Jump to content

Dario Fava

Nikonlander Veterano
  • Content Count

    1,466
  • Avg. Content Per Day

    2
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    16

Dario Fava last won the day on October 13

Dario Fava had the most liked content!

Community Reputation

419 Excellent

2 Followers

About Dario Fava

  • Rank
    Nikonlander Veterano

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Va bene per i fissi leggeri, un 70-200 2.8 sarebbe d'impedimento. https://www.friidesigns.com Si trova anche su amazon. Io ho un supporto da cintura per reflex, devo dire che rispetto alle tracolle doppie, che dondolano mi trovo meglio, se si trova l'appoggio giusto sul fianco, e poi sul fianco non si carica la schiena, a fine giornata non sono 4cm più corto 😁
  2. Trovo più intelligente questa soluzione:
  3. Io suon--avo, ora suono per passione ed ho pure cambiato strumento... però quando hai una educazione alla musica, da bambino, è difficile piegarsi alle tendenze di oggi, non sono certo quello che vuole sentire l'armonico del primo violino nei diffusori da 20k€ ma sia quando suono che quando ascolto, c'è un limite al di sotto del quale non posso scendere, se no spengo tutto. In Fotografia sono più esigente, ma è diverso il discorso, secondo me molto più estremo il rapporto tra smartphone e fotocamera seria, piuttosto che un ascolto di qualità accessibile contro un mp3 su Amazon Echo
  4. Certo, sono spettacolari. Volevo solo confermare che il flash si comporta già molto bene da nudo, con i modificatori è inarrivabile, io non ho provato il profoto, ma non mi interessa farlo, non potrei chiedere di meglio per le mie esigenze.
  5. Io lo uso con soddisfazione, molto di più (la soddisfazione) del "testaquadra" nelle mie situazioni di lavoro, il ritrattino sulle panche alle cresime, l'ingresso degli sposi, su slitta, quelle cose dove il flash si usa su torre, in TTL cercando di uniformarlo alla luce ambiente. Devo ammettere che per la natura della parabola, non c'è paragone con l'860, le ombre sono più morbide la pelle torna meno indietro, sembra studiato proprio per fare quello, come già ha scritto Max, nel reportage e la fotografia di matrimonio dove non si può usare il flash off camera, questo si usa senza pensiero né preoccupazione. mentre con gli altri cercavo sempre il punto dove farlo ribalzare o con il cupolino sempre montato. Qui il cupolino migliora, ma una situazione già molto buona in partenza, perché basta la parabola, che sia soggetto vicino o lontano. Personalmente per mio gusto e come ho sempre fatto, lo sottoespongo da flash e non da camera, in base alla luce presente, da 1 a 2 stop. Ma assolutamente il migliore strumento da usare per il ritratto al volo.
  6. Ne sei sicuro? Perché io la vedo, perché io dal 24 dello zoom del kit non vedo alcuna differenza del 24-105 art anzi quella correzione delle curve a barile la accentua tanto da farmi trovare delle teste a pera...se poi continuate a vedere corretto beati voi... Mi fermo qua.
  7. Gli smartphone hanno processori ormai 8 core sono potenti non per fare le foto ma per far girare app, spesso sviluppate col cu.. senza tenere conto dell’hardware, le foto sono solo un elemento marginale, anche dove c’è scritto fotocamera professionale, alla fine se stampiamo siamo ben lontani dai risultati cui siamo abituati noi fotografi di reflex/ml. Inoltre i microsensori hanno vantaggi a livello di gestione, meno dati da elaborare, possibilità di scattare in notturno a mano libera con tempi impensabili per una full frame, si fa presto a dire sono potenti; sono solo telefoni, a livello fotografico tutti più o meno giocattoli adatti ad un uso social. A livello di mini computer invece sono piuttosto evoluti ma restano strumenti di largo consumo atti a produrre vendite ed ad invecchiare precocemente perché sono destinati a fare quello. Per quello ogni anno c’è il modello nuovo, per quello c’è così tanta ricerca e sviluppo. La fotografia è altra cosa.
