Jump to content

Redazione

Administrator
  • Content Count

    69
  • Avg. Content Per Day

    2
  • Joined

  • Last visited

    Never
  • Days Won

    1

Redazione last won the day on April 1

Redazione had the most liked content!

Community Reputation

14 Good

About Redazione

  • Rank
    Member

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Giunge alla sua terza incarnazione il "mitico" Zhong YI Speedmaster 50mm f/0.95 che adesso potremmo anche definire il Noct-Nikkor per l'uomo comune proposto da Mitakon per mirrorless (incluso il nostro attacco Nikon Z). si tratta di un obiettivo ovviamente manual focus ma disponibile con baionetta (muta, senza contatti elettrici) Nikon Z. Costruito tutto in metallo in Cina, con macchinari e maestranze di provenienza nipponica. Vanta uno schema con 5 lenti ED e una a bassissimo indice di rifrazione. Il peso è di circa 700 grammi. Il diaframma a 11 lamelle. Distanza minima di messa a fuoco di 48 cm. Anello della messa a fuoco a lunghissima corsa chi lo ha avuto e lo ha usato sulla Nikon Z6 (qui illustrata la coppia in esame) ha valutato positivamente l'esemplare di preserie (senza paraluce), segnalando che : - la nitidezza già a tutta apertura è elevatissima - ma ovviamente non agli angoli estremi (si deve chiudere ad f/5.6 per avere omogeneità di immagine ... ma chi mai comprerà un iperluminoso per chiudere il diaframma ?) - la messa a fuoco è agevolissima e anche il controllo del diaframma (l'anello è davanti a poca distanza dalla lente anteriore e non dietro come siamo abituati nei Nikon) é agevole da utilizzare - lo sfuocato è convincente ma il coma elevato (effetto luci a "galassia") - l'aberrazione cromatica a tutta apertura elevata - la resistenza al flare a tutta apertura ... inesistente (ma chiudendo il diaframma ...) Il prezzo annunciato negli USA (lo distribuisce Adorama) è di 799 dollari. Il che ad occhio è circa il 10% del prezzo ipotizzato per il Nikon 58/0.95 Noct-Nikkor S. Se non fossi del tutto privo di interesse per il manual-focus in generale, un giro me lo farei. Ma credo che qualche amico qui sopra ci farà sapere come va ... non credete ? la moltiplicazione del potenziale bacino di utenza. Prima era solo Sony FE, adesso l'offerta si allarga anche a Nikon Z e Canon RF. Una buona opportunità per i produttori che, in questo caso, si limitano solo a rettificare il tiraggio e l'aggancio e di un obiettivo solo, ne fanno tre !
  2. Presentato ufficialmente soltanto il 14 febbraio scorso (ne abbiamo dato notizia qui) sta per arrivare in negozio (consegne previste entro aprile 2019) il nuovissimo Nikkor Z 24-70mm f/2.8 S e noi, grazie a Nikon Italia abbiamo avuto l'opportunità di averlo in anteprima. Premettiamo che si tratta di un sample e non abbiamo il permesso di pubblicare file (meno che meno ad alta risoluzione o in formato NEF) e che si tratta di un primo "mordi e fuggi" perchè dobbiamo restituirlo al più presto. Ritornerà più avanti a Max Aquila con una prova fotografica più approfondita appena sarà disponibile un esemplare di serie, identico a quelli che potrete trovare in negozio (chi fosse interessato può già ordinarlo presso il suo rivenditore di fiducia). Ma questo primo contatto è già stato sufficiente per avere una idea diretta non solo delle qualità di questo obiettivo ma della classe cui fa parte e che vi anticipiamo, si stacca nettamente dai pur ottimi f/4 ed f/1.8 che abbiamo già avuto modo di provare o che già possediamo. Pur appartenendo alla stessa serie S (S sta per Superior), capiamo già che questi obiettivi saranno Superiori in tutto agli altri Nikkor Z, consentendo alle nostre mirrorless Z le massime