Jump to content
  • Bilbo
    Bilbo

    Nikon D7500 : io non ho paura ! (test/prova)

    Sign in to follow this  

    Materiale ricevuto in visione dal distributore ufficiale italiano che è stato restituito a fine test.

    Al momento della sua presentazione, la Nikon D7500 ha suscitato perplessità.
    Più per le sue mancanze o presunte tali che per le sue peculiarità.
    Anche io, lo ammetto, nei primi giorni ho provato un pò di sorpresa.
     
    Avevamo tutti in mente le ottime caratteristiche delle precedenti D7100 e D7200 e non abbiamo considerato che intanto era uscita la Nikon D500.
     
    A mente fredda e più razionalmente, il riposizionamento dei modelli della gamma di reflex DX di Nikon ha una sua logica ben precisa.
     
    Per anni Nikon ha "resistito" alla tentazione di rinnovare la vecchia D300/D300s con un modello di fascia realmente professionale.
    E quindi le Nikon D7X00 hanno in larga parte ricoperto quel ruolo, inglobando caratteristiche di cui generalmente i modelli amatoriali non necessitano.
    Come il battery-grip o il doppio sloto di memoria.
     
    L'uscita della D500 ha colmato quel vuoto e quindi è corretto per Nikon differenziare i due modelli di fascia alta tra loro anche per peculiarità che in molti raramente apprezzeranno.
     
    Immagine Allegata: D8X_3879.jpg
     
    Al di là dell'aspetto economico, spesso chi acquista una reflex DX lo fa perchè è meno impegnativa, sia per dimensioni che per pesi. Lato corpo e lato ottiche.
    L'amatore raramente riempie una singola scheda di memoria, e in caso, la sostituisce.
     
    Eppure ci sono fotocamere amatoriali di fascia altissima - penso alla Leica M - che hanno un solo slot di memoria, invariabilmente UHS-I, che giace nello stesso vano della batteria.
    Come nelle compatte !
     
    Perchè criticare Nikon se propone un prodotto come la D7500 senza i due slot di memoria ? Soltanto perchè prima lo faceva. Ma molti di noi l'hanno sfruttato esclusivamente perchè ... la D500, prima non c'era.
     
    Io stesso, adottata la D500 non trovo più interesse per questa intera categoria di macchine (parlo delle DX amatoriali). Non perchè siano scadenti, ma perchè per caratteristiche non fanno per me (lo stesso vale per le FX).
    Ma Nikon ha in catalogo quello che mi serve, adesso.
     
    Stesso identico discorso per il battery-grip. Per l'amatore è un obbrobrio inguardabile.
    Per chi fa 10.000 scatti in autodromo con un teleobiettivo pesante, una necessità.
     
    E infatti la D500 lo offre e con la possibilità - negata a D7100 e D7200 - di inserire la stessa batteria professionale della Nikon D5.
     
    Insomma, questioni di posizionamento nel listino e di target di cliente.
     
    Tutto questo però ha eclissato la tecnologia che Nikon ha inserito nella nuova D7500 e che la distaccano dalle precedenti.
     
    - il sensore della D500 - oltre alle sue prestazioni intrinseche - le hanno fatto ereditare una velocità operativa inedita per questa categoria di macchine.
    Adesso il buffer della D7500, pur in unione ad una sola scheda di memoria SD di tipo UHS-I, consente di scattare praticamente in continuo
    - con una cadenza di 8 scatti al secondo, una prestazione eccezionale per una macchina di questo segmento
    - il display posteriore è enorme se rapportato al corpo, é chiarissimo, definito ed ha una implementazione di touch-screen che certe blasonate mirrorless di fascia alta non hanno.
    - il video è stato allineato alle migliori macchine Nikon. E seppure non è allo stato dell'arte del mercato ... ricordiamoci che stiamo sempre parlando di una macchina amatoriale, pensata principalmente per le immagini ferme.
    Il professionista del video ha a disposizione ben altri strumenti per il suo lavoro ...
    - l'autofocus sostanzialmente allineato a quello della precedente ammiraglia Nikon, la D4s, un sistema che pur non apparentemente sofisticato, è invece praticamente infallibile sia per soggetti fermi che in movimento (e, fidatevi, questa non è una cosa così scontata, anche per modelli della concorrenza da 7-8000 euro solo corpo ....).
     
