Jump to content
  • M&M
    M&M

    Dipende se hai il sensore, baby, non dai tappi di birra !

    Ok, non parliamo di rumors. Ma praticamente tutto il web frigge aria già fritta, straparlando di questa fantomatica immagine messa disgraziatamente online da Nikon China sulla versione cinese di Facebook.
    Si tratta di una immagine bluastra che riprende tappi di bottiglie di birra, invero abbastanza anonima.
    Se non fosse che qualcuno dalle parti di Nikonrumors ha scoperto che ha una risoluzione di 10.000x6670 pixel.

    image.thumb.jpeg.0af6a56042c844e09086e1894c5412fe.jpeg

    Un formato strano in se ma sicuramente non di un sensore esistente.
    Non ci sono informazioni exif e nessuno ha idea se si tratta di una estrapolazione, di una immagine ripresa con una fotocamera medio formato (Nikon una volta fotografava i propri prodotti per le proprie brochure con macchine medio formato Phase One, non so cosa usi oggi) o che altro.

    Fatto sta che mezzo mondo adesso si passa la voce che Nikon ha in mano un nuovo sensore da 67 megapixel e che questo sarà montato certamente sulla mitica Nikon Z8.

    Magari, chissà, potrebbe anche essere. Personalmente non ci credo. E' una cosa che ha poco senso.

    bythom_nikonz9_sensorvr_med_hr.jpg.a5a11372060c5f2ff4c4f85f4a9796d3.jpg

    il gruppo sensore + stabilizzatore della Nikon Z9. Progetto e sviluppo Nikon, compresa la prototipazione. Poi produzione esterna in uno stabilimento Sony.

    Sappiamo per voci riportate degne di fede che dall'inizio dell'anno Nikon sta trafficando con un numero inusitato di prototipi di sensori e di fotocamere.
    Sta anche facendo una profilazione della clientela, usando i dati di vendita dei suoi mercati principali più omogenei, ovvero Giappone e Stati Uniti.

    Per esempio stanno creando un modello dell'acquirente tipo della Nikon Z5 per confrontarlo con quello che avevano in mente loro quando hanno lanciato la Z5.

    Si tratta di attività di sviluppo, lato hardware e lato marketing, per fornire alla direzione gli elementi necessari per decidere quali prodotti autorizzare per la fase industriale.

    Al momento, le nostre informazioni escludono nuove fotocamere per il 2022. L'unica novità sarebbe la Nikon Z30, peraltro messa in produzione fermando temporaneamente quella della Z50 con cui condivide tutto tranne la presenza del mirino.

    La questione, ne abbiamo parlato più volte su queste pagine, è la disponibilità di sensori nuovi. Perchè i vecchi son vecchi.

    Quindi, ancora, non è una questione di tappi di bottiglia ma di sensori con le caratteristiche necessarie ad una nuova gamma di prodotti che possa stare sul mercato per anni.

    Vediamo di cosa dispone Nikon.

    • il sensore DX della D500 che è stato riciclato più volte anche nelle Z è arrivato al capolinea e potrà essere adattato a modelli di base. E' un sensore Nikon prodotto da Sony. (equipaggia Z30/Z50/Zfc)
    • il sensore FX della Z5 è quello della D750 che non è più in produzione ed è di derivazione Sony
    • il sensore FX della Z6 è quello Sony che equipaggia la gran parte delle macchine full-frame da 24 megapixel
    • il sensore FX della Z7 che deriva da quello della D850. E' un sensore Nikon prodotto da Sony.
    • il nuovo sensore stacked FX della Z9. E' un sensore Nikon prodotto da Sony.

    sono in tutto 5 sensori, di cui 3 sviluppati da Nikon e 2 comprati da Sony per contenere i costi dei modelli corrispondenti.
    Quelli sviluppati da Nikon sono stati riutilizzati per più modelli possibili per assorbire al meglio i costi di sviluppo stesso.

