Jump to content
  • Silvio Renesto
    Silvio Renesto

    SIGMA 150-600mm f5-6.3 C su Nikon Z6, è conveniente?

    Ho acquistato questo superzoom SIGMA poco tempo dopo aver preso la Z6. Lo scopo è  usarlo nella fotografia naturalistica in attesa di uno equivalente originale Z.
    Dopo più di un anno di uso abbastanza intensivo penso di poter condividere le mie impressioni  e valutarne la convenienza su di un corpo macchina Nikon Z da 24 megapixel come la Z6 (occasionalmente l'ho usato anche sulla Z fc!). Un articolo mirato  che spero possa rivelarsi  utile a quei possessori di Nikon Z che se lo sono procurato o  pensano di procurarselo come soluzione più o meno temporanea.
    Purtroppo per voi, sarà un test fortemente “ornitologico”, dovete perdonarmi, ma quello io fotografo :P .

    Finite le noiose premesse ecco la sostanza.

    Ergonomia, non è leggerissimo,ma nemmeno eccessivamente pesante con i suoi circa 1,2kg se non vado errato (vado errato! Come Antonio puntualizza, il peso è circa 2kg), ben più leggero e maneggevole nel brandeggio anche a mano libera rispetto al fratello maggiore, la versione Sports. A 150mm è anche piuttosto compatto.

    E' dotato di limitatore di messa a fuoco a tre posizioni: full, 10m-infinito, 2,8m-10m. Trovo che questa triplice possibilità di selezionare le distanze sia estremamente intelligente (utile) e non capisco come mai non sia presente su zoom di marche più famose.
    Esiste un tasto di blocco per evitare il creeping, ossia che si allunghi se tenuto verso il basso durante il trasporto. Perché zoomando si allunga, e molto, siccome il maggior peso è rappresentato dal gruppo ottico frontale, questo può creare un certo affaticamento nell’uso a mano libera rispetto ad un obiettivo più centrato, ma io pur non essendo un gigante, riesco a lavorarci abbastanza a lungo.

    _DSC5258_01.thumb.JPG.294c939025526740c28afad955f5281b.JPG

    Suggerimento importante. Il collare per il cavalletto prevede l’attacco di una cinghia per il trasporto che è in dotazione. E’ essenziale usare quello, al posto della cinghia della fotocamera, se volete portarvelo in giro appeso al collo o a tracolla per evitare sforzi inopportuni alla baionetta, non si sa mai. Vedi foto sopra.

    Sempre riguardo al collare, il mio esemplare ha una certa tendenza ad impuntarsi all'inizio, appena allentata la vite sembra bloccato, occorre fare un certo sforzo iniziale (senza esagerare per evitare di far danni) e poi diventa normalmente fluido.

    Come sappiamo la ghiera di messa a fuoco gira in senso opposto  rispetto agli obiettivi Nikon, (ma tanto oggi si usa quasi sempre l’autofocus).

    Non è tropicalizzato, quindi non usatelo sotto la doccia.

    Il paraluce è comodo e di facile montaggio/smontaggio.

    Non ce l'ho da troppo tempo per dire se sia robusto o meno, ma lo tratterei con la dovuta attenzione, senza abusi, ma senza eccessiva preoccupazione. Non mi pare un carrarmato ma nemmeno fragilissimo.

    L’ Autofocus. L’autofocus dipende dall' obiettivo  ma anche dalla fotocamera. Il SIGMA 150-600 C sulla Z6 e in generale sulle mirrorless ha una messa a fuoco non fulminea, ma precisa (ho sentito i Canonisti dire che torna a nuova vita). Anche sulle Z la sua vita migliora di molto: Ho provato infatti a usarlo sulla mia D7100 e sembrava di avere un’obiettivo diverso (assai peggiore).

    _DSC1211.thumb.JPG.e3b4e0b77aca9189f377b9950d4d1c63.JPG

    Focale 150mm

    Così sulle Z possiamo dire gioiosamente addio ai problemi di back-front focus, alle basette per il fine tuning e cose del genere, se si riesce ad agganciare il soggetto (questa è un’altra storia), la messa a fuoco è perfetta e la nitidezza notevole (sui 24 mpx almeno).

     

    _DSC2567.JPG

    Focale 600mm

    Se si riesce ad agganciare , già, perché l’interfaccia FTZ/nikon Z6 non è delle più brillanti, come sappiamo, ma questo vale per il Sigma come per i Nikon, quindi non lo considero un difetto dello zoom.  In ogni caso il SIGMA sulle Z ci guadagna molto rispetto alle reflex.