    Insomma, nel complesso ho trovato la nuova Nikon D7500 una macchina molto "competente", in grado di soddisfare qualunque fotografo che non abbia esigenze spiccatamente professionali. E, per sfortuna di Nikon, di soddisfarlo in linea pressocchè definitiva, escludendo che debba cambiare in futuro se non mutano in maniera rivoluzionaria le sue esigenze ;)
     
    Pur non specializzata in settori specifici della fotografia (come invece sono, certamente, D5, D500 e D810/D850), può eccellere in tutto, seguendo il fotografo nella sua evoluzione.
     
    Le mancherebbero solo due cose secondo me, per essere, perfetta :
     
    - un autofocus in live-view come certe mirrorless o come le ultimissime reflex Canon, perchè quello Nikon è ancora piuttosto primitivo
    - un corredo di ottiche DX tagliate esattamente per la D7500, compatte, leggere, valide ed economiche, che vada oltre il comune zoom amatoriale e consenta al sensore e all'elettronica della macchina di dare il meglio di se. Sto pensando a fissi luminosi, tipo un 16/2, un 24/2, 105/2, non obiettivi full-frame forzatamente adattati al formato piccolo ma obiettivi pensati per il formato piccolo e che ne sfruttino al meglio le qualità in modo coerente con lo scopo di avere sistemi compatti, leggeri e più economici di quelli full-frame.
     
    Il nuovo Nikon 10-20mm (in prova qui) va in questa direzione ma ci sarebbe tanto altro da proporre.
    Ne avrebbero vantaggio le fotografie dei clienti Nikon, sino ad oggi troppo legate al modello consumer Nikon che prevede per questa categoria di machine solo zoom consumer, tipo i vari 18-XXX, e naturalmente il conto economico di Nikon, oggi troppo frenato dall'eccessivo salto di prezzo con le ottiche full-frame.
    Perchè, al di là dell'effetto novità, che attrae i nikonisti verso certe mirrorless (tipo le Fujifilm) é proprio la disponibilità di un corredo moderno, accattivante, pensato proprio per quelle camere e non adattato da una categoria superiore, con prezzi e dimensioni sproporzionati.
     
    Mentre in quanto a corpo, la Nikon D7500 non ha paura di nessun confronto, e a me ha suscitato subito tanto più amore della pur bella D7200 !
     
    Come è fatta
     
    La Nikon D7500 ha un corpo analogo per disposizione e comandi, a quello della Nikon D750 ed in linea con le precedenti D7X00 da cui si differenzia per la presenza del display LCD posteriore mobile.
     
    Immagine Allegata: D8X_3881.jpg
    Immagine Allegata: D8X_3882.jpg
    Immagine Allegata: D8X_3883.jpg
     
    in verità c'è anche un'altra differenza che la allinea alle macchine della generazione 5, il pulsante ISO non è più sul dorso posteriore ma è a portata di ... indice, vicino al pulsante di scatto.
    Io lo trovo comodissima ma certamente sulle prime ci si deve abituare.
    Immagine Allegata: D8X_3884.jpg
     
    resta invariato il selettore delle modalità di funzionamento, sulla calottina a sinistra, che presenta anche le usuali (per questa categoria di macchine) funzioni completamente automatiche o semi-automatiche di scene preimpostate. Gli effetti e le modalità programmabili dall'utente U1 e U2.
    Chi viene da un modello precedente credo che si abituerà al volo.
    E chi conosce i corpi full-frame tipo D600 e D750 si troverà come a casa.
    Immagine Allegata: D8X_3885.jpg
    Immagine Allegata: D8X_3886.jpg
    Immagine Allegata: D8X_3887.jpg
     
    andando al posteriore, il corpo leggermente più snello mette in risalto il bel display mobile che in proporzione sembra un televisorone da 50 pollici.
    Chiaro, nitido, si muove verso l'alto e verso il basso ed incorpora funzionalità di controllo touch per quanto riguarda la visualizzazione delle immagini, l'ingrandimento e lo spostamento del punto di visione e, in live-view, del punto di messa a fuoco con lo scatto direttamente a portata di indice.
     
