Jump to content

Roby C

Nikonlander Veterano
  • Content Count

    3,042
  • Avg. Content Per Day

    3
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    21

Roby C last won the day on May 30

Roby C had the most liked content!

Community Reputation

412 Excellent

2 Followers

About Roby C

  • Rank
    Nonno

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Ho visto il tuo lavoro, hai un bel colpo d'occhio, se in incognito fossi stato presente avrei fatto un lavoro certamente meno.. molto meno importante del tuo, la 8.. mi ha colpito, vedere quelle porte e gli stipiti.. chissà a varcarle dove e in che mondo si sarebbe stati.. la 20 invece mi chiedo, la la mezza figura di donna, era capitata per caso? se si.. 10 e lode per la prontezza.. dello scatto..
  2. Ho già modificato.. per l'amor del cielo,, no grazie con milano tre.. vediamo cosa cambia.. come letture..
  3. Ma se lo messo nella seconda parte del titolo.. che dice " Che ha un sottomarino in un suo museo " ritenevo fosse suficente.. ma a quanto vedo, dovrei cambiare/modificare il titolo?
  4. Marco, mai detto che il Toti è un sommergibile.. almeno, non quello di cui parlo io.. è un sottomarino e la differenza è notevole..
  5. No Mauro non è esatto, ed è stato scritto alla prima parte nel prologo.. vi sono al mondo, solo altre due città che hanno in un loro museo un sottomarino/sommergibile, la prima è stata Chicago a metà degli anni 40, più o meno, e la seconda è Parigi che ha il sottomarino Astute. chiaro?
  6. Grazie egidio.. non nascondo che la prima è una gran bella domanda.. allora, innanzi tutto sono passati diversi anni dalla data fatidica di quel gennaio del 2001, che vi è stata la scoperta virtuale poi realizzata in reale, ma il blocco dato da varie situazioni politiche avevano mandato tutto in cantina; come poi è successo.. in maniera ormai insperata la situazione si è risolta con l'arrivo prima del mezzo a milano ed infine al Museo, e siamo arrivati alla fine del 2005, nel 2010 cinque anni dopo ero presente.. le cose però erano cambiate, avevo un compito fisso per due comuni che mi impegnava non poco, un paio d'anni dopo ho iniziato ad avere problemi di salute sempre più seri, sino ad andare sul tavolo operatorio. Finita anche questa " Avventura " preso da altre cose ( leggasi Mulini ) avevo abbandonato il museo, ed il tempo passa.. di certe cose a volte pensi non interessino nessuno.. e vanno a finire in una specie di Limbo, un'anno fà.. altri problemi ( tra l'altro noti sin dal 2008 ) mi hanno costretto ad affidarmi ancora agli stregoni.. ne sono uscito un pò sottotono, tante cose che facevo prima mi erano, non proibite.. ma sconsigliate.. ed infine los virus.. mi ha messo letteralmente a ko, non ho preso nulla ma il fatto di limitare i movimenti, beh.. per farla breve la schiena non và certo meglio.. cosa fare? un giorno parlando don " Quello di Novara " gli ricordo che ormai sono quasi 15 anni che il bestione è là.. ma allora perchè non ne scrivi? sono andato in cantina, ho recuperato le carte, comprese le agende settimanale del 2001,2002 sino al 2005, le dia erano in casa.. i disegni pure ed allora ho messo in piedi l'ambaradan.. Secondo quesito, sì senza dubbio ho altri assi nella manica, senno che razza di baro sarei? ma seriamente, mentre molte info che darò prossimamente saranno riscontrabili altre, non lo saranno se non a fatica, almeno da voi.. e allora dovrete fidarvi; io le ho avute da loro.. il personale marittimo militare che lo ha condotto, e loro.. anche se sono marinai non sono di quelli che raccontano storie.. Spero di non avervi tediato troppo.. questa mattina ho speso una certa somma, non elevata però è stata spesa, per avere una serie di fotocopie f.to A 3 in cui vi farò vedere dei dettagli. dai.. ancora un pochino di tempo.
  7. grazie Valerio, per il prezioso contributo.. me lo trascrivo..
