Jump to content

apsc

Iscritto
  • Posts

    14
  • Joined

  • Last visited

Recent Profile Visitors

188 profile views

apsc's Achievements

Member

Member (2/5)

18

Reputation

  1. Anch'io ho aggiunto un nuovo zaino. Lowepro 300 AW III. Per la Z5 ed ottiche varie avevo comprato un Lowepro Flipside 200 AW II, ora ho aggiunto per lo stesso scopo (visto i nuovi obiettivi e l'aumento dello spazio necessario), un Lowepro 300 AW III. Ho ordinato oggi, inoltre, 3 luci Godox LITEMONS LED6R RGB a 29 euro l'una in offerta in questi giorni su amazzonia fino ad esaurimento scorte , si possono combinare incastrandone piu' esemplari like "LEGO" sfruttando l'attacco flash cold (maschio piu' femmina) allargando a piacere il fascio luminoso; le ho prese soprattutto per video ma si possono utilizzare come mini-set led da viaggio essendo tascabili e combinabili soprattutto per riprese da vicino. (Non saranno led professionali ovviamente, ma a 29 euro.... viste le dimensioni, il prezzo e la versatilità... spero possano essere se non utili, almeno divertenti oltre che per fare riprese video anche per scatti da vicino di piccoli soggetti magari come luci per lo sfondo o da riempimento in combinazione con i flash godox gia' in mio possesso).
  2. ---> New entry: Nikon Nikkor Z 40mm f2 Riassunto: Corpo: Nikon Z5 Obiettivi: TTartisan 11 mm f2.8 manuale attacco Nikon Z Nikkor Z 20mm S f1.8 Nikkor Z 40mm f2 Nikkor Z 50mm S f1.8 Nikkor Z 85mm S f1.8 Zoom: Nikkor Z 24-200 VR f4-6.3 Nikkor Z 24-50 f4-6.3 (del kit Z5) che non vendo perche' prenderei poco e anche perche' e' molto compatto e leggero Nikkor 300mm F4 AFS versione non stabilizzata piu' adattatore Nikon Z FTZ prima versione. Altro: ... D800 , due Sigma macro (105 e 150 f2.8 stabilizzati entrambi) ... e altro sempre Nikon ma non Z e che non cito qui...
  3. Non ho parole. Mi viene in mente una scenetta storica di Vianello-Tognazzi ... Tognazzi aggiusta e sostituisce le lettere in gola all'onorevole paziente (Vianello) per un difetto di pronuncia... alla fine esce con la Z al posto della S ... oggi non sarebbe piu' possibile trasmetterlo... oppure ci toglierebbero pure la lettera Z dalla pronuncia forse se fosse possibile...
  4. Oggi e' entrato nella mia borsa uno splendido esemplare di Nikkor Z 85 f1.8 nuovo fiammante. I nikkor Z Serie S ora sono diventati tre, 20mm f1.8, 50mm f1.8, 85mm f1.8.
  5. Z5. Perche' l'ho scelta. Mia scelta (e mie motivazioni, discutibilissime, essendo assolutamente personali e quindi soggettive e non oggettive). Provengo da Nikon (prima Nikon, una FM comprata nel 1977 quando avevo 16 anni). Sono passato ad F70, e alle varie Dxxxx con un numero di x > 1 a piacere (non faccio l'elenco che non serve). Ho una D800 ottima, comprata ieri, (ma in realtà quello che a me sessantunenne sembra ieri sono ormai 11 anni fa, quindi volevo qualcosa di piu' recente). Volevo entrare (o meglio rientrare) nel mondo mirrorless (dopo una parentesi con la V1, anni fa). Ovviamente avrei comprato volentieri una Z7II ma la fotografia per me e' un hobby, non produce profitto (per quanto mi riguarda), ma solo costi. Dovendo necessariamente tagliare i costi sono andato sulla meno costosa Full Frame. Perche' non Z50? perche' non ZFc? Perche' a me non e' mai piaciuto il formato DX (NB: ci tengo a sottolinearlo, a me non e' mai piaciuto, scelta puramente soggettiva e non motivata da altre considerazioni che potrebbero far preferire il formato DX, sicuramente oggettive e valide). Ci sono passato