Jump to content
  • Max Aquila
    Max Aquila

    Sigma 17-70mm f/2.8-4 DC Macro Contemporary

      

    Un trans-normale per tutti  ;)                9d815cc9521a5cb5fa4ccfa475291c7d.gif.1120ca2f73ff3010b6cdd0427c286ed5.gif

    16 lenti in 14 gruppi delle quali:  

    asferiche   

    2 FLD (fluorite)  

    SLD (bassa dispersione)

     

    Immagine Allegata: 0079  _NDF7830 105 mm  1-250 sec a f - 16 Max Aquila photo (C).jpg 
     
    Uno zoom trans-normale, cioe' la cui escursione focale passi attraverso i 46 gradi di angolo di campo di un obiettivo standard, l'abbiamo di certo nella nostra borsa, essendo l'obiettivo comodo per eccellenza, in tutte le occasioni nelle quali si vada in giro attrezzati fotograficamente perche'...non si sa mai...
      Immagine Allegata: 0072  _NDF7789 105 mm  1-160 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg  
    Mtrading distributore in Italia per Sigma, ancora una volta molto gentilmente, ci mette a disposizione questo compatto Sigma DC, (ossia a copertura delle reflex APS-C), perche' ne ricaviamo le nostre impressioni d'uso.
    Appartiene alla linea Contemporary che, secondo gli intenti della casa Madre, vuole unire al pregio delle limitate dimensioni anche il traguardo ambito delle buone prestazioni ottiche, a fianco delle altre due linee di produzione, la ben conosciuta "Art" (che di peso e dimensioni non si cura proprio) e della altrettanto nuova linea "Sports" alla quale appartengono per il momento due zoom estremi come il 120-300/2.8 ed il 150-600/5-6.3 (quest'ultimo anche nella linea Contemporary, prossimamente oggetto di test qui su Nikonland, sempre grazie ad Mtrading)
     
    Immagine Allegata: 0070  _NDF7778 105 mm  1-250 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg 
     Caratteristica peculiare di questo zoom 4X, oltre alla compattezza dimensionale , e' la capacita' di scendere fino a 22cm di messa a fuoco minima, Immagine Allegata: 0074  _NDF7797 105 mm  1-1000 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpgImmagine Allegata: 0012  _DSC8630 70 mm  1-160 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg 
    il che, se e' gia' buona prestazione a 17mm lo proietta ad un Rapporto di Riproduzione 1:2,8 alla focale di 70mm, Immagine Allegata: 0014  _DSC8636 62 mm  1-160 sec a f - 11 Max Aquila photo (C).jpg (6,5cm di campo inquadrato sul lato lungo DX da 23,2mm)
    riuscendo pertanto a sfiorare il limite minimo della categoria Macro ben evidenziata nella sua stessa sigla.Immagine Allegata: 0013  _DSC8632 62 mm  1-800 sec a f - 5,6 Max Aquila photo (C).jpg 
     
    Strutturalmente si tratta di uno zoom bighiera con verso di rotazione delle ghiere opposto a quello cui siamo abituati sugli zoom Nikon, cosa che sulle prime puo' dare un certo senso di indecisione, nel quale il traguardo della leggerezza oltre alle compatte dimensioni alla focale minima (8cm dalla baionetta al filetto filtri, che si estendono fino a 12cm alla focale di 70mm),
    Immagine Allegata: 0075  _NDF7802 105 mm  1-800 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg Immagine Allegata: 0076  _NDF7804 105 mm  1-800 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg 
    viene raggiunto mediante l'uso di plastiche di buona qualita', TSC (thermally stable composite) migliori del semplice policarbonato, ma lontane davvero dalla sensazione di solidita' meccanica e materiale degli obiettivi Sigma serie Art.
    I risultanti 445 grammi di peso (senza tappi e paraluce) sono pertanto un ottimo risultato con una luminosita' relativa cosi' alta (f/2.8-4) per esempio nel paragone con un Nikon FX come il 24-85AFS, che pesa solo 458g, ma ha una gamma focale piu' limitata (il Sigma copre su DX un formato equivalente a un 24-105mm) ed e' mezzo diaframma meno luminoso su tutta la gamma.
     
