Jump to content
  • Nikonland Admin
    Nikonland Admin

    Nikon Nikkor-Zoom preAI/AI/AI-s 180-600mm f/8 ED [1976/1983]

    ba7ba19c75325b68726eed7aaad7be2d.thumb.jpg.39992fe9468e6f82c308f678d504c9b4.jpg

    il glorioso arsenale degli obiettivi Nikkor al suo apice di splendore, circa 40 anni fa.
    Sulla destra, sopra ai teleconverter, tre zoom strettamente imparentati con meccanismo a pompa per il cambio focale.
    Dall'alto abbiamo il 180-600mm f/8 oggetto di questo articolo, poi il meno luminoso 200-600mm f/9,5 ed infine il portentoso 360-1200mm f11 che sembra - per focali e per struttura - il fratello duplicato del primo.

    Stiamo parlando di oggetti unici, prodotti per un periodo di tempo abbastanza limitato e non più replicati in epoca autofocus.

    In questo campo possiamo registrare l'unica incursione solo con l'onesto Nikkor 200-500/5.6 dell'ultima fase AF-S e niente altro.

    Ma si profila il lancio abbastanza imminente di un nuovo zoom di questa classe. Che potrebbe non essere l'ultimo della serie.
    Nikon in qualche modo con i suoi Nikkor Z vuole rifarsi a quel momento luminoso, quello della transizione tra AI e AI-s di oltre 40 anni fa.
    Anche se i progettisti attuali sono giovani, hanno studiato la storia di Nikon. Non c'è mai nulla di casuale nei numeri degli obiettivi Nikkor (cit. Max Aquila).

    ***

    Immagine2023-05-14075834.thumb.jpg.5c9f43ebf27fbede99108de6c1479c6e.jpg

    profilo quotato dell'obiettivo. 403 mm di lunghezza per uno zoom 600mm per l'epoca è una notevole prestazione.
    Il passo filtri di 95mm invece appare abbastanza generoso.
    Ma lo é l'intera struttura dell'obiettivo, costruito con dispendio di materiali come testimoniato dagli oltre 3.400 grammi di peso.

    Luminosità massima su tutte le focali : f/8
    Schema ottico in 18 elementi su 11 gruppi con due lenti ED
    Messa a fuoco minima : 250 cm
    Diaframma a 7 lamelle
    3400 grmmi, 105mmx394.5mm
    Filtro a vite da 95mm, paraluce tondo a vite modello HN-16
    Progettato per Nikon F, F2, Nikkormat (pre AI)

    Immagine2023-05-14081422.thumb.jpg.d8cfa3db004f1b9deeb0e86b12de96ba.jpg

    la versione del 1983, a standard AI-s, pesava 3600 grammi ed aveva il diaframma a 9 lamelle.
    Al 1996 era ancora elencato a catalogo anche se disponibile solo su ordine speciale.
    Veniva assicurata la compatibilità con i teleconverter (TC-14B per un 252-850mm f/11.2, TC-300/TC-301 per 360-1200mm f/16 in barba alla diffrazione)

    Foto dettagliate dell'obiettivo montato su una reflex digitale Nikon (courtesy Andy E)

    1.webp.0b2bb5b0eaf6c357fc8facf1e8111e63.webp 2.webp.93037255c88905ea4c8d0fc565cc15e4.webp

    3.webp.ce8fafb09b7b387a33201cf4df5253c0.webp 4.webp.a5bd32bd600146361e7d619aea4828b8.webp

    a testimonianza dell'incredibile livello costruttivo.

    Ulteriori dettagli strutturali dalla letteratura Nikon :

    180600mmEDoptic.jpg.19ad3f814da0b2555aba032fcec8ea6c.jpg

    l'obiettivo con sovrimpresso lo schema ottico

    180600mmEDpreAIopt.gif.4a2fc19d92ad8870f2afb992b13e335f.gif

    e ancora i disegni quotati con lo schema ottico.
    Tipico del tempo, l'ultima lente era addirittura a 14 cm dal piano focale.