per il formato DX (D70, D200, DX3200) ma non l'ho mai amato (mia deformazione dovuta alla pellicola formato 135, nulla piu'). Quindi o sceglievo Z5 o Z6II o Z7II (si potrebbe obiettare, perche' non Z6 o Z7 ? perche' se compro, compro nuovo, se compro nuovo lo tengo per anni, se lo tengo, vado sul modello piu' recente in quel momento). Scelta assolutamente discutibilissima (non voglio aver ragione oggettivamente, ma sono fatto cosi'). Ribadisco che la fotografia (per quanto mi riguarda) e' un hobby, e quindi compro cio' che mi piace (non cio' che mi serve, visto che non vivo di fotografia). Questo mi limita a priori. A questo punto cosa avrei comprato? Sicuramente la Z7II (e non e' detto che in futuro non lo faccia). Perche'? Perche' a me delle raffiche non interessa molto (non faccio fotografie sportive, non faccio raffiche normalmente) ma faccio fotografia di paesaggio principalmente ed un sensore ad alta risoluzione mi piace come idea. Perche' vorrei la Z7II ? Perche' amo i sensori ad alta risoluzione. Mi serve? No. Mi piace? Si. Posso permettermelo? Se tagliassi altre spese si, altrimenti non ha senso e quindi non lo faccio. Perche' non ho comprato la Z6II ma la Z5? Perche' delle raffiche non me ne importa nulla (non ne sento la mancanza). Sono uno SLOW amatore (parafrasando quanto descritto per la Z5 in altra sezione del sito). Quindi la Z5 e' perfetta per me. La Z5 costa molto meno e mi permette di comprare ottiche Z fisse luminose (per me f1.8 e' gia' il massimo, ottiche piu' luminose non mi servirebbero per quello che faccio io). E' perfetta la Z5? Si, per me e' perfetta, non sara' perfetta in se' (in assoluto) ma per le mie esigenze lo e' sicuramente. Avessi voluto le raffiche avrei comprato la Z6II, avessi potuto (che poi si traduce anche in voluto, basta fare le giuste valutazioni di budget) avrei comprato la Z7II. Mi serviva la Z7II ? No, ma mi piaceva. Prenderei sicuramente la Z9 (se uno deve sognare, sogna alla grande, sognare non costa nulla), ma dovendo poi sborsare dei soldi non posso giustificare (a me stesso) una spesa simile. (E' un insulto alla Z9, e' comprarsi la Ferrari per fare la spesa all'Essleunga). Alla fine sono felice della Z5. Fa benissimo il suo mestiere, ha un ottimo sensore, ha delle ottiche (Z native) eccezionali (che magari la Z5 non sfrutterà forse al massimo, ma che sono comunque molto valide oggettivamente), e' FX (e mi soddisfa appieno), ha un prezzo accessibile (non economico ma accessibile). Certo, non ha la risoluzione della Z7II non ha la velocità della Z6II, non e' la Z9 (che unisce i vantaggi sia di risoluzione elevata che di raffica ad altre ulteriori possibilità che io mi sono sempre solo sognato nella mia vita ma non ho mai provato), ma e' un'ottima fotocamera, con ottime ottiche, ad un prezzo ragionevole, che fa bene il suo mestiere. Z50 e Zfc mi piacciono, le vorrei come secondo corpo, sarebbero utili per il fattore crop in certe situazioni, ma nel mio caso non hanno senso. Preferisco tenermi i soldi e, dopo aver acquistato le lenti che desidero (attenzione, che desidero, o che posso permettermi, non necessariamente che mi servono), mi piacerebbe un secondo corpo piu' performante (il mio sogno e' la Z7II ad oggi). Purtroppo (o per fortuna) non sono uno che compra fotocamere basandosi su un discorso di necessità e di utilizzo di un certo modello, ma le compro per il puro piacere di comprarle (per utilizzarle per puro divertimento). (A parte la prima Kodak 110 instamatic e la successiva