Jump to content

Alberto Salvetti

Nikonlander
  • Posts

    586
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    21

Alberto Salvetti last won the day on March 26

Alberto Salvetti had the most liked content!

Recent Profile Visitors

3,700 profile views

Alberto Salvetti's Achievements

Nikonlander Sostenitore

Nikonlander Sostenitore (5/5)

  • Great Support Rare

Recent Badges

749

Reputation

  1. E' una bella foto, ma aprirei le ombre, almeno sul dorso del picchio. Così è un pò penalizzato.
  2. Suggeriscimi un 300 mm che metta a fuoco a 120 cm dal soggetto e poi ne parliamo. Senza recuperare qualche dinosauro.
  3. Chiedo un parere anche a voi, ma a me, lo sfocato di questa foto dove la foglia della roverella è riconoscibile, piace.
  4. Se si parla teoricamente è esatto. Ma l'AFS era praticamente impossibile usarlo senza cavalletto essendo privo di VR, e quindi inutilizzabile a questo uso. Per quanto riguarda lo sfocato, basta fare un pò di attenzione e si può ottenere qualcosa di buono anche col 300 PF. In questo caso, essendo il soggetto, per me, molto raro, non sono stato lì a cercare lo sfocato migliore, ma ho focalizzato la mia attenzione sul soggetto.
  5. Prima di tutto grazie dei complimenti e dei commenti. Come ho già detto questa per me è la combinazione ottimale per foto vagante alle farfalle. Forse in questo caso avrei potuto togliere il TC. Nel caso specifico, erano sempre posate a circa 2 metri di altezza, ho provato usare la Z7 ed il 105, ma non potendo usare il mirino perché troppo alte, ho cercato di inquadrare col monitor alla cieca perché in pieno sole non si vede assolutamente niente. Le ho subito guardate ma non le ho nemmeno scaricate da tanto mi piacevano.
  6. La scorsa settimana sono ritornato nel punto dove avevo trovato la femmina di Onychogompus forcipatus nella speranza di trovare anche il maschio. Siamo sui 400 mt di altezza e ai margini di prati aridi contornati da roverelle, frassini e carpini neri. Rispetto a 10 giorni fa quasi tutte le piante hanno le foglie secche, mai visto una cosa del genere in luglio. Verso le 9, delle saette gialloverdi cominciano a volteggiare instancabilmente in gruppi da 3 o 4. A occhio, saranno almeno una ventina di esemplari. Dopo tanto zigzagare in cielo, qualcuna si posa sulle roverelle in posizione favorevole. Una volta posate, se ne stanno ferme per molto tempo e molto confidenti. Scatto un paio di foto e mi accordo che questa specie non l’ho mai vista. Dovrebbe trattarsi (attendo conferma da Silvio) di Anax ephippiger, una libellula mai avvistata negli ultimi 25 anni nella mia zona. Sarà l’effetto del cambiamento climatico? Ho scattato un sacco di foto, ma molte hanno uno sfondo molto invadente. Sono comunque molto soddisfatto. Le prime tre foto sono del maschio, riconoscibile dalla macchia blu sul dorso e le altre tre della femmina. Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC F. 6.3, 1/640 sec., ISO 160, mano libera Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC F. 5,6, 1/640 sec., ISO 160, mano libera Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC F. 9, 1/640 sec., ISO 250, mano libera Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC F. 5,6, 1/640 sec., ISO 180, mano libera Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC F. 5,6, 1/640 sec., ISO 280, mano libera Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC F. 5,6, 1/640 sec., ISO 280, mano libera Al ritorno sulle sterpaglie del prato secco ho trovato un paio di Sympetrum fonscolombii, (conferma di Silvio gradita) riconoscibili per l’occhio rosso e azzurro e per la piccola taglia. La prima è una femmina ed il secondo dovrebbe essere un maschio giovane: aveva dei colori che non sono riuscito a riprodurre, per il suo nervosismo, Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC F. 10, 1/640 sec., ISO 220, mano libera Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC F. 11, 1/640 sec., ISO 280, mano libera
  7. Dalle tue risposte avverto un certo disappunto. Le mie considerazioni sono di carattere generale e non certo nei tuoi confronti. Nel merito specifico della foto in questione, sono certo che sarebbe stata migliore a colori che in BN. Ma non voglio convertire nessuno della mia idea.
  8. A te il BN piace e lo usi costantemente, e io non voglio criticare questa rua preferenza, ci mancherebbe altro. A me in BN piace pochissimo e nella foto naturalistica nemmeno lo considero. Questa foto che a colori forse potrebbe essere stata una discreta foto, in BN non mi dice niente. A proposito della stampabilità. In uno dei pochi corsi di fotografia che ho fatto, il docente, tra il serio ed il faceto, sul fatto che i principianti sopravalutassero ogni loro foto, diceva che era semplice autovalutare una propria foto. Se si riteneva che la foto valesse il costo della carta e dell'inchiostro, allora si poteva tenere altrimenti era da cestinare. Può sembrare una stupidata, ma a me quando sono indeciso se buttare o tenere una foto, quel parametro lo adotto.
  9. Io non voglio esprimere il mio parere, che del resto conoscete già, ma se avete dei dubbi su una foto, provate a stamparla e i dubbi spariranno. Questo test vale per tutte le foto e non solo per questa.
  10. Grazie. Ho messo le due ultime foto per aiutare nell'identificazione, lo so che non sono potabili. Non l'avevo mai vista prima. Lo strano è che con questa siccità l'unica acqua corrente vicino è l'Adige a più di un chilometro sotto. Però nei prati aridi c'è una infinità di piccole cavallette di tutti i tipi. Quando posso ritornerò nella speranza di incontrare anche il maschio.
  11. Premesso che non sono un ricercatore di libellule. Se le trovo le fotografo, ma non sono un gran conoscitore, riconosco quella quindicina di specie che trovo abitualmente. Questa mattina ai margini di un prato arido a circa 300 metri di altitudine ho incontrato questa, che mai mi era capitato di vedere prima e che non riesco ad identificare con le mie guide. Chiedo aiuto a Silvio. Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TCIII F. 5,6, 1/640 sec., ISO 250, mano libera Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TCIII F. 16, 1/640 sec., ISO 1600, mano libera Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TCIII F. 10, 1/640 sec., ISO 1250, mano libera Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TCIII F. 16, 1/640 sec., ISO 1600, mano libera E' una libellula medio piccola come i Sympetrum. Grazie anticipatamente dell'aiuto.
  12. Non è un macaone ma un Podalirio "Iphiclides podalirius"
  13. Buona al massimo come foto per il web a ridotta dimensione. Assolutamente non stampabile. I dettagli fini sono impastati e probabilmente anche la postproduzione ha peggiorato. Secondo me non é possibile valutare la qualità di un obiettivo da questa foto.
×
×
  • Create New...