  8. Non nascondo che il pensiero di dover essere alla presentazione ufficiale alla stampa mi fa volare con il pensiero, e proprio in questa visuale ho speso una mezza fortuna per procurarmi una testa Manfrotto per poter fare le fotografie panoramiche, avevo provato unire alcuni scatti fatti nella sua pancia ma con risultati discutibili, una cosa è fare uno stich di scatti +/- panoramici ed altra con soggetti simili, la camera di manovra ha spazi limitati e questo pesa sulla qualità finale, la testa è stata da me poi venduta a NOC pochi anni fa.. la parete in fondo alla camera di manovra, alla sx il portellone che porta prima alla cucina, poi alla camera polivalente per mangiare, dormire, lavarsi e anche lanciare siluri.. la parte posteriore della camera di manovra, posta prima del locale motori termici altra vista della camera di manovra, manca il periscopio La presentazione è stata spostata di alcuni giorni, la dott.sa Galli mi assicura che non vi è da preoccuparsi; ho portato al MST il primo lotto di dia scansionate, loro mi hanno dato un Cd da copiarmi con scatti fatti da loro ad Augusta, i giornali intanto ne stanno parlando. Il 10-06 sono stato al porto fluviale di Cremona, vi era una festa organizzata da ex sommergibilisti, purtroppo si è svolta al mattino, nel pomeriggio neppure un’anima, io e mia moglie abbiamo fatto un’altra visita il 17 ed era un pochino triste. Il 20-06 sono tornato al MST, il dott. Ferulli non era in sede mentre la dott.sa Galli era in ferie, viaggio a vuoto ma quando torno a casa trovo nella posta un messaggio della dott.sa che mi comunica di essere assente sino al 20 luglio. Il 24-07 vado al MST questa volta invece è il dott. Ferulli in ferie, alla dott.sa Galli consegno due stampe da 90 x 25, con due panoramiche interne, stampate con il plotter della tipografia dove mi servo per altri lavori, continua a d assicurarmi e mi dà appuntamento a settembre ormai prossimo. Ai primi di settembre sono al MST, vedo il dott. Ferulli in via Olona, e mi comunica tout-curt che la Galli non fa più parte dell’organico, uscendo vedo una lettera in bacheca che avvisa i dipendenti che la dott.sa Galli non fa più parte del MST, poi vengo a sapere che pure il Direttore, si è dimesso e non è dato a sapersi le ragioni, poco dopo il dott. Ferulli viene mandato ad altri incarichi e tutto lo staff viene de localizzato ad altri compiti, la sig.na Floriana ad esempio è stata da me trovata nell’area Treni.. ho provato a cercare la dott.sa Galli, ma pare che sia andata all’ estero.. mi sarebbe piaciuto avere notizie più dirette e veritiere. Ora la responsabile dell’ufficio stampa è la dott.sa De Ambrogi e siamo al 14-09, si parla e mi chiede una nota cronologica degl’ eventi di cui sono a conoscenza, viene consegnata pochi giorni dopo, verso la fine di ottobre vado a trovare il C. M. Pinelli, poi nel pomeriggio facciamo un salto a Cremona, giornata non certo bella, facciamo quattro scatti, intorno al sottomarino il nulla.. Ex capo macchina nella vela il boccaporto di prua chiuso iniziamo a vedere il lavoro della permanenza in acqua.. non esattamente limpida una vista da poppa uno dei rimorchiatori fluviali ancora in banchina sullo sfondo una nave da crociera fluviale ( quando vi è l'acqua.. ) Da parte mia sento sempre che dal museo dicono che hanno quasi risolto tutto e a breve.. i giornali certo, non tutti i giorni ma con una certa frequenza portano alle stampe le cose più balzane, come quella di portarlo a Milano facendolo navigare nel naviglio.. ovvio che chi ha scritto il pezzo non aveva assolutamente idea di che cosa si parlasse, oppure di tagliarlo in tre pezzi e poi rimontarlo a Milano.. ma più sentivo ste cose e più mi domandavo perché?tra una storia e l’altra, l’anno finisce , a metà gennaio del 2002 torno a Cremona, ma questa volta avevo con me cosa? ma la digitale.. una Super Colpix 995, con la quale faccio alcuni scatti e.. oltre ad aver fatto fatica a trovare il sottomarino, era stato spostato.. tra la morsa del ghiaccio, tutto il porto era ghiacciato. la nave dei croceristi nella morsa del ghiaccio il