    Ma i pregi rimarchevoli di questo zoom vanno ben oltre, concretizzandosi in un diaframma a nove lamelle, un motore di movimentazione autofocus HSM (Hyper Sonic Motor) davvero fulmineo e preciso, nonostante abbia fatto di tutto per metterlo in crisi (riuscendoci anche) ed uno stabilizzatore ottico (Sigma OS) che promette 4 stop di compensazioneImmagine Allegata: 0071  _NDF7783 105 mm  1-100 sec a f - 11 Max Aquila photo (C).jpg davvero efficiente in tutte le situazioni in cui l'ho messo alla prova.
     
    Il senso dell'appartenenza dell'azienda Sigma odierna si manifesta anche su questa serie di obiettivi con particolari resi ben evidenti come il marchio made in Japan sempre in bella vista, insieme alle incisioni delle sigle (non serigrafie cancellabili nel tempo) sia intorno alla lente frontale,Immagine Allegata: 0073  _NDF7791 105 mm  1-200 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg 
    sia addirittura sul paraluce a petalo in dotazione, efficace e ben costruito negli incastri all'obiettivo, non solo quando lo si innesti on action, ma anche quando lo si capovolga, in situazione di riposo,Immagine Allegata: 0077  _NDF7807 105 mm  1-200 sec a f - 16 Max Aquila photo (C).jpg 
    senza incertezza alcuna nell'invito, come invece avviene spesso con i paraluce marchiati Nikon (ma made in Taiwan...)
    Immagine Allegata: 0078  _NDF7822 105 mm  1-640 sec a f - 11 Max Aquila photo (C).jpg 
    D'altro canto, fin dai primi scatti del test, ho riscontrato due pecche "meccaniche" di questo zoom:
    -la tendenza (strana per un bighiera) se tenuto a testa in giu' di allentarsi verso la focale massima
    -la possibilita' frequente di interferire con le dita della mano sinistra sulla strettissima ghiera di messa a fuoco manuale (soli 8mm di larghezza), rallentando o impedendo addirittura il corretto funzionamento dell'AF.  Qui la ricerca della compattezza ha dovuto presentare un conticino da pagare !
     
    A parte queste due note negative, il funzionamento delle ghiere di questo zoom, sia per fulmineita' di messa a fuoco (stante anche la limitatissima escursione della relativa movimentazione), sia per comodita' di regolazione rapida della focale prescelta (grazie alla gomma morbida e di facile presa) mi ha subito predisposto ad una istintiva interattivita'.
     
    Ho usato questo Sigma con una Nikon D3200 da 24Mpx, con la quale ho scattato la meta' del migliaio di files nei giorni di agosto in cui ho realizzato questo test, mentre l'altra meta' sono stati scattati con la mia Nikon Df per sfruttare al meglio dei suoi pixel in condizioni di luce difficile con un migliore rapporto S/N

     

      Zoom or not zoom...?

    Cominciamo col dire che un obiettivo zoom serve nella maggior parte dei casi a rifilare il soggetto all'interno dell'inquadratura ideale che stiamo immaginando e creiamo appunto...zoomando.
    Vale a dire tutto il contrario della teoria del fotografo tipo che, con il suo obiettivo a focale fissa, si affanna a fare due passettini avanti ed uno indietro, mezzo di lato, per poi flettersi o al contrario, allungarsi, sulle gambe per realizzare il suo scopo, solitamente tra l'ilarita' dei presenti.
     
