Jump to content

seymourglass

Iscritto
  • Posts

    82
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

seymourglass last won the day on December 14 2020

seymourglass had the most liked content!

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

seymourglass's Achievements

Member

Member (2/5)

71

Reputation

  1. In generale le considerazioni fatte da MM sono del tutto condivisibili. Posso però dire quello che è stata lai mia esperienza nel tempo. Quando avevo tele pesanti ed ingombranti usavo sempre e solo gimbal-head (photoseki, benro) che mi permettevano facili movimenti, fluidi, precisi, e che eviravano rischi di "cadute" in avanti o all'indietro se lasciavo la presa. Di fatto però permettevano solo il movimento verticale (alto-basso) e quello orizzontale (destra.sinistra). Quando ho letto un interessante articolo di Massimo Vignoli suulla testa fotografica che usa, una Marsace m pare, in cui era possibile bloccare il rollio, ho capito che col movimento di beccheggio e di imbardata erano più che sufficienti per quando uso il cavalletto con gli obiettivi "leggeri" che ho ora. Vista la Sirui L20-S, ho comperato per pochi euro l'equivalente della Neever, ed ho risolto.
  2. si, poter scegliere di quanto, dove e come eseguire il ritaglio è un vantaggio in più. peccato che Nikon abbia preferito ripresentare una z50 con una veste vintage (che a me non entusiasma, ho ancora l'originale FM sei devo ammirare un oggetto a suo tempo tanto apprezzato) piuttosto che migliorare la linea DX. speriamo nella z90, "promessa" da Mauro Maratta
  3. Grazie della risposta, che di fatto conferma già che supponevo, la sostanziale equivalenza dei due modi di fare. Proverò però a fotografare delle scene (con la z7 che conosci) prima in un modo e poi nell'altro, per vedere se davvero ci sono differenze nello sfocato dello sfondo, che nelle prove fatte in passato non avevo notato. E speriamo di poter tornare a fotografare con la semplicità di spostamenti di prima
  4. faccio una domanda banale, che forse farà sorridere chi sa veramente fotografare (non è che ho paura fare domande, è che sono orgoglioso e mi imbarazza mostrare la mia ignoranza) Massimo Vignoli qualche tempo fa scriveva che se si fa un crop vuol dire che non si utilizza l'obbiettivo giusto: vero, ma molte volte non è possibile fare altrimenti. Io fotografo (fotografavo, visto l'andamento degli ultimi due anni) sopratutto uccelli, e spesso anche il 500 PF non basta con il full-frame: la domanda è questa conviene in questi casi passare "in macchina" al formato DX, o è preferibile fotografare a formato pieno, e poi ritagliare l'immagine in post-produzione? Io fino ad ora ho seguito sempre la seconda opzione, che mi permette due vantaggi: 1) non necessariamente debbo ridurre così tanto l'area dell'immagine, 2) posso modificare come meglio credo la d'esposizione dei soggetti fotografati. e voi?
  5. Peccato! io sono interessato ad acquistare una z50, ma solo il corpo. Sarei stato molto contento di prendere da una persona affidabile, che mantiene nel modo migliore le attrezzature che possiede, ma ho già il treppiede marsace, molte schede da 64 GB e non ho nessun interesse per il microfono. Comunque, se in un futuro deciderai di vendere il materiale "spacchettato" (a proposito, a che prezzo il solo corpo macchina?), tienimi in considerazione. Intanto, buone foto
  6. mi unisco anch'io alla richiesta di tele per il sistema Z. Solo che… non riesco ad aspettare molto: il covid mi ha "bruciato" due anni. ed io non so quanti nu ho ancorata davanti, per cui, il primo che esce, lo prendo (se potrò permetterlo)
  7. Mi sembra un gran bene che si esplorino le possibilità migliori, ma si comincia con prove anche minime, tanto per capire se interessa o no. La mia prima camera è stata una Topcon ( l’ho ancora!) che ad ogni scatto dello specchio sobbalzava e sembrava un colpo di pistola; ora ho degli strumenti molto, molto migliori.
  8. Grazie davvero per i suggerimenti, meglio: per gli insegnamenti che mi avete dato Ieri un amico mi ha portato una lente Walimex close-up +2 da 67 mm di dismetro: perfetta per il 24-200. oggi, contrariamente quanto sperato, debbo vedere due persone impegnative: conto di poter provare nei prossimi giorni
  9. Prima di tutto mi scuso con il prof. Renesto per la "metatesi" (grazie Max, mi hai permesso di non dire "errore"): non ho riletto quanto avevo dettato.. Ho usato "pinpoint", ma non avevo il cavalletto, la foto è stata scattata a mano libera; probabilmente è un mio errore strutturale, visto che già in altri casi mi sono accorto che quando premo il pulsante di scatto senso ad alzare l'obbiettivo. Poi c'era vento, poco ma c'era; ho fatto un ritaglio circa da FX a DX, perché le inflores cene sono davvero piccole, 5-10 mm. Lunedì, forse ho tempo di riprovae. Grazie per i suggerimenti.
  10. In questi tempi non frequento molto Nikonland, e faccio male perché è la miglior fonte per conoscere le novità e per imparare cose nuove (per quanto riguarda la fotografia, intendo dire). Quando ho letto gli articoli di Silvio Ernesto sulla microfotografia e i molti commenti interessanti e utili, ho voluto provare, in giardino, tra un impegno e l'altro: non sono per niente contento e continuerò a provare. Invio però una foto, l'unica che mi sembra decente, per capire dove sbaglio, visto che il "fiorellino" giallo al centro mi sembra sfocato, anche se quando ho fotografato mi sembrava a fuoco. Ho usato una Z7 (usata, ma di nobilissime origini) con il 300 PF e il TC1,4; i dati di scatto sono 1/w2000, f11, ISO auto 5600. In Photoshop ho ritagliato nel formato 1x1 ed aumentato la nitidezza con Sharpener Topaz
  11. Si, a me piacciono. Mi piacciono gli oggetti dalla forma semplice, lineare e funzionale: quelli della Zeiss, in genere, sono i più belli. Mi piace anche la forma delle Z, al contrario di molti altri. Ma non quella della futura Z9, decisamente sgraziata. Ma non potevano chiedere ancora a Giugiaro?
  12. Belle foto,Roby! e come invidio la tua possibilità di fare il nonno: io non vedo i miei nipotini in Germania dall’agosto scorso ...
  13. Ri-voto: per le mie semplici e limitate esigenze di fotografo, la Z6ll e la Z7 che ho sono più. che sufficienti. Faccio parte di quel 90 % che non necessita di più. Certo che una Z8 votata all’azione, con un autofocus eccellente e qualche pixel in più (per i crop quando si vuol fotografare uno scricciolo dal capanno e anche il 500 non basta), mi tenterebbe molto: vedremo. Certamente prenderò il 100-400 S e, forse, il 200-600, ma solo dopo che Mauro e Valerio l’hanno testato e approvato.
×
×
  • Create New...