performance. eccolo qua, senza paraluce, montato sulla mia Nikon Z e ripreso dalla Zia Nikon D850. nel suo involucro in larga parte in lega metallica contiene 17 lenti disposte in 15 gruppi. Due lenti sono in vetro ED e quattro sono asferiche. C'è un doppio trattamento antiriflessi. Il paraluce è internamente ricoperto di assorbente (la superficie è rugosa, quasi felpata) per assicurare ulteriormente di combattere ogni tipo di riflessione indesiderata. all'interno sono disposte guarnizioni a tenuta contro polvere e umidità il peso è tutto sommato contenuto in 805 grammi. Le dimensioni esterne sono di 126mm per 89mm. Il diaframma ovviamente è a 9 lamelle e la distanza di messa a fuoco contenuta in 38cm. l'obiettivo è costruito in Giappone come orgogliosamente riportato sopra al numero di matricola (che in questo esemplare di preserie è naturalmente bassissimo). pur non essendo piccolissimo (qui sopra è illustrato con il suo BEL paraluce a petali) risulta ben bilanciato montato sulla Z. E' anche strutturalmente armonico, a differenza di altre produzioni correnti di marchi concorrenti, meno eleganti nello sviluppo dei vari anelli. il paraluce, dicevo, è bello ed anche robusto. Consente in caso anche di sostenere la fotocamera ... capovolta. Ha delle fessure per l'aria ma soprattutto mantiene il segno distintivo degli obiettivi professionali Nikon, il tastino di sblocco per montaggio e smontaggio perfettamente integrato nella zigrinatura intonata con le ghiere di controllo dell'obiettivo sul lato riporta la serigrafia dell'obiettivo, la sigla e la conferma che anche il paraluce è costruito in Giappone l'interno è trattato contro le riflessioni, al tatto è rugoso in modo piacevole. La costruzione nel suo insieme - pur, ovviamente, in plastica - appare ben strutturata e robusta. Adatta ad un uso impegnato. vista dall'alto, sulla mia Z7 l'obiettivo solo, con davanti il suo tappo da 82mm (che invece è prodotto in Thailandia) l'altra faccia della luna immagine artistica con l'obiettivo posto a 70mm (si, si allunga : ma anche gli altri 24-70/2.8 da reflex per Nikon si allungano zoomando !) altra vista laterale con in primo piano il tasto funzione aggiuntivo (21 comandi assegnabili via menù) e il selettore Autofocus-Manualfocus qui ripresi più da vicino primo piano del display OLED che si illumina all'acensione della macchina e riporta tutti i cambi operativi, selezionando la modalità tramite il pulsante DISP i comandi finisco qui. Perchè anche questo obiettivo é primo di stabilizzazione (come gli altri Nikkor Z), potendo sfruttare a pieno lo stabilizzatore integrato sul sensore delle Nikon Z. Avendo in casa anche il 24-70/4S del kit, non potevano mancare le immagini di confronto. distesi, a riposo distesi entrambi a 70mm con il paralure a riposo (ricordo che il 24-70/4S rientra in posizione di riposo rendendo la struttura esterna ancora più compatta. E' la sua peculiarità ma di fatto a 24mm si allunga, mentre il 24-70/2.8S a 24mm è nella posizione di minima lunghezza/ingombro). con il paraluce a 70mm. Il 24-70/4S ha la parte interna visibile composta da due fusti che fuoriescono alla massima focale. Il 24-70/2.8S invece mostra un solo fusto, più ampio ma complessivamente con un allungamento molto inferiore in proporzione. Se guardate da questa foto a 70mm la differenza di lunghezza dei due obiettivi non supera i 2-3 cm. senza parluce a riposo con il 24-70/4S in posizione operativa a 24mm a 70mm Il 24-70/2.8S è si più grosso a tutti gli effetti ma non così esageramente. Il vantaggio pieno del 24-70/4S si apprezza sostanzialmente nella borsa, quando, in posizione bloccata, è veramente molto più compatto. i due