Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'nikon reflex'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Categories

  • Editoriali
  • News
  • Nikon Z
    • Nikon Z : Test e Prove sul Campo
    • Nikon Z : Esperienze d'Uso
  • Test
    • Fotocamere Reflex
    • Obiettivi Nikon
    • Obiettivi Sigma
    • Altri Obiettivi
    • Fotocamere Sigma
    • Flash
    • Accessori
    • Guide all'acquisto
  • Evidenza
  • Grandi Fotografi Nikon
  • Storia Nikon
  • Wildlife Photography

Forums

  • Il forum di Nikonland 2.0
    • Faccende riguardanti Nikon Z
    • Tutto Quanto Riguarda La Fototgrafia
  • EffeLand Forum - il club delle reflex Nikon
  • Il Club dei Nikonisti's Archivio Vecchie Discussioni
  • Il Club dei Nikonisti's Piccolo Mercatino
  • Il Club dei Nikonisti's Materiale Fotografico
  • Il Club dei Fotografi di Nikonland's Discorsi sulla Fotografia e sui Fotografi
  • Il Club dei Fotografi di Nikonland's Le nostre foto
  • Il Club dei Fotografi di Nikonland's Fotografie dei selvatici
  • Il Club dei Fotografi di Nikonland's Contest Fotografici

Blogs

There are no results to display.

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Corredo Fotografico (sintetico !)

Found 2 results

  1. Mantenere il primato: Questa frase mi ronza in testa da quando Mauro mi ha detto “provala e dimmi che ne pensi”. Sì perché è difficile oggi darsi una spiegazione al lancio di una reflex di fascia media, oggi che la tecnologia delle fotocamere Mirrorless non è più un’ipotesi ma una realtà in veloce evoluzione. Allora credo che non ci sia altro nella scelta di Nikon se non la chiara intenzione di affermare il primato nelle produzioni reflex, dispositivi che indubbiamente hanno consentito alla fotografia di diventare semplice ed intuitiva La Nikon D780 è una macchina leggera, si impugna bene ed ha un buon mirino ottico. Il display posteriore fa la differenza, lo dico subito, questa reflex ha una marcia in più grazie allo schermo posteriore touch e ad una gestione del live view mutuata dalla tecnologia Nikon Z. Ciò significa, nella pratica, poter utilizzare tutti gli obiettivi F in una modalità molto simile a quello che offre la Nikon Z6, senza però dover ricorrere al tubo FTZ. In altre parole, l’autofocus è gestibile a tutto formato e può azionare anche gli obiettivi AF ad accoppiamento meccanico, permettendo così di estrarre il massimo della qualità ottica ottenibile da qualsiasi vetro Nikon AF ed eliminando gli errori di front e back focus che affliggono tutte le riprese reflex. Nel pochissimo tempo a disposizione (effettivi un giorno e mezzo) ho deciso di provare questa fotocamera nel tipo di riprese che conosco e pratico da tanti anni, situazioni che spingono al limite macchine, obiettivi e fotografo. La stagione invernale, qui nella bassa, non aiuta molto, ma sul greto del fiume a tirar notte non c’è fotocamera che non si arrenda. Ho voluto provare la D780 per scoprire se queste tecnologie possono spostare un po’ più in là l’asticella. Ho montato la D780 sul 600 mm per verificare la reale praticità d’utilizzo del suo nuovo autofocus in live view ed il risultato è stato veramente incoraggiante. Il live view autofocus si è rivelato effettivamente preciso e veloce, ma soprattutto lo scatto da display mi ha dimostrato quanto sia valido in termini di riduzione delle vibrazioni. Le immagini che mostro sono jpg on camera, ottenute quindi senza alcun intervento in PP. Il sensore FX da 24 MP è molto generoso in termini di gamma dinamica ed efficace anche nel contenimento del rumore da alti iso e da pose lunghe. Nikon D780 ob.600mm exp 1/160 f/9 iso 160 Il Bilanciamento del bianco Auto è ottimo, tanto efficace che ho provato ad escluderlo per vedere quale