intelligenza artificiale, e renderà disponibili con pochi click regolazioni che una volta pretendevano notevole capacità. Esse i famosi guru di photoshop.

    Ebbene, probabilmente il futuro è adesso. Oggi, complice un giornata in casa per uno spiacevole imprevisto, ho comprato (74€) Topaz DeNoise AI - dove AI sta proprio per ARTIFICIAL INTELLIGENCE.
    E quindi?

    Beh, e quindi? e quindi quel software, senza regolazioni selettive, su quel file a 10.000ISO della Z9 produce questo:

    Z9N_5333.thumb.jpg.5d099106fc2ba90f415d45fc69fcb608.jpg
     

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione

    E questi sono i due crop al 100% usati per illustrare i passaggi precedenti, ma presi dal TIF prodotto da Topaz DeNoise AI.

    1993590088_Z9N_53331.thumb.jpg.ed6f9693e1d5af930a00a6c39c8c5c82.jpg
     

    1874052719_Z9N_53332.thumb.jpg.d6ac9143b33a3b3ec4baf96fa95259c7.jpg

    Zero artefatti, tutto il dettaglio presente, niente rumore neanche nelle zone scure nello sfondo.

    BTW l'ho comprato per usarlo anche su altre immagini. Se interessa ne farò un articolo ma la prima cosa che voglio scrivere qui è che la qualità del risultato è positivamente influenzata dai tanti pixel. Cioè dalla presenza di dettagli molto fini.


     

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander
    Leo

    Posted (edited)

    Beh il risultato è spaventoso! Devo prenderlo subito per sistemare alcune foto della D850 un po' troppo spinte. Per quanto riguarda la discussione, non è che non è interessante, penso sarà molto più attivo quando ci saranno più prove (con più Z9 in giro...)

    Edited by Leo
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    Il 23/1/2022 at 21:03, Massimo Vignoli ha scritto:

    BTW l'ho comprato per usarlo anche su altre immagini. Se interessa ne farò un articolo ma la prima cosa che voglio scrivere qui è che la qualità del risultato è positivamente influenzata dai tanti pixel. Cioè dalla presenza di dettagli molto fini.

     

    ...interessa :)

    magari anche per capire ( e qui magari si sconfina anche nella pigrizia ) quanto l' AI puo' recuperare "al posto nostro" e se, come giustamente fai notare tu, i risultati siano influenzati dalla quantita' di informazioni acquisite ( leggi pixel...) ; cio' taglierebbe gia' fuori quello che sfornano le varie Z50,5,6,6II per dirla molto in generale.

    Chiaro che ho semplificato, senno' sarebbe come dire che a Monza la SF90 con le termiche a 0,5 bar e' comunque piu' veloce della Panda 4x4 con le slick.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    2 ore fa, bimatic ha scritto:

    ...interessa :)

    magari anche per capire ( e qui magari si sconfina anche nella pigrizia ) quanto l' AI puo' recuperare "al posto nostro" e se, come giustamente fai notare tu, i risultati siano influenzati dalla quantita' di informazioni acquisite ( leggi pixel...) ; cio' taglierebbe gia' fuori quello che sfornano le varie Z50,5,6,6II per dirla molto in generale.

    Chiaro che ho semplificato, senno' sarebbe come dire che a Monza la SF90 con le termiche a 0,5 bar e' comunque piu' veloce della Panda 4x4 con le slick.

    la risposta preliminare? un sacco, anche sui 24mpix. Sto vedendo cose proprio egregie... devo solo trovare una mezza mattinata per metterle giù in modo organico e raccontarvele. Tra qualche giorno al massimo lo pubblico.

    • Like 1
    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites



×
×
  • Create New...