    In un mercato che si è intanto contratto e che solo oggi forse ha toccato il minimo ma che non si vede - con i chiari di Luna che abbiamo in Europa - come possa crescere in modo significativo, è dannatamente difficile ipotizzare che Nikon possa cambiare modello di acquisizione dei sensori.
    Quindi ragionevolmente potrebbe continuare a sviluppare in proprio i sensori più strategici ed acquistare direttamente da Sony quelli più convenienti per i modelli che vuole proporre a prezzi più contenuti.

    Vediamo la gamma attuale delle macchine Nikon.
    Sepolte le reflex, abbiamo :

    • Z9, è il modello di punta.
    • Z5. Modello di base con un sensore di vecchia generazione, limitato in termini di velocità
    • Z6 II. Il modello principe, quello che si confronta con la concorrenza più agguerrita
    • Z7 II. Sostanzialmente una macchina da paesaggio. Sensore a fine vita
    • Z30/Z50/Zfc : la stessa macchina in tre formati diversi, stesso sensore del 2016

    insomma, non sfuggirà che il problema sono i sensori. Al momento Nikon usa 5 sensori per 7 macchine.
    E che Nikon difficilmente si può permettere di sviluppare e mantenere più di due sensori diversi fatti in casa, usando possibilmente per le altre macchine, soluzioni esterne.

    Quindi, dove andrebbe questo fantomatico sensore da 67 megapizze ? Nella Z8 ? Nella Z7 III ? E basta ?

    Sinceramente dubito. Come dubito che Nikon abbia interesse a passare la relativamente vecchio sensore da 61 megapixel che Sony e Sigma montano sulle loro macchine ad alta risoluzione.
    Il vantaggio sul sensore da 45 megapixel è piccolo e il sensore resta lento in termini di capacità di lettura (ed inerente rolling-shutter).
    Mentre non avrebbe avuto senso sviluppare quello stacked da 45 megapixel della Z9 per poi montarlo solo su quella macchina, proposta a prezzo "interessante" rispetto alle precedenti ammiraglie.

    Proviamo perciò ad ipotizzare uno scenario più probabile con i mezzi di Nikon di qui al 2024

    • Z9 II, attuale sensore, nuovo processore. 30 o 40 scatti al secondo etc. Nulla fa pensare che ci possa essere una reiterazione della macchina prima delle Olimpiadi del 2024, quando presumibilmente vedremo Canon R1 e Sony A1 Mk II con cui confrontarsi. E anche allora credo fermamente che il sensore non cambierà, ci sarà probabilmente l'Expeed 8
    • Z7 III, attuale sensore, Expeed 7 per accelerarne finalmente le prestazioni e l'autofocus e magari metterci il pixel shift
    • Z5, attuale macchina così come è, lasciata a svernare come fatto con D610 e D750
    • Z8, la Z9 senza la basetta incorporata. Stesso tutto tranne la batteria e tutto ciò che non è possibile fare senza la EN-EL18d
    • Z DX piccole. Attuali
    • Z70, nuovo sensore più veloce ed Expeed 7
    • Z6 III, sensore Sony da 33 megapixel, Expeed 7

    macchine stacked da meno di 4.000 euro non ne vedo possibili (vedi Sony a9 II). La Z8 andrebbe a fronteggiare la Canon R5 e la Sony a7R V su basi molto forte, potendo anche spingere sulla leva del prezzo.
    Servirebbe però un sensore per la Z70. Che dubito possa essere stacked, visto il prezzo proibitivo per una DX media, proposto da Fujiflm per la sua X-H2s (€2800). Questo sensore potrebbe essere parente di un futuro sensore FX adatto al 12K.

    Fanno in totale 1 sensore stacked già disponibile, 1 sensore FX da comprare da Sony o da fare in casa (non stacked), un sensore DX nuovo (non stacked) da riutilizzare poi per tutta la gamma. Il resto riciclato in casa fino ad esaurimento scorte. Totale = 5 sensori per 8 macchine

    Ogni soluzione diversa richiederebbe l'investimento supplementare in un sensore che non c'è. Che Nikon mai sarebbe disposta ad utilizzare in una sola nuova fotocamera.
    Sbaglierò ma è il mio pensiero.

