Jump to content

Lasciate un commento

Commenti e feedback sono fondamentali per indirizzare la redazione nella stesura degli articoli.
Lasciare un commento significa lasciare un segno del vostro passaggio, è un gesto nei confronti dell'autore, un segnale utile per gli articoli successivi.
Noi decidiamo le linee editoriali di Nikonland anche in base ai vostri commenti e feedback.
Non fate mancare il vostro apporto !

M&M M&M
  • M&M
    M&M

    Il meglio deve ancora venire

     

    Se non l'avete visto è un film divertente che abbandona il tema quando la faccenda si fa cruda. E poi anche se io sono un grande fan di Fabrice Luchini raramente resisto ad un film che non sia a lieto fine :)

    Ma a parte questo, prendo spunto dal titolo, non dalla vicenda, se non in parte (e in relazione, purtroppo, all'età anagrafica di molti di noi).

    ***

    E' un periodo che ho già vissuto. Siamo in una specie di età di mezzo, quasi una "seconda digitalizzazione". Almeno è quello che sento io.

    Come quando una quarantina di anni fa abbiamo lasciato i vinili (parlo di discografia, per chi almeno ama la musica e la ascoltava in analogico nel secolo scorso. So che c'è chi i vinili li adora ancora. Ma del resto il mondo è pieno di gente strana : c'è persino chi fotografa ancora con la pellicola !  :marameo:).
    E più o meno nello stesso modo, ma circa venti anni fa ci siamo messi a fotografare mezzo e mezzo, chi mantenendo la pellicola perchè in digitale non c'era altro che il mezzo formato APS-C, chi perchè ancora non ci credeva del tutto ed ha fatto il passettino con la compatta digitale. Qualcuno timidamente o incoscientemente digitalizzando gli scatti a pellicola per poi lavorarli al computer.

    Ma il passaggio importante nella musica registrata è avvenuto solo in questi anni con la smaterializzazione dei supporti e i servizi di streaming (o almeno di download della musica in formato HD).

    In fotografia tutto sommato le reflex digitali ci hanno messo a disposizione lo stesso strumento che avevamo a pellicola ma con un differente media sensibile dietro. Ma sempre lo stesso sistema quasi centenario, comandi, obiettivi, tutto uguale (a parte il display posteriore e la scheda di memoria).

    Le mirrorless in principio hanno proposto la stessa soluzione, sostituendo lo specchio con un sistema a monitor integrato, un televisorino che si frappone tra noi e la scena.
    Ma con il resto confortevolmente uguale a prima. Magari solo con una forma e un ingombro un pelino ridotto.

    Però smarcato il passaggio - per chi lo ha già fatto, per gli altri vedranno loro : nessuno è perfetto e si può vivere in eterno nel passato - solo adesso vediamo i frutti di questo nuovo modo di usufruire della macchina fotografica.
    L'autofocus a tutto frame ci ha finalmente liberato di quello centrato sui sensori delle reflex (o per chi è più vecchio tra noi, solo al centro con l'immagine spezzata tipica delle reflex manual focus).
    E quel monitorino che ci permette di vedere la scena non come è ma come sarà in fotografia, ha avviato molti di noi al definitivo controllo dell'esposizione con il proprio occhio e non tramite l'ascetica immaginazione dopo una concentrazione silenziosa "con la foto che si forma nella nostra mente, nel nostro cuore" ... nel nostro cu.. :marameo:

    Io adesso fotografo esclusivamente in manuale vero. Modificando la sensibilità di scatto con l'anello programmabile dei miei obiettivi S a seconda che voglia la scena più chiara o più scura.

    Ma il meglio deve ancora venire

    "Invecchia con me!
    Il meglio deve ancora venire, quell'ultima parte della vita, di cui la giovinezza è solo il preludio..."

    é l'incipit di Paria dei Cieli, di Isaac Asimov che poi è una citazione dal poeta londinese Robert Browning.