obiettivi a confronti lato lente anteriore. L'impianto è simile, il 24-70/2.8S appare più raffinato ma si nota che la mano alla base del progetto di questi obiettivi, se non è la stessa, certamente appartiene ad un progetto comune e coerente. Andiamo infine a dare un'occhiata alle funzionalità del display OLED che caratterizza questa classe di obiettivi (e che dai prototipi esibiti, sarà anche sui vari 14-24/2.8, 70-200/2.8, 50/1.2 ... e successivi Nikkor Z di fascia pro). All'accensione saluta l'utente con la scritta NIKKOR e poi a seconda della selezione dell'utente (premendo successivamente il tasto DISP) mostra la scala delle distanze di messa a fuoco che varia in tempo reale muovendo la ghiera di messa a fuoco ovviamente selezionando M dal selettore A/M (con conferma visiva sul display) il diaframma impostato (che varia anche esso in tempo reale sia muovendo la ghiera del corpo macchina che l'eventuale funzione impostata nella prima ghiera sul corpo obiettivo) la focale impostata ricordo sempre che questi obiettivi hanno ghiere elettroniche, non meccaniche. La messa a fuoco è by-wire e simulata dall'attuatore elettronico che controlla i motorini elettrici passo-passo. Lo stesso vale per la prima ghiera, quella tra il primo e il secondo fusto dell'obiettivo, la cui funzionalità è programmabile dall'utente via menù della fotocamera (così come il tasto funzione laterale). Nikkor, finalmente, con le specifiche dell'obiettivo riportate nella serigrafia anteriore. Impressioni Come scrivevamo all'inizio dell'articolo, non possiamo mostrare foto scattate con un sample ma naturalmente non ci siamo lasciati sfuggire l'occasione per farci un'idea complessiva dell'obiettivo. I punti di forza complessivi che possiamo appuntare sono : costruzione realmente di livello professionale, sia nella scelta dei materiali che nelle soluzioni costruttive come pure nei dettagli prestazioni ottiche che sembrano di livello seriamente superiore. Lascia abbagliati la nitidezza sul piano focale già ad f/2.8. Probabilmente il massimo lo si ottiene ad f/4 dopo di che chiudere il diaframma influenza per lo più la profondità di campo. Ad f/10 siamo al technicolor ! L'assenza totale (letteralmente) di aberrazioni cromatiche già ad f/2.8. Vignettatura e distorsione sono presenti ma ben corrette nei file (ricordo che come per tutti gli altri obiettivi Nikkor Z, Nikon consegna al software di sviluppo i parametri di correzione di distorsione e vignettatura. La vignettatura rimane leggermente presente ad f/2.8 come è giusto che sia - non c'è quella strana zona chiara che invece usualmente mette LR in automatico per gli obiettivi Nikon F - mentre la distorsione propria dell'obiettivo è totalmente assente a tutte le focali. Ovviamente questo è tutto pienamente gestito anche dal motore di conversione JPG oncamera) ergonomia. E' un obiettivo importante ma sta bene in mano anche nei corpi relativamente compatti dell'attuale serie Z. Immaginiamo che sulle mirrorless professionali che Nikon proporrà nel prossimo futuro staranno ancora meglio ma già adesso non c'è molto da obiettare. la messa a fuoco molto veloce e molto precisa (al netto dei limiti che sinora dobbiamo rimarcare nel sistema Z e che speriamo saranno ridotti o azzerati con i prossimi firmware; perchè è inutile avere prestazioni ottiche eccezionali se le foto sono fuori-fuoco) E' prematuro parlare di punti di debolezza prima di una prova approfondita sul campo con soggetti più reattivi dei miei manichini di studio ma annoteremmo questi due : il prezzo annunciato, in linea con realizzazioni simili per Nikon F o di altri marchi, è comunque elevato in assoluto e da valutare con