Jump to content
  • M&M
    M&M

    Nikonland e Nital : una lunga storia fatta di confronti

    Scrivo io questo editoriale, perché l'amministratore non sa certe cose.

    Oramai tanti anni fa, Max Aquila ed io, fummo contattati sul forum Nikon di Nital da un personaggio che diceva di agire a nome di una allora nascente, associazione nazionale di nikonisti italiani.
    Lo seguimmo con curiosità. Noi due nemmeno ci conoscevamo allora.
    Su quel nuovo sito, quello dell'associazione di cui ho appena fatto cenno, ci siamo fatti le ossa in materia con contatti social.
    Avendo io solo una recentissima presenza sul web e nessunissima esperienza in fatto di forum, club, incontri, adunate, pranzi e incontri conviviali.

    A quel modo abbiamo conosciuto tanta gente. Ed abbiamo imparato alcune cose. Io intanto avevo aperto una catena di siti ad indirizzo ferromodellistico e fatto esperienza con la parte software del web.
    Poi scoprendo con un certo disappunto che l'invito non era del tutto disinteressato.
    Che il sito da noi animato con la nostra passione diventava un recipiente di pubblicità, offerte commerciali - anche lontane dalla fotografia - soprattutto, quote di iscrizione, denari.

    Per questo, dopo qualche anno, decidemmo di mettere a frutto l'esperienza positiva per creare una cosa tutta nostra.
    Con un presupposto che non è mai venuto meno : scevro da interessi economici, nessuna influenza, nulla a che vedere con vendite e promozioni.
    In una parola Nikonland.

    Ma in quegli anni, 2003-2008, venimmo anche a contatto personale con Nital, distributore nazionale del nostro marchio in Italia.
    O, almeno, è quanto è capitato a me che i miei primi acquisti di apparecchi Nikon erano tutti caratterizzati da importazione parallela dalla vicina Svizzera Italiana, acquistati a Varese.
    Non sapevo né chi fosse Nital né da chi fosse rappresentata.

    Ed ammetto che ogni generò una sana e pertinace e ricambiata antipatia. Che il tempo fino al 2016 non ha affatto alleggerito.
    Erano gli anni in cui il mercato tirava, a vedere la D700 ci andavamo in 2000, non 200, Nital era forte e si comportava con grave spocchia e distacco.

    In mezzo c'è stata la lunga collaborazione con Mtrading - ci sono le tracce qui su questo sito e sul precedente - con il sottoscritto operante per un certo periodo, nelle immeritate vesti di Ambassador per l'Italia, con testimonianze e partecipazioni a workshop e Sigma Day.
    Per questo mi veniva sempre chiesto quale fosse la mia pretesa di onorario e la mia risposta è sempre stata : partecipo a titolo di appassionato, non parlate con me di soldi o di percentuali.
    La prima cosa che mi chiese il pm di Sigma di Mtrading fu : ma quanto costa una inserzione su Nikonland ?La mia risposta "è una cosa che non esiste", mi ricordo che lasciò sbigottiti tutti i presenti.

    Ma non potevo accettare che un sito che tratta Nikon in Italia come il nostro, non potesse parlare d'altro se non di quanto le nostre capacità economiche (mie e di Max) ci potevano permettere o di ... Sigma (!), Sony o Fujifilm.
    Salvo qualche raro "prestito" da parte di amici ed iscritti (uno dei quali, mal me ne incorse, mi costò l'indispensabile necessità di acquistare un obiettivo rottosi per incidente, da restituire al proprietario come era).

    Perciò, nell'unica occasione di "collaborazione" con Nital - il lancio di Nikon D5 e D500 - patrocinato dagli amici di Newoldcamera (l'altra fonte pro tempore di materiale da provare a titolo amichevole, non come "marchetta" ricambiata da altro che una stretta di mano),  presi il coraggio a quattro mani e scrissi una mail di protesta a tutte le loro Sante Sacrestie.

    Mi chiedevo come mai un sito - amatoriale ! - come il nostro non avesse il patrocinio del distributore nazionale, in termini di disponibilità di materiale da testare in visione gratuita, senza obblighi materiali o morali di sorta.
    Una cosa di cui tutte le riviste e poi i famosi influencer hanno sempre potuto disporre.

    Il tentativo fece presa. Prima molto timidamente, poi con il lancio della D850 più concretamente, si è consolidata una collaborazione che riteniamo assolutamente proficua.

    Di nostro interesse, perché desso disponiamo dell'interlocutore principe in Italia per il mondo Nikon e per i lettori di Nikonland che hanno poi potuto vedere praticamente tutto quello che era di comune interesse.
    E non solo quello che c'è nelle borse di Max e Mauro.
    Ovviamente anche di Nital/Nikon che vede prove ed articoli competenti - e non da parte di improvvisati tester senza un passato nikonista - gratis et amor dei.

