Jump to content

Pepe Verde, Pepina,molto personale.


Silvio Renesto

648 views

Un piccolissimo reportage in cui condivido più sensazioni che cose. 

Ho già scritto due blog sul Giardino dell'Isola del Pepe Verde, c'era bisogno di un terzo? Sì, almeno per me.

Qui non descrivo il giardino, ma il mio vedere il giardino (e la gatta che ne è custode e signora). 
Intendiamoci, credo che le foto stesse abbiano una qualche qualità  (la maggior parte almeno) che le farebbe "stare in piedi"  anche per conto loro. Se no non le pubblicherei.
 

Il Giardino. Di fronte a giardini ben curati, quelli belli ordinati, con aiuole ad erba rasata e bei, grossi mazzi o siepi di fiori multicolori, magari fiori grandi, radunati secondo schemi classici.. io provo un vago senso di disagio, di costrizione, di ordine imposto in nome  di un'estetica forzosa.  Più il giardino sembra casuale,  "libero" al limite dell'incolto, più mi sento a mio agio. L'isola del Pepe Verde mi attrae anche per questo. Se aggiungiamo il divieto di fumo e di tormento "sonoro", sono ancora più a mio agio.

pepe1lo.thumb.jpg.10b2c45bd7f907adaf75d2cab02f9968.jpg

 

L'incontro. Questa foto di una statuetta un po' consunta del Buddha per me non è  una foto banale per due motivi, uno personale emotivo, che non è detto sia condivisibile, e uno più strettamente fotografico su cui penso si potrebbe tranquillamente discutere. Personale è stato l'incontro, inaspettato, passeggiando  in un angolo del giardino,  mi ha mosso al sorriso e infuso serenità; adesso quando vengo in questo giardino torno a rivederla. La bellezza non è nella statua ma nel contesto, che anche fotograficamente non mi sembra  insignificante.

Dharmachakralo.thumb.jpg.bcfc4a793f81e62ae38d4139460e0ef7.jpg

Fotograficamente, la statuetta emerge dall'edera che la circonda,come una cornice, sullo sfondo brutte reti metalliche e legni ricordano che c'è il mondo di fuori che continua ad agitarsi. Inquadrandola come ho fatto, ho così cercato di non fare fare un'illustrazione qualsiasi di statua del Buddha (che probabilmente vendono a milioni nei negozi di giardinaggio, arredamento d'esterni ecc.)  ma mostrare che da dovunque arrivi, qui questa statua ha trovato il posto giusto, a modo suo è in armonia (molto più che un nanetto :( ) con ciò che la circonda e  ha anche un significato*, e rafforza la sensazione di benefica tranquillità che tutto il giardino mi ispira. 

 

Pepina. 

L'unica cosa che non amo di lei è il nome, ma si sa, I Gatti non si curano dei nomi che gli danno gli uomini perchè hanno i loro, che non sapremo mai (lo dice Elliott). Attempata signora, sempre elegante, ultima di una colonia scomparsa da tempo, ha eletto da anni il giardino a suo regno  e dimora.  Quando arrivi ti viene incontro e ti valuta, ti giudica. Se ti trova interessante (e se hai crocchette) può decidere di stare un po' con te, farsi accarezzare e concedere qualche posa per poi tornare ad occuparsi del suo regno e svanire così come è comparsa.

La maggior parte delle mie foto di Gatti è in bianco e nero ma Pepina è grigia con occhi intensi, e il contesto è molto vario per cui preferisco ritrarla a colori.

Non prendiamoci troppa confidenza ...

_DSC1427_061blo.thumb.jpg.646f4fbf0d68a1084aa9718326787433.jpg

 

Ma no, mi fido, poserò per te:

_DSC1456_063blo.thumb.jpg.e586bfc8b1aa8b722180c101c67e2bb8.jpg

_DSC1471lo.thumb.jpg.ae18a09f8556471f4a41542761b7dbfa.jpg

 

Possiamo capire perchè gli Egiziani consideravano sacri i gatti?

_DSC1451_062-DeNblo.thumb.jpg.6baac5d633298a6e5ae9b6c004d13a83.jpg

 

Un'ultima inquadratura, ti ho concesso del tempo ma adesso è ora di separarci.

_DSC1487-DeNlo.thumb.jpg.fd955f47643e7530b0f73d63ca976146.jpg

 

Tornerò ancora all'Isola del Pepe Verde, ma non ne scriverò più,  promesso.  Oggi vi ho messo a parte del mio sentire, quindi non occorre tornarci sopra (Non prometto di non mettere più foto di Pepina però ;) ).

Se avete qualche commento da fare fotografico e non, mi farà piacere. 

 


 

*NOTA Solo per gli interessati alla spiritualità orientale: La posizione delle mani del Buddha non è mai casuale, qui mi pare  sia quella associata al primo discorso dopo il Risveglio, quando l'insegnamento Buddhista prende vita (sto semplificando al massimo il concetto de "l'avvio della Ruota del Dharma") per cui  la posizione delle mani è detta   Dharmachakra mudra. Quindi inaspettato incontro con il Buddha che da' l'insegnamento!
Se tra voi c'è qualche Buddhista, può confermarmi o smentirmi sul mudra? Grazie!

 

 

  • Like 7
  • Thanks 2

7 Comments


Recommended Comments

  • Nikonlander Veterano

Silvio, sempre belle le cose che scrivi e.. tutte partono dal cuore, gli scatti poi..  lo sai già. 

grazie Silvio..  

  • Haha 1
Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Incuriosito da questo e dai precedenti articoli, sono andato a fare un giro all'isola del pepe verde. Beh, hai ragione ad esserne affascinato. E' un bellissimo comunity garden e un bella iniziativa. Anch'io apprezzo il fatto che non sia troppo curato e "perfettino". Bello anche il campo da basket con il murales proprio accanto. Si direbbe quasi di stare a New York!

Purtroppo non ho incontrato Pepina :(

  • Like 1
Link to comment
  • Nikonlander Veterano
27 minuti fa, happygiraffe ha scritto:

Bello anche il campo da basket con il murales proprio accanto. Si direbbe quasi di stare a New York!

Purtroppo credo sia temporaneo, "creato" la settimana scorsa, a tra un po'  tornerà ad essere un parcheggio.

Link to comment
Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...