Ricoh G500 quasi 50 anni fa, ho sempre avuto solo e soltanto Nikon). Questo da un lato mi limita, perche' certe spese non posso giustificarle per motivi lavorativi (e quindi devo per forza scendere a compromessi), dall'altro mi permette di fare scelte magari 'poco razionali' ma senza vincoli di sorta. Ovviamente essendo stato un impiegato (ora ex) con uno stipendio fisso ho dovuto per forza di cose autolimitarmi ed ho potuto scegliere solo modelli di fascia media o medio-bassa mio malgrado. Ma la Z5 per le mie esigenze e' l'ideale. Almeno ad oggi. Magari tra sei mesi, parleremo di altri modelli (spero). Nel frattempo sto collezionando ottiche Z in vista di un nuovo corpo FX piu' performante. (Che non mi servirà assolutamente ma che mi piacerà molto, al punto forse di comprarlo).
  6. Grazie. Molto interessante. Dopo piu' di due anni, dopo aver visto questo post, mi sono riabbonato a Qobuz (approfittando anche del prezzo che e' diminuito drasticamente), offerta sublime (perche' a me piace anche acquistare alcuni dischi ed ho fatto il conto che con un acquisto mio tipico ho gia' ammortizzato totalmente la spesa in piu'). Ora posso ascoltarmi tutti i dischi suggeriti e proposti senza ulteriori spese. Molto interessante questo articolo con l'elenco dei dischi principali da cui partire come base per poi spaziare e fare confronti liberamente all inclusive.
  7. Grazie. Belissima fotografia. (OT) L'hai scattata in Sicilia? Mi faro' quasi tre settimane a maggio (tra Palermo e Siracusa). (Fine OT).
  8. Nella mia borsa oggi e' arrivato qualcosa di "piccolo". TTArtisan 11mm con attacco Nikon Z. Ho investito ben 227 euro su amazzonia. Peccato che ora stia diluviando. Ci sto giocando in casa. Molto divertente. Un macigno come peso (abituato ai nikkor Z), ma che da' notevoli sensazioni di robustezza. Il prezzo mi e' sembrato buono e me lo sono regalato per il compleanno. Lo usero' anche per fare le riprese in 4K con la Z5 (considerando il fattore di crop di 1.7, completa verso il basso il nikkor 20 Z f1.8 ed il 50 Z f1.8 per tale utilizzo). Direi che sia da usare con estrema parsimonia ovviamente. QB. Quanto Basta. Grazie a Max e a Mauro che hanno fatto le recensioni che mi hanno incuriosito molto.
  9. Rispondendo alla domanda se io sia Pro Reflex o Pro Mirrorless, il mio punto di vista e' mitigato e motivato dal fatto che sono un amatore, un hobbista e non un professionista. Ho quindi lavorato una vita facendo altro (informatica) e girando una parte sostanziosa del mio stipendio per dedicarmi alla fotografia da dilettante (che in trent'anni mi ha reso forse 2K euro sui siti di fotografie stock esagerando). Essendo un dilettante con infiniti hobby costosi, devo per forza tenermi buono quello che ho e quindi anche le reflex. Nella vita sono stato quindi pro pellicola (Nikon FM), pro digitale (Nikon D70, D200, D3300, D800), pro mirrorless (serie 1 V1, ed ora Nikon Z5). Diciamo che ora sono diventato pro Z (full frame) ed al momento ho una Z5. Rimpiango il sensore della D800 (per la risoluzione). Non rinnego la reflex in quanto ho tutt'ora le mie 'vecchie' Dxxx funzionanti e quindi non ho ancora pensionato la D800. (Ho provato a farmele quotare via mail dal noto sito di Milano, ma con quello che prenderei, forse riuscirei a malapena a comprarmi un corpo Z6). Rimpiango la D800 perche' per ora non posso permettermi una Z7II e quindi mi sono accontentato di una Z5. Non compro piu' da tempo obiettivi F e sto invece investendo su obiettivi