    Il funzionamento è molto veloce, senza incertezze.
    Un display della massima qualità che nulla ha da invidiare a quello delle categorie superiori, anche full-frame.
     
    Immagine Allegata: D8X_3888.jpg
     
    il fondello ha la marcatura Made in Thailand. La madrevite per il treppiedi è ben dimensionata. Mancano, ovviamente, le contattiere per il battery-grip, non previsto.
     
    Immagine Allegata: D8X_3889.jpg
     
    con la Nikon D7500 arriva un nuovo modello di batteria, la EN-EL15a, che apparentemente ha le stesse caratteristiche del modello precedente ma è in colore grigio chiaro.
    Può essere che il cambio di codifica si sia reso necessario per evidenziare un cambio di processo industriale (ricordo che in occasione del lancio della D500 ci fu un richiamo da parte di Nikon di batterie incompatibili prodotte negli anni precedenti).
     
    In ogni caso, io, in un uso normale, non mi sono accorto di differenze di funzionamento.
    Con 500-600 scatti, ho letto una carica residua di circa l'85% a conferma di caratteristiche più che adeguate alla macchina.
     
    Immagine Allegata: D8X_3890.jpg
    Immagine Allegata: D8X_3893.jpg
     
    il nuovo Nikon AF-P 10-20mm davanti alla Nikon D7500.
     
    L'obiettivo non è pensato espressamente per questa macchina, dato che l'offerta di punta di Nikon per queste focali è rappresentata dal più pregiato Nikon AF-S 10-24mm, ma volevo evidenziare le proporzioni in gioco.
    Il nuovo obiettivo è realmente bello compatto.
    E la macchina al confronto ha proporzioni analoghe.
     
    Insomma uno sforzo nella linea di tendenza che vuole privilegiare compattezza e contenimento del peso.
    La Nikon D7500 è infatti la più leggera tra le macchine APS-C Nikon delle ultime generazioni.
     
    D7500( 640 grammi) D7200 (675 grammi), D500 (760 grammi)
     
    Come va
     
    In termini di qualità di immagine potrei tranquillamente rimandarvi ai diversi test che abbiamo dedicato alla Nikon D500 lo scorso anno.
    Dubito che a parità di condizioni di scatto si possano determinare scostamenti evidenti.
     
    Metto giusto qualche scatto a testimonianza di come ho utilizzato io la fotocamera.
     
    Immagine Allegata: 75D_0393_00248.jpg
    con il Nikon 50mm 1.8 ad F1.8
     
    Immagine Allegata: 75D_0396_00251.jpg
    con il Nikon 50mm 1.8 ad F1.8
     
    Immagine Allegata: 75D_0402_00257.jpg
    con il Nikon 50mm 1.8 ad F2.8
     
    Immagine Allegata: 75D_0410_00265.jpg
    con il Nikon 50mm 1.8 ad F2.8
     
    Immagine Allegata: 75D_0434_00024.jpg
    con il fantastico Nikon 300mm F4 PF ad ISO 3600.
    Notare la leggibilità del dettaglio pur ad una sensibilità ben più alta del normale.
    Il corpo snello della Nikon D7500 ben si adatta al peso piuma del 300mm F4E PF.
     
    Immagine Allegata: 75D_0478_00068.jpg
    sempre il 300mm, ad ISO 320 perchè intanto Blackey è passato al sole
     
    Immagine Allegata: 75D_0504_00094.jpg
    mentre qui Fritz stava in ombra (ISO 1100)
     
    Immagine Allegata: 75D_0578_00168.jpg
    la tenuta anche a sensibilità che normalmente non sono necessarie è encomiabile per una APS-C. Qui siamo sempre con il 300/4 a 28800 ISO.
    Le foto non sono trattate in nessuna maniera.
     