  8. Infatti il 24 Art per conto mio resta avanti una spanna, anche se a 1.4 perde nitidezza ai bordi come probabilmente questo non fa. Ma come giustamente scrive Valerio, non puoi mettere una persona ai bordi perché si allarga, non c’è correzione automatica, non che io conosca fino ad ora in grado di correggere la deformazione che le ottiche grandangolari dal 24 in giù hanno. Speravo che il bocchettone largo potesse migliorare ma evidentemente è una questione di fisica.
  9. Allora chiudi il diaframma, aumenti il contrasto in post... quando una cosa non ce l'hai ne fai a meno, se ti serve la cerchi, ma per ora, un anno dopo l'uscita, non c'è.
  10. Stando al costo, dovrebbero sostituire gli 1.4 F ma non lo fanno. Proprio loro le chiamano ottiche prime, dell'85 annoverano anche un bokeh strepitoso, cosa che forse per chi ha la cataratta e vede tutto sfuocato può anche essere vero, non sto dicendo che fa schifo, ma che se ha fatto passi avanti da un lato ne ha fatti indietro dall'altro. Del resto pure il 135 art con la nitidezza che ha, in particolari condizioni è piuttosto nervoso, forse io che non sono mai stato invasato con la nitidezza (non a livelli micrometrici), sto chiedendo una cosa che non è possibile, sta di fatto che il 105E che mi sembra piuttosto nitido, ha un bokeh sopraffino.
  11. Assolutamente no, è stata una evoluzione epocale, io ho fatto diversi servizi in BW, e le reflex ti concedevano di vedere solo su display e nelle anteprime del Mac, che aperte in ACR, ovviamente resettava il file, in quei casi bisogna pensare in bianconero perché vedere immagini a colori che tu hai scattato in BW fa un po' impressione, però come ho scritto i Picture control per chi vuole fare le cose seriamente è solo un riferimento, per chi invece non ha grandi pretese, con un minimo di personalizzazione può evitarsi tutta una lunga menata di post-produzioni ripetitive e noiose. Queste zeta sono le prime Nikon realmente user friendly. Anzi.. a colori, trovarmi il profilo ritratto già pronto per me è un bel risparmio di tempo.
  12. Ma certo, e visto che devono farli lunghi, li facessero anche larghi quanto basta per avere tutto quello che ci si aspetta da ottiche prime, non solo nitidezza fino al bordo.
  13. Diciamo chiaramente che per dare dimostrazione di nitidezza hanno sacrificato questa "entità ectopasmatica" Le luci non si amalgamano, hanno bordi netti, i dettagli fini se presenti sullo sfondo restano definiti, non mi sembra questa entità così eterea, più che altro per chi ne fa uso, si tratta di dare all'immagine più o meno un tono delicato nelle transizioni, e queste non lo fanno a meno di non scegliere sfondi neutri uniformi. Non sto a fare paragoni con altri merchi, ma qui siamo alla storia della volpe e l'uva. L'unica ottica con uno sfuocato meraviglioso è manual focus e costa come un'automobile.
  14. ecco... se non volevano fare ottiche da ritratto, potevano chiudere a 2.8 e farle più piccole. Che mi faccio di un 1.8 se non mi serve lo sfuocato?
  15. Concordo in pieno, queste ottiche non sono all'altezza del nuovo bocchettone maggiorato, c'è chi non vive di solo nitidezza, anzi talvolta nel ritratto, troppa stroppia. Si salva in extremis il 50 che usato con un minimo di attenzione ha un bokeh accettabile ma da quanto ho potuto constatare, 24 35 ed 85 hanno caratteristiche più adatte al ritratto nella versione Art F Mount. Purtroppo.
×
×
  • Create New...