estrema ponderatezza la sovrapposizione lato escursione focale con l'obiettivo da kit che sostanzialmente Nikon cerca di vendere praticamente a tutti quelli che acquistano una Nikon Z. Ciò da un lato può essere un freno all'acquisto del nuovo, quando il precedente è altrettanto nuovo, performante e soprattutto già in casa (peraltro la diffusione capillare del 24-70/4S non ne favorisce la eventuale rivendita sull'usato ... con possibile deprezzamento importante) dall'altro farebbe pensare al 24-70/4S come ad un obiettivo "spendibile" al confronto. Nient'affatto l'obiettivo proposto in kit è sorprendentemente buono. Volendo spendere due parole di confronto con altri Nikon 24-70mm rispetto al Nikkor Z 24-70/4S si vede chiaramente la classe professionale. La costruzione è tutta a favore del 2.8, le prestazioni sono visibilmente superiori. La differenza di ingombro (perchè il peso è nettamente a favore del f/4) non così importante all'atto pratico, almeno durante l'uso. Su Nikonland non poniamo mai il pregiudizio sulle differenze di prezzo e quindi ogni potenziale acquirente valuterà secondo le proprie esigenze e possibilità di investimento ma avendo a mente che il Nikkor Z 24-70/4 S è possibilmente un vero campione nella sua categoria, certamente lo è in casa Nikon. Quindi per affrontare l'impegno del 2.8S si dovrà essere realmente motivati (per esempio da quello stop di apertura in più ma non solo) rispetto al Nikkor F 24-70/2.8E VR purtroppo non vedo confronto. Il vecchio Nikkor F è certamente un obiettivo di fascia professionale e ben coerente con corpi tipo Nikon D5 e D850 ma esageratamente enorme per una Nikon Z e soprattutto - Nikon ci perdonerà - ha prestazioni ordinarie rispetto a quelle - realmente Superiori - esibite dal nuovo Nikkor Z 2.8S. Noi non vediamo in alcun modo l'opportunità di usare la versione F su una Z, un vero controsenso. Ma ognuno deciderà per se (dobbiamo ammettere di andare a memoria ma abbiamo potuto testare la versione F dopo aver posseduto svariati 24-70/2.8 in precedenza solo un paio di anni fa senza riportarne impressioni sensazionali. Ma anche in termini costruttivi si vede nel nuovo una realizzazione più raffinata.) In estrema sintesi, su una Nikon DSLR consiglieremmo un Nikkor F, su una Nikon Z, un Nikkor Z. Un ultimo appunto che trae origine da una recente intervista rilasciata da figure apicali di Nikon all'ultimo CP+ di Yokohama. Dobbiamo vedere questi obiettivi come una nuova generazione a tutti gli effetti. Nikon sta mettendo in campo risorse su tutti gli aspetti sia costruttivi che funzionali. Dettagli importanti come : la lotta ad ogni forma di riflessione sia interna che esterna (corpo, trattamento lenti, paraluce) per massimizzare la prestazione ottica messa a fuoco che qui vede la prima implementazione del multifocusing (utilizzo di due gruppi motore che muovono in sincrono due gruppi di lenti per una messa a fuoco che determina una trasposizione dell'immagine il più possibile perfettamente sul piano focale per i tre canali colore primari, ottenendo un'azzeramente virtuale delle aberrazioni cromatiche assiali a tutto vantaggio della nitidezza la cooperazione tra ottica e software di sviluppo al fine di offrire al fotografo un'immagine già praticamente pronta da impiegare con risultati di fascia superiore rispetto all'equivalente reflex tanto che nel prossimo futuro ci aspettano ulteriori novità in questa direzione che oramai immaginiamo irreversibile. Per il momento ci può bastare questo nuovo Nikkor Z 24-70/2.8 S che ci dà una ulteriore conferma di quanto Nikon sia impegnata nelle nuove mirrorless. A presto per una prova più approfondita.
  3. Redazione