    Approfitto per ribadire che di tutte le macchine che ho elencato, continuo a pensare che sia la Z6 III quella più strategica e su cui dovrebbero essere accelerati i passi a tutta.
    La Z8 non è così fondamentale ...

    User Feedback

    Recommended Comments

    • Nikonlander Veterano

    Concordo in toto. La foto per giunta potrebbe benissimo essere uno stitching di più foto oppure, chissà, un pixel shift.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione

    Ottima analisi Mauro, la condivido escluso un piccolo particolare: secondo ma Z8 e Z7III sono la stessa macchina con lo stesso sensore, al 99% quello della Z9. Perché? Economie di scala ed il fatto che la tua idea di Z7III compete troppo con la Z6III a 33mpix con expeed 7.

    Vedremo chi indovina….

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander

    Per la Z6III (Sony non staked) miglioreranno l'AF specie in AF-C?  Per sua stessa natura non staked sara' sicuramente non prestante al 100% come la Z9 ma , almeno, miglioreranno  nel TRACKING in AUTO a meno fps. Mi sbaglio?

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    22 minuti fa, riccardo55 ha scritto:

    Per la Z6III (Sony non staked) miglioreranno l'AF specie in AF-C?  Per sua stessa natura non staked sara' sicuramente non prestante al 100% come la Z9 ma , almeno, miglioreranno  nel TRACKING in AUTO a meno fps. Mi sbaglio?

    Gli elementi che separano il complessivo risultato di una ammiraglia dalle macchine di livello inferiore sono sempre stati molti. Guardando al passato, D5 D500 e D850 sulla carta avrebbero dovuto avere le stesse prestazioni ma sul campo non era assolutamente così. Per cui è legittimo aspettarsi miglioramenti ma non aspettiamoci che una Z6III, che costerà meno di metà della Z9, ne possa uguagliare le prestazioni. Ovviamente migliorare rispetto alla Z6II si, ma niente miracoli. 

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander

    che la chiamino come vogliono, per me se facessero una versione della Z9 senza battery grip integrato, con qualche limitazione in termini di velocità legata alla differente batteria, credo che sarebbe interessante per molti...un operazione stile D3-D700

    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione


     

    1 ora fa, PiermarioPilloni ha scritto:

    per me se facessero una versione della Z9 senza battery grip integrato, con qualche limitazione in termini di velocità legata alla differente batteria, credo che sarebbe interessante per molti...un operazione stile D3-D700

    Quella versione della Z9 probabilmente costerebbe 4.000€, non 2.500 come la Z6III. I tempi sono cambiati, ma soprattutto i volumi di vendita. 
    La Z6III non avrà il sensore della Z9…

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Mauro, per come l'hai esposta sono quasi totalmente d'accordo. Concordo anche con Massimo sull'economia di scala: il sensore della Z9 è quello _ allo stato attuale, ed è ciò che più conta _  più moderno e automaticamente il più longevo e presumibilmente quello che reggerà maggiori aggiornamenti rispetto a tutti gli altri. Allora  vale la pena di utilizzarlo anche anche negli altri modelli FF, le prestazioni saranno diverse, presumo anche indirizzate a utilizzi specifici per ogni modello ma il grande vantaggio sarà mettere sul mercato fotocamere da non aggiornare troppo spesso perchè alla fine sostituire un modello solo perchè il sensore è datato diventerebbe un costo per vendere quanto?

    Sulle apsc invece penso che il sensore della D500 reggerà ancora un anno, forse due dopodichè vedremo un nuovo sensore dedicato alle tre "piccole"  e... Z50 II, Zfc II e Z30 II con qualcosina in più sulle prestazioni, senza esagerare per tenere il prezzo più o meno livellato in basso.

    Fatto questo per i prossimi quattro anni in NIkon ci si preoccuperà di lavorare sulla Z9s. Penso che dovranno solo togliere il prototipo dal cassetto e iniziare a provare qualche nuova idea.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    La Z9 II uscirà nel 2024. Perché ?
    Perché se io in settembre in 8 mesi arriverò a 400.000 scatti, un professionista dello sport, per il 2024 avrà passato i 3 milioni di scatti.
    Ok che non c'è l'otturatore, ma anche l'elettronica si usura.