     

    _DSC7932.thumb.JPG.6cb4b229600244fad237574fcf4726da.JPG

    focale 290 mm

    _DSC7465.thumb.JPG.3605df89229a9ba87f491128470fc841.JPG

    Focale 480mm

    Una parola definitiva sulla velocità dell’Af del SIGMA 150-600 potrebbe dirla solo un possessore di Z9, ma nessuno oserebbe tentare questo indegno connubio, temo, nemmeno per venircelo a raccontare.

    Qualità ottica e versatilità d’uso. In quanto a nitidezza questo umile zoom rende molto più di quanto sarebbe lecito aspettarsi, perlomeno sui 24 megapixel della Z6. La qualità è molto buona a tutte le focali, soprattutto sotto i 450 mm ma anche a 600mm non ci si può lamentare, perlomeno per usi naturalistici, dove eventuali leggere pecche ai bordi sono del tutto irrilevanti.
    La qualità di immagine più che soddisfacente, unita alla incredibile gamma di focali ne fa uno strumento in grado di dare grosse soddisfazioni.

    _DSC1636.thumb.JPG.d37c00fe4cd4645cc6b465a49facef8e.JPG

    Focale 500mm

    _DSC2383.thumb.JPG.d0a0d59e5c0560c2c86f7a2843802df0.JPG

    Focale 390mm

    _DSC2179.thumb.JPG.8a19bfc020db3816d39a71275d60eb88.JPG

    Focale 600mm

    _DSC2278.thumb.JPG.7a8f904f9899610d2779ae6f15dffdcb.JPG

    Focale 440mm

    Difetti. Un’apertura massima di f6.3 (o forse f6.7) può essere problematica in alcune situazioni e costringere ad alzare molto gli ISO se si vogliono tenere tempi rapidi, o rende difficle gestire lo sfuocato, però questo non lo considero  un difetto, in quanto è dichiarato dalla casa, quanto un limite di cui uno è avvisato e può fare i suoi conti.

    _DSC2204.thumb.JPG.31608f6c6615857bb477427061a0d3e7.JPG

    Incontri al buio... focale 600mm

    _DSC4764.thumb.JPG.23feb66a3d63cf62a16067db135b1d02.JPG

    Poiana nella nebbia, focale 340mm

    _DSC5739.thumb.JPG.0cb94038b33fe26e0c1cdd98be027d2f.JPG

    Focale 390mm

    Un difetto secondo me sta nella stabilizzazione, che un po’ ballerina, da imparare a gestire, al confronto lo zoom Nikon 200-500mm f5.6 è una roccia.

    Un altro difetto è la riduzione della focale effettiva. Questo 600mm riduce assai rapidamente la focale anche a distanze non troppo brevi, nella mia experience con il Nikon 180-400mm dell’amico Andrea Marzorati, pubblicata qui su Nikonalnd, ho mostrato come anche a 10m circa il SIGMA a 600mm ingrandisse quanto il 180-400mm a 400mm. Non è comunque l’unico, anzi è un difetto comune, se fate i vostri conti con le formulette che vi ho insegnato :P vedrete che è così: ll 200-600 Sony è più o meno uguale ed il fratello “pro” SIGMA 150-600 Sports è anche peggio. Per avere una certe fedeltà alle focali nominali credo ci si debba rivolgere a zoom super professionali o proibitivi o a focali fisse di alto livello. 

    _DSC5361.thumb.JPG.6879787cada9b5fc716fe8bc0329a7df.JPG

    Focale 450mm

    1112166538_cenerino1lo.thumb.jpg.cdabf0df9dc93393bb2423b5d792742a.jpg

    Focale 600mm

    Rapporto prezzo prestazioni- Su, puristi, storcete il naso, volgete altrove gli occhi, ma lasciatemi dire. Ognuno decida da sé naturalmente, ma a mio parere questo zoom che si trova anche a meno di mille euro, chi non può o non vuole spendere  oppure cerca solo  una soluzione temporanea, ma qualitativamente soddisfacente, in attesa di un investimento serio nel futuro 200-600 Nikon Z  dovrebbe prenderlo in attentissima considerazione, perchè offre una più che buona qualità di immagine con pochi difetti di contorno.

    Silvio Renesto per Nikonland.

    Le foto che mi ritraggono sono di mio figlio Matteo Renesto

     

    User Feedback

    Recommended Comments

    • Nikonlander

    Ciao Silvio, penso di non esser il solo che attendesse da te un articolo a riguardo. 

    Io inizialmente l'ho preso perchè avevo la necessità impellente di quelle focali e perchè ho trovato una super occasione da una persona che lo vendeva "usato".

    Come hai ben descritto i risultati sono andati oltre le aspettative in tutti i sensi ed io lo uso su z7, certo ha dei limiti e se ti abitui con il gli Z non riesci facilmente a riutilizzare obiettivi per reflex, ma per adesso ci dobbiamo accontentare.

