Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'fumetti'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Categories

  • Editoriali
  • News
  • Nikon Z
    • Nikon Z : Test e Prove sul Campo
    • Nikon Z : Esperienze d'Uso
  • Test
    • Fotocamere Reflex
    • Obiettivi Nikon
    • Obiettivi Sigma
    • Altri Obiettivi
    • Fotocamere Sigma
    • Flash
    • Accessori
    • Guide all'acquisto
  • Evidenza
  • Grandi Fotografi Nikon
  • Storia Nikon
  • Wildlife Photography

Forums

  • Il forum di Nikonland 2.0
    • Faccende riguardanti Nikon Z
    • Tutto Quanto Riguarda La Fototgrafia
  • EffeLand Forum - il club delle reflex Nikon
  • Il Club dei Nikonisti's Archivio Vecchie Discussioni
  • Il Club dei Nikonisti's Piccolo Mercatino
  • Il Club dei Nikonisti's Materiale Fotografico
  • Il Club dei Fotografi di Nikonland's Discorsi sulla Fotografia e sui Fotografi
  • Il Club dei Fotografi di Nikonland's Le nostre foto
  • Il Club dei Fotografi di Nikonland's Fotografie dei selvatici
  • Il Club dei Fotografi di Nikonland's Contest Fotografici

Blogs

There are no results to display.

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Corredo Fotografico (sintetico !)

