Jump to content
  • Nikonland Admin
    Nikonland Admin

    Il Migliora Immagine di Adobe : I - Super Resolution (ingrandimento immagini)

    fanciullaFirefly.thumb.jpg.d4848ef93b771bd9e8dd780bab080f15.jpg

    fanciulla con gli occhi verdi il cui volto nasce dal marmo. Immagine generata con Adobe Firefly.
    Il formato originale è di 2304x1792 pixel. Ottimi per la presentazione, meno per l'uso editoriale su carta stampata.

    Che fare ?

    Possiamo semplicemente ingrandirla con Photoshop. L'algoritmo è flessibile e preciso e permette di ingrandire o rimpicciolire una immagine.
    Ma è "grezzo", non tiene conto della capacità di percezione umana e il risultato a volte può non soddisfare.
    Gli strumenti attuali però permettono di aggirare questo limite.

    fanciullaFirefly-Migliorato-SR.thumb.jpg.e56a0f9734a69ace197a67ce01cd6e0d.jpg
    Immagine ingrandita. Premere per vedere al 100%

    questo file è il precedente, portato a 4608x3584, sufficiente per la stampa a tutta pagina su Nikonland Magazine.

    image.thumb.png.b27cf51977365c1a05ab4b1d442c1d25.png
    nel riquadro davanti, l'immagine originale, sotto, quella ingrandita del 200% con tecniche "intelligenti"

    Abbiamo mantenuto lo stesso livello di nitidezza adattandolo per le dimensioni maggiorate, lasciando quel velo di grana introdotto in origine che, nella nostra percezione, consente di apprezzare un maggior dettaglio ... anche se questo dettaglio in realtà, magari non c'è.

    Ma come abbiamo fatto ?

    Il Migliora di Adobe

    Adobe ha introdotto una funzione "Migliora", attiva sia in Camera Raw che in Lightroom.
    Dietro ad un semplice comando di menù si nascondono tecniche operative che utilizzano tecnologia di Intelligenza Artificiale.
    In pratica non viene semplicemente ingrandita l'immagine scalandola linearmente verso la nuova dimensione ma vengono "creati" dettagli che ci consentono di apprezzarne "quasi" lo stesso tipo di dettaglio che nella versione originale di dimensioni più piccole.
    E' un trucco, ovviamente, ma visibilmente funziona.

    Possiamo partire da qualsiasi immagine, un jpg on un RAW ed ottenerne la versione ingrandita due volte. In pratica la larghezza risulterà raddoppiate e la risoluzione complessiva, quadruplicata.

    Vediamo questa immagine originale della Z8, qui in formato jpg originale

    Screenshot2024-02-24094935.thumb.jpg.6131e507ce13123194fee733ec376f11.jpg

    è uno scatto ad f/1.2 e ISO 500, 1/500'' da 8256x5504, cioé 45 megapixel.
    Solo il punto inquadrato è bene a fuoco, come ci si potrà immaginare, avendo usato il 50/1.2 tutto aperto.

    Ma noi vogliamo portare questa immagine a 180 megapixel, ovvero a 16512 x 11008 per esaltarne il dettaglio e stamparne un murale ...

    Screenshot2024-02-24094734.thumb.jpg.2182f6e0f6815a3b28c611889fe0b7e8.jpg

    ed ecco qua la parte centrale ingrandita al 100%.
    Ovviamente anche qui abbiamo regolato la nitidezza finale e mantenuto la grana generale per dare maggior materia all'immagine nel suo complesso.

    Pensate che sia complicato ?

    Nemmeno per idea.
    Vediamo come si fa dentro a Lightroom (ma con Adobe Camera Raw è praticamente la stessa cosa).

    Ovviamente si dovrà partire da una immagine il più nitida e ferma possibile. Fotografie mosse e poco nitide risulteranno amplificate nei loro difetti quando ingrandite. Naturale, no ?