dominante effettivamente stava correggendo e come esegue il compito. Nikon D780 ob.600mm+TC14eII exp 1/160 f/5.6 iso 200 Ho deciso di escludere il bilanciamento del bianco Automatico, volevo registrare la tonalità fredda e umida di questo luogo. L’appostamento in capanno è un gioco di probabilità, una puntata non proprio al buio, ma quasi. Speravo di inquadrare le Gru che scelgono questo angolo di parco per trascorrere la notte, ma lo stormo mi ha scavallato posandosi qualche centinaio di metri più a monte. Le impronte dei trampolieri sulle barene sembravano fresche, un indizio utile per scegliere dove posizionare il capanno, un indizio appunto e non una certezza. Poco prima del crepuscolo ho scorto un movimento lontano a sinistra, un cinghiale al guado; nonostante fosse lontano ho puntato ugualmente il tele su quel puntino scuro. Nel buio crepuscolare il cinghiale si muoveva veloce, non riuscivo a seguirlo in live view con la necessaria precisione, era troppo piccolo nell'inquadratura o il mio dito è troppo grosso. Così ho portato l’occhio al mirino, la mano destra ad impugnare la fotocamera e la sinistra alla frizione della testa a sfera. Nikon D780 ob.600mm exp 1/200 f/5.6 iso 800 Crop 100% I sensori centrali della fotocamera non hanno sbagliato anche se il cinghiale anche se era un puntolino scuro nell’aria nebbiosa. Lo scatto della D780 è morbido e ben ammortizzato, peccato che il mio pollice, sul dorso della fotocamera, non trovava il joistick di posizionamento mira di messa a fuoco. Bizzarramente Nikon ha eliminato il joistick lasciando solo i quattro pulsanti cursore che, comunque, il mio pollice faticava a trovare perchè sono un po’ più in basso rispetto alla D800 o alla vecchia D3. La giornata è finita il cinghiale s’è dileguato, non mi restava che testare una posa lunga ad alti iso. Nikon D780 ob.600mm exp 1/15 f/4 iso 2500 Nikon D780 ob.600mm exp 1/15 f/4 iso 2500 crop 100% Nikon D780 ob.600mm exp 1/13 f/4 iso 10000 crop 100% Sono arrivato a 10000 ISO con tempi più lunghi di 1/15s ad f/4. Con questa scarsa luce l’autofocus della D780 si arrende, anche l’ottimo live view diventa impraticabile specialmente indossando i guanti e le moffole. Va detto che la mia D500 aveva già alzato bandiera bianca una ventina di minuti prima. Insomma, sono mancate solo le gru. -------------------------------------------------------------------------- 4 ore in un capanno sono troppo poco per conoscere una fotocamera, per capirne la reale potenzialità, così è stata occasione per togliere ruggine e ragnatele dalle racchette da neve. Il Parco del monte Avic in Valle d’Aosta è a breve distanza ed offre escursioni semplici, piacevoli e sicure, anche in pieno inverno. Per questa escursione ho scelto lo zoom grandangolare Nikon AFs 18-35/3.5-4.5 ED-G che è compatto ed estremamente leggero, inoltre consente di montare i filtri diametro 77mm utili a proteggere la lente frontale da abrasioni sporco ed acqua; in questa occasione si è rivelato un dettaglio molto utile. Nello zaino hanno trovato posto anche un obiettivo macro e il fantastico Nikon 300/4 PF, il teleobiettivo più versatile che abbia mai usato. Anche in questo caso mostro solo i jpg prodotti dalla fotocamera. Fotografare sulla neve non è semplicissimo. Non esiste sistema esposimetrico in grado di compensare il bagliore accecante della neve ed anche la moderna D780 richiede l’intervento del fotografo. Per rapidità ho scelto di impostare la fotocamera in A (priorità dei diaframmi) e mantenere gli ISO fissi a 125 praticamente per tutta la giornata, modulando la necessaria sovraesposizione con il pulsante di staratura. Il display posteriore, per quanto bello e preciso, in queste occasioni risulta inutilizzabile a causa della