    Devo però farti un appunto sul peso, il C pesa quasi 2 kg, mentre il fratellone un kg in più circa 2,9 kg.

    Confermo inoltre quanto hai detto a riguardo del collare, credo quindi sia così per tutti gli esemplari ("Sempre riguardo al collare, il mio esemplare ha una certa tendenza ad impuntarsi all'inizio, appena allentata la vite sembra bloccato, occorre fare un certo sforzo iniziale (senza esagerare per evitare di far danni) e poi diventa normalmente fluido.").

     

    Un caro saluto

     

     

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Io ho la versione S decisamente più pesante e meno recente se non erro, a quanto dicono le differenze sono trascurabili, addirittura qualcuno avanza che il c focheggia più rapidamente.

    Lo uso per diletto ma, peso a parte è un bello strumento, non l’ho mai provato (non ancora per lo meno) su una mirrorless.

    Prima o poi un giretto all’oasi lo farò.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Grazie dell'articolo, Silvio.

    Sono sempre attratto dalla capacità espressiva sui verdi e blu dei tele Sigma, che considero familiari, in quanto per lungo tempo non ho potuto utilizzare che essi. Per motivi di convenienza, come da titolo del tuo articolo.

    Fermo restando che se me lo spedisci sarei felice di provarlo sulla mia Z9, :marameo:

    la mia domanda è invece un'altra:

    cosa trovi in questo 150-600+ FTZ che sia di tanto superiore al Nikon AFS 200-500/5,6 che hai posseduto per anni, (utilizzandolo per gli stessi scopi di ripresa) da farti vendere quello per acquistare questo...

    Il peso (4 etti in più), certamente superiore, ma la luminosità costante e la nitidezza alle lunghe focali di quello...?

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    26 minuti fa, Max Aquila ha scritto:

    Grazie dell'articolo, Silvio.

    ..Lla mia domanda è invece un'altra:

    cosa trovi in questo 150-600+ FTZ che sia di tanto superiore al Nikon AFS 200-500/5,6 che hai posseduto per anni, (utilizzandolo per gli stessi scopi di ripresa) da farti vendere quello per acquistare questo...

    Il peso (4 etti in più), certamente superiore, ma la luminosità costante e la nitidezza alle lunghe focali di quello...?

    Grazie per l'apprezzamento  Max; riguardo la tua domanda,  non ho venduto il 200-500 per acquistare il 150-600, c'è stato un intervallo di tempo tra le due operazioni in cui ho usato il 300pf con o senza il Tc14/TC17 sulla D500 e solo  in un secondo momento, passando a mirrorless Fx ho considerato di riprendermi uno zoom tele ed in quella circostanza l'opzione più interessante era proprio il 150-600 SIGMA.

    Infatti non ho fatto confronti diretti fra 200-500 e 150-600 in quanto a nitidezza aberrazioni ecc., perchè il 200-500 non l'ho mai usato su mirrorless. Il mio esemplare del 200-500 sulla D500 era piuttosto morbido a  400-500mm, ma sarebbe potuto essere meglio sulla Z6, quindi non mi sembrava onesto esprimere valutazioni su basi diverse.

     

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    12 ore fa, Antonio Biggio ha scritto:

    Devo però farti un appunto sul peso, il C pesa quasi 2 kg, mentre il fratellone un kg in più circa 2,9 kg.

    Confermo inoltre quanto hai detto a riguardo del collare, credo quindi sia così per tutti gli esemplari (...)

    Grazie per l'appunto, ho corretto di conseguenza. 
    Curiosa la faccenda del collare... niente di che , ma a volte fa perdere tempo e di solito i miei/nostri soggetti non stanno ad aspettare troppo a lungo.

     

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    2 minuti fa, Silvio Renesto ha scritto:

    Grazie per l'appunto, ho corretto di conseguenza. 
    Curiosa la faccenda del collare... niente di che , ma a volte fa perdere tempo e di solito i miei/nostri soggetti non stanno ad aspettare troppo a lungo.

     

    Dal mio test del 2015

    "Se devo fare un appunto alla costruzione è al riguardo del collarino del treppiedi.
    E' corto, troppo corto. Su treppiedi non è stabilissimo.
    La rotazione non è fluida una volta sbloccata la vite di fissaggio perché c'è qualche punto di frizione (non posso dire se sia un problema del mio esemplare o se sia comune).
    Non ho provato a fondo se sia rimovibile. Parrebbe di si. Francamente se ne comprassi uno cercherei di sostituire questo collarino perché lo reputo buono al più per un uso con un monopiede."