    Immagine2024-02-24085726.thumb.jpg.dbacab392b0d24b6a54edb025982bab7.jpg

    Qui abbiamo Lorenza, Z8 e 135/1.8 Plena ad f/3.5

    Restando nello stesso modulo, selezioniamo nelle miniature la nostra fotografia e premiamo il tasto destro del mouse

    Immagine2024-02-24090012.thumb.jpg.e7a421ad5f108af8fc771f7c727febc3.jpg

    compare il solito menù a scomparsa di Lightroom.

    Premiamo il comando Migliora la cui scorciatoia da tastiera è Ctrl+Alt+I

    Immagine2024-02-24090209.thumb.jpg.ae76f082e2407279b6ba7cf2d2912a46.jpg

    dopo una breve preparazione appare una Anteprima che riporta diverse opzioni.

    La Riduzione disturbo (altrettanto interessante) la vedremo in un successivo articolo.
    Qui ci interessano i Dettagli raw e in particolare la Super Resolution.

    Nell'anteprima abbiamo selezionato una zona che riprende una parte dell'occhio. Lo vediamo già ingrandito 2x
    Premendo dentro con il mouse possiamo vedere come è attualmente :

    Immagine2024-02-24090234.thumb.jpg.c807aa381d5e77eb1e9df46660695b28.jpg

    l'incremento di dettaglio è evidente.

    Se siamo convinti, premiamo il tasto Migliora a destra.

    Immagine2024-02-24090234b.thumb.jpg.5a9da4fb82ff09ad3e75bd40aa6ced18.jpg

    in base alla potenza del nostro computer l'azione durerà qualche secondo in più o in meno, evidenziata da una barra di scorrimento in alto a sinistra, qui evidenziata con la freccia verde.

    Alla fine verrà creato un nuovo file in formato DNG che è l'effettivo ingrandimento. Adobe crea un nuovo file per non danneggiare l'originale che resta intatto, anche ai fini del confronto.
    E' utile ma non comodissimo. 
    Comunque, da questo momento ci sposteremo nel nuovo file DNG.

    image.thumb.jpeg.16775f4f3da63a7c153e491aeaa75812.jpeg

    il nuovo file si chiamerà come il precedente con l'aggiunta della parola Migliorato-SR e la terminazione .dng

    Immagine2024-02-24090619.thumb.jpg.3d91c11dd834f893087fc6d52cb53362.jpg

    ingrandiamo al 100%

    Immagine2024-02-24090714.thumb.jpg.053b8efc5162d953a35739fbb4f8fb7a.jpg

    e regoliamo la nitidezza al livello che ci convince di più, mascherando la parte non a fuoco (premendo il tasto Alt mentre si muove il cursore di Mascheratura si vedrà quale parte dell'immagine sarà effettivamente interessata dalla regolazione della nitidezza)

    Immagine2024-02-24091408.thumb.jpg.aafd8bf917db8408f20aeab994d3d29a.jpg

    a riprova delle dimensioni dell'immagine, qui abbiamo il file DNG aperto in Photoshop.
    Sono 16.512x11.008 pixel per oltre un gigabyte di occupazione su disco (file a 16 bit).

    Immagine2024-02-24091537.thumb.jpg.f03a7f2a2a2ec75075e57b6d0f76fccf.jpg

    salvando in TIFF potremo vedere le informazioni anche nella finestra dei dettagli della cartella di Windows.

    Ma come si diceva all'inizio, le "migliorie" saranno effettive solo ed esclusivamente se l'immagine iniziale è nitida e ferma.

    Immagine2024-02-24091648.thumb.jpg.6a737406bbf7928f7588795bb9d1855c.jpg

    qui abbiamo il dettaglio finale dell'occhio, applicando anche una certa miglioria in Photoshop a livello di passaggio tra i bordi dei pixel.
    Crediamo adeguata alla stampa ma in questo senso faremmo giudicare allo stampatore che conosce la sua attrezzatura meglio di noi.