fortissima luce ambiente. Il mirino ottico torna ad essere il riferimento unico per l’inquadratura. La Nikon D780 si è rivelata molto scattante direi “smart” ho dovuto solamente fare un po’ di attenzione nel premere il pulsante di staratura che, pur essendo accanto al pulsante di scatto quindi a portata di indice, è piuttosto piccolo e difficile da comandare indossando i guanti. L’esposimetro della D780 mi ha dato la sensazione di voler tendere alla sottoesposizione, i valori di staratura con cui ho scattato sono variati da + 0.7 a +1.7. Sorprendente la qualità del bilanciamento del bianco automatico ben rappresentato in questi scatti jpg dove la neve mantiene la sua dominante fredda. Molto piacevole il rendimento tonale in grado di conservare dettagli visibili non tanto nelle ombre, quanto nelle alte luci dove, normalmente, si ha la maggior perdita di informazione. In ripresa ottica risulta effettivamente limitante il campo in cui sono confinate le mire di messa a fuoco, viene naturale cercare di spingere il cursore verso i bordi dell’inquadro, ma non si può, per farlo occorre il live view e sulla neve non si vede un H. Per la cronaca: domenica 3 febbraio 2020 a duemila metri di quota PIOVEVA. Se ancora c’è qualcuno che nutre dubbi sul cambiamento climatico in atto, lo inviterei volentieri in crociera, a Novembre, lungo il passaggio a Nord Ovest. Le mie conclusioni La Nikon D780 è una fotocamera moderna che offre funzionalità simili ad una Mirrorless, ma che conserva impostazione e modalità di utilizzo tipiche di una reflex. L’autofocus è veloce, in live view è a tutto formato ed offre il riconoscimento dell’occhio, ma va tenuto conto che l’uso del display posteriore è praticabile solo in ambienti non fortemente illuminati e SOPRATTUTTO per i presbiti è mandatorio portarsi sempre gli occhiali “da vicino”. Per il mio modo di fotografare avrei preferito un mirino ottico più ampio, stile D850, ed una disposizione dei comandi come….la D850. Nel complesso sono rimasto veramente colpito dallo scatto da touch screen in live view che consente VERAMENTE di cavare il massimo che un qualsiasi obiettivo F può offrire. L’eliminazione dei difetti di messa a fuoco introdotti dalle tolleranze del mirabox e l’abbattimento delle vibrazioni permettono questo miracolo, qualcosa che nessuna reflex fin ora ha mai potuto dare. un saluto da un nikonlander che adesso torna a lavorare se no se lo mangiano vivo Valerio Brustia per Nikonland 2020
  2. L'annuncio ... agognato della Nikon D850 ci permette di aggiornare finalmente la nostra guida all'acquisto della reflex Nikon , ferma sostanzialmente all'ottobre del 2014, quando uscì la Nikon D750. Sia chiaro che qui dibattiamo dell'acquisto di una reflex nuova, o di una reflex usata (possibilmente in garanzia) tra quelle ancora in listino che secondo il nostro soggettivo giudizio, è opportuno prendere in considerazione in questa ultima parte di 2017. E' chiaro che ci sono moltissime occasioni sul mercato, con generazioni e generazioni di reflex disponibili in tutte le fascie di prezzo di modelli a partire dal 2000. Ma per la maggior parte dei casi si tratta di oggetti superati, oppure che si possono valutare solo ed esclusivamente se il fattore costo è quello preponderante (e in questo viaggio noi saremmo restii ad accompagnarvi ...). Però ascoltateci, se pensate oggi di acquistare una nuova reflex, dovreste farlo con un orizzonte di mercato di almeno 36-48 mesi, per traghettare poi il vostro sistema verso una mirrorless Nikon già matura (vedremo i primi annunci nel 2018 ma non sappiamo in quale fascia e con quali peculiarità). Una reflex nuova, adesso, sarà facilmente la vostra ultima reflex (se non ci lavorate e ne consumate una o più