     

    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    1 minuto fa, M&M ha scritto:

    Dal mio test del 2015

    "Se devo fare un appunto alla costruzione è al riguardo del collarino del treppiedi.
    E' corto, troppo corto. Su treppiedi non è stabilissimo.
    La rotazione non è fluida una volta sbloccata la vite di fissaggio perché c'è qualche punto di frizione (non posso dire se sia un problema del mio esemplare o se sia comune).
    Non ho provato a fondo se sia rimovibile. Parrebbe di si. Francamente se ne comprassi uno cercherei di sostituire questo collarino perché lo reputo buono al più per un uso con un monopiede."

     

    Concordo sulle tue conclusioni, anche sul fatto che sia corto, cosa che ho parzialmente compensato con una piastra lunga tipo Arca Swiss, "bloccata"sul lato posteriore. Per le volte che scatto in capanno mi basta, in giro lo uso quasi sempre col monopiede o a mano libera.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    33 minuti fa, Silvio Renesto ha scritto:

    Grazie per l'apprezzamento  Max; riguardo la tua domanda,  non ho venduto il 200-500 per acquistare il 150-600, c'è stato un intervallo di tempo tra le due operazioni in cui ho usato il 300pf con o senza il Tc14/TC17 sulla D500 e solo  in un secondo momento, passando a mirrorless Fx ho considerato di riprendermi uno zoom tele ed in quella circostanza l'opzione più interessante era proprio il 150-600 SIGMA.

    Infatti non ho fatto confronti diretti fra 200-500 e 150-600 in quanto a nitidezza aberrazioni ecc., perchè il 200-500 non l'ho mai usato su mirrorless. Il mio esemplare del 200-500 sulla D500 era piuttosto morbido a  400-500mm, ma sarebbe potuto essere meglio sulla Z6, quindi non mi sembrava onesto esprimere valutazioni su basi diverse.

     

    Pensavo anche ad impressioni di resa, non certo a test strumentali.

    Peraltro vedendo che lo usi nonostante massa e lunghezza anche sulla tua piccola Zfc, il cui sensore è identico a quello della D500, magari anche in un confronto ideale..  a sentiment... Leggero come un odonato...:x

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    30 minuti fa, Max Aquila ha scritto:

    Pensavo anche ad impressioni di resa, non certo a test strumentali.

    Peraltro vedendo che lo usi nonostante massa e lunghezza anche sulla tua piccola Zfc, il cui sensore è identico a quello della D500, magari anche in un confronto ideale..  a sentiment... Leggero come un odonato...:x

    Al netto del fatto che anche la piccola Z fc è una mirrorless, per cui non si hanno i problemi di imprecisione di messa a fuoco, direi proprio che   le foto fatte con il SIGMA 150-600 sulla Zfc cmi sembrano essere più incise di quelle fatte dal 200-500 su D500 .  Non garantisco nulla, ma se riesco nei prossimi giorni a  ripescare due scatti confrontabili  li pubblico, a conferma ,o smentita, o semplicemente come spunto di discussione.
    :)    

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione

    Bel test. Io credo che non sarà così difficile che si trovino utilizzatori di Z9 interessati, in due categorie:
    - chi usa il tele molto lungo sporadicamente, come Dario
    - chi ha un tele fisso lungo (500 e 600) e vuole una lente da affiancare più leggera e maneggevole. Ad esempio il mio amico Alberto usa l’altro 150-600 (ma è in attesa del 100-400) e così ha fatto Morten Hilmer per un bel po’ (150-600 e 600/4).

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Aggiungo...

    il fatto che l'adattatore Nikon FTZ sia il protagonista assoluto di questa serie di opportunità di funzionamento su Nikon Z: opportunità non altrettanto funzionali con gli adattatori di altri marchi sulle rispettive ML.

    Ma che a parità di qualità ottica, nella scelta tra due obiettivi (specie se zoom) sia assolutamente preferibile quello con attacco nativo per tanti motivi, non escluso quello della progettazione esclusiva per il tiraggio Z.

    E non in ultimo, per gli etti risparmiati su obiettivi come questo che sfiorano i 2 kg +FTZ

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    1 ora fa, leviathan47 ha scritto:

    Da commenti in giro mi sembrava avesse una resa migliore il Tamron 150-600 G2. Non è così?

    Non saprei, in quanto non ho mai avuto occasione di provarlo. 

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    3 minuti fa, Massimo 55 ha scritto:

    buon compromesso prezzo prestazioni , io lo uso con soddisfazione anche con la piccola Nikon Zfc !

    Anch'io :) 

    277517688_10223855744254287_5731047604527859075_n.jpg.5a1466c0559c60caee48cd9103268daf.jpg

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...