sottomarino era stato spostato in un'altra zona.. ci misi un pò di tempo a riuscire a trovarlo, ovvio che non vi erano indicazioni quanto permetteva lo zoom della coolpix 995 Intanto mi stavo muovendo su altri binari, e alla Associazione Modellistica Bolognese, avevo trovato i disegni costruttivi del Toti, avuti dalla Fincantieri, me ne mandano una copia guardando mi accorgo che mancava qualche cosa, mi metto in contatto con loro e comunico le mie idee, e così ne ricevo una seconda copia rivista e corretta con una lettera di ringraziamento allegata, carino non lo aspettavo, mi ha fatto piacere. il faldone con dei disegni inviatomi e la lettera di ringraziamento varie viste parziali, alcuni disegni sono lunghi oltre i due metri, le rghe rosse sono state fatte da me, per poter confrontare le sezioni delle varie centine Fine maggio, vado al MST,cerco il dott. Ferulli ma è in ferie, mi riceve la segretaria sig.ra Patrizia, e mi fa capire di non andarmene, giro per il museo poi vado a pranzo alla loro tavola calda e.. sorpresa.. sulle pareti poste in alcuni quadri, le riproduzioni degli interni, non posso lasciarmi scappare alcuni scatti con la 995. queste erano i disegni appesi nel locale del museo con la tavola calda, l'ultimo quadretto rappresenta le sezioni lungo le varie centinature Alle15.00 sono in ufficio comunicazioni e mi avvisano che è ufficiale, il Museo rende con sommo dispiacere il sottomarino Toti alla Marina Militare , mi rendono a questo punto gran parte del materiale che avevo consegnato, per riaverlo tutto occorrerà altro tempo. alcuni ritagli di giornale raccolti nel tempo.. Continua intanto al di fuori del MST, il rapporto che si è sviluppato tra me e gli ex Ufficiali e sottoufficiali che erano stati sul Toti; i giornali chi più chi meno sono scatenati, e le pagine si sommano alle pagine.. ormai era chiaro senza alcuna ombra di dubbio che le elezioni svolte qualche mese prima, avevano stravolto le varie alleanze. Malgrado il mio dispiacere per il fatto e le speranze deluse, la vita và avanti ed altre occupazioni e lavori vengono a crearsi, il tempo passa inesorabile e i giornali ne parlano sempre meno.. Avvengono altri impegni, passa il 2002, il 2003 gli và dietro.. il 2004 lo segue a ruota ogni tanto ci ripenso, ma alla soglia del 2005, le cose prendono un’altra piega.. cambia il vento.. quello che sembrava perduto, forse forse.. non lo è più; malgrado che il Museo avesse ufficialmente reso il natante alla M.M. ( così mi fecero almeno credere ) esso non si era mai più spostato dal porto fluviale, era sempre attaccato laggiù, con il sole e con la pioggia. Un giorno leggo sul giornale che tornerà a Milano.. mi fiondo al MST, riesco a parlare con chi di dovere.. altre persone a primo avviso più competenti, con un pregio: quello di ascoltare, ed allora improvvisamente mi trovo nella loro mailing list “ Stampa “ mi mandano la prima convocazione, ed era il 9 luglio dopo quella molte altre ne seguiranno. una cartella stampa consegnatemi all'epoca come si pensava di disporre il sottomarino, che poi fu messo esattamente rovescio.. una delle cartelle della movimentazione i due più alti responsabili del museo il primo a sx è Marco Tronchetti Provera la presentazione della maglietta La prima mail che mi arriva è di fatto basilare.. sono invitato alla prima conferenza che si è svolta in un salone semplicemente spettacolare, ho modo da poter vedere da vicino l’allora Boss della Telecom Marco Tronchetti Provera, che mi diede una strana sensazione: “ il palco era ormai con tutti i relatori, ma la conferenza non iniziava, le sedie in prima fila erano vuote, arrivò in ritardo con il suo seguito, restò un certo tempo, disse solo poche parole poi, a metà conferenza o poco più, se ne andò “ uscii, e nell’atrio vidi dei cameraman che riprendevano il suo discorso durato pochissimo e.. andò via, con tutto il suo seguito; rientrai, presentarono le magliette create allo scopo, comunicarono le ulteriori date ed appuntamenti, e