    ***

    Questa è la base della collaborazione con il distributore nazionale di Nikon in Italia.

    Che - sebbene oggi sia improntato a reciproca simpatia e collaborazione - non è un matrimonio.
    E nemmeno una relazione di affari.
    Non corrisponde a flussi commissionali o a parcelle.
    Nemmeno ad informazioni riservate.
    In quanto in 7 anni di recensioni, l'unica volta in cui ci è stato dato un apparecchio con sottoscrizione di NdA (patto di non divulgazione di informazioni riservate), è stato adesso, con la Nikon Zf e per una fortuita ed irripetibile circostanza.

    Voi ci date una cosa da provare e noi ne scriviamo (e la prima cosa fu un portentoso Nikon 10-20 AF-P ... affidato al sottoscritto, noto amante di superwide !).
    Se non ci piace, nemmeno ne parliamo, e comunque se ne parliamo non taciamo le cose che non ci piacciono.
    Se invece ci piace tanto, magari ce lo compriamo, con i soldi nostri. Ma non ci sentiamo obbligati a farlo se non ci interessa.

    Senzatitolo-1.thumb.jpg.e5ab56712a5c24aa7b690760004561f2.jpg

    a scanso di equivoci, non ometto in questa circostanza le mie/nostre esacerbate discussioni con l'allora responsabile informatico/relazioni con il mondo social di Nital nel 2014, che alla richiesta : "si può avere una D600 in prova ?", ci rispose "sono state tutte vendute e non ce ne sono disponibili".

    E nemmeno le osservazioni quando la politica dei prezzi non ci è sembrata intonata verso l'acquirente italiano.

    Anche oggi, quando, a fronte di una campagna promozionale continentale (i "fino a 600 euro di sconto fino al prossimo gennaio 2024"), facciamo notare la presenza di eclatanti differenze di trattamento tra il pubblico italiano, quello tedesco e chi, in Italia, è disposto a comprare con garanzia tedesca.

    Qualche esempio di prezzo nelle prossime schermate. Non sfuggirà a chi ci legge di fare il confronto con i prezzi praticati da Nital.

    A noi sfuggono le dinamiche di formazione del prezzo per l'utente finale ma sappiamo che il fornitore è lo stesso. Nital non è una Filiale Nikon, mentre, ovviamente, lo è Nikon Deutschland.
    Ma non è cosa che ci riguardi, se non l'interesse dell'eventuale acquirente nikonista.
    E quindi quando ci sono 6-700 euro di differenza di prezzo tra lo stesso corpo macchina Z acquistato di distribuzione ufficiale, e quello importato diversamente, oppure acquistato direttamente da un venditore autorizzato tedesco che versa l'IVA in Germania, ci sembra opportuno e doveroso segnalarlo.
    Come, nell'interesse degli utenti di Nikonland, abbiamo nel tempo segnalato occasioni di acquisto in Italia, sul Nikonstore.it o altrove.

    Qui testimoniamo la differenza. Non la Fede.

    calumet.thumb.jpg.cdc98ed6a08c43063c51af6ead55ca23.jpg

    la campagna di ribassi in corso su Calumet.de, noto venditore tedesco con filiali sul territorio e sito online.
    Spedisce in Italia

    erhardt.thumb.jpg.012f917f1bc5a99b7b1f387801ab6a17.jpg

    alcune proposte di Foto Erhardt, suo principale concorrente tedesco di cui io stesso sono cliente (acquistato monopiedi Manfrotto)

    E due proposte di un negozio online romano, che importa dalla Germania con garanzia europea ed assicurazione opzionale a copertura dei due anni successivi a quelli di legge

     

    Immagine2023-11-07104757.thumb.jpg.f7091f4319b1e0246a14de6861393888.jpg

    Immagine2023-11-07104829.thumb.jpg.a7b31e26baac37193c8b02b4baaa622d.jpg

     

    L'acquirente ne sia quindi informato ma attento all'applicazione della garanzia in caso di necessità.
    Conosciamo efficienza ed inefficienza della garanzia italiana.
    Non necessariamente possiamo essere sicuri di quella straniera o di un venditore la cui permanenza sul mercato non è assicurata.

    ***

    Tutto questo scritto per amore di verità e chiarezza di informazioni.

    Nikonland è e resta, resterà un sito amatoriale, indipendente, senza alcuna relazione commerciale con nessuno. Nital inclusa. Cosa testimoniata dalla totale assenza dei banner e proposte pubblicitarie che infestano ogni altro sito esistente.

    Ho accettato per un breve periodo di tempo un contributo da parte di alcuni iscritti per il pagamento delle spese di mantenimento dei siti.
    Ma me ne sono pentito, ed ho subito rinunciato anche a questo per non creare equivoci

    Chi la pensa diversamente ha visto/partecipato ad un film diverso dal nostro. Ed é bene sappia che non avrà più il nostro saluto.