    Proviamo con una immagine a più bassa risoluzione iniziale, una fotografia ripresa con la Zfc e il suo 16-50, colpo di flash per linearizzare ombre e dettagli.

    Immagine2024-02-24092803.thumb.jpg.69a4251b99f5ac33cd62123c7b5424d9.jpg

    è una bella Mazda MX-5 personalizzata, fotografata all'Autodromo Nazionale di Monza allo scorso MiMo.

    E' uno scatto da 20 megapixel ma a noi serve che arrivi a 80.

    Da Lightroom, procediamo come prima, selezioniamo l'immagine e dalla miniatura facciamo comparire il menù a scomparsa e selezioniamo Migliora.

    Immagine2024-02-24092829.thumb.jpg.9b2c697d95cc65a166cccf62f3826258.jpg

    l'anteprima ci mostrerà il risultato finale.

    Procediamo come sopra e creiamo il nuovo file DNG in Super Risoluzione.

    Immagine2024-02-24092949.thumb.jpg.8df4eef4af3c165d07f586242794d5fe.jpg

    Immagine2024-02-24093336.thumb.jpg.55e1eb153dbdec1dc107c022f48ca7f9.jpg

    qui riaperta in Photoshop

    Immagine2024-02-24093402.thumb.jpg.c467f81b73d9c9ff5f451f46f2d7527e.jpg

    calcolatrice alla mano, abbiamo 82,7 megapixel utili con cui fare ulteriori lavorazioni o avviare la stampa in grandissimo formato.

     

    Naturalmente esistono altri programmi e plugin in grado di aiutarci in queste operazioni. E resta il normale algoritmo di ingrandimento/riduzione di Photoshop che opera su basi lineari e non percettive con autoapprendimento come gli altri.
    Ma questo è gratuito ed è intelligente, restando dentro a Lightroom o ad Adobe Bridge senza dover imparare nulla di nuovo.

    Sono procedure automatiche ma l'occhio del fotografo è il giudice finale di questi procedimenti. In base alle necessità e al risultato atteso sceglieremo la via migliore, operando anche tutti gli interventi intermedi atti ad ottenere il risultato migliore.

    Noi usiamo queste tecniche correntemente per la realizzazione dei numeri di Nikonland Magazine, quando l'immagine di base non ci soddisfa ma ne vogliamo fare la copertina o la doppia pagina.
    O per le nostre stampe a risoluzione esagerata.

    Speriamo di avervi incuriositi se non vi siete mai avventurati in queste procedure.

    Nella prossima puntata ci occuperemo invece di Riduzione del Rumore e di recupero della nitidezza dopo quel processo.

    User Feedback

    Recommended Comments

    • Administrator

    Scatto con la Nikon Zf e i suoi miseri (:ph34r:24 megapixel ... 

    Immaginiamo di voler ricavare un ritratto stretto da una figura intera sul letto :

    ZFH_7671.thumb.jpg.c0f05f446a43c664c6ea59c9f42e0d2c.jpg

    50/1.2 @1.2, 1/500'', ISO 200

    1.thumb.jpg.12511de93421dc7765db1aac533f66f2.jpg

    dettaglio a monitor

    Super Resolution a 96 megapixel -> via Lightroom

    2.thumb.jpg.1803c05e74325182c207ba0f44c59373.jpg

    nitidezza adattata alla mutata risoluzione

    megaipercrop (immaginate che sia un passerosauro, non una bionda con gli occhi azzurri, così vi sentite più a vostro agio)

    ZFH_7671-Migliorato-SR-Modifica.thumb.jpg.9c28059ca8fc2376b061b7a469c475e2.jpg

    [ingrandire per vedere l'immagine reale al 100% : non è roba da telefonino]

    l'immagine ritagliata é di 3685x2457 pixel ovvero 9 megapixel, sufficienti per fare una pagina intera su Nikonland Magazine (lo dico per chi non stampa e non ha mai comprato/letto Nikonland Magazine)

    Quindi la pagina intera di una rivista patinata, partendo da un francobollo ricavato da una piccola parte di una immagine iniziale di "soli" 24 megapixel.