    Nikkor180600mmf8Adorama1.jpg.0fa422cb765ae9a33452cae230cf7a1b.jpg

    la dotazione (guardate solo il tappo e l'astuccio : courtesy Mir)

    180600mmEDcompr.jpg.4fe3609858ad968bea28ceccc68a865a.jpg

    differenze tra la versione f/8 e quella precedente, non ED, f/9.5 con escursione 200-600mm

    2007_CSK_05144_0147_000(020829).jpg.837f2c9c92857fc443f39a2095607fc2.jpg

    un raro esemplare in eccellenti condizioni ad un'asta (Christie's).

     

    ***

    Il super teleobiettivo zoom Nikkor 180-600mm f/8.0 ED è un obiettivo davvero speciale. Ha un rapporto di zoom 3,3X, un design con zoom scorrevole "a pompa" liscio come la seta e ha un'estensione focale extra lunga con una qualità dell'immagine superlativa grazie all'uso di vetro ottico composto da terre rare nel suo design ottico. Questo incredibile obiettivo tele-zoom Nikkor è quasi uno stop più veloce del comparabile Non-Ai precedente e la sua apertura massima f/8.0 viene mantenuta per l'intera gamma di zoom. Un robusto collare per treppiede girevole a sbalzo incorporato a forma di L è stato progettato per un funzionamento bilanciato sul treppiede nelle posizioni; il collare del treppiede ruotabile a 360° facilita la gestione facile e veloce dell'obiettivo in qualsiasi condizione di ripresa verticale oppure orizzontale.

    Questo zoom Nikkor è stato tra le prime serie di teleobiettivi Nikkor a offrire il vetro ED nel suo design ottico per mitigare le aberrazioni ottiche, in particolare l'aberrazione cromatica che comunemente causa il degrado dell'immagine ottica quando la lunghezza focale supera i 300 mm e oltre. L'utilizzo del vetro ED nel suo design ha notevolmente migliorato le sue prestazioni ottiche : ciò ha reso possibile ottenere un contrasto e una resa cromatica incredibilmente elevati in una fotografia a così lunga portata.

    Introdotto intorno al 1974/5 insieme a un altro super telezoom Nikkor, lo Zoom-Nikkor 360-1200mm f/11 ED, al loro esordio, questi obiettivi  hanno offerto ai fotografi Nikon una buona alternativa per guardare alla flessibilità degli obiettivi zoom di alta qualità diversi da quelli offerti nella gamma dei teleobiettivi. 

    Prodotti in pochi esemplari, Nikon ha offerto ancora questi due tele-zoom originali Nikkor ED su ordinazione speciale fino alla fine degli anni '90.
    Adesso è raro trovarne uno in asta.

     

    catalogo d'epoca che evidenzia la differenza di proporzione (meno di 4 chili per il 180-600, quasi 9 chili per il 360-1200)

    annuario.jpg.4d345ef9c131e318812d6b811271de98.jpg

    il progetto ottico risale al 1970 e porta la firma di Soichi Nakamura, il mitico progettista dei superteleobiettivi Nikkor degli anni '70.
    L'introduzione del vetro ED aiutò alla realizzazione di doppietti e tripletti acromatici in grado di ridurre la dispersione dei tre colori primari.
    Erano costruiti alternando vetro ad alta rifrazione, vetro a bassa dispersione e vetro ED.

    I primi 180-800 f/8 furono prodotti con ancora il marchio Nippon Kogaku, poi sostituito da Nikkor. 

    Il vetro speciale arrivava da casa Schott (mondo Zeiss).