    Immagine Allegata: 75D_0586_00176.jpg
    In interni, ancora con il Nikon 50/1.8G, ad F2, 640 ISO, 1/80''
     
    Immagine Allegata: 75D_0591_00181.jpg
    come sopra ma ad 800 ISO
     
    Immagine Allegata: 75D_0601_00190.jpg
    a 450 ISO
     
    sono scatti di backstage durante il makeup di un mio servizio fotografico (in cui lavoravano però D810 e D5 con Nikon 24-70/2.8Vr e Nikon 105/1.4E)
     
    Immagine Allegata: 75D_0632_00221.jpg
    Uno scatto decisamente sopra le righe ed oltre il limite pratico della D7500.
    Ad ISO 51200, F14, 1/13'', Nikon 24-70/2.8 VR.
    Difficile da considerare per usi professionali e per stampe in grande formato.
    Ritengo che il limite pratico superiore per la D7500 debba essere posto non al di sopra degli ISO 12800 (che è comunque un valore eccezionale per una macchina di questa classe !).
     
    Infine alcuni scatti con il Nikno 10-20 AF-P che avevo in test in parallelo.
    Immagine Allegata: DSC_0004_00266.jpg
    a 14mm, F5
     
    Immagine Allegata: DSC_0014_00276.jpg
    a 10mm, F4.5
     
    Immagine Allegata: DSC_0015_00277.jpg
    a 20mm, F5
     
    Immagine Allegata: DSC_0051_00313.jpg
    a 10mm, F4.5
     
    Complessivamente una esperienza molto serena. Mi sono trovato completamente a mio agio con una macchina che risponde ai comandi come se sapesse già cosa vuoi fare.
    Veloce, efficiente, in grado di permetterti ogni cosa, sia che tu voglia tenere il controllo delle operazioni (a priorità di diaframma, di tempi o in manuale) sia che tu non ci voglia proprio pensare (in P o in Auto, e in Auto ISO : per favore, toglietemi le Scene da una macchina per fotoamatori esperti come questa !).
     
    Confronti in casa Nikon
     
    Immagine Allegata: D8X_4126.jpg
    Nikon D7500 e, dietro, Nikon D500
     
    Immagine Allegata: D7200 confronto.jpg
    Nikon D7200
     
    Con la Nikon D500 che rappresenta l'ammiraglia della linea DX di Nikon e la disponibilità sul mercato di Nikon D7200 nuove ad un prezzo più abbordabile, è normale che il possibile acquirente possa farsi venire dei dubbi.
     
    Credo che quale sia la scelta, si comprerà una fotocamera eccellente in grado di soddisfare un nikonista alla ricerca di una macchina completa, superiore in tutto alle più "automatiche" proposte delle fasce inferiori (serie D3x00 e serie D5x00).
     
    Sarà oggetto di un ulteriore articolo un confronto più diretto con la D500 e per questo vorrei essere molto più sintetico.
     
    La scelta dipende dal fotografo, dalle sue esigenze e dalle sue aspettative.
     
    Io credo che tra le tre, la Nikon D7500, sia la macchina più centrata per utilizzi generali, rappresentando al contempo l'ultima frontiera tecnologica di Nikon nel campo del "piccolo formato".
     
    Con la D7200, la D7500 condivide il tipo di corpo più compatto ma comunque competente, con un grip che consente una presa più sicura.
    L'autofocus è di uno step successivo, sempre a 51 punti ma con le peculiarità che si vedono nelle versioni full-frame dello stesso modulo su Nikon D4s e Nikon D750 (e scusate se è poco).
    Il buffer della D7500 è nettamente superiore a quello dei modelli precedenti e virtualmente inesauribile se non si scelgono impostazioni gravose o si scatta ad ISO altissimi.
    Li il processore, meno potente di quello dei modelli superiori, si siede un pò.
    Il display è bellissimo, mobile e touch.
    La macchina è complessivamente più veloce. Anche il video è più in linea con le aspettative di oggi. Insomma è uno step evolutivo importante a mio parere, molto di più di quanto non sia stata la D7200 per la D7100.
     
    Cui la D7200 può controbattere solo con due opzioni che alla D7500 sono negate per il suo diverso posizionamento (la D7200 era l'ammiraglia DX di Nikon prima dell'uscita della D500, la D7500 deve cedere il passo alla D500 in questo senso) e che al 90% dei fotoamatori non cambiano la vita : il battery-grip opzionale e le due schede di memoria SD.
     