    Risparmio netto rispetto all'acquisto di una Fujifilm/Hasselblad da 100 megapixel, 7500 euro (ma loro un 50/1.2 non lo tengono ... ! e non hanno nemmeno il formato 3:2).

    Certo, avrei potuto avvicinarmi e fare il ritratto pieno oppure mettere un 135mm.
    Ma questo potrebbero farlo anche i fotocacciatori presenti online anziché parlare di cropponi :supermarameo:

     

    • Thanks 2
    • Haha 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    Il 26/2/2024 at 16:16, Cavallo 56 ha scritto:

    Ottimo, sapevo che Photoshop lo aveva ma non Lightroom grazie per l'ottima spiegazione.

    la tecnologia sottostante è la stessa.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander

    Premesso che a me piace la "fotografia" come risultato finale, una bella immagine è sempre quello che desidero ottenere, confesso però che sono anche amante dell'attrezzatura che serve a fotografare, ottiche e fotocamere fanno parte del piacere e temo il giorno in cui con uno smartphone riusciranno a stampare il paginone centrale di una rivista patinata! Già sono molti i "giornalisti di cronaca" che vedo usare il cellulare per illustrare i loro articoli.:(

    Edited by Castorino
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Probabilmente la pensavano allo stesso modo, a suo tempo, i fotografi con i banchi ottici nei confronti del 120 o del 35mm ;)

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Proviamo proprio con un francobollo ?
    Uno decisamente fuori corso così non ci possono accusare di voler fare riproduzioni fraudolente ...

    Immagine2024-03-14150340.thumb.jpg.612b77fcd08f777f60ac13c8f306d6e8.jpg

    in Photoshop, lo scatto originale della Nikon Z8 con il Nikkor Z 105/2.8 S ad f/8

    Immagine2024-03-14150702.thumb.jpg.1d055b6ab68654847cba6aed858f1a8f.jpg

    il naso dell'Imperatore d'Etiopia in originale

    e quello ingrandito con Super Resolution (operazione da un click e circa 20 secondi di elaborazione, quello che segue è il nuovo DNG a 16 bit creato : circa 1 gigabyte di file su disco)

    Immagine2024-03-14150721.thumb.jpg.02aba6d7b9d42df0915137f8fb058aec.jpg

     

    vediamo con il 50 centesimi

     

    Immagine2024-03-14150746.thumb.jpg.5050fbc7e2e1d1604ce51eb9307bca85.jpg

    originale

    Immagine2024-03-14150823.thumb.jpg.28b1c7c6a890d51a60074007ae3b4c07.jpg

    ingrandimento

    Immagine2024-03-14150917.thumb.jpg.70cc4f6fd3b8ec16c5772e0648510ad1.jpg

    ingrandimento del nome dell'autore

    Immagine2024-03-14151030.thumb.jpg.41e5a067b4ae1a95f8fe8d8379e60092.jpg

    file aperto in Photoshop, 16512x11008 (c'era un piccolo scarto per il ritaglio)

    quello che segue è il JPG relativo, circa 19 megabyte di file

    Z8X_9317-Migliorato-SR.thumb.jpg.62d628e4d926b9c4f401070146790279.jpg

     

    l'originale di partenza è un pezzo di filigrana di 90 anni fa di circa 42x21mm. Come si vede dall'annullo, utilizzato (29 marzo 1938).

    Qui non l'ho fatto ma vi ricordo che lo sharpening (Nitidezza) va adeguato in base alle dimensioni finali e allo scopo dell'ingrandimento.
    Per stamparlo dovrebbe essere decisamente superiore a quanto si vede così a monitor (il mio è un 4K).

    • Like 1
    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...