    Godox V1

    ANNUNCIATO... !!!!! La guerra contro Profoto è non solo dichiarata ma adesso scatenata... Testa tonda come il Profoto A1 Caratteristiche: forse stessa potenza flash del V860-II TTL+HSS testa rotonda con Fresnel dalla copertura di un 28-105mm Batteria li-ion da 650 scatti a piena potenza meno di 1s il tempo di ricarica a piena potenza modelling light incorporata e luce video light frontale luce AF-assist banda magnetica attorno la testa per gli accessori modificatori testa basculante a 360° range potenza : 1/1 – 1/256 in 0,1EV o 1EV step Radio Master and Slave operation (non più IR Nikon/Canon) Redesign di menù e interfaccia utente Funzione di scanning della radiofrequenza (per evitare possibili interferenze) Disponibilità annunciata: 03/04 2019 Grazie alla segnalazione di questo blogger
  4. Ieri (oggi per noi) Sony ha annunciato di avere in sviluppo una nuova famiglia di schede di memoria di tipo CFexpress che dovrebbe comparire all'inizio dell'estate 2019 ed essere commercializzata insieme ad uno specifico lettore per schede da pc denominato MRW-G1. Queste schede aderiscono al tipo B, saranno disponibili in tagli da 128, 256 e 512 gigabyte con velocità accreditate in scrittura fino a 1480 megabyte al secondo e in lettura di 1700 megabyte al secondo. Sono velocità teoricamente quadruple rispetto alle defunte schede XQD - di cui Sony è stata ultimo produttore ma la cui disponibilità è oramai agli sgoccioli, con le linee produttive impegnate sulle nuove schede - ed incomparabilmente più veloci rispetto alle più veloci schede SD. Destinate alle macchine fotografiche di fascia alta (sino ad oggi annunciano la compatibilità al nuovo formato Nikon, Panasonic e Phase One ma noi di Nikonland ci aspettiamo che tutte le prossime fotocamere e videocamere professionali useranno le CFexpress al posto di SD, CFast ed XQD) mentre le macchine consumer proseguiranno con SD ed SDexpress (quando queste ultime saranno disponibili) Come sappiamo Nikon ha annunciato per .... "appena possibile" la disponibilità di aggiornamenti firmware in grado di abilitare l'uso delle CFexpress su Nikon D5, D850, D500, Z6 e Z7. La stessa cosa ha assicurato Panasonic per le sue mirrorless S1 ed R1 in uscita in aprile. Noi ci aspettiamo che altri produttori si aggiungeranno a Sony già a partire da maggio, con la fame che ci sarà di queste memorie e per il fatto di essere uno standard aperto senza il pagamento di diritti d'autore, dovrebbero rapidamente diventare facilmente disponibili a prezzi più interessanti delle XQD (ma certo, visto il taglio, non ancora "popolari"). E' singolare che Sony sia proprio il primo produttore di queste schede visto che nessuna foto/videocamera Sony impiega questo tipo di memoria. Ma la stagione degli annunci sarà lunga tutto l'anno e non mancheranno novità e ripensamenti. Possibilmente in corpi abbastanza grandi da consentire i doppi pettini necessari ad alloggiare due schede CFexpress per singolo corpo (Nikon : diciamo a te ! Z8 e Z9 dovranno essere macchine realmente professionali con corpo serio e doppia scheda di memoria, oltre che prestazioni allo stato dell'arte). Certamente la velocità teorica permessa da questo tipo di schede consentirà performance elevatissime (e buffer che si svuotano in tempo reale). A conferma che i prototipi sono reali, una foto di una Nikon Z7 con vicino due schede CFexpress Sony da 128 gigabyte al CP+ di Yokohama, foto di ieri. Una buona notizia ! Per il comunicato stampa ufficiale leggere qui