Found 3 results

  1. Finalmente, c’è l’ho fatta: sono andata al Lucca Comics!!! Il più importante appuntamento italiano dedicato ai fumetti, ai giochi di ruolo e da tavolo, ai videogiochi e fantasy. La fiera del Lucca Comics è considerata la più importante in Europa e forse seconda solo al Comic-Con di San Diego. Immaginatevi l’intero centro storico dentro le mura di Lucca e al suo interno migliaia di espositori, fumetterie, associazioni ludico-culturali e migliaia e migliaia di cosplayer. Durane l’evento oltre gli espositori si svolgono concerti, proiezioni di anteprime, incontri con autori, tornei di giochi di ruolo e varie parate di cosplayer. Pensate a un personaggio dei fumetti, di fantasy o fantascienza… c’era!!! Una folla sconfinata di cosplayers, dai personaggi di Star Wars a quelli di Walking Dead, dai personaggi di Overwatch a quelli di World of Warcraft e ovviamente non potevano mancare i personaggi Marvel e i grandi classici come Nightmare o IT. E ora vi lascio un estratto di alcune anteprime delle foto che ho fatto… ovviamente ogni suggerimento e/o commento è ben accetto!!!
  2. Al WOW Spazio Fumetto (viale Campania 12, Milano) si è appena conclusa la mostra Alieni! Gli extraterrestri tra cinema e fumetto. Da appassionato di cinema, di fumetti e di alieni, ho pensato che valesse la pena dargli un'occhiata. Ci sono andato armato della fida D500, del 17-70 e 150mm Sigma più flash. WOW Spaziofumetto. E' un piccolo museo, libreria/fumetteria e biblioteca insieme. Carino. L'ingresso alla biblioteca/fumetteria è gratuito per le mostre si paga un modico biglietto. La mostra era al piano superiore, non era grande, ma molto completa, di sicuro interesse per gli appassionati del settore e per i nostalgici come me. Ho chiesto se potevo fare foto e mi hanno detto di sì, ma senza flash. Poco male perchè era quasi tutto sotto vetro e il flash avrebbe riverberato quasi ovunque. Proprio a causa del vetro e della moltitudine di faretti che ci si specchiavano, ho potuto fare poche foto, molta postproduzione e, nonostante gli sforzi, molte foto sono così così, tuttavia voglio condividere questo piccolo viaggio nel fantastico con i vecchi e nuovi appassionati come me. In basso Margherita Hack sorride sorniona dalla copertina di un libro sulla possibilità che ci siano intelligenze extraterrestri. All'ingresso mi accolgono alcuni busti di alieni, opera di un gruppo di artisti specializzati denominato (giustamente) Area 51 Project, che in questo caso si sono ispirati ai vecchi film di fantascienza. C'era anche esperto che illustrava i temi principali della mostra a chi volesse ascoltarlo. La mostra era divisa in differenti settori, alcuni dedicati ai classici fumetti di fantascienza come Flash Gordon, Jeff Hawke ed i loro imitatori, altri con tavole di fumettisti moderni e d'epoca con spazi dedicati ad autori italiani. Non le ho fotografate perchè, riflessi a parte, non mi sembrava avesse senso, ho preferito documentare e, forse un pochino, interpretare altri aspetti delle sezioni principali. Non mancavano locandine di film degli anni '50, con i classici alieni un po' "gommosi" per i gusti di oggi, ma dal fascino senza tempo. Ecco le sezioni principali: Invasori. Marte e i Marziani. C'erto c'erano anche i Visitors, ma non si può cominciare che con La Guerra dei Mondi di H.G. Wells, geniale romanzo breve scritto nel 1897. Una gustosa riproduzione di un'illustrazione d'epoca, fa da contrappunto a locandine sulle diverse "guerre dei mondi" che sono seguite al cinema e nei fumetti. Dalla guerra dei mondi all'irriverente Mars Attacks del 1996, di Tim Burton, In cui cattivissimi marziani invadono la terra che sembra senza speranze finchè... andatelo a cercare se non l'avete visto, è troppo divertente e con un cast d'eccezione. Cosa che non sapevo, Mars Attacks deriva da una serie di trading cards, in pratica come le nostre figurine, ma che non si incollavano, si scambiavano e basta e sul retro riportavano o informazioni sull'illustrazione a fronte oppure, come nel caso di Mars Attacks, brani di quella che era una specie di storia a puntate. Uscite nel 1962, ebbero un successo enorme fra gli adolescenti per via dell'estrema violenza (per i tempi) e qualche allusione sessuale, entrambe vietate sui comics. Vennero presto proibite, ma rimasero per sempre nell'immaginario collettivo. Ci fu una riedizione negli anni '80 e poi il film. Alien! Film di culto del 1979, un capolavoro di altissima tensione, claustrofobico ed onirico, fu una pietra miliare del cinema di fantascienza non meno di 2001 Odissea nello spazio, e fu capostipite di una saga. L'alieno (meglio, lo Xenomorfo) fu realizzato sulla base di disegni di H. R. Giger, artista svizzero dalle opere perlomeno disturbanti. In mostra c'era un modellino della testa della creatura del primo film. E un modello originale in grandezza naturale in prestito dal Museo Giger, della creatura di un sequel. Notate le differenze nel muso. Siccome gli Xenomorfi in incubazione potevano acquisire DNA dal corpo dei loro ospiti questo ... ha la bocca sexy di Sigourney Weaver (il resto però