l'anno ... !). Quindi sarà opportuno puntare al risparmio per privarsi di funzionalità dell'ultima generazione ? Solo voi potete deciderlo. Da parte nostra, ci limitiamo a soggettivissimi consigli. Macchine generiche, destinate alla più ampia fascia di fotografi che praticano fotografia generale La reflex definitiva secondo Nikon : la nuova Nikon D850 Sembrava una combinazione irrealizzabile e invece Nikon c'è riuscita. Unire l'altissima risoluzione e l'altissima dinamica della Nikon D810, alla velocità di scatto e alla tenuta agli alti ISO di D5 e D500, con un buffer adeguato a chi fa sport e, ciliegina sulla torta, il miglior sistema autofocus a sensore separato disponibile sul mercato. é appena stata presentata, sarà in negozio solo dalla seconda metà di settembre. Eppure si annuncia già come la macchina per tutti i nikonisti. Questa è la Nikon D850 : una macchina pensata per qualsiasi esigenza. Francamente non sapremmo a chi non consigliarla, salvo che la disponibilità del flash incorporato o un corpo (leggermente) più leggero non facciano per voi assolutamente premio. Che facciate paesaggio o ritratto, sport o wildlife, difficilmente la D850 vi deluderà. Noi ce ne doteremo appena possibile, certi di avere finalmente tutto ciò che D800 e D810 ci hanno promesso ma dato solo in parte ... perchè già solo il nuovo autofocus basterebbe come motivazione di acquisto ... alternative : se fate prevalentemente fotografia di studio o di paesaggio a diaframmi chiusi, la D810 rappresenta ancora una eccellente soluzione. Si può trovare nuova ad un prezzo interessante e, facilmente, nei prossimi mesi si troverà in grandi quantità sul mercato dell'usato se avete bisogno di un corpo compatto e leggero e l'alta risoluzione, l'autofocus più moderno e tutto quanto rendono sexy la D850 non vi scaldano l'anima di nikonista, la D750 offre un mix ancora oggi valido, anche se in un corpo di taglio amatoriale. Ma attenzione che CERTAMENTE nel 2018 uscirà la Nikon D760 ... se avete bisogno di un corpo a prova di impatto, per operare in "ambienti ostili", fotografate prevalentemente in luce naturale disponibile e quando la luce ancora non c'è, di notte, o al 99% fate sport, per voi fa premio l'assoluta affidabilità, due memorie XQD identiche, non vi è strettamente necessaria l'altissima risoluzione, la Nikon D5 offre ancora oggi cose che la D850 non vi potrà mai dare (proprio perchè, per quelle cose, in listino c'è la Nikon D5 ...) La reflex full-frame di fascia media secondo Nikon : la "vecchia" Nikon D750 Oramai si avvicina ai tre anni e facilmente nel 2018 ne uscirà un aggiornamento. Ci sarà certamente una Nikon D760 che sarà per la D850, ciò che è la D7500 per la D500. Ma intanto in negozio possiamo trovare la Nikon D750, il miglior mix al miglior rapporto prezzo/prestazioni del mercato delle full-frame. Buona sostanzialmente per tutto, in un corpo di impostazione amatoriale ma non troppo pesante e abbastanza più compatto di una D850. il sensore della D750 ha ancora la sua da dire, sia a basse che alte sensibilità. La raffica è adeguata alla sua fascia. Il buffer non è troppo capiente ma nessuno pensa che ci farete prevalentemente sport. Se vi serve avete il flash incorporato. Lo schermo posteriore non è touch ma è orientabile. E' abbastanza leggera ma sta bene in mano. Il suo acquisto vi permetterà di risparmiare qualche cosa da investire in obiettivi migliori. Il suo unico limite è anagrafico. Un modello più aggiornato, con un sensore Nikon più moderno e veloce, un buffer più capiente, il display touch, il video 4K, il wi-fi e il blutooth e tutto quanto Nikon è capace di mettere oggi in un corpo amatoriale, è quello che sarà presumibilmente la prossima Nikon D760 che ci attendiamo