    L'impronta del marketing Nikon sul catalogo dell'epoca :

    "... la sua ampia copertura zoom che va dal teleobiettivo 13° 40' al super teleobiettivo 4°10'. L'uso di Extra-Low Dispersion (ED ) per una qualità dell'immagine eccezionale. Zoom combinato e anelli di messa a fuoco per una gestione rapida. Mette a fuoco fino a una distanza ravvicinata di 2,5 m. Collare per treppiede girevole a sbalzo incorporato per un funzionamento bilanciato del treppiede in formato verticale o orizzontale posizioni e fornito con copriobiettivo anteriore a vite da 95 mm e paraluce, tracolla e custodia rigida per obiettivo. Gli usi fotografici includono fotogiornalismo, sport, fauna selvatica e sfocature con lo zoom ... "

    Nikkor180600mmf8Adorama2.jpg.87e7f77534f7d2419750a362f8d3a7d9.jpg

    Zoom-NIKKOR * ED in questa immagine di un esemplare in vendita su Adorama.

    Per garantire le massime prestazioni dell'obiettivo e la massima qualità dell'immagine, questo zoom Nikkor è dotato di alcuni elementi dell'obiettivo del vetro ED originale di Nippon Kogaku. L'uso del vetro ED nel suo design mirava alla correzione completa dell'aberrazione cromatica attraverso una riduzione di circa il 90% dello spettro secondario nell'intero intervallo da 400 nm a 1000 rurn; di conseguenza, le immagini scattate con questo obiettivo possono fornire immagini eccezionalmente nitide, anche a tutta apertura, con l'ulteriore vantaggio che anche lo spostamento della messa a fuoco a infrarossi viene completamente eliminato. L'uso del processo di rivestimento dell'obiettivo NIC anche nei suoi elementi interni aiuta a garantire prestazioni elevate tenendo sotto controllo bagliori e immagini fantasma. Un'altra caratteristica eccezionale di questa ottica zoom è l'eccellente capacità di messa a fuoco ravvicinata e senza la necessità di un obiettivo supplementare ; questo Zoom-Nikkor può catturare soggetti fino a 2,5 m a tutte le lunghezze focali, anche a 600 mm.

    ***

    Concludendo, un progetto del 1970, prodotto in pochi esemplari destinati a pochi particolari fotografi (avifauna, wildlife, paparazzi), con il massimo degli accorgimenti consentiti dalla tecnologia ottica Nikon dell'epoca.

    Esattamente come ci aspettiamo dal prossimo imminente super-zoom Nikkor Z.

    ***

    Se questo articolo vi è sembrato utile mettete un like. A voi non costa nulla ma per noi fa una grande differenza per capire quali siano gli argomenti che i lettori trovano più interessanti.
    Non abbiate timore ad aggiungere i vostri commenti 

    User Feedback

    Recommended Comments

    • Administrator

    La cabala Nikon si manifesta non solamente nella gestione/non gestione dei numeri di serie delle fotocamere, fin dalle più antiche, ma anche e sopratutto nella scelta delle lunghezze focali in rapporto alle esigenze del formato/soggetto.

    Per fare un esempio, la focale da ritratto classica del formato leica era quella da 90mm così come è rimasta per quel marchio fin qui.

    Gli 85mm sono stati introdotti da Nikon sugli obiettivi che andavano sulle telemetro S, che di formato erano inizialmente 24x32, poi 24x34, prima di arrivare alla S2, la prima a formato pieno.

    Poi mantenuti per Tradizione (che in Nikon si sposa sempre all' Innovazione)

    Lo zoom in questione in questa reprise di Nikonland Magazine è uno dei più rari del catalogo di allora e ce ne sono davvero pochi esemplari in circolazione, per cui è difficile anche reperire materiale adeguato iconografico (il beneamato sito MIR, spesso oggetto della mia consultazione, appartenendo ad altra epoca informatica, non pubblicava altro che thumbnail...che spesso restano unici per documentazione.

    Vediamo di fare da ponte noi di Nikonland.it

     

    ci piacerebbe...