    In termini di prestazioni la D7200 è una bella fotocamera, nulla da dire, solo é meno aggiornata della D7500 che sono certo è qui per restare in listino a lungo.
    Tenete a mente che la Nikon D7200 però è uscita di produzione e destinata a scomparire dal listino ...
     
    Immagine Allegata: D7200 confronto2.jpg
    vista posteriore di Nikon D500 e Nikon D7200
     
    Immagine Allegata: D8X_3885.jpg
    vista posteriore della Nikon D7500
     
    Rispetto alla D500, le differenze sono invece molto più marcate.
     
    La D500 ha un corpo veramente robusto e professionale, con una disposizione dei comandi completamente diversa ma, soprattutto, con un approccio che non prevede la comparsa di menù contestuali o l'accensione di opzioni sul display.
    La D500 va incontro al professionisti o a chi è abituato alle modalità d'uso dei professionisti.
     
    Ma mentre l'autofocus della D500 - analogo a quello della D5 - e la velocità consentita dalla scheda di memoria XQD (con una raffica praticamente infinita) costituiscono da sole motivazioni di scelta, per molti fotografi questa potenza non rappresenterebbe un vantaggio, rispetto ad un corpo che pesa 130 grammi in più, è più grosso ed è pensato per usi gravosi, magari sempre con un bel battery-grip MB-D17 sotto, dentro cui risiede una batteria EN-El18 da ammiraglia che consente 10.000 scatti a raffica ...
     
    Insomma se fate fotografia sportiva o fotonaturalistica in ambienti ostili, fate decine di migliaia di scatti a sessione, avete supertele o comunque, obiettivi di fascia superprofessionale, la scelta non si porrà : comprerete la D500 (e magari anche una D5 !).
     
    Ma se siete un fotoamatore che fotografa in situazioni più normali, a uno scatto al secondo (o anche meno) senza un genere preciso ma siete intenzionati a non farvi mancare niente, risparmiando qualche soldo e un pò di peso e di ingrombro per prendere qualche obiettivo in più ... io al vostro posto penserei piuttosto alla D7500 ;)
     
    La D500 non ha flash integrato, il che è coerente con il target professionale : in una borsa grossa ci starà anche un flash di fascia alta con cui illuminare i soggetti in circostanze impegnative.
    La D7500 mantiene il flash a scomparsa delle altre fotocamere amatoriali che in talune circostanze può essere utile (e fa risparmiare soldi e spazio in borsa rispetto ad un flash dedicato opzionale).
     

    Idee per un corredo (partendo da zero)
     
    La Nikon D7500 in Europa viene proposta in kit con l'obiettivo presentato con la D500 l'anno scorso.
     
    Immagine Allegata: 16_80.jpg
    il Nikon 16-80mm F2.8-F4E VR montato sulla mia Nikon D500.
     
    é una scelta che vuole connotare la Nikon D7500 su una fascia giustamente più elevata delle altre Nikon amatoriali, offerte normalmente con obiettivi zoom di tipo amatoriale tipo 18-XXXmm.
     
    Questo obiettivo offre prestazioni di buon livello e rappresenta certamente una scelta ideale per chi necessita di uno zoom sostanzialmente equivalente, nelle focali, ad un range che va dal 24 al 120mm.
    Non è però caratterizzato da un rapporto prezzo/prestazioni particolarmente favorevole per l'acquirente e temo che il suo acquisto, finirebbe per togliere i mezzi per ulteriori investimenti, nel corredo necessario per valorizzare una fotocamera così prestante.
     
    Personalmente io non sceglierei uno zoom costoso ma preferirei costruire un corredino più flessibile, di qualità e con ottiche più compatte.
     
    Naturalmente non si può prescindere dall'indole e dai generi praticati dal fotografo.
     
    Ma credo che una terna di fissi compatti - 35/1.8G DX, 50/1.8G, 85/1.8G - consentirebbero tanta flessibilità e qualità da vendere, specie se si fa ritratto.
    La differenza di qualità - anche solo del piccolo ed economico sempreverde 50/1.8G - rispetto a qualsiasi zoom di fascia bassa o media, è tale e tanta che spesso non ci si vuole credere finchè non lo si prova ...
     