  5. non solo l'annuncio del nuovo Nikon Z 24-70mm f/2.8 S oggi di cui parliamo in un altro articolo ma anche un aggiornamento più dettagliato degli sviluppi delle nuove funzionalità attese per via firmware, già annunciate ad inizio gennaio. Abbiamo in particolare : - Nikon Z : supporto per il riconoscimento dell'occhio nell'autofocus : atteso per maggio 2019 - Nikon Z : miglioramento autofocus e modalità esposimetriche durante le raffiche ad alta velocità : atteso per maggio 2019 - Nikon Z : supporto per la memorizzazione video in formato RAW : data da stabilire più avanti - Nikon Z : supporto per le schede di memoria CFexpress : data da stabilire più avanti - Nikon D : supporto per le schede di memoria CFexpress per Nikon D850, D5 e D500: data da stabilire più avanti è la prima volta che in casa Nikon abbiamo l'annuncio dello sviluppo di nuove funzionalità firmware così articolate e con la previsione della data di lancio Nel caso del video io ho sentito da Atomos che potrebbe arrivare verso fine estate. Per le CFexpress io credo che invece lo avremo prima, appena pronto. Aggiornamenti quando ne avremo
  6. Annunciato stamattina alle 06:00 il nuovissimo Nikon 24-70/2.8 S che si presenta come lo zoom transtardard definitivo per le Nikon Z. si allarga così la piccola famiglia dei Nikkor Z con un nuovo oggetto molto prestazionale, dotato di ogni caratteristica avanzata del catalogo Nikon 17 lenti in 15 gruppi di cui 2 lenti ED, 4 asferiche, con rivestimento antiriflesso Arneo e Nano-crystal, fluoro all'esterno. 805 grammi lungo 126mm e largo 89 mm distanza minima di messa a fuoco 38 cm passo filtri 82mm diaframma a 9 lamelle schema ottico mtf sintetico terza ghiera programmabile e display OLED per scala delle distanze etc. etc. display Oled tasto funzione programmabile (21 possibili assegnazioni) disponibile in primavera (aprile) al prezzo consigliato di 2299 dollari/2650 euro (nostra ipotesi) per la prima volta Nikon mette a confronto direttamente le peculiarità di un suo nuovo obiettivo di punta per Nikon Z con quello che era il suo obiettivo di punta per Nikon F, destinato temo a finire svenduto nei mercatini chi lo ha visto me lo descrive come veramente un bell'oggetto, capace di prestazioni micidiali. Gli Ambassador di Nikon USA ne sono entusiasti. Io tendo a crederci, benchè mai nella vita io sia riuscito ad innamorarmi di obiettivi di questa classe.
  7. Nikon ha rilasciato oggi un aggiornamento firmware per le sue due mirrorless Nikon Z che sostanzialmente risolvono alcuni bug minori e perfezionano modalità di funzionamento. Non si tratta dei già annunciati aggiornamenti che introdurranno nuove funzionalità attese (in particolare la messa a fuoco sull'occhio, la compatibilità con le schede di memoria CFexpress e le modalità video evolute via recorder esterni) che verranno messe a disposizione presumibilmente in primavera. *** Per la Nikon Z7, la v 1.03 (disponibile qui) : Modifiche rispetto alla versione firmware "C" da 1.02 a 1.03 • Quando Sì è selezionato per HDMI > Avanzata > Impostazione N-Log nel MENU IMPOSTAZIONI, Sensibilità massimaora ha effetto durante la registrazione di filmati se: - la fotocamera è in modo P (auto programmato), S (auto a priorità di tempi) o A (auto priorità diaframmi), oppure - la fotocamera è in modo M (manuale) e Sì è selezionato per Impostazioni sensibilità ISO > Contr. auto ISO (modo M)nel MENU DI RIPRESA FILMATO. • È stato risolto un problema che faceva sì che il software di terze parti mostrasse un valore errato per il campo di lunghezza focale equivalente al formato Exif 35 mm per foto scattate con un obiettivo senza CPU collegato tramite un adattatore baionetta FTZ con la lunghezza focale specificata utilizzando la voce Dati obiettivo senza CPU nel MENU IMPOSTAZIONI. • È stato risolto un problema che faceva sì che le foto scattate utilizzando illuminazione avanzata senza cavi con radiocomando fossero sovraesposte se veniva rilevato un volto con Area AF auto selezionato per Modo area AF. Nota: assicurarsi di leggere anche "Modifiche rispetto alle versioni precedenti", che è stato aggiornato con nuove aggiunte a "Modifiche rispetto alla versione firmware "C" da 1.01 a 1.02". Per la