per la prossima primavera-estate. Ma adesso la D750 si trova a prezzi allettanti. E sarà facilmente scontata anche quando lo sarà la Nikon D850. alternative : se avete bisogno di un corpo professionale, valutate la D850. Vi darà di tutto e di più, ma ad un costo presumibilmente doppio. E' troppo ? Solo voi potete stabilirlo. D600, D610 ? Non potete pensarci seriamente ... ! Noooooooooooooooooooooooooooo ! La reflex APS-C di fascia media secondo Nikon : la nuova Nikon D7500 Praticamente indistinguibile sul piano delle prestazioni di immagine dalla Nikon D500 da cui deriva. La nuova Nikon D7500 è in pratica una Nikon D750, con il cuore della D500. Destinata al fotoamatore evoluto che possiede ottiche in formato DX e non è pronto per il salto al full-frame. Non è un ripiego. Le manca solo la parola. Se non avete bisogno di prestazioni più specializzate o più estreme, o del full-frame ... non c'è nulla di meglio sul mercato. alternative : se avete bisogno di prestazioni allo stato dell'arte, in luce scarsa e volete il massimo controllo della profondità di campo, dovreste pensare seriamente ad una macchina full-frame se avete bisogno di un corpo professionale, meglio considerare la Nikon D500 se praticate sport (o wildlife estremo dove è necessaria una raffica micidiale) ed avete bisogno delle massime prestazioni permesse in formato DX, meglio considerare la Nikon D500 se usate prevalentemente superteleobiettivi, meglio considerare la Nikon D500 se volete risparmiare e le novità della D7500 non vi allettano (ma rifletteteci su bene ...), allora ci sono in giro eccellenti Nikon D7200 a prezzi vantaggiosi Macchine specializzate, destinate ad una nicchia di fotografi con esigenze specifiche La reflex Nikon ognitempo e oltre ogni limite : la Nikon D5 Semper fidelis, l'abbiamo soprannominata, mutuando il motto dei Marines. La Nikon D5 è, come e più delle ammiraglie che l'hanno preceduta, la reflex Nikon che verrà con voi anche in capo al mondo, ad ogni latitudine e ad ogni longitudine. Sotto al sole e al gelo. Sempre a vostra disposizione, vi basterà scattare per avere foto perfette senza nemmeno la necessità di controllare il display. Pensata per la raffica e per scattare là dove la buona luce è un optional. Ha una risoluzione che oggi possiamo definire "scarsa" e una dinamica sotto agli 800 ISO non proprio esaltante. Pesa un chiloemezzo e quando andate in giro vi scambiano per un paparazzo a caccia di VIP. Ma per tutto il resto vi sorprenderà. Specie se siete soliti scattare a raffica, cento o duecentomila foto l'anno. facilmente verrà aggiornata nella primavera del 2018 per allinearla alle nuove potenzialità offerte dalla D850. E' normale per le ammiraglie un aggiornamento con un modello S. Ma chi se ne cura. Se vi sarà necessaria, poi la cambierete con quella. alternative : fate paesaggio ? Attenzione, la Nikon D5 attiva l'autodistruzione se la usate nel paesaggio fate fotoricordo ? Attenzione, la Nikon D5 attiva l'autodistruzione se la usate per fare un selfie fate slowfotography ? Attenzione, è facile che la vostra Nikon D5 cadrà addormentata e non basterà baciarla sul pentaprisma per risvegliarla avete bisogno di un corpo compatto e discreto ? ... ma dite sul serio ? avete un budget ridotto ? Andate al negozio di fronte. Hanno ottimi smartphone cinesi vi serve alta dinamica a 64 ISO e alta risoluzione per post-elaborazione di foto di studio ? Avete capito male. La Nikon D5 ha giurato fedeltà alla bandiera NIkon, mica alla Adobe ... La Nikon D5 è una fotocamera specializzata per esigenze ben specifiche. Non è uno status-simbol. Se non vi serve, non la comprate. Per tutto il resto c'è la Nikon D850 La reflex APS-C Nikon professionale : la Nikon D500 Ha un corpo