    • Like 1
    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Questo Nikkor 180-600/8 era un obiettivo esclusivo, costruito per pochi e in pochi esemplari, quando un 105/2.5 costava più di due stipendi medi.

    Oggi quelle prestazioni sono possibili anche con progetti meno ambiziosi e costruiti più in massa, come sembra dai presupposti che sarà il prossimo, atteso, super-zoom Nikkor Z 180-600mm f/x-y

    Che però nasce con le stesse prerogative e gli stessi scopi : servire fotografi di avifauna, wildlife (e paparazzi) come alternativa abbordabile al costosissimo tele 600/4 TC.

    Sono curiosissimo di vedere come sarà e di quali accorgimenti i progettisti Nikon avranno applicato.

    Ma a differenza di quello che all'epoca guardavo nel catalogo come oggetto esotico ed inavvicinabile, sarò tra i primi a perfezionare il preorder.
    Confidando che sarà a fuoco interno senza allungamenti imbarazzanti tra le focali.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Ma tornando all'obiettivo oggetto di questo articolo, è affascinante come in un'epoca in cui non esistevano nemmeno le calcolatrici elettroniche e gli ingegneri facevano i calcoli con le tavole stampate e i regoli di plastica, si potessero fare calcoli precisi dei materiali necessari per ottenere determinate prestazioni ottiche.

    Per chi ci capisce in campo ottico, segnalo l'articolo dedicato a questi zoom di Marco Cavina dove vengono affrontati i materiali e le loro prestazioni a monte dello schema ottico.

    Parliamo del 1970, 53 anni fa. Trovate chi aveva un'offerta di ottiche così. Nikon !

    s-l1600.thumb.jpg.317d9a06411938dab469d20c6f800c98.jpg

    l'ammiraglia Nikon del 1970 con il suo esposimetro elettronico (l'obiettivo ce l'ho anche io e lo uso con la Z9).

     

    • Like 4
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    3 ore fa, M&M ha scritto:

    Ma tornando all'obiettivo oggetto di questo articolo, è affascinante come in un'epoca in cui non esistevano nemmeno le calcolatrici elettroniche e gli ingegneri facevano i calcoli con le tavole stampate e i regoli di plastica, si potessero fare calcoli precisi dei materiali necessari per ottenere determinate prestazioni ottiche.

    Per chi ci capisce in campo ottico, segnalo l'articolo dedicato a questi zoom di Marco Cavina dove vengono affrontati i materiali e le loro prestazioni a monte dello schema ottico.

    Parliamo del 1970, 53 anni fa. Trovate chi aveva un'offerta di ottiche così. Nikon !

    s-l1600.thumb.jpg.317d9a06411938dab469d20c6f800c98.jpg

    l'ammiraglia Nikon del 1970 con il suo esposimetro elettronico (l'obiettivo ce l'ho anche io e lo uso con la Z9).

     

    com'era bella .... ma la ZOTTO non potevano farla così?? Un controfondello per montare la batteria Z9 e via :)

     

     

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    E magari aggiungiamo anche una Nikon F3 del 1983 con il suo motore MD4 (e qualche altro accessorio, come il fondello MK-1 selettore frequenza di scatto ed il dorso autostop MF-6B) con un obiettivo confacente all'epoca, ossia il Nikkor 400mm f/3,5 IF-ED aggiornato AiS proprio nel 1982, assistito da mirabolante mirino sportivo DA-2 con focusing screen D (quello solo a grana fine, adatto ai tele)

    00214052023-2023-05-1416-20-10(BR28S8)MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.1b3aa66a0b6fbd56d7a55ec377f1795d.JPG

    00114052023-2023-05-1416-19-07(BR28S8)MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.43adf6c58096d85e8f4e2a4e17a0737c.JPG

    Max Aquila nikonist private collection

     

    P.S.:
    F3 con 400/3,5 così configurata, sulla bilancia dice kg. 4,300
    Z9 con Z 400/4,5 oggi pesano kg. 3,000

    • Like 6
    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...