    A parte queste battute vi porto la cronaca della concorrenza.

    Fujifilm ha da poco aggiornato la linea principale delle sue macchine mainstream.

    Ha lanciato la X-H2s che è la prima APS-C con sensore stacked a "bassa risoluzione" ma con processore moderno, autofocus evoluto con riconoscimento dei soggetti e 40 scatti al secondo.
    In questi giorni ha lanciato una seconda X-H2, ancora APS-C, ovviamente, con lo stesso corpo dell'ammiraglia ma con un sensore BSI (non stacked) da 40 megapixel per consentirle di girare video 8K30p interno (previo montaggio di ventolina sul dorso dove si piega il display mobile).
    Multiscatto da 20 botte che montate insieme col Pixel Shift danno una risoluzione priva di artefatti (in studio) da 160 megapixel.

    Queste due macchine hanno comandi stile Nikon Z.

    Le due macchine hanno prezzi simili, 2800 e 2400 euro. Cioé la gamma della Nikon Z6 e della Canon EOS R6 e della Sony a7 Mk IV sue concorrenti.

    A mesi uscirà una nuova una X-T5 con lo stesso sensore della X-H2 da 40 megapixel, stesso processore, presumibilmente senza video 8K ma autofocus evoluto con deep AI e riconoscimento dei soggetti.
    Comandi tipo Nikon Zfc. Prezzo forse meno di 2000 euro.

    Per dire che questo adesso, insieme alla Canon EOS R7 è il riferimento dell'APS-C e che anche Fujifilm ricicla i componenti per contenere le spese.
    Lo sviluppo di questi due nuovi sensori non sarà costato poco a Fujifilm e quindi andranno avanti ad usarli per anni, come fatto con il precedente sensore da 16 megapizze che noi avevamo sulla veneranda D7000.

    40 megapizze in formato APS-C equivalgono a 100 megapizze in FF. Cioé più di quanto serve per il 12K che invece il 67 megapixel di quell'improbabile bufala che tanti siti commerciali stanno contrabbandando come soluzione Nikon, non è plausibile.
    Dai 45 della Z7 si passerà verso i 90-100. 

    Che ci serva o meno.

    E' ovvio che Nikon stia ragionando e lavorando su una gamma interamente e profonda aggiornata di cui vedremo i frutti.
    Ma restando con i piedi per terra.

    Bambole, non ci sono soldi per fare tutti i sensori che servirebbero  per accontentare tutti !

    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    Il 8/9/2022 at 21:10, Massimo Vignoli ha scritto:

    Ottima analisi Mauro, la condivido escluso un piccolo particolare: secondo ma Z8 e Z7III sono la stessa macchina con lo stesso sensore, al 99% quello della Z9. Perché? Economie di scala ed il fatto che la tua idea di Z7III compete troppo con la Z6III a 33mpix con expeed 7.

    Vedremo chi indovina….

    Secondo me hanno ancora scorte del sensore della D850 da smaltire. Questo sensore può fare ancora molto per chi si contenta "di uno scatto solo"

    Ma la verità è che nessuno sa cosa ha intenzione di fare Nikon. Per questo dico che ogni voce che si sente è campata in aria.

    Concretamente, comunque è tutta questione di sensori e di processori.

    Una Z6 III con un sensore qualsiasi (da almeno 1/60'' di secondo di tempo di lettura) ma con l'Expeed 7 e l'autofocus stile Z9 già terrebbe bene il mercato.

    Ricordiamoci sempre che il tallone di Achille della Z6, a parte il processore, è la matrice dell'autofocus molto limitata in termini di punti effettivi di messa a fuoco, non simulati.
    Per Nikon questo si può migliorare solo con risoluzioni più elevate. Canon ha risolto raddoppiando i pixel e "sprecandone" la metà per il solo autofocus, Sony con un approccio ibrido.

    Ma senza dimenticare l'effetto moviola a mirino quando si passano i 5 fps.

    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...