    Purtroppo Nikon non ha in catalogo grandangolari fissi in formato DX come invece altri marchi hanno. Quindi niente 14/2.8 o 16/2 DX che invece ci vorrebbero come il pane.
     
    Quindi per il paesaggista o il viaggiatore alla ricerca di qualità senza doversi vendere il secondo figlio o portarsi dietro i pesi tipici degli obiettivi full-frame (tipo 14-24/2.8 o 16-35/4), tenderei a consigliare il nuovissimo Nikon 10-20 AF-P, perfettamente centrato con la filosofia delle macchine DX compatte.
     
    Immagine Allegata: D8X_3893.jpg
    la D7500 con davanti il Nikno 10-20mm AF-P
     
    Mentre per esigenze di tirare più lungo, nulla di meglio del parimenti nuovissimo Nikon 70-300mm AF-P, bello, leggero e non troppo costoso che si permette un'ottima performance anche alla focale più lunga.
     
    Immagine Allegata: 70_300.jpg
    il nuovo Nikon 70-300mm AF-P di fianco al piccolo Nikon 50/1.8G
     
    Mentre per esigenze macro, il più azzeccato sarebbe il piccolo Nikon Micro 40/2.8G
     
    Immagine Allegata: 40.jpg
     
    naturalmente nessuno vi vieta di utilizzare altri obiettivi, anche full-frame di fascia alta con questa macchina.
     
    Ricordatevi solo che la compatibilità con gli obiettivi più anziani non è assicurata ...
     

    Conclusioni
     

    Credo si sia capito subito che mi è piaciuta molto questa Nikon.
     
    Io ho abbandonato il formato DX dall'uscita della D3 e salvo l'effetto telemoltiplicatore non mi interessa più; in più non riesco ad essere operativo al massimo con i corpi consumer, motivo per cui ho subito "sposato" la D500 appena è uscita che però utilizzo solo con i supertele.
    Però, la D7500, pur non essendo la macchina per me è un modello completo.
     
    Ammetto anche che durante il test, arrivavo da una serie di incontri non del tutto soddisfacenti con molte delle ultime mirrorless della concorrenza, belle e sfacciate ma poi alla prova dei fatti, con più delle limitazioni che mi sento di accettare anche nei giorni più spensierati.
     
    PRO
     
    - Qui la reattività è sempre esemplare. La Nikon D7500 è una fotocamera VELOCE !
    - Il buffer (finalmente) configurato secondo necessità
    - La batteria dura il giusto.
    - L'autofocus è infallibile, quale che sia la velocità del soggetto (se l'obiettivo è adeguato).
    - La raffica superiore alle necessità comuni.
    - La qualità di immagine (e del video) al di sopra di ogni sospetto, come da tradizione Nikon da 10 anni a questa parte.
    - Il corpo è ben sagomato con i comandi al posto giusto e un bel grip comodo e ben dimensionato.
    - Il touch-screen è di grande utilità e il display posteriore fantastico !
    - In più è una vera Nikon, ti ci senti subito a casa.
     
    CONTRO
     
    - L'autofocus in live-view è preistorico rispetto alle mirrorless o a certe reflex Canon
    - Inserendo certe funzionalità (come l'auto-ISO o andando ad ISO molto alti) il buffer si riduce ai livelli della Nikon D7100
    - Il corredo di ottiche DX manca colpevolmente di fissi luminosi, compatti ed economici pensati per il sistema (ad eccezione del solo 35/1.8 e del macro 40/2.8) e costringe il fotografo ad acquistare ottiche FX, inutilmente grandi e costose oppure ad accontentarsi di zoom poco luminosi
    - il video, pur evoluto, non è all'altezza di realizzazioni della concorrenza (ma questo non è veramente il mio campo, io resto un fotografo, quindi non mi addentro nell'argomento)
    - non è garantita la compatibilità completa con le ottiche del corredo Nikon delle generazioni passate (manca l'accoppiatore AI e l'esposimetro viene disattivato se si monta un obiettivo AI).
     
