Jump to content

bergat

Nikonlander Veterano
  • Content Count

    1,317
  • Avg. Content Per Day

    2
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

bergat last won the day on January 18

bergat had the most liked content!

Community Reputation

74 Excellent

About bergat

  • Rank
    Nikonlander Veterano

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Valerio ecco come lavora On 1 ti invio un raf e il rispettivo jpg senza maschera di contrasto. Come vedi la risoluzione che riesce a tirar fuori on1 è notevole e il LR se la scorda, a meno di non avere sensori ad alta risoluzione. http://www.mediafire.com/file/27tlb4ok5a256qm/DSCF6048.RAF/file http://www.mediafire.com/file/2on1n5jscrhc620/DSCF6048.jpg/file
  2. 1) vero e neanche l'ultima versione cc 2019 fa un granchè 2) si non è il massimo 3) si va abbastanza bene, ma già puoi fare molto con raw file converter di silkypix, gratuito e adatto al mondo Fuji ma come dice la parola è un raw converter. A mio modo di vedere il migliore è "ON 1 Photo Raw" versione 13.3.1
  3. Prova On 1 photo raw, o se non devi fare chissà quale elaborazioni, anche Raw file converter https://www.fujifilm.com/support/digital_cameras/software/myfinepix_studio/rfc/index.html
  4. Quello che tu fai notare è vero. Io però non mi riferivo alla economicità di alcuni prodotti di altre marche, quanto al fatto della predilezione Nikon per la foto sportiva. Ad esempio Leica e dico Leica e non Panasobic, invece non è mai stata interessata a quel settore fotografico. Poi chiaramente oggi come oggi, non si puo' pensare che ci possa essere la stessa attenzione costruttiva per una D5 che per una D3500: i controlli qualitativi e la manodopera costano.
  5. Beh in parte concordo. Specialmente in questi ultimi quindici anni Nikon ha voluto imporre una quasi complicità con la foto sportiva e con le focali, luminose e lunghe, trascurando alcuni aspetti della fotografia più meditativa, tipo la paesaggistica e la architetturale, laddove invece altri costruttori hanno fatto il contrario. Aver sposato nikon in epoca analogica, oggi sembra quasi di non ritrovarsi a casa propria
  6. Scusa ma adesso ti accorgi del fatto che le dimensioni del formato sono determinati dagli obiettivi? Io col ff non sono mai andato oltre al 180 2,8 e poi l'ho usato pochissimo. Anche il 28-70 2,8 che avevo sembrava un obice da artiglieria. in realta non fotografo ne sport nè avifauna.Oggi come oggi anch'io sto aspettando una FF ML nikon seria e monterò al massimo un 85 mm1,8
  7. Se la necessità era dii avere una piccola macchina da street, certamente i modelli fuji della serie X, con forma a saponetta, si prestano bene. Ritengo però che il modello principe attualmente tra queste per compattezza e completezza è la X-e3, se si rinuncia al mirino ottico, oggi a mio avviso desueto, e ci si affida all'EVF elettronico molto più pratico e ricco di informazioni. Domanda, ma la Z6 che non è molto più grande, non bastava? Pur io usando Fuji, non vedo plus in più, tali da prendere una X-pro.
  8. Ah ok allora lo è, perchè il grip opzionale della X-T1 si aggancia perfettamente al cavalletto.
  9. Che caratteristiche dovrebbe avere l'Arca? secondo me si
  10. Dopo aver visto l’articolo di Max, , avevo deciso che alla prima occasione avrei acquistato come minicavalletto da viaggio il Marsace Mt-01. . Infatti il Marsace ha tutte le caratteristiche che si addicono a un cavalletto da viaggio: peso, trasportabilità, compattezza e naturalmente la capacità di non far collassare una reflex pesante che viene montata sopra. Sono queste caratteristiche contrastanti, ma che fanno si che un cavalletto da viaggio, non sia un giocattolo inutile. Il Marsace Mt-01 ha tutte queste caratteristiche e convengo con Max, che è l’unico che non costi una fortuna. No perché volendo ci sono mini cavalletti Rollei, Benro, Girzo, che hanno queste caratteristiche, ma anche prezzi che talvolta superano i 200 euro. Ok mi son detto appena mi servirà, lo acquisterò. Dannata sfortuna, però non avevo fatto i conti della non disponibilità del prodotto nei nostri normali circuiti di acquisto, ovvero negozianti in italia o la grande vetrina di Amazon. La indisponibilità è da oltre da sei mesi. Per cui decido di valutare altre opportunità in seno stesso ad Amazon, maledicendomi per non aver acquistato subito il Marsace, quando Max l’aveva