    User Feedback

    Recommended Comments

    • Nikonlander Veterano

    Ricordo i personaggi iniziali... ma sopra tutto l'invito fattomi da Mauro..  molto ma molti anni fa, ora non scatto più di tanto.. esco ancor meno.. ma quei tipi .. appunto di tanti anni fà, credo si siano estinti da soli..

    Mauro E Max.. pur con diverse primavere in più sulle spalle..  beh, dicono la loro.

    Dimenticavo...   correva l'anno 2007.. e mi spaccavo la vista su un monitor da 15 pollici..   Mauro mi consigliò di buttarlo alle ortiche.. e seguendo il suo consiglio di allora, mi trovai un Eizo ( mai sentita allora.. ) da 21 pollici..  sono passati 16 anni da allora.. stà invecchiando.. le lampade retro iniziano ad aver problemi..  Ma al Mauro dovrò sempre dire grazie..

    • Like 6
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    Il 8/11/2023 at 17:43, Valerio Brustia ha scritto:

    E perchè non posso contribuire?

    :|

    A che ? Al progresso del sito ? Certo !
    Ma Nikonland accetta esclusivamente contributi di natura editoriale fatti di passione ed esperienza fotografica.

    Niente altro ;)

     

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Ringrazio le decine di iscritti che hanno espresso gradimento a questo articolo in queste settimane.

    Conferma almeno in questo ristretto campione che ci credete, mentre immaginiamo che chi ci legge ma non ci apprezza, possa pensare che ci sia una liaison morganatica con Nital basata su corrispettivi contabili in cambio di testimonianze di fede.

    A quelli ricordiamo che la prova sta nel pudding. Ci sono gli youtuber che incassano quattrini parlando di tutto ciò che è in tendenza, magari smentendosi dopo qualche settimana se farlo, conviene di più.
    Noi ci permettiamo di proporre cose che il mercato trascura. Perché le abbiamo provate e ci sembra - onestamente - che valga la pena.

    E anche quando ci permettiamo di consigliare un acquisto o di sconsigliare un negozio, l'unico interesse che abbiamo in mente, è di quello che ci ha chiesto consiglio.

    Tutto, ovviamente, in un carattere di totale soggettività, anche quando vuole essere al massimo obiettiva.

    Con rinnovata simpatia a tutti ;) 

    • Like 6
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    Il 27/11/2023 at 10:34, M&M ha scritto:

    Ringrazio le decine di iscritti che hanno espresso gradimento a questo articolo in queste settimane.

    Conferma almeno in questo ristretto campione che ci credete, mentre immaginiamo che chi ci legge ma non ci apprezza, possa pensare che ci sia una liaison morganatica con Nital basata su corrispettivi contabili in cambio di testimonianze di fede.

    A quelli ricordiamo che la prova sta nel pudding. Ci sono gli youtuber che incassano quattrini parlando di tutto ciò che è in tendenza, magari smentendosi dopo qualche settimana se farlo, conviene di più.
    Noi ci permettiamo di proporre cose che il mercato trascura. Perché le abbiamo provate e ci sembra - onestamente - che valga la pena.

    E anche quando ci permettiamo di consigliare un acquisto o di sconsigliare un negozio, l'unico interesse che abbiamo in mente, è di quello che ci ha chiesto consiglio.

    Tutto, ovviamente, in un carattere di totale soggettività, anche quando vuole essere al massimo obiettiva.

    Con rinnovata simpatia a tutti ;) 

    Un segno dei tempi sta agli occhi di tutti nell' indice articoli:

    Screenshot_2023-12-02-09-25-22-096_com.android.chrome2.thumb.jpg.4996c3a45042977fa557e1c4a09c3bdf.jpg

    La differenza in termini quantitativi tra il periodo antecedente a mirrorless e quello attuale (solo 5 anni su 17) caratterizzato da una mole di test di presentazione e prova di fotocamere ed obiettivi doppio rispetto al comparto reflex, che non abbiamo mai abbandonato come testimoniano gli articoli recenti sulla D780.

    Ma che certamente è caduto in secondo piano parallelamente all' analogo interesse manifestato dalla Casa stessa.

    Inoltre, incidentalmente, guardate la ripartizione passata nei test obiettivi, tra Nikon e resto del mondo e quella attuale su Z-bay...

    Tutto ciò anche grazie al supporto ricevuto in questi anni da Nital con le visioni di materiale che non avremmo potuto comprare tutto, anche desiderando di poterlo fare.

    Contribuendo con la promozione del Nikonstore, un luogo dove le differenze di offerta si annullano ed è più facile ottenere prezzi che un tempo venivano passati nei negozi come trattamenti ad personam... 

    • Like 4
    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...