professionale, può montare la batteria della D5 per fare più di 10.000 scatti a carica. Scarica sul bersaglio 10 scatti al secondo per 10 o 20 secondi consecutivi - dipende dal vostro stile di guida - e non si ferma mai a pensare o a svuotare il buffer. Ha il miglior autofocus a sensore separato del mercato. E' tale e quale ad una D5 ma in un corpo compatto, in formato APS-C che vi offre un effetto di teleconvertitore incorporato, ad un prezzo di un terzo di una D5. Volendo - ma non l'avrete mica comprata per andarci in vacanza ? - può esservi utile anche se non fate al 100% fotografia sportiva o wildlife. é una macchina come non c'è n'é un'altra (e facilmente non ce ne sarà un altra). E' stata messa un pò in ombra dall'uscita della nuova Nikon D850 che si permette persino di andare oltre (ma ad un prezzo decisamente superiore). alternative : se vi serve di più, riflettete su una Nikon D5 (per lo sport) o su una Nikon D850 (per avere il doppio della risoluzione e un'immagine complessivamente ... più bella) se vi serve di meno, riflettete su una Nikon D7500 se volete risparmiare, non avete molto ben chiaro in mente cosa vi serve. Una Nikon D300 ? Nel 2017. Ma fatemi il piacere ... **** Nikonland non considera nulla al di sotto della Nikon D7500, per tanti motivi che vanno oltre lo scopo di questa guida all'acquisto. Pensamo comunque che le macchine entry-level di Nikon, a differenza di quelle di un tempo, non aiutino il fotografo in un percorso di crescita ma, al contrario, lo chiudano in una gabbia fatta di automatismi e di funzioni disponibili solo nei menù che lo metteranno in difficoltà qualora si trovasse in mano una macchina superiore. E' per questo che speriamo che Nikon presto dismetta i modelli delle famiglie D3000 e D5000 per farne delle mirrorless, possibilmente con caratteristiche da fotografi. Per chi non vuole imparare a fotografare e vuole le cose facili, ci sono gli smartphone. Soffermiamoci invece a considerare un percorso di upgrade da modelli delle generazioni passate. Nikon D300 Sarà decisamente il caso di aggiornarsi. Se avete bisogno di prestazioni professionali e il fattore 1.5x vi continua a necessitare, puntate direttamente ad una D500. Se invece oggi fate altro, pensate alternativamente ad una Nikon D750 (e al passaggio al full-frame), oppure ad una Nikon D7500. Nikon D700 L'upgrade naturale è la nuova Nikon D850. Ma se vi spaventano i 46 megapixel (e in effetti da 12 a 46 è un salto eccezionale !) ma non vi spaventa un downgrade del corpo macchina, andate alla Nikon D750 Nikon D800/D800e L'upgrade naturale è la nuova Nikon D850. Già solo l'autofocus vi renderà felici. Il resto vi manderà in estasi. Nikon D810 Difficile stabilire in linea generale. Molte delle novità della D850 ne fanno un acquisto ideale. Ma dipende cosa fate con la D810. In studio resta imbattibile, anche se il vostro migliore amico ha la D850. Nikon D4/D4s/D3/D3s Se avete ancora bisogno di una ammiraglia pensata per l'azione, a bassa risoluzione, alte prestazioni di dinamica e tenuta del rumore ad alti ISO, ma scarsa malleabilità del file ai bassi ISO, la D5 è quello che fa per voi. Ma per tutto resto, Nikon D850 tutta la vita ! Nikon D7000/D7100 o modelli ancora più anziani (tipo D80, D90 etc.) Anche in questo caso, valutate se non siate pronti per il passaggio al full-frame. Per ogni genere di fotografia ne trarrete vantaggio. Se siete ancorati ad un corredo DX oppure ad un budget ristretto, la Nikon D7500 vi offrirà cose dell'altro mondo ! Buone scelte, buon divertimento e ... per ogni domanda, ci sono online i nostri test e prove. E noi siamo qui online per rispondervi. ______________________________________ L'allegrissima redazione di Nikonland
×
×
  • Create New...