Jump to content

DarioC

Nikonlander
  • Content Count

    202
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

32 Excellent

About DarioC

  • Rank
    Advanced Member

Recent Profile Visitors

1,386 profile views
  1. Se vuoi fare street con poco ingombro e ottima resa, full manual, ti suggerisco il mitico Super-Multi-Coated Takumar 55mm f1.8 (produzione 1971-1972) o in alternativa SMC Takumar 55mm f1.8 (produzione 1972-1975), che trovi in condizioni pari al nuovo per 40-60 euro. Altri 15 euro per l'adattatore K&F e... fai pelo e contropelo ai vetri tedeschi pari focale (in effetti 50mm) che costano quanto una Panda semestrale. Provare per credere. Gradisce il polarizzatore.
  2. La foto merita e “giuro” che non sono stato condizionato dal sentimento nel vedere uno scorcio della mia citta’ (non la visito dal maggio del 2019... ma spero di organizzare un trip post vaccino a giugno). Il Nikkor 50/1.2 e’ un bel vetro, non l’ho provato, ma osservando scatti sui vari site credo abbia una bella resa. Soldi ben spesi.
  3. Il mio umile suggerimento di "piccolo chimico degli obiettivi" è di non mischiare robe strane nella speranza di ottenere rese wow! L'offerta Z è già interessante e a breve sarà più ricca. Una lente M rende su una M o su una ML della stessa casa, non c'è "bip" che tenga, provare per credere. Comunque, se vuoi toglierti lo sfizio puoi montare un obiettivo M con adattatore (ho un cassetto di K&F che vanno alla grande) con l'unico limite del full manual. Ma, ripeto, rischi una delusione... .
  4. Buonasera Nikonlander, la valutazione di una fotografia è molto soggettiva, basarsi sui propri gusti è sempre un limite. In questo (riuscito) contest vedo foto molto interessanti e sinceramente faccio fatica a stilare una graduatoria. Le ho osservate tutte più volte e rifatto la classica fino alla confusione . Alla fine, dovendo rispondere alla richiesta, ho isolato le tre foto che mi colpiscono maggiormente, con qualche rapido commento. 1) n. 3 - per l'accuratezza dello sviluppo, il gioco delle ombre e dei due piani di fuoco. 2) n. 17 - per l'originalità della composizione, il
  5. Notevole, veramente notevole. Complimenti per la sperimentazione e il risultato. La A7 è la mia preferita per la street, sempre con ottiche vintage (Nikon 24, Takumar 55). Non immaginavo potesse prestarsi per applicazioni del genere.
  6. Conoscevo Giovanni Gastel e ricordo le piacevoli e illuminanti conversazioni. L'ultima volta ci siamo incontrati in Triennale nel gennaio dello scorso anno, in occasione della preparazione di una mostra. Mi spiace, veramente tanto.
  7. Si i colori sono belli, in pp ho solo limato qualcosa. La trimensionalità è limitata dal set, ci sto lavorando, ma in casa è un'impresa ardua. Considera che l'oggetto è 30x15 ed è appoggiato su un cartoncino 150x100, non riesco a pennellare dietro. Idealmente dovrei stare più distante e usare un'ottica 105 o 135. Conosco Marcialis e la sua arte, mi ispiro alla sua tecnica e composizione
  8. Grazie! La tecnica del light painting è interessante e consente di sviluppare forme artistiche uniche. La gestione della luce richiede pazienza e applicazione, ma niente di complicato. Perchè ho utilizzato la D80? Perchè è una fotocamera che amo e che mi ha dato molte soddisfazioni (la uso ancora per assegnati dove può esprimersi), perchè ha il sensore CCD che regala colori e luci particolari e... perchè ieri mattina aprendo l'armadio dell'attrezzatura mi ha schiacciato l'occhio . L'adorata Signora, la D850, non avrebbe aggiunto molto di più. Ah, non avrei mai usato la Leica, perchè non è
  9. Considerato il momentaccio, l'unica fotografia possibile è quella casalinga... . Il set: cartoncino nero, torcia led Usag (170 lumen). Nikon D80, Sigma 17-70 (70mm, equivalente 105mm), f/11, 10 secondi, ISO 100. Tecnica light painting. PostP: NX Studio.
  10. Nikon D80- Nikkor AFS 35mm 1.8, 1/125, f/5, iso 100, postp Capture NX-D
  11. Assolutamente d'accordo, il corpo andrebbe adeguato, difatti immagino una Z con geometrie adatte al medio formato (improprio come giustamente scrivi). Il peso e le dimensioni delle ottiche potrebbero essere molto simili alle più recenti realizzazioni Nikon o Sigma.
  12. E’ una evoluzione possibile, l’avevo scritto su NL all’annuncio delle Z, ma nessuno ha voluto cogliere lo spunto. Le dimensioni del bocchettone Z e la geometria del corpo consentono di adottare sensori medio formato. Prima o poi saranno costretti (e mi sembra una buona prospettiva) perche’ la densita’ dei sensori cresce e il 35 comincia ad essere troppo affollato. Il nuovo sistema di obiettivi, in relazione al formato, potrebbe essere composto da 4 o 5 fissi e un paio di zoom.
  13. Desenzano. D850, AF 28-70 (34mm), 1/250, F/8, 64 ISO. Sviluppo con Capture NX-D.
×
×
  • Create New...