    Uno zoom e' quindi una scelta in controtendenza, mirante alla comodita' di utilizzo, quella che con questo Sigma 17-70, equivalente sul formato pieno ad un 24-105, ci consente di scattare alla minima focale una foto cosi' Immagine Allegata: 0006  _DSC8598 17 mm  1-320 sec a f - 5,6 Max Aquila photo (C).jpg 
    per poi, immediatamente dopo, ruotandoci di 180 gradi alle nostre spalle, scattare alla focale massima inquadrando altro genere di soggetto
    Immagine Allegata: 0005  _DSC8596 70 mm  1-200 sec a f - 5,6 Max Aquila photo (C).jpg 
     
    Ma il principale assillo degli utilizzatori di uno zoom e' di solito la sua scarsa luminosita' massima, che in determinate condizioni non permette di utilizzare tempi veloci di esposizione o di staccare il soggetto dallo sfondo.
    Bene, questo Sigma 17-70 e' accreditato di una luminosita' massima molto vicina a quella di zoom dal costo anche quintuplo, rispetto i 430 euro circa che servono per appropriarsene, 
    Immagine Allegata: 0001  _DSC8578 17 mm  1-400 sec a f - 2,8 Max Aquila photo (C).jpg 
    il cui scotto, alla focale minima e' di certo una discreta vignettatura ai bordi del fotogramma che di norma non impensierisce gli utenti target per questo obiettivo, che anzi magari la utilizzano  creativamente Immagine Allegata: 0002  _DSC8582 20 mm  1-3200 sec a f - 2,8 Max Aquila photo (C).jpg 
     
    il rimedio piu' consono, prima ancora della correzione in postproduzione, sta nella possibilita', diaframmando, di eliminare del tutto il problema
    Immagine Allegata: 0003  _DSC8584 17 mm  1-4000 sec a f - 2,8 Max Aquila photo (C).jpg (f/2,8)


    Immagine Allegata: 0004  _DSC8586 17 mm  1-1600 sec a f - 5,6 Max Aquila photo (C).jpg (f/5,6)


    Immagine Allegata: 0007  _DSC8600 17 mm  1-500 sec a f - 2,8 Max Aquila photo (C).jpg (f/2,8)


    Immagine Allegata: 0008  _DSC8603 17 mm  1-20 sec a f - 16 Max Aquila photo (C).jpg (f/16)


    Immagine Allegata: 0036  _DSC8821 17 mm  1-2500 sec a f - 2,8 Max Aquila photo (C).jpg (f/2,8)


    Immagine Allegata: 0037  _DSC8823 17 mm  1-320 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg (f/8)


     
    Certamente affascinante, specie per un neofita, la possibilita' creativa che uno zoom f/2,8 possa concedere, giocando con i piani prospettici e la messa a fuoco Immagine Allegata: 0034  _DSC8808 20 mm  1-2000 sec a f - 2,8 Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 0035  _DSC8817 20 mm  1-2500 sec a f - 2,8 Max Aquila photo (C).jpg 
     
    A proposito di prospettiva, altro cruccio fisiologico degli zoom sono le distorsioni tipiche:
    nemmeno questo Sigma sfugge alla regola, passando da una abbastanza sensibile distorsione a barilotto a 17mm 

    Immagine Allegata: 0015  _DSC8638 17 mm  1-1600 sec a f - 2,8 Max Aquila photo (C).jpg            Immagine Allegata: 0018  _DSC8641 17 mm  1-4000 sec a f - 2,8 Max Aquila photo (C).jpg 


     
    ad una lieve distorsione a cuscinetto gia' a 35mm Immagine Allegata: 0016  _DSC8639 34 mm  1-1000 sec a f - 3,3 Max Aquila photo (C).jpg  


    che si acuisce naturalmente alla massima focale Immagine Allegata: 0017  _DSC8640 70 mm  1-800 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg 

     

    Immagine Allegata: 0019  _DSC8643 70 mm  1-640 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg 
     
    oltre alle distorsioni prospettiche ingenerate alla focale minima, ovviamente, Immagine Allegata: 0022  _DSC8656 17 mm  1-500 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg 


    se non si tengano macchina ed obiettivo in bollaImmagine Allegata: 0020  _DSC8647 17 mm  1-400 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg 


     Immagine Allegata: 0069  _NDF7766 20 mm  1-80 sec a f - 2,8 Max Aquila photo (C).jpg

    E allora...zoom !!!

