Jump to content

maxbunny

Nikonlander
  • Content Count

    598
  • Avg. Content Per Day

    1
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    16

maxbunny last won the day on June 15

maxbunny had the most liked content!

Community Reputation

200 Excellent

1 Follower

About maxbunny

  • Rank
    Advanced Member

Recent Profile Visitors

872 profile views
  1. Anche io ho cercato di munirmi della borsa ideale per ogni occasione, anche io guardo per prima Tamrac e ad oggi ho 3 prodotti di questa casa. Per le uscite più o meno staticche, ovvero quando devo portare l'attrezzatura ma non devo spostarmi quasi per nienete utilizzo una borsa Tamrac pro 8; Per le uscite itineranti con poca attrezzatura ( 1 reflex ed il trittico 14-24, 28-70; 80-200) , utilizzo il Tamrac Evolution 8 ; Per la caccia fotografica o uscite intineranti in cui ho necessità di portare tutta l'attrezzatura ( ad esempio nei miei viaggi ), utilizzo il Tamrac Expedition 8
  2. ...per ingrandimenti forti si può utilizzare anche la tecnica degli obiettivi accoppiati. Un obiettivo rovesciato focheggiato su infinito si comporta come una lente addizionale di pari lunghezza focale. Un 50 mm rovesciato equivale pertanto ad una lente addizionale di 1000/50 = 20 diottrie! E’ dunque un sistema più potente di qualsiasi lente close-up ed altamente corretto (grazie alle 6-7 lenti dei normali 50 mm). Il rapporto di ingrandimento che otteniamo avvitando una lente addizionale di focale F’ su un obiettivo di focale F è semplicemente dato dal rapporto F/F’ quando l’obiettivo è focheggiato all’infinito. Questa relazione è importante in quanto consente di calcolare immediatamente il rapporto di ingrandimento ottenibile quando “rovesciamo” un obiettivo sopra un altro, tramite la tecnica degli obiettivi accoppiati. Se montiamo un 50 mm in posizione invertita su un 100 mm ( esistono in commercio degli anelli adattatori che lo permettono ), otterremo un R = 2:1; se lo montiamo su un 200 mm, otterremo un R = 4:1, e così via. L'ottica rovesciata va impostata a tutta pertura.
  3. Non solo ho la D500 ma non intendo darla via. La utilizzzo prevalentemente per fotografia sportiva e naturalistica
  4. Esatto, fotografia ravvicinata. A proposito di 300/4 AFS con i tubi, questa è con il 300 in questione + tubo da 20mm .... ma come dicevo, per la macro prediligo le ottiche dedicate, quindi il mio vecchio AF-D 105/2,8 Un saluto
  5. Ho usato per molti anni il Nikon AF-S 300/4 la cui minima distanza di messa a fuoco non discosta di molto da quella del 300 dell'articolo. ( il 300 PF mette a fuoco a 140 cm mentre il precedente a 145 cm ). Il 300 lo usavo spesso per la caccia fotografica ( soprattutto con TC ) ma anche per ritratti e paesaggi. Mi è capitato anche di farci qualche macro "al volo", ma per questo genere preferisco utilizzare obiettivi macro. Il 200-500 mette a fuoco a 220 cm con un rapporto di riproduzione di 0.22X, contro 0.25X del 300/4 AF-S e 0.20 del PF, quindi.... siamo la, se parliamo di pseudomacro. Il 300/4 l'ho rimpiazzato con il Nikon 300/2,8 VRII, per la caccia fotografica lo utilizzo al 90% con TC 2 o TC1,7, lente che non ha bisogno di presentazioni, ma ha i "limiti" di un'ottica fissa. Trovo il 200-500 un'ottica azzeccata: poco ingombrante, relativamente pesante, ottima resa, ottimo VR e molto versatile. Tra il 200-500 ed il 300/4 PF c'è una differnza di prezzo di almeno 400 euro, non proprio poco secondo me. Il 200-500 pesa 2,3 kg, il 300 pf 755 g; se questa differenza di 1,5 kg in più è davvero un problema, allora a mio avviso si fa bene a scegliere il 300pf, per tutto il resto non ho dubbi: 200-500. Un saluto
  6. Metto anche due scansioni, tra i giganti del Sequoia National Park
  7. Quoto tutto ciò che hai scritto nell'articolo. Fin da subito ha superato le mie aspettative, un ottimo compromesso qualità/prezzo. Molto versatile e facilmente trasportabile per i viaggi itineranti che faccio.
  8. Quoto chi mi ha preceduto, queste foto si fanno standosene appostati in un capanno ( mobile o fisso ), se si vuole soffrire anche sotto un telo mimetico ecc... Le foto sono molto belle e l'attrezzatura mi sembra sia stata promossa con ottimi voti!
  9. Mi rivedo molto in questo articolo: mi piace viaggiare e soprattutto farlo in autonomia. Piace molto anche a mia moglie quindi è praticamente impossibile per me partire senza famiglia al seguito. 🤪 Se può essere utile: la Namibia l'ho girata in macchina nel 2007, dopo aver scelto l'itinerario provammo a prenotare in proprio le sistemazioni scrivendo direttamente alle strutture il loco. Molte non rispondevano, le poche che lo facevano dicevano che avrebbero potuto dare conferma 15 gg prima. Era troppo rischioso, le strutture erano poche, si rischiava di dover dormire in macchina! Organizzare tramite agenzia?...troppo caro e troppo vincolante. Poi per caso sono capitato qui, li contattai via mail e scoprii che i loro itinerrari erano proposte non vincolanti, mi dissero di inviare il nostro itinerario e loro avrebbero provveduto a prenotare gli alberghi e farci avere il preventivo. Il volo A/R lo comprammo da soli, per auto e alberghi il prezzo fu davvero competitivo, in pratica si discostava davvero poco dal totale che avremmo ottenuto se fossimo riusciti a prenotare da soli. All'aeroporto di Windhoek trovammo ad aspettarci una loro corripondente ( una ragazza italiana che viveva sul posto ), ci consegnò la mappa con il nostro itinerario evidenziato, ci accompagnò a prendere la macchima e ci consegnò i voucher degli alberghi. Dopo una breve chiacchierata ed alcuni utili consigli, cominciò il nostro viaggio di 21 gg, uno dei viaggi più belli che abbia mai fatto.
×
×
  • Create New...