non corrisponde tanto ). La saga di Alien si è trasformata in fumetti e videogiochi di successo, poi la sua strada si è incrociata con quella di Predator. B-movie del 1987 di scarso spessore ma di buon ritmo e trovate, reso delizioso dalla monolitica performance di Arnold Schwarzenegger, è diventato successivamente un cult, generando purtroppo dei sequel da indegni a pessimi, e dei videogiochi in cui gli Alien e i Predator si combattevano. Lo stesso "Predator" ebbe tale successo che da "cattivo" si è poi trasformato in antieroe. Ed eccolo in questo ottimo modellino, mentre lotta contro gli aborriti alieni (se qualcuno di voi ha in mente le illustrazioni di Frank Frazzetta, gli ricorderà qualcosa). Letteratura sugli alieni: PiKappa Chi ha più o meno la mia età avrà almeno sentito parlare di Peter Kolosimo.. Singolarissima figura di divulgatore di pseudo scienza, ebbe un successo enorme, scrisse tonnellate di libri che ebbero successo internazionale, inoltre diresse una rivista sul tema, PiKappa (che erano le sue iniziali) appunto. Da appena adolescente ho divorato i suoi libri più famosi (Non e' terrestre, Astronavi sulla Preistoria, Pianeta sconosciuto, per dirne alcuni) che hanno acceso sogni su preistorie fantastiche popolate di alieni o civiltà perdute. Di sicuro leggerlo ha contribuito ad appassionarmi alla Scienza anche se raccontava un bel po' di frottole. In questa bacheca il piccolo alieno sta dietro ad alcuni numeri di PiKappa, mentre la figurina nera sullo sfondo è Martin Mystére, personaggio di albi a fumetti che, ci racconta l'esperto, si sono ispirati spessissimo ai libri di Kolosimo. Miscellanea. Star Wars non poteva mancare, come non mancava Star Trek, e c'era pure qualcosa su Doctor Who, ma niente di che. C'era anche una mini locandina dedicata a Barbarella , un fumetto fantaerotico francese, e veniva proiettato, insieme ad altri, il trailer del film omonimo del 1968, interpretato da una giovanissima e (mamma mia quanto!) bellissima Jane Fonda, non per niente il regista era Roger Vadim. Solo il trailer, niente di fotografabile. E questi chi sarebbero ? Nientemeno che i Beatles, che in qualche giornale/rubrica si sostenne fossero in realtà degli alieni. Questo è orribile ma non ho resistito, quando mai rivedrò l'incrocio tra un ippogrifo ed un ...triceratopo? Gran finale: Karel Thole. Indimenticato illustratore delle copertine dei romanzi della collana Urania (Mondadori), non ha bisogno di presentazioni. Lo stile unico, leggermente ...lisergico, faceva sì che ogni volume di Urania fosse bello ancora prima di iniziare a leggerlo. Alcuni bozzetti: Questa illustrazione Per il romannzo Xeno: l'abominio che ci aspetta di D.F Jones (Urania 1981), storia che ha molti punti in comune con la sceneggiatura di Alien, Karel Thole realizza , pare senza essere a conoscenza del lavoro di Giger, una copertina in cui lo Xenomorfo di Jones somiglia molto al Facehugger di Giger (quello di Thole è un po' troppo ...astice, forse). E' tutto e come sempre spero di non avervi annoiato. Mi fermo a fare due chiacchiere con una vecchia conoscenza.
  3. La settimana scorsa, insieme ad amici, sono andata a vedere il Cartoomics a Milano. Cominciamo con lo spiegare “Cos’è il Cartoomics”. Il Cartoomics è il più grande appuntamento del Nord Italia dedicato al mondo del fumetto, organizzato da Upmarket. Nato e cresciuto come un importante punto d’incontro tra i professionisti del settore del fumetto e quello dei suoi fedeli appassionati. Anno dopo anno, l’evento si è evoluto arricchendosi di novità del fumetto e non, seguendo un po' il trend delle altre fiere internazionali dove “nerd is the new cool”. Questo ha permesso alla fiera di ingrandirsi, stagione dopo stagione, fino ad arrivare alla sua 25° edizione con oltre 45.000 mq espositivi, spaziando dal fumetto ai libri per bambini, dalla fantascienza al fantasy, dai cartoni animati ai videogiochi con diverse aree tematiche come l’area dei Cosplay, del Cinema, del Western e dell’Horror. Quest’anno l’edizione di Cartoomics ha registrato 96 mila visitatori, riconfermandosi ancora una volta come la fiera ludica-culturale-nerd più importante nel Nord Italia. Ma torniamo alla mia esperienza….. durante la giornata mi sono ritrovata a divertirmi tra gli stand fumettistici con gli eroi della Marvel che ne facevano da protagonisti, almeno per me!! Successivamente sono stata colta di sorpresa da un palloncino volante che ha attirato la mia attenzione e all'improvviso eccolo!!! IT, dal celebre libro di Stephen King, pubblicato nel 1986, e divenuto poi film nel 1990 e poi di nuovo nel 2017. Credendo che il peggio fosse passato, mi dirigo verso un nuovo stand……. e nonostante fossi sveglissima, chi mi ritrovo davanti… Freddy Krueger, uscito direttamente del fumetto “A Nightmare on Elm Street” della DC Comics disegnato da Chuck Dixon, o se preferite dall’omonimo film scritto e diretto da Wes Craven. Da quel momento in poi è stato un susseguirsi di personaggi di ogni genere… fino a fine serata, decisa di andare a casa, sono stata salutata da Deadpool della Marvel.
×
×
  • Create New...