    Ma a parte gli esperimenti per dimostrare i difetti che, come detto, sono propri di tutti gli obiettivi a focale variabile, vediamo invece quali siano i campi nei quali eccelle questo zoom Sigma, accreditato nonostante il suo costo medio-basso di uno schema ottico sontuoso, arricchito da ben sei elementi speciali delle 16 lenti di cui e' composto.
    Normalmente uno zoom trans-standard si usa per fotografare proprio di tutto:
    dalle vedute piu' o meno allargate, sfruttando la quota grandangolare del suo range di focali,
    Immagine Allegata: 0052  _DSC9004 17 mm  1-2500 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg 17mm


    Immagine Allegata: 0031  _DSC8746 17 mm  1-400 sec a f - 5,0 Max Aquila photo (C).jpg 17mm


    Immagine Allegata: 0029  _DSC8731 20 mm  1-500 sec a f - 11 Max Aquila photo (C).jpg 20mm


    Immagine Allegata: 0030  _DSC8734 24 mm  1-1250 sec a f - 5,6 Max Aquila photo (C).jpg 24mm


    Immagine Allegata: 0033  _DSC8768 24 mm  1-2500 sec a f - 3,5 Max Aquila photo (C).jpg 24mm
     
    a quelle piu' vicine allo standard dell'angolo di visione tipico dell'occhio umano
    Immagine Allegata: 0032  _DSC8762 26 mm  1-500 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg            Immagine Allegata: 0053  _DSC9011 38 mm  1-125 sec a f - 5,6 Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 0051  _DSC8988 31 mm  1-125 sec a f - 5,6 Max Aquila photo (C).jpg            Immagine Allegata: 0060  _NDF7290 52 mm  1-30 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 0054  _NDF6785 70 mm  1-640 sec a f - 5,6 Max Aquila photo (C).jpg 


     
    sia stringendo l'inquadratura su soggetti simili Immagine Allegata: 0026  _DSC8673 31 mm  1-400 sec a f - 5,6 Max Aquila photo (C).jpg 


    ma dal senso che diviene differente, solamente variando la focale e l'orientamentoImmagine Allegata: 0027  _DSC8676 70 mm  1-60 sec a f - 11 Max Aquila photo (C).jpg

     

    Certamente lo street ed il reportage sono un suo campo di elezione


    Immagine Allegata: 0011  _DSC8626 22 mm  1-4000 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg 


    peraltro grazie anche alla notevole capacita' di lettura nelle ombre, che insieme alla buona qualita' del sensore della macchinaImmagine Allegata: 0009  _DSC8619 20 mm  1-500 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg 


    e' certamente coadiuvata dai tre elementi a bassa dispersione dello schema ottico di questo 17-70 DCImmagine Allegata: 0010  _DSC8622 34 mm  1-200 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg 


     
    Anche nelle immagini di soggetti in rapido movimento,
    Immagine Allegata: 0024  _DSC8662 17 mm  1-320 sec a f - 11 Max Aquila photo (C).jpg Immagine Allegata: 0025  _DSC8664 17 mm  1-250 sec a f - 11 Max Aquila photo (C).jpg 
    non soltanto grazie all'efficienza del motore HSM, velocissimo e senza tentennamenti, ma in buona parte anche per le compattissime dimensioni che con reflex leggere come le due utilizzate in questo test, fanno di zoom come questo necessario complemento


    Immagine Allegata: 0038  _DSC8850 70 mm  1-2500 sec a f - 6,3 Max Aquila photo (C).jpg Immagine Allegata: 0039  _DSC8853 70 mm  1-2500 sec a f - 6,3 Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 0040  _DSC8858 70 mm  1-2500 sec a f - 6,3 Max Aquila photo (C).jpg 


    Immagine Allegata: 0041  _DSC8876 70 mm  1-3200 sec a f - 6,3 Max Aquila photo (C).jpg anche in una macchina semplificata come la D3200 con impostazioni di AF-C  a ricerca automatica del soggetto 

    Immagine Allegata: 0042  _DSC8878 70 mm  1-3200 sec a f - 6,3 Max Aquila photo (C).jpg

     

    Ma un capitolo a parte del test di questo obiettivo e' decisamente quello relativo al close-up e alla macro che, con diversi artifici, si possono praticare con risultati di eccellenza per un obiettivo a focale variabile, teoricamente non ideale allo scopo.