    E' quello che mi sembra mi voglia dire la Nikon Z9 ancora prima di uscire.
    Ci sarà nuova tecnologia che renderà obsoleto quello che abbiamo.
    E ci permetterà di fotografare meglio, più facilmente di come abbiamo fatto sinora.
    Con risultati migliori e meno fatica.
    Facendoci fare cose impensabili.

    nikon-z9.thumb.jpg.31f5c6317c6ea3bf3e0c7c0f17ca5a58.jpg

    Ovviamente non sarà appannaggio della sola Z9. Tutti i produttori stanno lavorando ai confini della tecnologia, sia in termini di autofocus (Sony ha pubblicato in questi giorni un white paper che per ora riguarda applicazioni da smartphone ma che possono essere impiegate anche sui sensori grandi delle fotocamere) che di Intelligenza Artificiale.
    Di esposizioni adattate per zone e di tutto quanto può essere "computato" direttamente in macchina anche prima di sederci poi al computer.

    La qualità degli obiettivi a tiraggio corto e gola larga è talmente superiore a quella proposta dal nostro vecchio attacco F che ogni nuova generazione di apparecchi mi lascia stupito.

    Credevo che il Nikkor Z 70-200/2.8 S avesse segnato un milestone ma il nuovo Z 105/2.8 S è qui per ricordarmi che il fuori campo Nikon l'ha già fatto con il 58/0.95, e che i teleobiettivi sono intrinsecamente più facili da portare a livelli inesplorati dai grandangolari e dagli zoom.

    Insomma, la faccio più breve.
    Quanto abbiamo visto sinora è solo l'aperitivo ("la giovinezza" della fotografia digitale), la tavola deve essere ancora imbandita.

    Stiamo invecchiando ma molti di noi non hanno ancora perso la passione per questi gingilli e l'appetito per fotografare.

    E persino la nuova Nikon Z fc, ben lungi dall'essere un surrogato del Viagra per soddisfare una improbabile amante ventenne, è una fotocamera da usare con soddisfazione.
    Senza immaginare che sia nostra moglie, oramai attempata, rivestita da Victoria's Secret ma nuova tecnologia al nostro servizio, benché con un bel visino che ci ricorda tanto Ornella Muti diciottenne ...

    378406699_Nikon_Zfc_1523.thumb.jpg.63f71acce973bba293f11deb48a94c0a.jpg

    Insomma, ci dice la Nikon Z fc, invecchia con me, il meglio deve venire e vedrai le mie sorelle e i miei fratelli.
    Pensate che Nikon ha progettato la Z fc per le signorine trentenni, non per gli anta come noi ... !

    Per tutto questo e perché sento ancora tutto l'entusiasmo possibile, io farò del mio meglio per esserci e per divertirmi con le mie Nikon e i miei Nikkor, a fare un fantastiliardo di fotografie più belle ancora di quanto non riesca adesso ad immaginare .

    E se non ci incroceremo con una Nikon nuova in mano, spero sia solo per colpa vostra !

    User Feedback

    Recommended Comments

    • Nikonlander Veterano

    Di esposizioni adattate per zone

    Quella sì che sarà una vera e propria rivoluzione. C'è qualcuno che la sta già testando o per il momento è più che altro teoria?

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Nikon per ora solo con un sensore da 1'' ma con 134db di dinamica

     

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    una Babele della comunicazione...

    In un ambito dove il mezzo dovrebbe essere qualcosa di certo e non di indefinibile, ed invece è in continua evoluzione da vent'anni in qua.

    Ieri mi ha chiamato un professionista di cerimonia che aveva saputo della mia intenzione di vendere la Z6II + MB perchè lui è sul punto di decidere se restare con Nikon o cambiare sistema.

    Lavora da anni con D3 (prossima ai 750k scatti e già al secondo otturatore) e D810, due soli obiettivi AFS e tutti gli altri AF-D, ossia privi di motore interno.