Z. Quindi diciamo che sono pro Z. Da ingegnere appassionato alla tecnologia (e non da fotografo professionista), sono attirato alle novità tecnologiche e quindi in particolare dall'evoluzione delle mirrorless. Ovviamente nikonista a vita. Sto aspettando che esca una fotocamera di fascia D800 (cito la D800 e non la D850 semplicemente perche' possiedo la D800). Forse lo e' la Z7II o forse lo sara' una eventuale Z8 se mai sara' prodotta. Poi tutte le discussioni su cosa sia meglio o peggio, sinceramente a me non interessano. Non ho l'esperienza per poter dare giudizi in tal senso. Io rispondo sempre, dipende. Dipende dalle condizioni al contorno. Dipende dall'utilizzo. Spesso le fotocamere che compro (se dovessi giustificarle con le foto che scatto) sono esagerate anche nei modelli entry level ma da amante della tecnologia, avessi potuto, avrei comprato solo apparecchi ad una cifra (F3, F4, F5, D1... Dx) invece mi sono dovuto accontentare di molto meno. Oggi potessi farlo comprerei indubbiamente la Z9 (anche se la Z5 e' piu' che sufficiente per le mie esigenze). Ma al cuor non si comanda. Sinceramente il mondo evolve, e quindi vediamo dove ci portera' questa evoluzione. Non posso che essere pro evoluzione e pro mirrorless (con tutte le critiche e riserve del caso, ovviamente) con uno sguardo al passato (nikon F) per puro diletto. Penso che Nikon avendo fatto reflex per una vita, raggiungendo livelli di eccellenza, ora abbia ancora la possibilità di crescere molto sulla fascia mirrorless. Non escluderei che tra pochi anni, le mirrorless possano raggiungere livelli che le attuali reflex non si sarebbero mai sognate. Gia' le ottiche Z (a mio parere, da dilettante), mi sembrano nettamente superiori (mediamente parlando) rispetto alle ottiche AF (I, D, S) grazie al nuovo attacco maggiorato e alle nuove tecnologie costruttive. In fondo la fotografia e' un piacere (per me almeno).
  10. La musica mi e' sempre piaciuta. Diciamo che sono cresciuto con la musica. Non sono purtroppo ne' un intenditore e nemmeno un musicista (ho studiato il pianoforte con pessimi risultati e purtroppo scarsa voglia motivata dall'età e da altri impegni per un paio d'anni intorno ai diciotto anni, troppo tardi per appassionarmi). La musica ho iniziato ad ascoltarla da bambino (ora sto per compiere 61 anni il prossimo febbraio, quindi sono passati moltissimi anni). Ho sempre ascoltato di tutto, dai cori di montagna, al festival di San Remo, alla musica classica. Ho avuto i miei periodi musicali. Da bambino ascoltavo musica leggera (ho ancora numerosi 45 giri originali anni sessanta) utiizzando un vecchio fonografo a valvole (33-45-78 giri) della Lesa. In montagna, nella bergamasca registravo dalla finestra i canti di montagna di un coro locale con un vecchio registratore a bobina sempre Lesa. (Erano gli anni della prima cinepresa Kodak 8mm con motore a molla con la pellicola da 16mm che si girava a meta' ripresa e che poi in fase di sviluppo veniva tagliata a meta' e giuntata). Il periodo Rock e musica moderna nelle piu' svariate accezioni iniziò a quindici anni quando grazie ad un mio amico iniziai a conoscere i Genesis, David Bowie, i Pink Floyd, i Kiss, e piano piano gli altri gruppi, musicisti, artisti, in particolar modo del Rock progressivo. Grazie agli amici, durante l'adolescenza e la prima giovinezza ascoltai e conobbi i principali artisti dell'epoca, inclusi i gruppi italiani quali Perigeo, Pfm, Banco del mutuo soccorso. In parallelo iniziai ad ascoltare la