    Invece, se devo dirla tutta, il Sigma 17-70mm Contemporary mi ha stregato proprio per le capacita' che manifesta indipendentemente dal...manico di chi lo impugni  :marameo:
     
    Partendo da distanze medie alla sua focale di 70mm, ottimizzata allo scopo, prevalentemente scattando a fiori ed insetti
    Immagine Allegata: 0043  _DSC8914 70 mm  1-2000 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg     Immagine Allegata: 0064  _NDF7364 70 mm  1-500 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 0065  _NDF7372 70 mm  1-500 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg     Immagine Allegata: 0061  _NDF7305 70 mm  1-500 sec a f - 7,1 Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 0045  _DSC8924 70 mm  1-640 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg 
    l'intensita' dei colori e la nitidezza gia' a monitor dei soggetti inquadrati, porta a spingersi oltre


    Immagine Allegata: 0044  _DSC8916 70 mm  1-500 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg                   Immagine Allegata: 0049  _DSC8949 52 mm  1-4000 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg 


    usando luci ed ombreImmagine Allegata: 0050  _DSC8954 70 mm  1-640 sec a f - 11 Max Aquila photo (C).jpg 


    diaframmi e profondita' di campoImmagine Allegata: 0047  _DSC8937 70 mm  1-2000 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg      Immagine Allegata: 0046  _DSC8936 70 mm  1-320 sec a f - 11 Max Aquila photo (C).jpg 
     
    e continuando ad "osare" con l'interposizione di un semplice tubo automatico di prolunga da 12mm, per raggiungere RR maggiori del massimo disponibile sull'ottica (1:2,8) 
    Immagine Allegata: 0066  _NDF7381 70 mm  1-500 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 0068  _NDF7449 70 mm  1-500 sec a f - 9,0 Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 0062  _NDF7324 70 mm  1-500 sec a f - 10 Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 0067  _NDF7428 70 mm  1-500 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 0063  _NDF7359 70 mm  1-500 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg 
    il cui uso comporta decisamente l'impossibilita' di usare il paraluce in dotazione, stante la ridottissima distanza di lavoro utile (gia' di base di soli 5cm tra soggetto e lente frontale)

     

    Oltre ogni ostacolo...

     

    Per ultimo, l'esperimento (riuscito) dell'utilizzo del Sigma 17-70 sulla Nikon Df, durante un concerto di Mario Biondi,
    Immagine Allegata: 0059  _NDF7256 17 mm  1-400 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg 
    in posizione davvero arretrata, usando la macchina  in Live View, Modo M, f/4 e tempi variabili tra 1/125" e 1/400" grazie ad ISO Auto fino a ISO5000, 

    Immagine Allegata: 0056  _NDF6839 52 mm  1-200 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 0057  _NDF6881 52 mm  1-400 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 0058  _NDF6972 70 mm  1-400 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg 


    mettendo a dura prova l'HSM dell'obiettivo che, vincolato al basico AF del Live View finalmente sono riuscito a mandare in tilt, facendogli mettere a fuoco sui flares bestiali dei fari in controluceImmagine Allegata: 0055  _NDF6831 40 mm  1-160 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg   :brindanodiavoletti:

     