recensito. Gira scarta e confronta non trovo quello che mi serve, tanto che stavo pensando di portarmi dietro, ob torto collo, il mio manfrotto 190. Certo pero che sono sempre più di 5 kg con la sua testa, mentre il Marsace, mi sembra che non arrivasse neanche a un kg. Poi ecco aprirsi davanti ai miei occhi un prodotto con ottime valutazioni il mini cavalletto neewer in lega d’alluminio con testa girevole a 360° e sgancio rapido con borsa e trasporto con tre posizioni per le gambe, che richiuso si riduce a 135 mm, ma a cui altezza può raggiungere i 50 cm. Pesa esattamente 816 g…. Sarà valido? Penso che per 35 euro si puo’ anche rischiare. Se poi non dovesse andare glielo restituisco. Puntuale come un orologio mi arriva ben imballato il cavalletto nella sua scatola di vendita, all’interno di una più grande scatola amazon. Soppeso il cavalletto e mi sembra pesante al punto giusto. Apro la scatola, apro la borsa di naylon a corredo e oltre al cavalletto con la sfera montata, il libretto di istruzioni, la garanzia e una chiave esagonale a brugola, per serrare secondo evenienza la durezza delle gambe. Il cavalletto si presenta molto ben fatto, tutto in lega di alluminio, con nessun elemento in plastica tranne i gommini dei piedi, con le gambe allargabili in 3 posizioni e allungabili di 5 elementi con fermi a scatto ruotando in senso antiorario le punte di gomma. La colonna è estensibile di qual tanto che serve a non snaturare le dimensioni del cavalletto ed è capovolgibile di 180 gradi in modo di avere la testa e la macchina fotografica in basso invece che in alto. A corredo vi è come detto una chiave esagonale che serve per smontare o serrare le gambe e altre parti del cavalletto dotato di perni a brugola. E fornita anche una piastra universale per il serraggio di qualsiasi macchina fotografica non dotata di sgancio rapido. Con la mia fuji X-T1 dotata di un add-on per sgancio rapido, ne ho fato quindi a meno, ma in tutte le altre occasioni, basta avvitare detta piastra sotto la macchina fotografica per sganciarla rapidamente. Ma questo cavalletto supporterà degnamente una macchina fotografica, una reflex? Posso dire che la testa a sfera è dotata anche di bolla per l’allineamento di precisione e non si è spostata di un millimetro, nè con la mia d700 dotata di battery grip, né con a fuji x-t1 con il 55-200, né tantomeno con una 6x6 come l’hasselbald. Sono quindi molto contento dell’acquisto e credo che non si possa volere di più a questo prezzo. Consigliato, consigliatissimo, a tal punto che ho voluto subito condividere con Max il mio entusiasmo https://www.amazon.it/dp/B01MSAEZN8/ref=pe_3310731_189395851_TE_dp_1
  11. Mauro ha le sue esigenze specifiche e l'autofocus veloce, la grandezza dimensionale per le lunghe focali, sono i suoi punti primari, in cui la produzione fuji serie x è assente, macchine piccole di peso non eccessivo
  12. Appunto.... hanno deciso di cambiare tutto.
  13. e quindi per evitare questo, con la zeta hanno iniziato da 6 e 7
  14. Bah io contesto in parte le affermazioni di Valerio. Le macchine Fuji sono compatte ed è inutile utilizzarle con lunghe focali, che riporterebbero peso e dimensioni vicino alle FF nikon e Canon. sono utilissime e valide per le foto street avendo una capacità di rendere i jpeg subito pronti all'uso con capacità di impostare la simulazione delle pellicole fuji di vecchia memoria, ivi compreso il bianco e nero con una scelta delle tonalità tra venti valori possibili. Ok sono aps-c e non hanno una risoluzione che vada oltre i 26 mpixel, ma riescono ad essere strumenti validi anche per la ripresa di paesaggi, grazie a ottimi obiettivi come il 10-24 e l'8-16 mm. Del resto se uno vuole si può spostare al formato 33x44e la fuji anche qui ha una risposta a riguardo. Quello in cui la nikon è senz'altro superiore è la foto d'azione, lo sport, anche se con la x.t3 la fuji si è avvicinata molto al tracking della sony della A9. Altro aspetto è la mancanza di un sensore ff che permetta una migliore azione ad alti valore di iso. Non concordo il fatto che abbiano quindi un uso specialistico solo come macchine per lo street. Per foto meditate sono comunque strumenti efficaci anche se ben costruiti ma economici
  15. Pensi che non abbia la possibilità d'essere anche una mirrorless con specchio posizionato in alto e di essere con attacco z e non f?
×
×
  • Create New...