Jump to content

Pedrito

Nikonlander Veterano
  • Posts

    2,065
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    9

Everything posted by Pedrito

  1. Ho votato per una Z6 III, perché il secondo corpo che uso quando occorre è adesso la mia "vecchia" D750. Infatti nel futuro vorrei utilizzare solo materiale Z, sia per la migliore qualità delle lenti rispetto a quelle F, sia per la migliore facilità d'uso di due corpi simili e con la stessa tecnologia. Sarei però curioso di vedere come sarà la Z8 per valutarla in rapporto alla Z6 III che verrà.
  2. Per una serie di motivi sto fotografando pochissimo (e partecipando altrettanto poco nel forum). Attualmente uso di preferenza il 24-200mm perché è un buon "tuttofare", mentre gli altri Z per ora restano nella borsa in attesa di tempi migliori.
  3. Sì, e il Marsace è anche più "snello", tanto che può essere portato pure nella tasca di un giaccone se si decide di lasciare a casa lo zaino e fotografare con solo corpo + obiettivo.
  4. L'avevo visto anch'io su Amazon, poi grazie a Max che l'ha recensito qui ho optato per il Marsace MT-01, che mi pare un po' più compatto e per i miei usi più adatto. Sembra anche questo Rollei un prodotto ben fatto.
  5. Una grande fotografa, ma soprattutto una grande personalità in un periodo difficile in un territorio difficile, usando un lessico caro a molta stampa. Ci mancherà molto. Per chi ha Sky, consiglio di guardare su Sky Arte (canale 400) il bel documentario uscito nel 2019 "Letizia Battaglia Shooting the Mafia".
  6. Grazie per le preferenze! Sinceramente avevo temuto che la foto non sarebbe stata capita, perché il soggetto è un ristorante-bar di un centro commerciale che nulla ha a che vedere con una SPA dove, forse, la rappresentazione di alcune persone che "passano le acque" non sarebbe stata così interessante. Ma evidentemente sottovalutavo i Nikonlander... Per il resto, ho apprezzato molto le numerose immagini di fiori e la creatività degli autori, che sono riusciti con dei soggetti tutto sommato abbastanza comuni a realizzare degli scatti davvero suggestivi. Bravi.
  7. Si vede che è arrivata la primavera, l'oggetto di tanti scatti sono fiori! Le mie preferenze: 1) la #12, per la delicatezza della composizione e per premiare l'oggettiva difficoltà tecnica dello scatto; 2) la #13, per la piacevolezza dell'immagine ed il "coraggio" del fotografo nel comporre includendo tanto sfocato, che in questo caso rende anche più gradevole oltre che personale lo scatto; 3) la #9, perché dimostra che anche con un soggetto apparentemente banale si può creare un'immagine interessante e delicata.
  8. Le mie preferenze: 1) la n.10 di effe, uno scatto originale e molto ben eseguito che potrebbe essere utilizzato... su Wine Spectator; 2) la n.1 di Paolo Mudu, un'immagine elegante quasi astratta; 3) la n.7 di Jorgos, l'eterea bellezza ed eleganza di questi animali mi rapisce sempre.
  9. Ben fatto. Anch'io ogni anno in questi giorni do il mio piccolo contributo. Finché la cultura e l'informazione saranno libere e disponibili per tutti allontaneremo il pericolo che qualcuno possa manipolarle e distorcerle a proprio uso e consumo.
  10. Mi dispiace tanto. Spero che i tuoi "piccoletti" possano riempire il gran vuoto che lascia Fritz.
  11. La bellezza della Val d'Orcia sta anche nel fatto che puoi tornarci anche ogni settimana, ed ogni settimana trovare e fotografare scorci sempre interessanti e sempre diversi. Avendone il tempo...
  12. Proprio qualche giorno fa ho visto in tv un programma che spiegava che per una Testarossa il tagliando si fa/faceva ogni 20mila chilometri, e comprende lavori del valore di 6/7mila euro ogni volta, ai quali aggiungere appunto bollo, assicurazione, garage, ecc. Roba da ricchi, come diceva Pozzetto un po' di tempo fa... A Maranello è possibile noleggiare una Ferrari anche per una mezz'ora/un'ora e farsi un giro per le strade del centro e dintorni o anche girare sulla stessa pista di Fiorano e provare l'ebbrezza della velocità dell'auto, e a mia memoria i costi non sono proibitivi.
  13. Sì, leggendo ho pensato che forse sei andato anche oltre il "lecito" per portare a casa queste splendide foto, sfidando con un pizzico di incoscienza le avversità delle condizioni meteorologiche. Capisco che per degli scatti straordinari tendiamo tutti a dimenticarci del resto, ma a mente fredda non pensi forse di esserti spinto un po' troppo in avanti, pur con tutta la preparazione, l'esperienza e l'attrezzatura di cui disponevi?
  14. Il sogno proibito di ogni uomo... Belle immagini, mi piace la tua scelta di soffermarti quasi esclusivamente su particolari di queste splendide auto.
  15. Intendevo chiedere se il peso del kit Z6+24-200 fosse gestibile con questo tripode. Ma essendo il 14-30 e il TTartisan 11mm che hai citati appena più leggeri del 24-200, immagino di sì...
  16. Tipo Z6 con 24-200? Ho letto con attenzione il tuo articolo e un treppiedi così portatile e leggero forse farebbe al caso mio...
  17. Un racconto avvincente quasi come... un romanzo di Jack London! Sono certo che qui hai narrato solo la centesima parte di quello che hai vissuto e provato in questo viaggio a quelle latitudini, non solo dal punto di vista fotografico e, la butto là, sarebbe interessante (e credo non solo per me) incontrarci su Zoom per approfondire. Intanto mi godo le tue immagini che, apprezzato come le hai ottenute, acquistano ancora più valore rispetto alla loro già rilevante qualità fotografica.
  18. Succede a tutti di uscire con un'aspettativa più o meno precisa ed un'idea da perseguire, e poi ritrovare sul posto ben altro rispetto a quanto atteso. Ma non è sempre un male, perché una nuova situazione può generare nuovi stimoli ed idee e, dal punto di vista delle foto portate a casa, immagini anche più interessanti di quelle che normalmente si sarebbero fatte. Ma non sempre si è nella condizione mentale giusta per ottenerle. L'artista non è una macchina...
  19. Una bella serie di immagini quasi... sognanti! Se posso dare un suggerimento, eliminerei dal gruppo la terza foto che poco ha a che fare con l'atmosfera visibile nelle altre.
  20. Tempo fa su Sky vidi un documentario, credo di National Geographic, che illustrava molto bene fin dagli inizi la storia di questa base, smitizzando tante leggende e confermando ciò che ci ha raccontato qui Tanker. Mi colpì il fatto che nei primi anni il personale ogni mattina venisse imbarcato su un aereo per portarlo alla base e riportato indietro ogni sera, personale a cui veniva fatto obbligo di non raccontare a nessuno, nemmeno ai più stretti familiari, cosa facesse esattamente là e quale fossero le sue reali mansioni. Inutile dire quale fosse il budget di spesa del governo federale per l'operatività della base... $$$
  21. Cortona è un bel posto da visitare, e una passeggiata lì potresti metterla in calendario: ti assicuro che ne vale pena. E detto fra noi, quando ho visto questo accrocchio ho pensato a te e a Dario e l'ho fotografato per mostrarvelo...
×
×
  • Create New...