fu così che mi ritrovai al porto di Cremona quattro anni dopo per assistere allo spettacolo del alaggio del sottomarino dall’acqua… era fatta… Arriviamo io e Pinelli, ci presentiamo al cancello ci fanno entrare, si posteggiano le auto e via.. la prima cosa che vedo, Toti a parte è un tipo che con materiale per me ( sono passati anche ben 15 anni, non dimentichiamolo ) sta facendo delle riprese video, che poi a suo tempo troverò sul Dvd; la giornata è stupenda, non una nube in cielo, il caldo.. moderato la Nikon continua a fare il suo sporco lavoro senza lamentarsi.. all’epoca utilizzavo una spettacolare D 70 aggiornata ad s, e come ottica il mirabolante 18-70.. e dite niente.. altro che D 5.. Z 7 o 24 -70 z.. quella era un’ottica formidabile.. vabbè era altri tempi, ma a me andava bene anche allora.. non possiamo avvicinarci più di tanto, almeno finchè le grù sono in manovra, ma poi arriva il momento magico, “ La Pausa Pranzo “ se ne vanno le maestranze, e il personale del museo, ma noi intrepidi siamo rimasti all’ interno dello spazio, e va bene.. abbiamo fatto qualche altro scatto.. un'altro stich.. purtroppo siamo arrivati che era stato sollevato da poco.. particolare della prua,si nota uno sportello siluri aperto, la marina li salda una volta dismessi la saldatura non ha tenuto ecco lo stato in cui era dopo oltre quattro anni senza manutenzione eccolo il regista del DVD al lavoro una vista della tartaruga e del portello ( aperto ) dove era posizionata la vela una vista posteriore quì era posta la vela, ed essendo un luogo a libera circolazione d'acqua.. e la Finanza controlla che non venga fatto nulla di.. illegale.. ( a dire il vero aveva a bordo un paio che fotografavano.. ) i cavi di una delle possenti gru piccoli visitatori.. zona camera di lancio, cuccette, armadietti.. tavoli.. insomma una marea di cose una cosa particolare, sul fianco dx fuoriescono tre torrette, mentre sul sx solo due.. erano sensori.. quello mancante giace sul greto del po.. il carrelli per il trasporto due viste della prua.. il Capo Maccchina.. beh.. ex la zona dove passavano i cavi e i panetti della zavorra i cavi l'interno della vela dai.. è un buchino.. ogni buco in cui la mia mano poteva entrare.. ci cacciavo la D 70... la melma che viene via.. ed anche la vernice, rimane l'antiruggine giallo sono davanti alla vela parte della zavorra tolta un panetto di piombo corroso La prossima mossa come comunicazione è quella di dare date e luoghi di come il Toti, verrà spostato dal porto sino alle soglie di Milano, il tutto avverrà in diverse notti utilizzando percorsi ben definiti. il bagno di folla sulla Paullese elle porte di Milano vi era un mezzo del museo da distribuiva volantini la coda di veicoli in attesa. Siamo giunti ormai in via Toffetti, ancora poco e il balzo finale verrà fatto sarà una notte lunga.. ma molto lunga quella del prossimo 14 Agosto 2005.. alla prossima…
  9. Tranquillo Marco, vedrai più di " Quanto " immagini.. te lo assicuro.. prevedo di fare ( se siete d'accordo.. ) quattro puntate.. l'ultima sarà dedicata probabilmente alle caratteristiche del battello e a note su di esso un pochino.. fuori standard
  10. mah.. mi pare strano comunque che mi continua a dare il seriale della versione 20 e mi abbiano mandato il seriale della express che non si sovrappone nemmeno a piangere..
  11. Ho provato a scaricare la versione express, ma malgrado che vi sia scritto che è la express mi vieni scaricato la versione 20, dove sbaglio? grazie PS ho cancellato la versione precedente che era la 20, è controllato sul disco C che non vi fosse traccia, ma malgrado questo la express non me la carica.. in cambio mi da un nuovo codice di abilitazione. ( come express )
  12. grazie effe, ma tieni presente due cose la prima, la storia non è finita e seconda non meno importante, è stata da me vissuta con speranze sogni e delusioni.. non in quest'ordine.. aggiungiamo anche gratificazioni. alla prossima puntata.
×
×
  • Create New...