musica classica (passatemi il termine classico che non e' corretto in quanto il periodo classico e' limitato ad un preciso periodo, ma per capirci, includo in modo incorretto anche la musica barocca, la musica romantica, la lirica, ecc...). Nel corso dell'univiersità ascoltai numerosi concerti di musica barocca, da camera, per piccoli gruppi. In quegli anni apprezzai la lirica andando spesso a Verona all'arena. (Esperienza che inizialmente mi ha colpito e che mi ha 'drogato' per diversi anni, facendomi seguire le principali opere di Puccini, di Verdi, di Bizet sempre a Verona). Negli oltre trent'anni di lavoro invece, essendomi nel frattempo trasferito a Milano, ho avuto l'opportunità di seguire numerosi concerti di musica moderna, rock, ed ho potuto assistere a concerti dei Pink Floyd, dei Genesis, di Phil Collins, Peter Gabriel, Elton John, Paul Mc Cartney, Stevie Wonder (tra Milano, Torino e Verona) e di artisti italiani. Negli anni ho suddivisto l'interesse musicale tra l'approfondimento degli artisti che seguivo da giovane e l'approfondimento del filone Rock Progressive (Procol Harum, Yes, King Crimpson, Van der Graaf Generator, e molti altri). In parallelo ho ampliato l'ascolto della musica "classica" (sempre tra virgolette, includendo vari generi), in particolare barocco, periodo classico, romantica ecc... (telemann, beethoven,mozart,vivaldi,pergolesi, tchaikovsky, bartok, malher, handel, haydn). Non ultimo ascolto anche del jazz (anche in questo caso nel senso piu' ampio del termine, includendo blues, vocalist, ecc...) , Davis Miles, Armstrong, Keith Jarret, Glen Miller, Mio limite? E' essere un ascoltatore disordinato senza una base culturale musicale organica ed una preparazione sistematica che naviga dove lo porta il vento ed il cuore. Mi manca una preparazione specifica. Da un lato riconosco di essere molto ignorante in campo musicale, dall'altro mi reputo molto curioso e senza vincoli culturali che mi possano portare a fare selezioni condizionate verso un genere o l'altro. Mi incuriosisce tutta la musica e mi piacerebbe essere piu' competente. Scopo dei prossimi quaranta-cinquant'anni di vita. Ora posso farlo essendomi ritirato dal lavoro. Prossimi obiettivi, dedicarmi maggiormente alla fotografia, ai viaggi e alla musica e perche' no, far volare il mio mini drone.
  11. Un giusto balance... gli opposti che si attraggono... Freddezza e calore allo stesso tempo... sontuosità e austerità ...
  12. Potendo mi porterei una microSD da 1TB con sopra tutta la mia musica liquida in formato flac. Dovendo scegliere uno ed un solo disco, sarò molto banale ma sceglierei The Dark Side Of The Moon dei Pink Floyd. Non perchè lo ritenga in assoluto il miglior disco (ci mancherebbe, non me lo permetterei mai), ma perche' e' un disco che ogni volta che risento mi emoziona come la prima volta. Dovendo invece scegliere un disco di "classica" nelle varie accezioni del termine (visto che in realta' non sarebbe strettamente classica ma romantica), sceglierei Tchaikovsky : Violin Concerto & Other Violin Works Julia Fischer, Russian National Orchestra, Yakov Kreisberg
  13. Nella mia borsa oggi. D800. Nikkor 24-70 f2.8 AFS non VR Nikkor 70-200 f4 AFS VR Nikkor 300 f4 non VR AFS D3300 Nikkor 16-85 VR DX Z5 Nikkor 24-50 Z Nikkor 24-200 Z Nikkor 20 f1.8 Z Nikkor 50 f1.8 Z FTZ Flash Godox V350N Flash Nikon SB-800 Prossima entrata (non so quando) Nikkor 85 f1.8 Z e Megadap MTZ11 mi piacerebbe un corpo Z7II (ma non a breve).
×
×
  • Create New...