    In fase di ripresa commerciale dopo quasi due anni di devastazione/da/covid non è certo in grado di mettersi in mano quei dieci-quindici mila euro che gli servirebbero per integrare Z al suo corredo.

    • Perchè ha sentito dir bene del 50/1,2 Z e gli piacerebbe comprarlo (usa un 50/1,4 AFS Nikon)
    • Perchè deve cambiare il 70-200/2,8 visto che usa ancora un VR1... O.o (che è poi uno dei due AF-S che voleva riportare su Z)
    • non è mai transitato da Sigma Art e mi chiedeva cosa ne pensassi del Nikon 24-120 che un suo "amico" gli vantava, cercando di venderglielo insieme ad una D750

    Una persona ferrata nel suo lavoro, sicuramente inserita, ma che utilizza attrezzi di tre o quattro generazioni-Nikon-fa e la cui impossibilità di integrazione, neppure col magico FTZ, gli potrei mai consigliare, su di una macchina che, come la mia Z6II, vuole vedere principalmente ottiche nativeZ.

    Una Babele...che porta facilmente allo scoramento e a dire ... a questo punto se devo dismettere tutto, posso anche passare a sonycanonetc.

    Gli ho dato un consiglio per me retrogrado: di aspettare il riconsolidamento della sua posizione economica, per poi decidere in proposito, aggiungendo una terza reflex usata di generazione più vicina, spendendo non più di 5-600 euro, da affiancare alle sue due decrepite a scanso di improvvise dipartite delle altre due.

    Mi rendo conto che con la concessione che Nikon ci ha fatto, di poter continuare ad usare obiettivi vecchi su corpi nuovi, in pratica tutto il panorama delle AF e buona parte delle vecchie MF, non sempre ci siamo premuniti per evitare di commettere disastri.
    E poi lamentarci e minacciare di cambiare sistema.

    Un ostacolo mentale alla naturale evoluzione della specie...

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    10 minuti fa, Max Aquila ha scritto:

    [...] Un ostacolo mentale alla naturale evoluzione della specie...

    Ma se il meglio deve ancora venire, restare con "cose vecchie, già all'epoca nemmeno sto granché", mi sembra soltanto un non voler partecipare alla festa.
    Scelta sacrosanta ma certamente perdente giorno dopo giorno.

    Gli obiettivi AF erano già vecchi ad inizio di questo secolo. Adesso siamo nella terza decade.

    Il consiglio che gli hai dato è buono, saggio e ragionevole. Ma facilmente quello smetterà di fare quel lavoro se gli capita di trovare un'altra occupazione.
    Non credo che sia uno che si diverte - come noi - a fotografare. Non è vero ? :lingua:

    Forse forse un Megadap su una Z lo avrebbe sconvolto ?

    ...

    Se Jules Verne capitasse nel nostro tempo credi che si farebbe fare il ritratto con il lampo al manganesio oppure si metterebbe lui a fotografare le meraviglie del mondo ... con una Nikon Z di ultima generazione ? 

    :x1x:

     

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    No, purtroppo ritengo che ci sia un fossato ampio tra chi pratichi un mestiere per il motivo che è il suo e debba portare la pagnotta a casa ed i pochi fortunati che si permettano,invece, di divertircisi pure in quel mestiere.

    Ed una trincea, nel vero senso del termine, tra costoro tutti e noi che ci divertiamo e basta.

    Comanda il reddito, la in mezzo.

    Però capirete perchè diventi per me impossibile accettare consigli compromissorii da chi invece, quando si ritrovi nel guano, i consigli venga a chiederli a me, dopo essersi perso almeno sette puntate centrali della serie televisiva che sta seguendo...

    Chi segue Nikon, in realtà, si rende conto di aver avuto a disposizione anche il tempo Zen di meditare se fare l'acquisto in evoluzione del proprio corredo.

    Inutile stare a riempirsi la bocca dell'erba di qualsivoglia vicino: mica siamo capre, noi fotografi...  O no ?!!! :shhht:

    Link to comment
    Share on other sites


×
×
  • Create New...