Nikon Z6, la v 1.01 (disponibile qui) : Modifiche rispetto alla versione firmware "C" da 1.00 a 1.01 • Quando Sì è selezionato per HDMI > Avanzata > Impostazione N-Log nel MENU IMPOSTAZIONI, Sensibilità massimaora ha effetto durante la registrazione di filmati se: - la fotocamera è in modo P (auto programmato), S (auto a priorità di tempi) o A (auto priorità diaframmi), oppure - la fotocamera è in modo M (manuale) e Sì è selezionato per Impostazioni sensibilità ISO > Contr. auto ISO (modo M)nel MENU DI RIPRESA FILMATO. • È stato risolto un problema che faceva sì che il software di terze parti mostrasse un valore errato per il campo di lunghezza focale equivalente al formato Exif 35 mm per foto scattate con un obiettivo senza CPU collegato tramite un adattatore baionetta FTZ con la lunghezza focale specificata utilizzando la voce Dati obiettivo senza CPU nel MENU IMPOSTAZIONI. • È stato risolto un problema che faceva sì che le foto scattate utilizzando illuminazione avanzata senza cavi con radiocomando fossero sovraesposte se veniva rilevato un volto con Area AF auto selezionato per Modo area AF. • È stato risolto un problema che provocava la selezione di un diaframma non corretto in modo P (auto programmato) con un flash innestato sulla fotocamera nelle condizioni in cui normalmente verrebbe selezionato f/32. • È stato risolto un problema che impediva la sincronizzazione delle unità flash controllate tramite illuminazione avanzata senza cavi via radio con tempi di posa di 1/100 sec. o più veloci con: - Sì selezionato per Scatto con riduzione sfarfallio nel MENU DI RIPRESA FOTO e - Attiva selezionato per la personalizzazione d5 (Otturat. a prima tend. elettr.) nel MENU PERSONALIZZAZIONI. Sono aggiornamenti che consigliamo di fare a prescindere che si riscontrino effettivamente questi inconvenienti di funzionamento, perchè potrebbero riguardare anche interventi utili ma non esplicitamente dichiarati.
  8. E' attiva da ... ieri la campagna di incentivazione all'acquisto di corpi e ottiche Nikon Z. RISPARMIO ILLUMINANTE! 200 euro di sconto alla cassa sull'acquisto di un corpo Nikon Z 300 euro di sconto alla cassa sull'acquisto di un kit Nikon Z 200 euro di supervalutazione dell'usato sull'acquisto di un corpo Nikon Z7 300 euro di supervalutazione dell'usato sull'acquisto di un kit con corpo Nikon Z7 100 euro di sconto alla cassa sull'acquisto di un obiettivo Nikon Z 50/1.8 S/Nikon Z 35/1.8 S (opzione non vincolata all'acquisto di un kit o di un corpo macchina) finanziamento a interessi zero a 12 mesi (TAEG 2.46%) registrando la propria Nikon Z si otterrà un codice per avere un check-up completo della macchina (valore 180 euro) e una scheda di memoria XQD da 64GB (valore 180 euro) spedita direttamente a casa propria l'operazione terminerà il 31 marzo 2019 Altri dettagli qui sul sito Nital
  9. DAZUINFO lo produce e commercializza: adesso presente anche su Amazon USA la versione moderna di tanti apparecchi della categoria "parto e non so se mi basteranno i GB delle schede che ho appresso" Qui un video esplicativo: viene venduto senza Hd ed alimentatore, ad un prezzo direi un tantinino esagerato, a prima vista... Il fatto di potersi scegliere tipologia, capacità (entro 1Tb) e velocità del disco è certamente invogliante le specifiche velocità di trasferimento superiore a 140 Mb/s Fanno solo questo...ma in tre versioni: x Nikon, x Canon e x film Interessante Max Aquila per Nikonland 2019