     
    Le limitazioni di cui si è parlato (mancanza del secondo slot di memoria e del battery-grip) non sono secondo me sostanziali : per chi ha certe esigenze, troverà quelle ed altre soddisfatte dalla D500 o dalla D5 !
     
    Invece è difficile non essere soddisfatti da questa fotocamera per usi generali e non specialistici.
     
    E se pensate che la concorrenza interna possa esserle letale - penso alla presenza di D7200 e D7100 NOS sul mercato a prezzi molto concorrenziali - rispondo che può essere all'inizio. Ma pur belle ed affidabili, le precedenti macchine di questa categoria non sono così tornite e complete.
    La D7200 è bella ma continua a mancarle l'anima.
     
    Le mancano proprio tutte quelle cose che questa D7500 invece ha.
     
    Insomma, se vi serve, compratevela, non ve ne pentirete !
     
    Per tutti gli altri, il mercato è pieno di differenti proposte. Alcune in casa nostra, senza che ci si debba voltare per forza in casa altrui.
    Quello che è certo, a prescindere dalla vostra scelta, è che la Nikon D7500 non ha paura di nessuno !
     
    Immagine Allegata: D8X_4121.jpg
     
     
    Ringraziamo ancora il distributore ufficiale Nikon in Italia : senza la sua cortesia non avremmo mai potuto testare questo puro esemplare della tecnologia Nikon.

     

    Sign in to follow this  


    User Feedback

    Recommended Comments

    Non fanno parte di due categorie sovrapponibili, ma mi piacerebbe confrontarle in una megatest sul campo se i rispettivi distributori ce ne mandano una ciascuno.

    Ma resta il fatto che le promesse della mirrorless piccola, compatta, batuffolosa che consente al fotografo sapiens di sollevarsi sulle sue gambe sgravandosi dei pesi eccessivi della reflex comincia a mostrare la corda.

    La nuova Fujifillm X-H1 è di fatto grande e grossa, oltre che pesante come una reflex media Nikon, al netto del fatto che non ha il pesante pentaprisma di vetro ...

    Ne è prova questa comparativa qua, presa da Camerasize.com

    xh1.thumb.jpg.d979b1f33e3d22cea5ae56b765a8e3e2.jpg

    xh12.thumb.jpg.19f6d660c5a10ef9bf29d991da569298.jpg

    la Fujifilm è leggermente più bassa (ma la Nikon ha il flash intergrato che per molti è un valore e in ogni caso occupa spazio) ma è più larga e più profonda.
    In quanto al peso, siamo a 675grammi contro 720, una inezia la differenza effettiva.

    Insomma, posso continuare a dire a voce alta e con orgoglio che la Nikon D7500 non ha paura ?

    PS : anche lato ottiche, non vale più la leggenda secondo cui per le Nikon DX non ci sono obiettivi. Il parco non sarà così raffinata ma con relativamente poca spesa, tra Nikon e Sigma si può fare un corredino amatoriale più che dignitoso per fare tutto. Sapendo che, se necessario, il corredo Nikon FX consente di andare da 8 a 1000mm ;)
    E scusate se è poco.

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    Cita

    Insomma, posso continuare a dire a voce alta e con orgoglio che la Nikon D7500 non ha paura ?

     

    direi proprio di si: la Fujifilm X-H1 sembra la Nikon Dfe-2 che non abbiamo mai potuto ottenere...

    E speriamo che almeno in mirrorless, un giorno, Nikon decida di fare ciò che sarebbe dovuto essere in DSLR subito dopo la D100

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Permettetemi di insistere :)

    G9.thumb.jpg.138827ec304f203bbcf0fc253b66890c.jpg

    la nuovissima Panasonic G9 (circa 1700 euro). E' soltanto una microquattroterzi eppure .... è solo un pelino più bassa della D7500.
    Ma complessivamente ben più profonda e un filo più larga.
    Il peso è di 658 grammi, contro 720. Ma sono sicuro che la D7500 ha una autonomia ben superiore ;) (io ricordo il 60% di carica residua ... dopo un migliaio di scatti).

     

    • Thanks 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

×
×
  • Create New...