    In conclusione:


    le qualita' costruttive e dinamiche di questo zoom ne fanno a mio parere un obiettivo a cui le case madri principali debbano ispirarsi al fine dell'ottenimento di simili caratteristiche principali e complementari, ma anche in funzione al suo contenuto prezzo di acquisto .
    L'assenza di flares in controluce, la gradualita' dei contrasti cromatici ottenibili solo sovra e sottoesponendo on camera, la qualita' dei colori e la loro modulabilita', insieme a tante altre qualita' che dovrebbero trasparire dalle foto allegate, mi hanno fatto divertire nell'utilizzo di questo obiettivo zoom che spero replicato in un Contemporary anche in formato FX.
    Tanto dagli Art siamo gia' viziati... :post-515-1140593913:
     
    Pregi:
    - Nitidezza e contrasto :a200:
    - Velocita' e precisione del motore HSM :ibf_thumbup:
    - Efficacia dello stabilizzatore :coniglietto:
    - Prestazioni a distanza ravvicinata :banana:  :banana:  :banana:
    - Prezzo, dimensioni e peso al di sotto della media :)
     
    Difetti:
     
    - Ghiera MF troppo piccola e non frizionata :huh:
    - Ghiera della focale che tende a ruotare se l'obiettivo viene tenuto a testa in giu' :specchio:
    - Distorsione ottica un po' elevata a 17mm, ma correggibile :glare:
     
    Immagine Allegata: 0400  _DSC8830 17 mm  1-500 sec a f - 5,6 Max Aquila photo (C).jpg        Immagine Allegata: 0400  _DSC8713 40 mm  1-15 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg 

     

    Immagine Allegata: 0400  _DSC8706 70 mm  1-50 sec a f - 4,0 Max Aquila photo (C).jpg         Immagine Allegata: 0400  _NDF7431 70 mm  1-500 sec a f - 8,0 Max Aquila photo (C).jpg 

     

    Immagine Allegata: 0400  _DSC9023 70 mm  1-500 sec a f - 4,5 Max Aquila photo (C).jpg 


     
    Insomma, grazie Sigma per questo ottimo zoom: this is what you are Immagine Allegata: 0400  _NDF7063 70 mm  1-1000 sec a f - 5,0 Max Aquila photo (C).jpg 


     
    Max Aquila © per Nikonland 2015
     
    Nikonland ringrazia Mtrading Srl per averci concesso questo obiettivo in visione
    Immagine Allegata: mtrading.jpg 

     



    User Feedback

    Recommended Comments

    La scorsa settimana sono riuscito a "beccare" un esemplare, ben messo, dal noto venditore di giocattoli jappo di Milano. Ieri ho fatto un primo giro con corpi DX in una Milano piovosa e scura.

    Confermo l'ottima presentazione-test di Max: nitido, veloce, ben stabilizzato. Un ottimo compagno per street d'assalto o turismo.

    :bravo:

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    pensa che in attesa di un secondo corpo Z, per non restare con una sola fotocamera, ho preso su ebay una D7100 d'annata (con l'apostrofo) e le ho associato due obiettivi: uno dei quali è il 17-70 C 

    Perchè a ben quattro anni dalla pubblicazione di questo test, ritengo sia un obiettivo economico ma dalle prestazioni adeguate alle attese di chi desideri uno zoom base tuttofare di formato APS-C

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    8 ore fa, Max Aquila dice:

    Perchè a ben quattro anni dalla pubblicazione di questo test, ritengo sia un obiettivo economico ma dalle prestazioni adeguate alle attese di chi desideri uno zoom base tuttofare di formato APS-C

    Assolutamente d'accordo. L'ho usato con piena soddisfazione fino a pochi giorni fa, quando ho  preso la Z 6 con il 24-70 S. Anche per foto di lavoro come il materiale per le tesi di Laurea.

     

     

    • Like 1
    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Ad esempio (non l'ho inserita prima perchè ero su  un  altro PC dove non avevo le foto):

     D500,  SIGMA 17-70mm, focale 38mm f8 1/100s 640 ISO (fondo nero aggiunto in pp).

    webspecimen.thumb.jpg.ffbd90409697b6274d52f1dd8ea413f2.jpg

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites


    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...