  10. Annunciato il lancio di un kit bundle destinato ai videocreativi che si basa sulla Nikon Z6 e il Nikon 24-70/4 S. In aggiunta : il Nikon FTZ una batteria Nikon EN-15b extra il recorder video Atomos Ninja V un microfono Rode un gimbal Moza Air un braccetto articolato Moza vari altri accessori un video corso di un Nikon Ambassador l'abbonamento a Vimeo Pro per un anno il prezzo annunciato negli USA è di 3999 dollari, con un risparmio dichiarato di 1200 dollari sui pezzi sciolti. Non è la prima volta per Nikon, in passato sono stati proposti diversi kit con reflex (anche la D850 se non ricordo male). Credo che il videoamatore smaliziato possa fare di meglio, scegliendo i pezzi sciolti secondo le proprie esigenze. Ma chi vuole il sistema pronto può sfruttare l'offerta. Per ora non abbiamo notizie su prezzi e disponibilità in Italia.
  11. Nikon ha ufficialmente annunciato che sono in corso di sviluppo nuove funzionalità firmware per le Nikon Z. Dettagli più avanti ma riguardano sommariamente : - compatibilità con le CFexpress - autofocus con riconoscimento dell'occhio - video in formato RAW ProRes via recorder esterno ma più importante, secondo me l'annuncio : "La serie Nikon Z continuerà ad adattarsi alle mutevoli esigenze degli utenti attraverso lo sviluppo e l'implementazione degli aggiornamenti del firmware per soddisfare e superare le aspettative creative. Tenendo conto del feedback di fotografi e creatori, Nikon mostrerà tre aggiornamenti di funzionalità in fase di sviluppo che aprono opportunità creative per Z 6 e Z 7" che cambia in maniera sostanziale l'approccio di Nikon "nuove funzionalità via firmware" contro "nuovi modelli, nuove funzionalità, vecchi modelli lasciati morire"
  12. Lancio ufficiale, disponibilità primavera 2019, prezzo al pubblico 1299 dollari. filtri da 82mm (è l'unico obiettivo sul mercato che parte da 14mm a consentire l'uso di filtri normali) guarnizioni mtf sintetico a 14mm f/4 mtf sintetico a 30mm f/4 schema ottico in 14 lenti, 12 gruppi, 4 lenti asferiche e 4 ED 28 cm di distanza minima diaframma a 7 lamelle 89mm x 85mm di lunghezza (collassabile come il 24-70/4, si allunga a 14mm) 485 grammi Disponibilità dal 30 aprile (salvo anticipi o conferma) prezzo annunciato di 1299 dollari.
  13. Se ne era parlato tra i rumors delle ultime settimane, ieri al Photokina di Colonia è arrivato l'annuncio ufficiale. Si tratta di un mix tra ottiche serie Art, Sports e Contemporary che vanno ad ampliare la già vasta offerta di obiettivi Sigma per le nostre reflex Nikon (ma anche per le mirrorless Z, tramite l'adattatore Nikon FTZ). Partiamo dall'attesissimo Sigma 70-200/2.8 OS Sports che incorpora un bel piedino a norme Arca Swiss e 10 lenti speciali il nuovo Sigma 28/1.4 Art che estende la linea di superluminosi l'inedito Sigma 40mm f/1.4 Art, un normale allargato di grandi qualità (e dimensioni) e per finire la riedizione del mitico Bigma, zoom 10x che si estende da 60-600mm f/4.5-6.3 anche esso inserito nella serie Sports, più prestigiosa dei Contemporary prezzi e disponibilità ancora da stabilire. Immaginiamo che verranno resi disponibili nell'arco di un certo numero di mesi, come successo nel recente passato in caso di lancio contemporaneo di diversi pezzi così pregiati. Per il solo 60-600/4.5-6.3 è già stata annunciata la disponibilità per ottobre, al prezzo di 2000 dollari negli USA.
  14. Secondo quanto nelle nostre possibilità e con l'auspicato aiuto del distributore e dei dettaglianti, nelle prossime settimane e mesi cercheremo di dare la massima copertura alle novità relative al mondo Nikon Z. Per farlo abbiamo creato un'area redazionale che accoglie i nostri articoli, editoriali e test (qui) E un Club Tematico interno dove ci sarà il contributo continuo di tutti gli iscritti con segnalazioni, link, contributi, esperienze, notizie (qui) [ricordo che per partecipare attivamente al Club è necessaria l'iscrizione - un semplice click online, nessuna formalità] Intanto è già online il nostro "Prime impressioni con la Nikon Z7" secondo il primo contatto avuto alla conferenza stampa a Milano del 28 agosto 2018. Buone letture e non fateci mai mancare i vostri commenti e segnalazioni. ________________________________________ Nikonland.it
×
×
  • Create New...