Jump to content

ross

Nikonlander
  • Posts

    390
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    7

ross last won the day on September 17 2021

ross had the most liked content!

2 Followers

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

ross's Achievements

Advanced Member

Advanced Member (3/5)

282

Reputation

  1. #5 l'anno scorso non è stato molto fruttifero in termini fotografici, se devo dire qual'è stato lo shooting migliore direi senza dubbio quello con Giulia Biagioli, modella brava e bella, che fa la differenza in uno shooting difficile scegliere la foto migliore ma penso sia questa
  2. in Cina hanno saputo del balcone di Castelli... ecco la foto dei primi appostamenti
  3. Scusate mi sono distratto un attimo... ho visto che il contest è finito, complimenti ai vincitori e ai partecipanti:) Mi permetto di proporre al nostro condottiero, anzichè poter postare foto fatte in una determinata settimana, di proporre un tema in modo che ognuno lo possa interpretare con un proprio scatto Ad esempio per il tema "La bellezza" io posterei una foto di Castelli o se il tema fosse "il guerriero" posterei una foto di Castelli... ecco vi avviso che ho innumerevoli foto di Castelli pronte a partecipare ad ogni concorso! Riprendo un'affermazione del grande capo per ricordare a tutti che Castelli l'ho inventato io! Un giorno lontano lontano, si presentò ad un mio workshop un batuffolo di simpatia con una macchina a tracolla, ecco io ho trasformato questo "inquadratore di tette" in un fotografo completo in grado di apprezzare altre parti anatomiche femminili... e ci ho pure aggiunto qualche nozione sulle luci che a volte si è ricordato di applicare. Al prossimo contest!
  4. oddio io canonista?? ma quando? dove? perchè? Non me lo ricordo... anzi si... ricordo che le prime foto le feci con una macchina un pò in disuso, che aveva problemi con la messa a fuoco. Un giorno ricevetti una mail da uno sconosciuto che mi scrisse che gli piacevano le mie fotografie, dopo aver saputo con cosa le facevo mi disse "ma dai ti regalo la mia che diventerai un bravo fotografo" E così fece:) Non l'ho mai incontrato di persona ma l'ho sempre ringraziato perchè proprio con quella ho iniziato a far pratica... nonostante fosse solo una EOS 300D (così mi disse Maratta)
  5. Come esimersi dal raccontare il mio ingresso in Nikonland ? Circa 10 anni fa ero ancora recluso in uno ufficio a smanettare di fronte al computer ma avevo già in mente cosa avrei fatto da grande: il Nikonlander. Beh, allora non ne ero ancora cosciente, anzi non sapevo neppure cosa fosse Nikonland. Ma un bel giorno… un certo Maratta rispose ad un mio annuncio in cui proponevo uno shooting fotografico con modella in studio. Quel giorno mi vidi arrivare un omone in tuta mimetica, ginocchiere, visore notturno, elmetto con fronde in testa e 500 mm su un treppiede. Seppure fossi agli inizi e non avessi molta esperienza sulla varietà di tipi strambi che compongono il mondo dei fotografi, capì subito che il buon Maratta non avesse mai messo piede in uno studio e soprattutto non avesse mai fotografato una modella. Lo studio tra l’altro non era molto grande per cui feci accomodare il buon Maratta in bagno in modo che avesse abbastanza profondità di campo per inquadrare almeno il viso. Con un piccolo sforzo potete immaginare la scena, con Mauro, in tuta mimetica, sulla tavolozza del water a scattare a raffica con i flash. E non è altrettanto difficile immaginare che la modella si spaventò e cercò di fuggire almeno un paio di volte. Sinceramente, alla fine della sessione, non avrei scommesso un centesimo che lo avrei più rivisto. Invece no. Invece il nostro grande capo, acuto osservatore capì che le modelle non corrono saltellando nei campi e, testardo come solo un Toro di Aprile può essere, decise che avrebbe imparato a fotografare in studio. Da quel giorno, studiando ore ed ore sui libri di fotografia di Peter Lindbergh e Richard Avedon, comprando tutta l’attrezzatura usata di Cinecittà, si dedicò anima e corpo a capire come funzionassero i flash e come non far scappare le modelle. Devo dire che a oltre 10 anni di distanza, c’è perfettamente riuscito. Non so quale alchimia sia nata in quel frangente, ma a poco a poco ci siamo visti sempre più frequentemente, in studi diversi, in location, all’aria aperta e perfino con due modelle in mezzo ad un fiume dopo averlo attraversato in canoa. Insomma, gli anni successivi sono stati un crescendo di eventi organizzati anche grazie a Nikonland e alla partecipazione di massa (i primi tempi si) dei Nikonladers. Come dimenticare il primo mega raduno Nikonlad del 2014 ? I Nikonlanders erano centinaia, forse migliaia… alt! un momento il grande capo mi corregge: erano 52, ma sembravano molti molti di più. Sicuramente c’erano ben 2 modelle provenienti dalla Repubblica Ceca, personalmente selezionate per l’occasione. La cosa divertente è stato constatare come alcuni di voi non avessero mai visto una modella dal vivo, abituati a fotografare anatre e cormorani; se vi state chiedendo come ho fatto a capirlo, vi dico semplicemente che erano quelli che si avvicinavano alle modelle con salivazione azzerata e grondanti di sudore o piuttosto quelli che tenevano la loro Nikon con 4 mani per evitare i tremolii magari pensando “speriamo che mia moglie non venga a saperlo”. Ci sono infiniti ricordi legati a tutti voi e sono fieramente orgoglioso di averne fatto parte per 10 lunghissimi anni e per i prossimi 10 ancora, uno dei più recenti e significativi è stato quello che si svolse presso il mio studio a Milano. In quell’occasione tenni anche un mini workshop sulle foto pubblicitarie con una modella (eh lo so è un mio brutto vizio, ma sto cercando di smettere) e la giornata si concluse con uno street photography sui Navigli fino alla consegna del regalo al nostro Nikonlander più longevo: RobyC. A dimostrazione che Nikonland è qualcosa di diverso, l’evento più toccante per me è stato proprio l’ultimo, quando tutti insieme abbiamo regalato una Nikon al nostro Nikonlander più amato, ed è questo il motivo per cui la mia foto scelta per il libro del 15° anniversario è proprio dedicato a quel momento. Come concludere questa vagonata di ricordi se non ringraziando il “deux ex machina” Mauro che ha creato dal nulla un motivo in più per esistere: Nikonland ! E ha creato a sua immagine e somiglianza (beh forse è un po’ troppo ma lasciamola) tutti noi Nikonlanders… per enfatizzare il momento leggete queste ultime righe mentre sullo sfondo parte l’inno “…siam pronti alla morte, Maratta chiamò! SI!”. Scene dai tanti raduni organizzati insieme in questi anni di ... conoscenza : tl2.mp4
  6. il balcone di Castelli diventerà presto più famoso di quello di Giulietta... sto pensando già di organizzare tour in pullmann...
  7. Si accettano suggerimenti in privato per altri scherzi... ho esaurito le idee
  8. Come dice il detto (letto in un bacio perugina) "Se Castelli non va alla modella, la modella va a Castelli" Detto... Fatto
  9. Questo è il post delle foto di Gabriele Castelli... Ci soffermiamo sul selfie?:)
×
×
  • Create New...